annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

[MODELLI] Primavera 2020

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Io li vedo


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    www.meteofonzaso.altervista.org
    my.meteonetwork.it/station/vnt245/
    Stazione meteo Davis Vantage PRO 2 wireless.
    Acc. neve inverno 2012-2013 225.5 cm
    Acc. neve inverno 2013-2014 46.0 cm
    Acc. neve inverno 2014-2015 39.0 cm
    Acc. neve inverno 2015-2016 33.0 cm
    Acc. neve inverno 2016-2017 7.5 cm
    Acc. neve inverno 2017-2018 37.5cm al 03-03-2018
    Acc. neve inverno 2018-2019 0.5+7+1.5+13+1+10+3+1 tot 37cm al 5-05-19!!!
    Acc .neve inverno 2019-2020 7+5 tot 12cm al 6-03 2020

    Commenta


    • Originariamente inviato da Snoww Visualizza il messaggio
      Se possibile é ancora più a nord e anche bello ampio.
      Qui, il se in quota c'è per forza di cose, allora un po' di pioggia arriva, ora sono convinto.
      Ottimo accodamento anche di reading a gfs, dai che qualche mm lo vediamo in tanti domani.

      P. S. Vedo gli allegati

      Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
      Dati online su

      http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

      http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/tabella.php

      Stazione Davis VP2 wireless con kit di ventilazione diurna

      Commenta


      • Originariamente inviato da Snoww Visualizza il messaggio
        Io di GFS avevo visto le mappe postate da simone71 giorni addietro ed effettivamente vedeva il cut-off praticamente salire fino nelle nostre case, oggi lo conferma?
        Per questo dico ragazzi se c'è qualche appassionato che ha voglia di "perdere" quei 5 minuti e mettere le mappe di altri modelli potrebbe essere interessante come in questo caso poi una vera verifica visiva.



        ecco come dovrebbe evolvere per domani la situazione con gfs ed ecmwf che vedono il centro depressionario centrato per le 12 di domani grosso modo sul nord della sardegna

        rispetto alle carte da me postate nei giorni scorsi a 144 ore il centro depressionario non sara' alto come visto da gfs ma nemmeno basso come preventivato da reading......la solita via di mezzo

        invece rispetto alle carte riferite alle 96 ore gfs dimostra di aver ben inquadrato la futura evoluzione mentre reading ha dovuto man mano correggere al rialzo fino alle ultime emissioni


        questa la situazione prevista per domani alle 12



        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   a.png 
Visite: 1 
Dimensione: 63.6 KB 
ID: 1638713



        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   b.png 
Visite: 1 
Dimensione: 58.1 KB 
ID: 1638714


        Commenta


        • Arpav ieri per martedi attendibilita buona. Oggi per domani(martedi) scarsa.barzellette

          Commenta


          • Il minimo principale é basso, però trasla molto lentamente ad est prima di scendere di latitudine, questo lascia il tempo alle correnti umide in quota da s/se di portare instabilità, poi é ampio, e questo è fondamentale.
            Pomeriggio/sera bagnato.
            Penso che I vari LAM oggi possano ulteriormente alzare l'asticella in confronto a ieri.

            Commenta


            • Giornate come questa oltre a permettere ai nostri territori, sebbene in modo non esteso, di ricevere benefici millimetri di pioggia, con il cielo spesso coperto limitano l'evaporazione dagli strati superficiali.
              Abbiamo visto, tra domenica e ieri, come il sole inizi a fare sul serio quando lo stato del cielo lo permette.

              Fortunatamente questo mese di maggio, fino ad oggi è stato a parer mio un ottimo mese dal punto di vista meteorologico.

              Dinamico il giusto, non caldo fuori misura, con qualche giornata che ha richiamato in pieno la stagione primaverile (non mi riferisco alle giornate di sole che molti erroneamente associano alla primavera ma a quelle con cielo coperto, ventilazione vivace e piogge da nubi stratiformi definite da molti giornate autunnali).Insomma dopo mesi di secco una pezza è stata messa. Non basta. Certo.
              Ma poteva andare peggio.

              Per il futuro, la tendenza a mostrare dei valori di geopotenziali in rinforzo nel settore che ho indicato pasticciando la carta di ECMWF, non mi dispiacciono affatto.

              Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20200519_105123.png 
Visite: 1 
Dimensione: 123.7 KB 
ID: 1638731

              Una porta orientale per un nuovo Rex Block europeo con input anticiclonico pare restare aperta.

              Ma qui devo chiamare in causa il buon Remigio.

              Può essere un'evoluzione plausibile?

