annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

La grande neve del gennaio 2006 in Ticino!

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • La grande neve del gennaio 2006 in Ticino!

    Qualcuno le avrà già viste, ma io le ripropongo anche qui.

    La nevicata del 27 gennaio 2006 spicca come l’evento meteorologico più fantastico si tutta la mia vita. In questo riassunto cercherò di riassumere quanto accaduto in quel giorno ripercorrendo le tappe che hanno portato a ciò.
    La mattina di giovedì 26 gennaio in Ticino sembra una mattina come tante altre. Il cielo è coperto e fa freddo. Le previsioni meteorologiche annunciano l’arrivo di una forte perturbazione entro la sera che dovrebbe apportare abbondanti nevicate il venerdì su tutta la regione. Sono le 9 del mattino quando parto per andare a scuola, ci sono -3° un freddo intenso che come una lamina penetra nel corpo. Una temperatura comunque già sperimentata tante volte in quell’inverno. Le mattine nei giorni sereni erano state anche più pungenti. La gente cammina, lavora, le strade sono agibili, tutto è normale e seppur molti erano consapevoli che il giorno seguente avrebbe nevicato intensamente nessuno o quasi si aspetta quello che capiterà di lì a 24 ore.
    Alle ore 12 con temperatura bassa, dalla pianura padana risaliva il primo nucleo con precipitazioni nevose che investiva il Mendrisiotto e provocava poco più che una spolverata che si rivelava solo un assaggino. La nevicata dopo le 13 si placava e cadeva per ore soltanto del nevischio. Alla sera le luci del giorno lasciavano il posto alle tenebre della notte. Nel frattempo si preparava la nevicata più intensa degli ultimi 100 anni (in un giorno). Alla 1 di notte, dopo aver accumulato 10 cm, si passava dal nevischio alla neve vera. Nel corso di poche ore la situazione precipitava, la nevicata intensificatasi risultava pressoché continua e la temperatura negativa permetteva la conservazione di ogni fiocco anche al suolo. Alle 7 e 30 del mattino, al suolo già si contavano 36 cm con nevicata intensa in corso. Le strade erano ormai impraticabili senza catene, qua e là si vedevano spalatori improvvisati presi alla sprovvista da un risveglio tanto bianco. Preparatomi per andare a scuola a piedi non prestai nemmeno attenzione alla lancetta dell’orologio che incessantemente avanzava, consapevole che in pochi sarebbero giunti puntuali alle lezioni. Tuttavia giunto a scuola constatai che la situazione era più compromessa di quello che credevo. Pochi allievi a scuola, docenti assenti e allievi ammassati stranamente al pianterreno. Intanto continuava a nevicare e la circolazione sulle strade era compromessa. Motivo per cui non fu difficile ipotizzare la chiusura straordinaria della scuola che avvenne con euforia generale. Di ritorno a casa percorrevo le strade solitamente tanto trafficate avvolte questa volta da una calma irreale. I giardini sembravano quadri fiamminghi invernali pieni di piccole scene, di bimbi e cani festosi. Durante il mio viaggio le case sprigionavano quel calore umano che mai avevo notato prima. 2 vicini conversavano e si scambiavano battute cordiali ed uno offriva all’altro aiuto. Qualcuno affacciato al balcone gridava all’altro il suo stupore alla vista di tanta neve. Era silenzioso il Mendrisiotto quella mattina del 27 gennaio, il rumore dei motori era soffocato dallo scroccar della neve al suo calpestamento di qualche persona che imbacuccata si recava a far la spesa e dalle pale che lavoravano senza sosta. Uno spazzaneve impotente ogni tanto turbava la quiete ma la nevicata era tanto intensa che il suo lavoro era inutile. C’era spazio perfino per qualche temerario fondista che scambiava la strada cantonale per una pista da sci. Giunto a casa e finalmente al caldo seguii ora per ora l’evolversi della situazione mentre i primi articoli giornalistici titolavano a tutta pagina “tsunami bianco, tilt e caos” quasi volessero in un qualche modo turbare quell’atmosfera idilliaca creatasi in una notte. Ma la neve era più forte di tutto ciò e la magica atmosfera rimaneva intatta. Continuò a nevicare fino alla prima parte della notte con l’accumulo che raggiunse i 78 cm. Il mattino seguente una fastidiosa pioggerella rubava la scena alla neve e lentamente l’incantesimo della bianca Cenerentola si spezzava e con la pulizia delle strade tutto rientrava nella normalità. Nonostante ciò queste pazze 24 ore, a cavallo tra la 1 del 27 e la 1 del 28 rimarranno sempre impresse nella mia memoria. Niente potrà mai cancellare quel ricordo indelebile di quel pazzo giorno, pieno di neve, pieno di gioia e tanto caldo di umanità.



    Ecco le foto fatte al mattino, dal ritorno dalla scuola chiusa.
















    Ecco il pomeriggio































    La notte e la mattina seguente












































    altre foto





























    Queste 2 al mattino del 28 con qualche cm in parte già sciolto





    il 10 febbraio, favonio e quel che rimane della neve





    Il campo sportivo del paese di Castel San Pietro che si trova nella frazione di Corteglia si trova in un area all'ombra. Evidentemente è stato "ripulito".




    Non è raro nelle aree all'ombra trovarsi di fronte a giganteschi lastroni di ghiaccio.





