annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

M3V e i siti freddi del Triveneto - Lavori in corso

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da Bruno Visualizza il messaggio
    Grazie Riccardo, mi hai risparmiato qualche ricerca nella rete per capirne di più...
    Ora però sono curioso di sapere che sistema di trasmissione dati ha usato Stephan (probabilmente GSM)
    Non c'è problema [emoji6]
    Penso sia GSM pure io, al momento è sicuramente il metodo più comodo ed economico.

    Sent from my Nexus 5 using Tapatalk
    Davis Vantage PRO 2 - Volpago del Montello (170mslm)
    Monitoraggio dei siti freddi del Montello (Valle di Piero Gobbo) e dei colli Berici (Busa Maran)
    Tutti i dati su: http://montellometeo.altervista.org

    Commenta


    • Originariamente inviato da gasgallo Visualizza il messaggio
      Non c'è problema [emoji6]
      Penso sia GSM pure io, al momento è sicuramente il metodo più comodo ed economico.

      Sent from my Nexus 5 using Tapatalk
      Non così banale da alimentare con temperature a -30.
      Dati meteorologici di Noventa Vicentina: www.9meteo.it/noventa
      Dati meteorologici di Schio: www.9meteo.it/schio

      Commenta


      • Comunico le temperature più basse registrate sull'Alpe Nana lo scorso inverno (dati scaricati da poco da Corrado Vaona, che mi ha autorizzato alla loro diffusione).

        15 febbraio -42.2°C
        28 febbraio -42.2°C

        Da segnalare i -40.0°C raggiunti già alle ore 21 del 27 febbraio, che per una dolina a 2000 m è davvero notevole.

        Purtroppo Corrado rinuncia, dopo diversi anni, alla continuazione del monitoraggio di questo piccolo, interessante altopiano (la conca è probabilmente è la più fredda fra quelle poste a 2000 m). Pare che abbia subito, più volte, degli atti vandalici...
        Grazie Corrado per tutto quello che hai fatto in questi anni!

        Commenta


        • Originariamente inviato da Bruno Visualizza il messaggio
          Comunico le temperature più basse registrate sull'Alpe Nana lo scorso inverno (dati scaricati da poco da Corrado Vaona, che mi ha autorizzato alla loro diffusione).

          15 febbraio -42.2°C
          28 febbraio -42.2°C

          Da segnalare i -40.0°C raggiunti già alle ore 21 del 27 febbraio, che per una dolina a 2000 m è davvero notevole.

          Purtroppo Corrado rinuncia, dopo diversi anni, alla continuazione del monitoraggio di questo piccolo, interessante altopiano (la conca è probabilmente è la più fredda fra quelle poste a 2000 m). Pare che abbia subito, più volte, degli atti vandalici...
          Grazie Corrado per tutto quello che hai fatto in questi anni!
          Atti vandalici nei confronti di una stazione meteo in una dolina a 2000m??? Non ho parole.

          Un grande grazie a chi si spende per la raccolta e la condivisione di questi interessantissimi dati.

          Commenta


          • Sabato i soci Luca Alfonsini, Samuele Pesavento (nonché membri del Direttivo) e Giampaolo Rizzonelli hanno effettuato la sostituzione e manutenzione alle installazioni dell'Altopiano delle Pale di San Martino.

            Quest'anno i siti monitorati da M3V in collaborazione con CNR/Isac e Meteotrentino sono Busa di Manna Sella, Busa di Manna 1 e 2, Busa del Miel e Busa Fradusta (già monitorata in passato da Bruno Renon/Arpa Veneto).

            Ricordiamo inoltre che la stazione al rifugio è sempre in funzione così come quella nella dolina sotto il rifugio, purtroppo la disponibilità in diretta dei dati è legata all'apertura del rifugio.

