annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

75D - Busa Nord di Fradusta (TN) 2607m. ARPAV 11/12

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • 75D - Busa Nord di Fradusta (TN) 2607m. ARPAV 11/12

    Monitoraggio a cura di Centro Valanghe di Arabba
    http://www.arpa.veneto.it

    Curatori del Progetto Doline Trivenete
    http://www.meteotriveneto.it - Associazione Meteotriveneto

    Comunicato Stampa Meteotriveneto sul Record storico di Freddo -48.3°C
    viewtopic.php?f=25&t=23422
    http://www.meteotriveneto.it/notizie-da ... 83dc-.html

    Thread stagione di monitoraggio 2010/2011
    viewtopic.php?f=36&t=22879

  • #2
    Re: 75D - Busa Nord di Fradusta (TN) 2607m. ARPAV 10/11

    BUSA NORD DI FRADUSTA (Altopiano delle Pale di S.Martino)

    Indicazione del sito su mappa Google Earth



    Cartografia




    Documentazione fotografica




    Informazioni topografiche e geometriche della dolina e del lago di aria fredda

    Coordinate geografiche: 46°15' 51.5" 11°52' 39.3"
    Altitudine fondo: 2606 m
    Altitudine sella di outflow: 2634 m
    Profondità massima (outflow depth): 28 m
    Area del lago: 10,8 hm²
    Perimetro del lago: 1650 m
    Volume del lago: 1200000 m³
    Sky-view factor: 0,92
    Elevazione media orizzonte: 16.1°

    Commenta


    • #3
      Re: 75D - Busa Nord di Fradusta (TN) 2607m. ARPAV 10/11

      Fatto ieri lo scarico dati.

      Ecco le minime più interessanti del periodo estivo

      20 settembre -4.8°C
      24 luglio -2.0°C
      15 giugno -6.5°C

      Massima assoluta dell'estate: 17.5°C (22 agosto)

      Commenta


      • #4
        Re: 75D - Busa Nord di Fradusta (TN) 2607m. ARPAV 10/11

        Originariamente inviato da Bruno
        Fatto ieri lo scarico dati.

        Ecco le minime più interessanti del periodo estivo

        20 settembre -4.8°C
        24 luglio -2.0°C
        15 giugno -6.5°C

        Massima assoluta dell'estate: 17.5°C (22 agosto)
        Avrei scommesso in minime molto più basse, anche Busa Verle (m.1432) in giugno è arrivata a 0°C, considerato che ridotta al livello del mare Busa Fradusta in inverno "batte" Busa Verle di circa 11°C, si capisce quanto sia importante l'insolazione e soprattutto l'innevamento, in sostanza in estate si equivalgono considerato il gradiente termico verticale standard.

        Interessante.

        La temperatura rilevata nelle “frost hollow” come la matematica non è un’opinione, chiedilo agli abitanti di Oymyakon

        Stazione meteo Levico Terme, quota 490 metri


        Stazione meteo Compet, quota 1390 metri

        Commenta


        • #5
          Re: 75D - Busa Nord di Fradusta (TN) 2607m. ARPAV 11/12

          Dati scaricati il 12 gennaio.

          Minime assolute mensili:

          22 ottobre: -31.6°C
          12 novembre: -34.0°C
          20 dicembre: -44.4°C
          12 gennaio: -29.9°C

          Massimo aumento in 30 minuti: 29.7°C (13-14 novembre, da -32.5°C delle ore 23.45 a -5.8°C delle ore 00.15)
          Massimo aumento in 15 minuti: 19.6°C (18 novembre, da -30.6°C delle ore 00.15 a -11.0°C delle ore 00.30)

          Confronto fra questa dolina e la Marmolada 19-20 dicembre 2011 (notare il disturbo da vento in Busa Fradusta nella serata del 19):


          Qualche foto fatta il 12 gennaio (circa 150 cm di neve al suolo presso il datalogger):

