annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Articolo interessante sulla CDG

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Articolo interessante sulla CDG

    http://meteolive.leonardo.it/meteo-notizia.php?id=20878
    Dal 01/01/2012 faccio parte della banda del buco....sono venuto ad abitare a Buja
    Primavera, estate, autunno, inverno.......se non ci fossero, bisognerebbe inventarle
    Il mio sito meteorologigo
    Il mio album fotografico

  • #2
    L’idea che la Corrente del Golfo sia la principale responsabile dei miti inventi Europei è diffusa, ma non per questo giusta. Attribuire ad essa i meriti di un clima europeo che vede paesi come la Gran Bretagna, la Francia e zone continentali europee risultare molto meno fredde di zone dall’altra sponda dell’Oceano alla stessa latitudine, dal punto di vista delle scienze della terra equivale a poco più di una leggenda metropolitana.
    Neo

    Nel mondo esistono 10 tipi di persone: quelli che conoscono i numeri binari e quelli che non li conoscono....

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da Neo
      L’idea che la Corrente del Golfo sia la principale responsabile dei miti inventi Europei è diffusa, ma non per questo giusta. Attribuire ad essa i meriti di un clima europeo che vede paesi come la Gran Bretagna, la Francia e zone continentali europee risultare molto meno fredde di zone dall’altra sponda dell’Oceano alla stessa latitudine, dal punto di vista delle scienze della terra equivale a poco più di una leggenda metropolitana.
      A cosa è dovuta quindi Neo, principalmente, questa diversità di climi alla stessa latitudine?
      Anchè io ho sempre pensato che la principale responsabile fosse proprio la Corrente del Golfo!
      Francesco Dell'Orco

      Sito (dati in tempo reale):
      Wunderground:

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Dellork
        Originariamente inviato da Neo
        L’idea che la Corrente del Golfo sia la principale responsabile dei miti inventi Europei è diffusa, ma non per questo giusta. Attribuire ad essa i meriti di un clima europeo che vede paesi come la Gran Bretagna, la Francia e zone continentali europee risultare molto meno fredde di zone dall’altra sponda dell’Oceano alla stessa latitudine, dal punto di vista delle scienze della terra equivale a poco più di una leggenda metropolitana.
        A cosa è dovuta quindi Neo, principalmente, questa diversità di climi alla stessa latitudine?
        Anchè io ho sempre pensato che la principale responsabile fosse proprio la Corrente del Golfo!
        Sto lavorando ad un articolo del CPS che affronta questa tematica, nel giro di una quindicina di giorni sarà on line. Sintetizzando il tutto posso dire che le correnti oceaniche hanno il compito insieme all’atmosfera di bilanciare il surplus energetico polo/equatore. Con il blocco della CDG andrebbe a cadere gran parte di questo scambio e tutta la zona polare comincerebbe ad raffreddarsi, cosa che in un secondo momento inciderebbe sul clima europeo per effetto albedo.
        L’oceano assorbe il calore e si raffredda in tempi diversi rispetto le terre emerse, basti pensare alle differenze tra clima continentale puro e un clima marittimo. Il sole penetra decine e decine di metri sotto la superficie marina (grazie al rimescolamento dei venti), ma non riesce a penetrare nel sottosuolo.
        Il clima europeo è condizionato dal soffio oceanico grazie alla forza di coriolis (indipendentemente dalla presenza della CDG che aiuta, ma non è determinante come si crede) e al principio di conservazione del momento angolare . Il Canada orientale è condizionato dal soffio continentale delle terre fredde.
        Faccio un esempio senza entrare nello specifico (lo farò nell’articolo del CPS con dati, grafici e studi attendibilissimi a riguardo), basti pensare alla differenze tra una sponda all’altra del Pacifico. Nell’oceano in questione non c’è la CDG ma la corrente Kuroshio, che non si spinge a latitudini elevate. Le terre che si trovano sopra a tale corrente, e quindi che non risentono di questo trasporto di calore, possiedono comunque un clima molto più caldo rispetto alle città della costa orientale della Russia (es: Seattle- Vladivostock).
        Neo

        Nel mondo esistono 10 tipi di persone: quelli che conoscono i numeri binari e quelli che non li conoscono....