    Qua invece altre foto prese da un giornale locale scattate dai lettori durante la nevicata
    Album del giornale del popolo
    http://www.gdp.ch/foto/view_album.php?s ... ata&page=1

    Qualche assaggio, Sagno 550 metri, Valle di Muggio, Mendrisiotto

    Balerna, Mendrisiotto, 300 m

    Gerra Piano, Ticino centrale

    Lugano, Piazza Riforma, 270 m

    Chiasso, 240 m, centro, Mendrisiotto

    Chiasso

    Chiasso, Corso San Gottardo

    Chiasso, via volta

    Lugano, via Cattedrale

    Campione d'Italia, enclave, 270m

    Morbio, Mendrisiotto, 300 m

  • #2
    quanta!
    che bello...........bella testimonianza.......
    Socio fondatore M3V

    Commenta


    • #3
      Schockante vedere queste foto... Vietate per i cuori deboli...
      CIAO CIAO

      Commenta


      • #4
        Un sogno irrealizzabile dalle nostre parti
        Montecchio Maggiore (VI) 72m. s.l.m.

        Commenta


        • #5
          Senza parole...wow!!!!
          L'importante non è prendersela, ma farsela dare!!

          --Rilevazioni tramite stazione Davis Vantage Pro2 con schermo ventilato 24h24 + webcam Mobotix M24 IT--
          ---> Sito web aggiornato ogni 30 sec: <---

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Roby
            Un sogno irrealizzabile dalle nostre parti
            Mai dire mai Roby...
            CIAO CIAO

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Roby
              Un sogno irrealizzabile dalle nostre parti
              Bastava essere a Valstagna o a Feltre o ad Arsiè per vederne di più, a quote inferiori
              Socio fondatore M3V

              http://www.meteovicenza.altervista.org/

              Baroni: "La meteorologia é da considerarsi scienza inesatta, che spesso elabora dati incompleti con metodi discutibili per fornire previsioni inaffidabili."

              Ghiaccio NELLA macchina? Menù bambini se possibile.
              INVITA i tuoi amici a cliccare MI PIACE => €€€
              Condividete tutti, farà felici i vostri amici!
              ;66)));66)));66)))

              Commenta


              • #8
                che voglia di

                Commenta


                • #9
                  Nevone indimenticabile!!
                  accumulo parziale annuo... 467mm

                  Commenta


                  • #10
                    Foto paurosamente belle, Simone!!
                    Grazie del fantastico contributo!!
                    Davide V

                    Commenta


                    • #11
                      Re: La grande neve del gennaio 2006 in Ticino!

                      Originariamente inviato da SimoneCH
                      Sono le 9 del mattino quando parto per andare a scuola, ci sono -3° un freddo intenso che come una lamina penetra nel corpo....

                      Nel frattempo si preparava la nevicata più intensa degli ultimi 100 anni (in un giorno)....

                      Preparatomi per andare a scuola a piedi non prestai nemmeno attenzione alla lancetta dell’orologio che incessantemente avanzava, consapevole che in pochi sarebbero giunti puntuali alle lezioni. Tuttavia giunto a scuola constatai che la situazione era più compromessa di quello che credevo. Pochi allievi a scuola, docenti assenti e allievi ammassati stranamente al pianterreno....

                      Motivo per cui non fu difficile ipotizzare la chiusura straordinaria della scuola che avvenne con euforia generale....


                      Ecco le foto fatte al mattino, dal ritorno dalla scuola chiusa.
                      Due domande, Simone.

                      Sei insegnante anche te?

                      Hai provato a chiedere a Filippo Ricciardi di Marchirolo (VA) se é effettivamente stata "la nevicata più intensa degli ultimi 100 anni (in 24 h)" dalle vs parti?

                      Ciao!!
                      Davide V

                      Commenta


                      • #12
                        ecco qualche auto a Feltre la sera del 27 (calcolate che ha nevicato fino al mattino del 28)








                        « Io dico che la mia terra è uno dei posti più belli non già dell'Italia ma dell'intero globo terracqueo...la mia patria si chiama Belluno. »
                        (Dino Buzzati)

                        Per dati e statistiche su Belluno
                        www.castionmeteo.it
                        su Limana
                        mscaccia.altervista.org

                        Commenta


                        • #13
                          Nevicata ben piú modesta a Belluno 30km di distanza

                          « Io dico che la mia terra è uno dei posti più belli non già dell'Italia ma dell'intero globo terracqueo...la mia patria si chiama Belluno. »
                          (Dino Buzzati)

                          Per dati e statistiche su Belluno
                          www.castionmeteo.it
                          su Limana
                          mscaccia.altervista.org

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da frate_checco
                            Nevicata ben piú modesta a Belluno 30km di distanza

                            Inserisco per l'occasione questo diagramma di lettura "esaparametrica" della stazione di Castana (400 m slm - VI) tra i gg 26 e 28 Gennaio 2006:



                            Inutile ribadire come l'alto vicentino faccia SFACELI in determinate configurazioni.

                            Sul diagramma: beh... concedetemelo... un buon mese di tentativi (tra settembre ed Ottobre dello scorso anno) per realizzare tale format. Mettere insieme 6 parametri non é semplice, per una loro agevole lettura... e personalmente in ambito di pubblicazioni meteorologiche non ho mai avuto modo di apprezzare cotanto schema. Schema utilissimo, per le analisi puntuali.

                            Ovviamente noi di M3V possiamo ben gustarci le primizie, il raduno di Malga Larici dello scorso anno ben ha fatto testo!!!
                            Si, ve lo prometto: questo benedetto articolo uscirà, prima o poi!!

                            Ciaooo!!
                            davide V

                            Commenta


                            • #15
                              Bravo Davide!

                              Nel tuo articolo citerai anche la Valbelluna?
                              « Io dico che la mia terra è uno dei posti più belli non già dell'Italia ma dell'intero globo terracqueo...la mia patria si chiama Belluno. »
                              (Dino Buzzati)

                              Per dati e statistiche su Belluno
                              www.castionmeteo.it
                              su Limana
                              mscaccia.altervista.org

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X