annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Osservazioni meteorologiche e nowcasting Veneto 01-10 giugno 2020

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Piena a castelfranco di 2,98m. Ad Asolo torna a salire per i forti rovesci di un'ora fa (adesso è a 1,57 m), vediamo a quanto arriverà
    Neve inverno 2018/2019: 1,5 cm 23-01
    Neve inverno 2017/2018: 5 cm 10-12, 1 cm 16-12, tracce 25-02 e 28-02, 3 cm 01-03. Totale 9 cm
    Neve inverno 2016/2017: 2 cm 12-01
    2013-2016: nessun accumulo (tracce-0,5 cm 30-01-2015)

    Commenta


    • È il turno di ciosa e sozzo, over 45 mmClicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Screenshot_20200609_024956_com.android.chrome.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 77.5 KB 
ID: 1639479

      Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
      Dati online su

      http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

      http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/tabella.php

      Stazione Davis VP2 wireless con kit di ventilazione diurna

      Commenta


      • siamo arrivati ad accumuli paurosi, avevo scritto ieri mattina la zona Castellana (convergenza) ma non mi aspettavo un 160 mm, praticamente la zona è stata colpita da una serie di rovesci autorigeneranti,ma molto strana sta cosa, non vi erano mappe da fenomeni così stazionari.
        Dobbiamo prendere atto che basta davvero poco, ormai, per arrivare a creare flash flood e alluvioni lampo.
        Il Muson ha retto bene, siamo arrivati poco sopra i 3 metri, ma attenzione perché abbiamo sotto gli occhi una fragilità del territorio sempre più preoccupante.

        Commenta


        • Tutto corretto Flavio.
          Per quanto riguarda le mappe come ribadiamo più volte, alcune cose non le possono leggere tanto più in aree ristrette. Ieri a parer mio, a fare la differenza è stato il momento da quando siamo passati da Libeccio a sud, questo ha creato le condizioni che poi abbiamo visto in giornata con linee quasi stazionarie.
          Poi io torno sempre lo stesso discorso, ormai siamo a metà giugno e con tale configurazione poteva succedere di tutto.

          Live in questo momento da Loreggia diluvio in corso.....

          Commenta


          • Live Piombino Dese secchiate su secchiate.....

            9 Giugno alle 7e30 del mattino.
            Instabilità e curvatura ancora estreme ce n'è da regalare.

            Commenta


            • E come ogni face ciclonica che si rispetti, da oggi le correnti tenderanno ad avere componente più da se.
              Quindi dal sw libeccio iniziale, siamo passati al sud di ieri, e oggi se.
              Quindi in soldoni, abbiamo avuto I nuclei di precipitazione che domenica viaggiavano da sw verso ne, ieri da sud verbo nord, e oggi che iniziano a piegare da se verso nw.

              Acqua e ancora acqua.

              Commenta


              • Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   300009830 (5).jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 103.8 KB 
ID: 1639485livello idrometrico del Muson. Alle 5, uno "scravasetto" da 2-3 mm totali in pedemontana è bastato per farlo alzare di 20 cm. Ora invece sta arrivando un nucleo dalla castellana
                Neve inverno 2018/2019: 1,5 cm 23-01
                Neve inverno 2017/2018: 5 cm 10-12, 1 cm 16-12, tracce 25-02 e 28-02, 3 cm 01-03. Totale 9 cm
                Neve inverno 2016/2017: 2 cm 12-01
                2013-2016: nessun accumulo (tracce-0,5 cm 30-01-2015)

                Commenta


                • Buongiorno da Castelfranco. Dopo la giornata campale di ieri, risveglio con diluvio e 16 °C. Questo inizio giugno rimarrà nei miei più vivi ricordi.
                  Ieri la stazione meteonetwork ha accumulato ben 90,3 mm mentre quella Arpav ha raggiunto l'impressionante valore giornaliero di 130 mm: se non è un record per la zona, credo poco ci manca. Per quanto riguarda l'avenale, la situazione sta lentamente migliorando, ma potrebbe tornare a peggiorare nel caso molto probabile continuasse a diluviare.
                  Rimangono indelebili le immagini della piazza allagata, non so quante volte sia successo, per me è la prima volta e anche i miei genitori non ricordano episodi simili.
                  Allego qualche foto fatta ieri sera, zona Ospedale - Casa di riposo
                  Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   P_20200608_205913.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 2.37 MB 
ID: 1639484Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   P_20200608_205926.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 2.54 MB 
ID: 1639486Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   P_20200608_205911.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 3.42 MB 
ID: 1639487Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   P_20200608_205940.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 2.94 MB 
ID: 1639488
                  File allegati