        Commenta


        • #5
          Ah, bene, bellissima spiegazione! Attendo con ansia l'articolo!
          Principio di conservazione del momento angolare....proprio cose che devo studiare i questi giorni!!
          Francesco Dell'Orco

          Sito (dati in tempo reale):
          Wunderground:

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Dellork
            Ah, bene, bellissima spiegazione! Attendo con ansia l'articolo!
            Principio di conservazione del momento angolare....proprio cose che devo studiare i questi giorni!!
            Una massa d'aria deve il suo momento angolare a due fattori: il primo è per l'accelerazione di coriolis, il secondo è dato dalla curvatura del fluido. Nel caso del nord emisfero le montagne rocciose determinano un’oscillazione del flusso zonale in funzione sel suo impatto. Tale oscillazione verso sud porta aria artica fredda nell’est coast, mentre il flusso di ritorno verso nord passa sopra l’oceano e porta aria tiepida nelle coste Europee.
            Ho gia detto troppo... troppo...
            Neo

            Nel mondo esistono 10 tipi di persone: quelli che conoscono i numeri binari e quelli che non li conoscono....

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Neo
              ....Con il blocco della CDG andrebbe a cadere gran parte di questo scambio e tutta la zona polare comincerebbe ad raffreddarsi, cosa che in un secondo momento inciderebbe sul clima europeo per effetto albedo.
              ........Il clima europeo è condizionato dal soffio oceanico grazie alla forza di coriolis (indipendentemente dalla presenza della CDG che aiuta, ma non è determinante come si crede) e al principio di conservazione del momento angolare .
              Innanzitutto Neo e complimenti per gli studi che hai fatto e stai facendo anche per tutti noi!
              Da quello che ho potuto capire dal tuo discorso un eventuale blocco della Corrente del Golfo non comporterebbe un significativo cambianto ovvero il flusso atlantico perturbato continuerebbe ad avere caratteristiche pressochè uguali alle attuali ma le incursione artiche e artico marittime, a causa dell'affetto albedo ( che comporta estenzione dei ghiacci artici ed un gran bel serbatoio gelido) e di un mare da attraversare parecchio più freddo, sarebbero molto più incisive dal punto di vista termico. E chissa cosa accadrebbe alla semipermanente islandese...e poi scambi meridiani quasi come negli States dovuti al surplus energetico polo/equatore.
              Però quello che mi interessa sapere è se sono veritieri i dati dell'articolo. Perchè se fossero veri, tempo 10-15 anni e si blocca davvero la Corrente del Golfo se non prima!
              Visto che con buona probabilità avremo un'altro ciclo QBO- , NAO -, una Nina in atto, AO= e saremo nell'intorno del minimo solare...
              1940 + 22= 1962/63
              1962 + 22= 1984/85
              1985 + 22= ...........

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da Neo
                Il clima europeo è condizionato dal soffio oceanico grazie alla forza di coriolis (indipendentemente dalla presenza della CDG che aiuta, ma non è determinante come si crede) .
                L'europa guadagna circa 6° di latitudine sul canada occidentale.... e dopotutto la corrente del golfo è si un effetto
                di coriolis, ma se ci fosse uno sbarramento in mezzo all'atlantico le cose sarebbero diverse.


                Ma stop alla parole e largo alle cifre:

                citta/latitudine .... gennaio/Luglio/media annuale

                asia vs. canada
                Come media anche regge , ma come minime la siberia è un altra cosa
                taiyuan/37 .... -7/24/10 ( cina interna)
                Vladivostock/43 .... -13/20/4
                Harbin/45 .... -19/23/4

                Minneapolis/44 .... -11/23/7
                Winnipeg/49 .... -19/19/2

                A noi europei Mosca sembra molto fredda, ma in realta...
                hohhot/40 .... -12/23/6 (mongolia interna)
                springdale/49 .... -9/16/3 ( isola di Terranova)
                Mosca/56 .... -10/18/4

                Un pò di dati costa est/ovest

                usa ovest
                Jeneau/lat 58 .... -4/13/4
                p. rupert/lat54 .... +1/13/7 ( è un isola)
                Vancouver/lat49 .... +3/18/10.6


                europa ovest
                Tromso/lat 69 .... -3/11/2.3
                Trondheim/63 .... -3/14/5
                Bergen/lat 60 .... +1/14/7
                corck/lat52 .... +5/16/9.9



                usa est
                boston/42 .... -2/23/11
                shearwater/45 .... -4/18/7
                Harbour B/47 .... -4/16/5
                gander/49 .... -6/16/4
                springdale/49 .... -9/16/3
                Roddic/50.5 .... -10/15/2
                Battle H/52 .... -10/11/+0
                Cartwrigt/54 .... -15/12/-1
                Nain/56 .... -18/10/-3
                interno
                montreal/45 .... -10/21/6
                Winnipeg/49 .... -19/19/2
                mooso/51 .... -20/15 baia H



                asia est
                pusan/35 .... 2/24/14 corea
                yantai/37 .... -1/25/12 cina
                tangshan/39 .... -5/25/11 cina
                Yingzou/41 .... -9/24/9 cina
                chonchin/42 .... -5/22/8 corea

                Vladivostock/43 .... -13/20/4
                Juzno/47 .... -14/17/2 isola
                Grossevici/47 .... -13/16/1
                Suhanova/ 51 .... -21/19/0
                Nikol/53 .... -23/16/-2
                OhotsK/59 .... -22/13/-5

                interno
                Chengdu/30 .... 6/26/16
                xian/34 .... 0/27/13
                taiyuan/37 .... -7/24/10
                hohhot/40 .... -12/23/6
                Harbin/45 .... -19/23/4 manciuria
                Blaogoves/50 .... -24/21/0 manciuria
                cita/52 .... -26/18/-2 siberia or.