              Chiedo inoltre, lo chiamiamo Rex Block o si utilizza ancora il vecchio "blocco bicellulare"?

              Questioni di semantica direi... la sostanza è quella.

              Ringrazio il collega Pierluigi Randi Meteorologo AMPRO per lo schema che segue.
              File allegati
              Presidente di Meteo in Veneto
              Meteorologo AMPRO - Tecnico Meteorologico Certificato WMO1083
              Fondatore e Direttivo di AMPRO, Associazione Italiana Meteo Professionisti
              Opinionista sportivo per Tva Vicenza.
              https://m.facebook.com/MeteoinVeneto

              Commenta


              • Originariamente inviato da simone '71 Visualizza il messaggio
                interessante lo spostamento del centro depressionario presente nel mediterraneo verso l'alto e medio tirreno a 144 ore ,che in tal caso sarebbe capace di apportare un peggioramento consistente in molte regioni d'Italia


                c'e' chi lo vede salire bene come gfs,chi meno bene come ukmo e chi una via di mezzo come reading




                gfs


                [ATTACH=CONFIG]100319[/ATTACH]




                ukmo


                [ATTACH=CONFIG]100320[/ATTACH]


                e reading


                [ATTACH=CONFIG]100321[/ATTACH]


                Ottima prestazione di GFS con ben 6 gg di anticipo.
                Dati online su

                http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

                http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/tabella.php

                Stazione Davis VP2 wireless con kit di ventilazione diurna

                Commenta


                • Il promontorio anticiclonico che tenterà di chiudere le ferite sul Mediterraneo pare riuscirci solo in parte.

                  Resteremo sotto tiro di infiltrazioni più fresche, dopo alcuni giorni con rialzo termico (indicativamente fino a sabato).

                  È confortante la proiezione per i prossimi giorni.

                  Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   ECMOPEU00_144_1-8.png 
Visite: 1 
Dimensione: 59.8 KB 
ID: 1638737
                  Presidente di Meteo in Veneto
                  Meteorologo AMPRO - Tecnico Meteorologico Certificato WMO1083
                  Fondatore e Direttivo di AMPRO, Associazione Italiana Meteo Professionisti
                  Opinionista sportivo per Tva Vicenza.
                  https://m.facebook.com/MeteoinVeneto

                  Commenta


                  • Molto interessante, l'immagine satellitare odierna che mostra la complessità del cut-off in azione sulla penisola.

                    Si possono notare anche dei temporali più organizzati identificabili con quelle strutture tondeggianti bianche tra Appenino Tosco Emiliano e Toscana settentrionale.

                    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Screenshot_20200519-161721_Samsung Internet.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 1.18 MB 
ID: 1638738

                    Questa circolazione chiusa tenderà a traslare verso oriente permettendo tuttavia della residua instabilità anche domani anche se molto molto più localizzata e modesta.
                    Presidente di Meteo in Veneto
                    Meteorologo AMPRO - Tecnico Meteorologico Certificato WMO1083
                    Fondatore e Direttivo di AMPRO, Associazione Italiana Meteo Professionisti
                    Opinionista sportivo per Tva Vicenza.
                    https://m.facebook.com/MeteoinVeneto

                    Commenta


                    • Originariamente inviato da Marco Rabito Visualizza il messaggio
                      Il promontorio anticiclonico che tenterà di chiudere le ferite sul Mediterraneo pare riuscirci solo in parte.

                      Resteremo sotto tiro di infiltrazioni più fresche, dopo alcuni giorni con rialzo termico (indicativamente fino a sabato).

                      È confortante la proiezione per i prossimi giorni.

                      [ATTACH=CONFIG]100471[/ATTACH]
                      Dalla mappa postata avremo pressione al suolo decisamente elevata a fronte di correnti portanti mediamente nordoccidentali a curvatura debolmente ciclonica.

                      Probabile quindi instabilità pomeridiano-serale, con TS che nascono sulle prealpi in propagazione verso la medio-alta pianura.

                      Questo secondo ECMWF, poi arriverà sua maestà GFS a decretare il tutto......

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da Marco Rabito Visualizza il messaggio
                        Il promontorio anticiclonico che tenterà di chiudere le ferite sul Mediterraneo pare riuscirci solo in parte.

                        Resteremo sotto tiro di infiltrazioni più fresche, dopo alcuni giorni con rialzo termico (indicativamente fino a sabato).

                        È confortante la proiezione per i prossimi giorni.