                  Commenta


                  • Minima 15.4
                    Attuaki 16.3
                    Puove moderato a 5 mmh da mezz'oretta

                    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
                    Dati online su

                    http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

                    http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/tabella.php

                    Stazione Davis VP2 wireless con kit di ventilazione diurna

                    Commenta


                    • Mamma mia che botta a Castelfranco, luogo a cui sono affezionato.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da Francesco. Visualizza il messaggio
                        Pare che proprio questo ponte possa aver fatto da tappo alla piena del muson, che si è sfogata quindi sull'avenale provocandone l'inondazione.
                        Ti rispondo brevemente anche se più avanti ho intenzione di aprire una discussione (magari quando sarà aggiornato il forum) sul Muson e l'idrografia della pedemontana. Muson e Avenale sono due cose diverse, nascono in zone molto vicine (colline asolane) ma il Muson ha un bacino abbastanza vasto che comprende gran parte della pedemontana, l'Avenale nasce poco a sud di asolo ed è un semplice fosso che taglia in due il mio paese, e convoglia l'acqua di tutti i fossi e fossetti dei Pradazzi (pianura compresa dalla bassanese a nord, la castellana a est, il muson a ovest e la via rosina a sud) e della zona di casella d'asolo. L'avenale è esondato perchè ieri qua da me ha fatto un nubifragio di 60 mm in 2-3 ore dopo che i suoli erano già imbombati di acqua e i fossi non hanno retto. In paese è esondato l'avenale e un'altro fosso che è l'antica roggia musonello (in rosso nell'immagine più "sempliciotta "). Ora scorre lo scarico del troppo pieno della brentella che poi entra in Muson, questi giorni il fosso era già mezzo pieno ed è bastatata un po' d'acqua per farlo esondare.
                        Non è vero che la piena del muson si è riversata sull'avenale, l'Avenale non prende acqua del Muson-oggi, nei secoli passati si ma era controllata dala roggia musonello che de facto non esiste più come roggia.
                        Possiamo dire che il Muson raccoglie l'acqua delle colline, pedemontana e dell'alta pianura a ovest del suo corso; l'Avenale raccoglie parte di quella del versante sud dei colli asolani (un'altra parte viene raccolta dal Brenton) e tutta l'acqua dell'alta pianura a est del muson.
                        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20200609_094028.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 845.5 KB 
ID: 1639490 in questa immagine più semplice, in blu Muson e affluenti, in rosso roggia musonello - tratto nord di pagnano che poi si immette nel Muson, tratto sud di Villa d'Asolo, nella x cè lo scarico del troppo pieno, l'acqua scorre a fianco di via della sega e via dei molini e poi si getta nel Muson.
                        In azzurro fosso Avenale e affluenti.
                        Concludo dicendo che qui piove abbondantemente da mezz'ora e sono già caduti 7 mm (accumulo giornaliero invece di 12 mm)
                        File allegati
                        Neve inverno 2018/2019: 1,5 cm 23-01
                        Neve inverno 2017/2018: 5 cm 10-12, 1 cm 16-12, tracce 25-02 e 28-02, 3 cm 01-03. Totale 9 cm
                        Neve inverno 2016/2017: 2 cm 12-01
                        2013-2016: nessun accumulo (tracce-0,5 cm 30-01-2015)

                        Commenta


                        • Continua a diluviare, accumulati altri 11mm
                          Allego altre foto di ieri.
                          Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG-20200609-WA0028.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 83.7 KB 
ID: 1639491Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG-20200609-WA0033.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 138.8 KB 
ID: 1639492Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG-20200609-WA0029.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 231.7 KB 
ID: 1639493Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG-20200609-WA0031.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 153.1 KB 
ID: 1639494Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG-20200609-WA0032.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 60.2 KB 
ID: 1639495Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   IMG-20200609-WA0027.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 310.0 KB 
ID: 1639496