                --------------------------

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Albert0
                  Originariamente inviato da Neo
                  Il clima europeo è condizionato dal soffio oceanico grazie alla forza di coriolis (indipendentemente dalla presenza della CDG che aiuta, ma non è determinante come si crede) .
                  L'europa guadagna circa 6° di latitudine sul canada occidentale.... e dopotutto la corrente del golfo è si un effetto
                  di coriolis, ma se ci fosse uno sbarramento in mezzo all'atlantico le cose sarebbero diverse.
                  direi poco diverse per quanto riguarda l'Europa, e molto diverse per quanto riguarda a nord della Norvegia...

                  Ai tropici l’oceano e l’atmosfera spostano più o meno la stessa quantità di calore. Ma alle medie latitudini l’atmosfera trasporta molto più calore rispetto all’oceano. Se per esempio si considera la regione oltre i 35 gradi nord, l’atmosfera è molto più efficace nel mitigare i climi invernali, e il rilascio invernale del calore assorbito dall'oceano durante l’estate è molto superiore al calore che llo stesso trasporta dalle basse alle alte latitudini. Quindi è l’effetto combinato del trasporto di calore atmosferico e dell’immagazzinamento e rilascio di calore stagionale a mitigare gli inverni.



                  (nomi e cognomi) Nel 1979, Ngar-Cheung Lau del NOAA aveva dimostrato da uno studio gli effetti di riscaldamento e di raffreddamento prodotto dalle onde atmosferiche su grande scala in Europa e nella parte orientale del Nord America. Negli anni 80 Brian J. Hosking e Paul J. Valdes dell’università di Reading e del NOAA avevano mostrato come era l’atmosfera a mitigare il clima europeo. Alla fine degli anni 80 Syukuro Manabe e Ronald J. Stouffer avevano usato un modello accoppiato oceano-atmosfera per determinare gli impatti di un eventuale arresto della circolazione termoalina. Nel loro modello il clima si raffreddava di un paio di gradi su entrambe le sponde dell’Atlantico e lasciava invariata la molto più cospicua lasciando invariate le differenze Europa/Nord America. Recenti dati satellitari hanno mostrato come alle medie latitudini il trasporto di calore effettuato dall’atmosfera superi di diverse volte quello degli oceani. Infine l’IPCC scrive che il rallentamento della CDG non dovrebbe produrre grossi effetti.

                  La distinzione fra climi marittimi e continentali è uno standard della climatologia da decenni.


                  Il mito della CDG come artefice del clima Europeo risale a metà del XIX secolo, il primo a dare un’importanza climatica alla Corrente del Golfo fu un oceanografo e meteorologo statunitense ufficiale della Marina Americana di nome Matthew Fontane Maury, che nel 1855 pubblicò forse il primo trattato di oceanografia intitolato “The Physical Geography Of The Sea”. Egli con fermezza sosteneva l’importanza della CDG per il clima Europeo e riteneva che senza di essa L’Inghilterra e la Francia avrebbero un clima uguale a quello del Labrador. Questa teoria con il passare degli anni (e ne son passati di anni...) è stata fatta diventare opinione comune dagli organi di informazione, tuttavia studi recenti hanno smontato in maniera convincente tale tesi, attribuendo alla Corrente del Golfo un ruolo marginale.

                  ps: non fatemi dire altro... ci sarà un articolo...


                  Neo

                  Nel mondo esistono 10 tipi di persone: quelli che conoscono i numeri binari e quelli che non li conoscono....

