annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Passaggio temporalesco del 26 febbraio 2020 - cumulonimbus e virgae

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Passaggio temporalesco del 26 febbraio 2020 - cumulonimbus e virgae

    Metto un po' di foto del passaggio temporalesco da nw del 26 febbraio, foriero di precipitazioni solide e liquide nella mia postazione (pioggia e graupel, neve a bassa quota) e intense folate di vento. Interessanti le nubi che avvolgono il grappa al termine dei fenomeni, non mi pare di aver mai visto fenomeni simili
    20200226_115757.jpg sembrano raggi crepuscolari... foto fatta verso N-NE a mezzogiorno
    20200226_115928.jpg20200226_121032.jpg20200226_121106.jpg20200226_121905.jpg20200226_121909.jpg20200226_121820.jpg
    Neve inverno 2018/2019: 1,5 cm 23-01
    Neve inverno 2017/2018: 5 cm 10-12, 1 cm 16-12, tracce 25-02 e 28-02, 3 cm 01-03. Totale 9 cm
    Neve inverno 2016/2017: 2 cm 12-01
    2013-2016: nessun accumulo (tracce-0,5 cm 30-01-2015)

  • #2
    Si direbbero quasi bande di praecipitatio che mutano in stratocumulus, ma detta così è un mezza eresia, c'è da lavorarci sopra

    I raggi crepuscolari direi che ci sono
    Vorrei vivere un'eterna primavera
    https://www.marcobonatti.it
    https://nefologicando.wordpress.com/category/nuvole/

    Commenta


    • #3
      Trattandosi di passaggio temporalesco, secondo me ci sono particolarità e nubi accessorie relative al genere cumulonimbus; teniamo presente che il cumulonimbus è la nuvola generatrice per eccellenza… con tutte le stranezze poi del caso che si tratta di un temporale del 26 febbraio!!!
      La penultima e terzultima foto attaccate sembrano proprio una shelf cloud!
      Come dice Marco ci sono le bande delle precipitazioni, che probabilmente poi danno origine agli stratocumulus a seguito dell’evaporazione e successiva condensazione dell’umidità prodotta dalle precipitazioni.
      Relativamente ai raggi crepuscolari, non ne sono sicuro, mi sembrerebbero piuttosto bande di precipitazione più chiare, forse perchè illuminate da un raggio di sole!

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da ward9 Visualizza il messaggio
        T
        Come dice Marco ci sono le bande delle precipitazioni, che probabilmente poi danno origine agli stratocumulus a seguito dell’evaporazione e successiva condensazione dell’umidità prodotta dalle precipitazioni.
        Ecco, quello che volevo dire io, ma scritto un po' meglio
        Vorrei vivere un'eterna primavera
        https://www.marcobonatti.it
        https://nefologicando.wordpress.com/category/nuvole/

        Commenta


        • #5
          La discussione è interessante perchè di solito questi fenomeni vengono trascurati: se non sono nubi accessorie evidenti o fenomeni forti non ci si sofferma su immagini così.

          Commenta

          Sto operando...
          X