            Alcuni scatti di ieri.
            File allegati

            Commenta


            • Ciao a tutti, mi sono iscritto da pochi giorni ad un nuovo forum "mondiale" delle doline, creato da Stephan Vogt, la persona svizzera che ha predisposto il "codice di condotta" da seguire per il monitoraggio delle doline, cui hanno già aderito le persone/associazioni/enti che intendono occuparsi con serietà a questa attività.
              Lo stesso Stephan ha predisposto recentemente anche una mappa/inventario delle doline e dei siti freddi di tutto il mondo, che man mano vien popolato grazie ai contributi provenienti dagli "aficionados" dei vari paesi, con accesso riservato. Io sto inserendo quelle mie o ex-mie più Alpe Nana e Pozza Tramontana, oltre che quelle dell'Italia centro-meridionale.
              L'intenzione è di inserire solo quelle più performanti. Se volete posso inserire anche quelle più interessanti di M3V, a meno che uno di voi chieda a Stephan le credenziali (Giampaolo ha già avuti contatti negli ultimi mesi con lui)

              Tornando al nuovo forum, stanno partecipando per il momento poche persone, diciamo in media uno per nazione: un americano che ha seguito e sta seguendo il monitoraggio del famoso Peter Sink, uno spagnolo, un olandese, un ungherese, uno sloveno, un ceco e qualcun'altro che non so ancora.
              Stanno emergendo ovviamente cose molto interessanti, fra le quali vi cito la possibilità di utilizzare le immagini termiche (bande 10 e 11 dell'IR) ad alta risoluzione (pixel di 30 m) del satellite Landsat 8 per stimare e confrontare le temperature notturne nelle doline, oltre che scoprirne di nuove (Tim Wright , l'americano, ha l'accesso a queste immagini, quindi è una fonte inesauribile di informazioni).
              Questo grazie all'equilibrio che si viene a creare ad un certo punto della sera/notte fra la "skin temperature" (temperatura dei primi mm) del suolo o della neve e la temperatura dell'aria all'interno della dolina. Ovviamente è solo una stima, ma da alcuni confronti incrociati gli errori sono spesso davvero minimi. Utilissimo, come dicevo, per fare un confronto fra doline, anche vicine, o per scoprirne di nuove

              Commenta


              • Originariamente inviato da Bruno Visualizza il messaggio
                Ciao a tutti, mi sono iscritto da pochi giorni ad un nuovo forum "mondiale" delle doline, creato da Stephan Vogt, la persona svizzera che ha predisposto il "codice di condotta" da seguire per il monitoraggio delle doline, cui hanno già aderito le persone/associazioni/enti che intendono occuparsi con serietà a questa attività.
                Lo stesso Stephan ha predisposto recentemente anche una mappa/inventario delle doline e dei siti freddi di tutto il mondo, che man mano vien popolato grazie ai contributi provenienti dagli "aficionados" dei vari paesi, con accesso riservato. Io sto inserendo quelle mie o ex-mie più Alpe Nana e Pozza Tramontana, oltre che quelle dell'Italia centro-meridionale.
                L'intenzione è di inserire solo quelle più performanti. Se volete posso inserire anche quelle più interessanti di M3V, a meno che uno di voi chieda a Stephan le credenziali (Giampaolo ha già avuti contatti negli ultimi mesi con lui)

                Tornando al nuovo forum, stanno partecipando per il momento poche persone, diciamo in media uno per nazione: un americano che ha seguito e sta seguendo il monitoraggio del famoso Peter Sink, uno spagnolo, un olandese, un ungherese, uno sloveno, un ceco e qualcun'altro che non so ancora.
                Stanno emergendo ovviamente cose molto interessanti, fra le quali vi cito la possibilità di utilizzare le immagini termiche (bande 10 e 11 dell'IR) ad alta risoluzione (pixel di 30 m) del satellite Landsat 8 per stimare e confrontare le temperature notturne nelle doline, oltre che scoprirne di nuove (Tim Wright , l'americano, ha l'accesso a queste immagini, quindi è una fonte inesauribile di informazioni).
                Questo grazie all'equilibrio che si viene a creare ad un certo punto della sera/notte fra la "skin temperature" (temperatura dei primi mm) del suolo o della neve e la temperatura dell'aria all'interno della dolina. Ovviamente è solo una stima, ma da alcuni confronti incrociati gli errori sono spesso davvero minimi. Utilissimo, come dicevo, per fare un confronto fra doline, anche vicine, o per scoprirne di nuove
                Ciao Bruno, grazie mille per queste informazioni, per quel poco che posso dire io credo che le nostre doline siano di rilevata importanza anche in confronto alle altre, meriterebbero
                Con questo nuovo forum si creerebbe una specie di scambio info/dati internazionale molto interessante, l'ultimo metodo di rilevamento è incredibilmente unico e privilegiato!

                Commenta


                • Grazie delle info Bruno!.

                  Commenta

                  Sto operando...
                  X