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da even
                    Originariamente inviato da Neo
                    ....Con il blocco della CDG andrebbe a cadere gran parte di questo scambio e tutta la zona polare comincerebbe ad raffreddarsi, cosa che in un secondo momento inciderebbe sul clima europeo per effetto albedo.
                    ........Il clima europeo è condizionato dal soffio oceanico grazie alla forza di coriolis (indipendentemente dalla presenza della CDG che aiuta, ma non è determinante come si crede) e al principio di conservazione del momento angolare .
                    Innanzitutto Neo e complimenti per gli studi che hai fatto e stai facendo anche per tutti noi!
                    Da quello che ho potuto capire dal tuo discorso un eventuale blocco della Corrente del Golfo non comporterebbe un significativo cambianto ovvero il flusso atlantico perturbato continuerebbe ad avere caratteristiche pressochè uguali alle attuali ma le incursione artiche e artico marittime, a causa dell'affetto albedo ( che comporta estenzione dei ghiacci artici ed un gran bel serbatoio gelido) e di un mare da attraversare parecchio più freddo, sarebbero molto più incisive dal punto di vista termico. E chissa cosa accadrebbe alla semipermanente islandese...e poi scambi meridiani quasi come negli States dovuti al surplus energetico polo/equatore.
                    Però quello che mi interessa sapere è se sono veritieri i dati dell'articolo. Perchè se fossero veri, tempo 10-15 anni e si blocca davvero la Corrente del Golfo se non prima!
                    Non conosco l'articolo in questione, ma cercherò in qualche maniera di procurarmi i dati e magari di inserirli sulla relazione.
                    La corrente del Golfo è importante, ovvio che un suo blocco modificherebbe il clima nord emisferico (quindi anche europeo), ma molto probabilmente in modo graduale e in maniera indiretta.
                    Sul fatto poi che sia la CDG a determinare il clima mite Europeo rispetto all'altra sponda dell'Oceano, bè come ho scritto sopra, è una leggenda metropolitana.
                    Neo

                    Nel mondo esistono 10 tipi di persone: quelli che conoscono i numeri binari e quelli che non li conoscono....

                    Commenta


                    • #11
                      >direi poco diverse per quanto riguarda l'Europa, e molto diverse per quanto riguarda a nord della Norvegia...

                      Interessante anche guardare le medie annue , li la differenza è molto minore.



                      >Se per esempio si considera la regione oltre i 35 gradi nord, l’atmosfera è molto più efficace nel mitigare i >climi invernali, e il rilascio invernale del calore assorbito durante l’estate è molto superiore al calore che >l’oceano trasporta dalle basse alle alte latitudini.

                      Qui non ho chiari due concetti diversi.
                      Alla fine è sempre l'atmosfera a trasportare il calore sulla terraferma. Ma può farlo sia prendendo dall'acqua che con venti meridionali caldi
                      Credo sia facile fare confusione, visto che alla fine si ha comunque un vento caldo.





                      >Alla fine degli anni 80 Syukuro Manabe e Ronald J. Stouffer avevano usato un modello accoppiato >oceano-atmosfera per determinare gli impatti di un eventuale arresto della circolazione termoalina. Nel loro >modello il clima si raffreddava di un paio di gradi su entrambe le sponde dell’Atlantico
                      > lasciando invariate le differenze Europa/Nord America.

                      IMO c'è una confusione di fondo che nasce dal fatto che anche se è l'acqua che trasporta il calore a nord, cmq è sempre l'atomosfera a trasferirlo alle masse continentali.
                      Con atmosfera più efficacie, io capisco venti meridionali contro correnti marine meridionali ( che poi trafseriscono calore con venti occidentali).
                      A questo punto però non capisco perchè dovrebbe fare freddo a est... o forse si.
                      Il mare d'inverno si raffredda poco perchè l'acqua rimescola, e questa è cosa diversa dal dire che porta acqua calda. Ovvero: è il mare in se, non le correnti marine meridionali.


                      Ps: certo che l'atmosfera per trasportare trasporta, 33C a latitudine 59

                      30/05/2007

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da Neo
                        Originariamente inviato da Dellork
                        Ah, bene, bellissima spiegazione! Attendo con ansia l'articolo!
                        Principio di conservazione del momento angolare....proprio cose che devo studiare i questi giorni!!
                        Una massa d'aria deve il suo momento angolare a due fattori: il primo è per l'accelerazione di coriolis, il secondo è dato dalla curvatura del fluido. Nel caso del nord emisfero le montagne rocciose determinano un’oscillazione del flusso zonale in funzione sel suo impatto. Tale oscillazione verso sud porta aria artica fredda nell’est coast, mentre il flusso di ritorno verso nord passa sopra l’oceano e porta aria tiepida nelle coste Europee.
                        Ho gia detto troppo... troppo...
                        quindi tu non escludi, anche se devo ammettere che non riesco a capire bene il
                        principio di curvatura angolare, che le correnti a getto, siano determinanti
                        nel poter modificare il clima, sganciandosi da tutti gli altri fattori?
                        ciao neo
                        mi chiamo paolo lui...
                        wpsmeteo.

                        Commenta

                        Sto operando...
                        X