          Commenta


          • #6
            Re: 75D - Busa Nord di Fradusta (TN) 2607m. ARPAV 11/12

            L'altro ieri (13 marzo) siamo saliti sull'Altopiano per scaricare i dati acquisiti dal 12 gennaio in poi.
            Queste le minime più significative:

            3 febbraio: -42.7°C
            6 febbraio: -42.0°C
            21 febbraio: -39.1°C
            10 marzo: -38.4°C

            Nulla di eclatante, quindi, durante la grossa ondata di freddo nella prima metà di febbraio "grazie" al vento e alla nuvolosità medio-alta spesso estesa. La neve al suolo attorno allo strumento variava fra 190 e 200 cm. Ecco alcune foto:



            Abbiamo poi installato, lungo il palo, 6 data logger per monitorare (solo per alcuni giorni) il profilo termico verticale dell'aria sopra la neve (5-30-50-70-100 e 150 cm), cui si aggiunge lo strumento fisso, posto ai classici 200 cm dalla superficie della neve. Per mantenere altezze costanti degli strumenti rispetto alle neve abbiamo dovuto aspettare una situazione anticiclonica per non avere nevicate o accumuli di neve causati dal vento forte. Fra una settimana torneremo a riprenderci
            i 6 data logger. Ecco qualche foto:

            Commenta


            • #7
              Re: 75D - Busa Nord di Fradusta (TN) 2607m. ARPAV 11/12

              Come sempre complimenti Bruno, bellissima questa prova di monitoraggio ... son proprio curioso di sapere come sarà il profilo verticale di temperatura del sito
              On line su meteobreganze . altervista . org

              ***26,2 miles, back from hell***

              Riposa in pace Michele.

              Da Trieste al Tonale solo Hp subtropicale !!!

              Commenta


              • #8
                Re: 75D - Busa Nord di Fradusta (TN) 2607m. ARPAV 11/12

                Ieri ultimo scarico dati della stagione invernale e prelievo dei 6 data logger installati quasi un mese fa.

                Minima assoluta dal 13 marzo: -29.1°C, il 9 aprile (alle 2.45)
                Altre minime interessanti -28.3 il 26 marzo e -28.2 il 16 marzo

                Interessante la massima di +8.2 il 28 marzo.

                L'altezza del manto nevoso sul fondo della depressione è sempre sui 2 m, come un mese fa (il datalogger più basso, con lo schermo appoggiato sulla neve, era in parte sepolto)



                Ora, con calma, analizzerò i dati degli altri 6 sensori.

                Commenta


                • #9
                  Re: 75D - Busa Nord di Fradusta (TN) 2607m. ARPAV 11/12

                  Sempre belle le foto dalle Pale, francamente non pensavo ci fosse ancora tutta quella neve, chissà dopo questo peggioramento.

                  Curioso di vedere i dati del profilo verticale.

                  La temperatura rilevata nelle “frost hollow” come la matematica non è un’opinione, chiedilo agli abitanti di Oymyakon

                  Stazione meteo Levico Terme, quota 490 metri


                  Stazione meteo Compet, quota 1390 metri

                  Commenta


                  • #10
                    Re: 75D - Busa Nord di Fradusta (TN) 2607m. ARPAV 11/12

                    Originariamente inviato da Rizzo69
                    Sempre belle le foto dalle Pale, francamente non pensavo ci fosse ancora tutta quella neve, chissà dopo questo peggioramento.

                    Curioso di vedere i dati del profilo verticale.

                    Già, molte volte pare davvero di stare su un altro mondo lassù...
                    Intanto deve averne fatto un altro mezzo metro mercoledì, quindi siamo sui 250 cm (nelle zone riparate dal vento).
                    Per i dati del profilo verticale devo aspettare di incontrarmi (spero la prossima settimana) con Enrico, cui avevo prestato l'Hobo Shuttle per lo scarico dati di Campoluzzo.

                    Commenta


                    • #11
                      Re: 75D - Busa Nord di Fradusta (TN) 2607m. ARPAV 11/12

                      Prime elaborazioni del monitoraggio del profilo termico verticale (per ora ho considerato solo il periodo iniziale dal 13 al 18 marzo, ovvero quello con altezza del manto nevoso inalterato).