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da natale2008 Visualizza il messaggio
                            Ti rispondo brevemente anche se più avanti ho intenzione di aprire una discussione (magari quando sarà aggiornato il forum) sul Muson e l'idrografia della pedemontana. Muson e Avenale sono due cose diverse, nascono in zone molto vicine (colline asolane) ma il Muson ha un bacino abbastanza vasto che comprende gran parte della pedemontana, l'Avenale nasce poco a sud di asolo ed è un semplice fosso che taglia in due il mio paese, e convoglia l'acqua di tutti i fossi e fossetti dei Pradazzi (pianura compresa dalla bassanese a nord, la castellana a est, il muson a ovest e la via rosina a sud) e della zona di casella d'asolo. L'avenale è esondato perchè ieri qua da me ha fatto un nubifragio di 60 mm in 2-3 ore dopo che i suoli erano già imbombati di acqua e i fossi non hanno retto. In paese è esondato l'avenale e un'altro fosso che è l'antica roggia musonello (in rosso nell'immagine più "sempliciotta "). Ora scorre lo scarico del troppo pieno della brentella che poi entra in Muson, questi giorni il fosso era già mezzo pieno ed è bastatata un po' d'acqua per farlo esondare.
                            Non è vero che la piena del muson si è riversata sull'avenale, l'Avenale non prende acqua del Muson-oggi, nei secoli passati si ma era controllata dala roggia musonello che de facto non esiste più come roggia.
                            Possiamo dire che il Muson raccoglie l'acqua delle colline, pedemontana e dell'alta pianura a ovest del suo corso; l'Avenale raccoglie parte di quella del versante sud dei colli asolani (un'altra parte viene raccolta dal Brenton) e tutta l'acqua dell'alta pianura a est del muson.
                            [ATTACH=CONFIG]101253[/ATTACH] in questa immagine più semplice, in blu Muson e affluenti, in rosso roggia musonello - tratto nord di pagnano che poi si immette nel Muson, tratto sud di Villa d'Asolo, nella x cè lo scarico del troppo pieno, l'acqua scorre a fianco di via della sega e via dei molini e poi si getta nel Muson.
                            In azzurro fosso Avenale e affluenti.
                            Concludo dicendo che qui piove abbondantemente da mezz'ora e sono già caduti 7 mm (accumulo giornaliero invece di 12 mm)
                            Ciao. Grazie per la risposta. In effetti anche io avevo qualche dubbio, ho riportato quanto sentito in giro e non conosco bene la rete idrografica della nostra zona. In questo senso il tuo messaggio mi è molto utile. Pensati che su vari articoli parlavano di Avenale come affluente del Muson...
                            Può essere però che il Muson sia uscito dagli argini a Spineda,in seguito al crollo del ponte, allagando i campi e andando ad alimentare l'Avenale e i suoi affluenti?

                            Commenta


                            • Con 130 mm in un giorno nessun posto può essere esente da problemi. La zona della media pianura è da sempre teatro di eventi autorigenerativi anche di più della pedemontana. Non è la prima volta negli ultimi 10 anni la fascia da dueville a villorba è interessata da questi eventi. Perchè oltre all'eventi locale poi si sommano le precipitazioni accumulate a nord che dopo 2-5 ore scendono a valle. Abbiamo collaborato con la precedente Amministrazione Comunale di Castelfranco per 3 anni ...e tutte le buone cose che si sono create sono scomparse per il cambio di Amministrazione, per non parlare dell'assenza di altri comuni limitrofi. Ora ritornerà in auge questo annoso problema...ma non è da oggi è da sempre, poi esponenzialmente cresciuto con l'intensità più importante delle precipitazioni in breve tempo
                              ...dal caldo sahariano, passando per la mitica brezza, arrivando al freddo dolinatore...

                              Commenta


                              • 16 mm Resana qui 0.6. Continua l'autostrada della pioggia di ieri
                                ...dal caldo sahariano, passando per la mitica brezza, arrivando al freddo dolinatore...

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X