                      Periodo 13-18 marzo:


                      Dalle ore 12 del 15 alle ore 12 del 16 marzo:


                      Zoom sulla notte fra il 15 ed il 16 marzo (l'unica notte non disturbata dal vento):


                      Sembra confermato il limitato gradiente termico vicino alla neve nelle doline (rispetto a quelli conosciuti in siti non in dolina). Tra l'altro il gradiente è più basso nel cuore della notte, con le temperature più basse.

                      Commenta


                      • #12
                        Re: 75D - Busa Nord di Fradusta (TN) 2607m. ARPAV 11/12

                        bellissimo questo confronto

                        Commenta


                        • #13
                          Re: 75D - Busa Nord di Fradusta (TN) 2607m. ARPAV 11/12

                          Originariamente inviato da Bruno
                          Prime elaborazioni del monitoraggio del profilo termico verticale (per ora ho considerato solo il periodo iniziale dal 13 al 18 marzo, ovvero quello con altezza del manto nevoso inalterato).

                          Periodo 13-18 marzo:


                          Dalle ore 12 del 15 alle ore 12 del 16 marzo:


                          Zoom sulla notte fra il 15 ed il 16 marzo (l'unica notte non disturbata dal vento):


                          Sembra confermato il limitato gradiente termico vicino alla neve nelle doline (rispetto a quelli conosciuti in siti non in dolina). Tra l'altro il gradiente è più basso nel cuore della notte, con le temperature più basse.
                          Interessante davvero,diciamo che nella notte senza vento la differenza massima tra 5 cm e 200 cm è di massimo 2°C forse qualcosa meno, corretto? Mi sembra tuttavia che ci sia maggior differenza di notte che non di giorno.

                          La temperatura rilevata nelle “frost hollow” come la matematica non è un’opinione, chiedilo agli abitanti di Oymyakon

                          Stazione meteo Levico Terme, quota 490 metri


                          Stazione meteo Compet, quota 1390 metri

                          Commenta


                          • #14
                            Re: 75D - Busa Nord di Fradusta (TN) 2607m. ARPAV 11/12

                            Originariamente inviato da Rizzo69

                            Interessante davvero,diciamo che nella notte senza vento la differenza massima tra 5 cm e 200 cm è di massimo 2°C forse qualcosa meno, corretto? Mi sembra tuttavia che ci sia maggior differenza di notte che non di giorno.

                            Si, un po' meno di 2°C.
                            E' interessante poi vedere come in caso di ventilazione debole o moderata (due notti precedenti disturbate) la differenza è maggiore (anche 3-4°C), mentre in caso di notte serena e calma la differenza diminuisce gradualmente nel corso della notte. Appena posso farò vedere lo zoom anche sulle due notti precedenti

                            Commenta


                            • #15
                              Re: 75D - Busa Nord di Fradusta (TN) 2607m. ARPAV 11/12

                              Ecco lo zoom sulle due notti disturbate dal vento che hanno preceduto quella più fredda:

                              Notte fra il 13 ed il 14 marzo


                              Notte fra il 14 ed il 15 marzo


                              Al contrario di quanto ci si aspetterebbe, l'azione rimescolante del vento (debole o moderato) produce un'accentuazione del gradiente termico verticale. A causa dell'attrito il vento risulta infatti più debole vicino alla superficie della neve, mentre aumenta allontanandosi da essa. Ne risullta che il disturbo da vento è minore vicino alla neve, dove la temperatura resta più bassa
                              Quando la ventilazione si indebolisce o si annulla l'azione di rimescolamento diventa più omogenea o si azzera ed il gradiente si riduce (tutto lo strato sotto i 2 m diventa molto freddo). In questo caso gli strati d'aria più in basso sono più freddi perche risultano più vicini alla freddissima superficie radiante della neve (con dei sensori termici ad infrarosso si sono misurate temperature superficiali della neve 7-10°C più basse di quelle dell'aria a 5-20 cm sopra il manto nevoso).

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X