                        [ATTACH=CONFIG]100471[/ATTACH]
                        Concordo con te. Non sono esperto come molti di voi, ma notavo anch'io con un certo conforto che non c'è (almeno per adesso) nessun sprofondamento di gocce o "falle" nell'Atlantico portoghese, anzi lì le alte pressioni sembrano piuttosto sostenute e questo se non sbaglio depone a favore di caldi più "normali".
                        Notavo anche che c'è una sorta di "sfogo" giá in atto da settimane peraltro di caldo tosto dal continente africano e dall'Arabia più verso il Mediterraneo orientale e la zona caucasica (lo si vede bene quel blocco rosso anche nella cartina che hai messo nel tuo post). È un bene questo in prospettiva secondo te per il nostro comparto europeo?

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Andrea94 Visualizza il messaggio
                          Concordo con te. Non sono esperto come molti di voi, ma notavo anch'io con un certo conforto che non c'è (almeno per adesso) nessun sprofondamento di gocce o "falle" nell'Atlantico portoghese, anzi lì le alte pressioni sembrano piuttosto sostenute e questo se non sbaglio depone a favore di caldi più "normali".
                          Notavo anche che c'è una sorta di "sfogo" giá in atto da settimane peraltro di caldo tosto dal continente africano e dall'Arabia più verso il Mediterraneo orientale e la zona caucasica (lo si vede bene quel blocco rosso anche nella cartina che hai messo nel tuo post). È un bene questo in prospettiva secondo te per il nostro comparto europeo?
                          Ti rispondo in due parti...
                          La prima per dire che l'evoluzione per i prossimi giorni, hai detto bene, non ci propone alcun genere di "mostro" subtropicale.
                          Aggiungo, introducendo la seconda risposta, che non significa necessariamente che questo tipo di pattern, non propedeutico all'affermazione di strutture anticiclonico di tipo subtropicale sia destinato a durare molto a lungo.
                          Ed ecco la seconda risposta, quella all'ultima domanda... rispondo con un "non sono in grado di rispondere al quesito", tuttavia ritengo ci siano qui dentro persone con le competenze per farlo sicuramente meglio del sottoscritto.

                          Aggiungo che hai fatto una domanda che apprezzo molto per come è costruita: chiedi se è un bene in prospettiva per il nostro comparto europeo (e non per il Veneto o Triveneto).

                          È una domanda semplicemente perfetta.

                          Se Remigio risponderà a questo tuo quesito gli chiedo anche risposta in merito all'eventualità di un nuovo Rex Block, stavolta con input anticiclonico rispetto a quello di qualche fa che giunse da un wave breaking ciclonico.
                          Presidente di Meteo in Veneto
                          Meteorologo AMPRO - Tecnico Meteorologico Certificato WMO1083
                          Fondatore e Direttivo di AMPRO, Associazione Italiana Meteo Professionisti
                          Opinionista sportivo per Tva Vicenza.
                          https://m.facebook.com/MeteoinVeneto

                          Commenta


                          • Originariamente inviato da Andrea94 Visualizza il messaggio
                            Concordo con te. Non sono esperto come molti di voi, ma notavo anch'io con un certo conforto che non c'è (almeno per adesso) nessun sprofondamento di gocce o "falle" nell'Atlantico portoghese, anzi lì le alte pressioni sembrano piuttosto sostenute e questo se non sbaglio depone a favore di caldi più "normali".
                            Notavo anche che c'è una sorta di "sfogo" giá in atto da settimane peraltro di caldo tosto dal continente africano e dall'Arabia più verso il Mediterraneo orientale e la zona caucasica (lo si vede bene quel blocco rosso anche nella cartina che hai messo nel tuo post). È un bene questo in prospettiva secondo te per il nostro comparto europeo?
                            Andrea non considerarti così inesperto, intanto per iniziare hai una cosa fondamentale che si chiama curiosità, che è fondamentale in meteorologia.
                            Ricordatevi che il futuro è vostro[emoji6]

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Snoww Visualizza il messaggio
                              Andrea non considerarti così inesperto, intanto per iniziare hai una cosa fondamentale che si chiama curiosità, che è fondamentale in meteorologia.
                              Ricordatevi che il futuro è vostro[emoji6]
                              Bravo Simone!!!!!!!!!!! purtroppo pensiero raro il tuo
                              Gino Lovisa

                              ​http://www.maniagometeo.altervista.org

                              Cos'è l'esperienza se non la memoria dei propri errori...?!
                              La natura è un'artista e non ama ripetere se stessa.
                              La curiosità è la madre della conoscenza.
                              La meteo: passione, non ossessione!

                              Commenta


                              • Chiamato in causa rispondo volentieri alle vostre domande e lo faccio con il supporto della mappa delle SSTA (anomalie della temperatura della superficie marina) attuali che posto subito:

                                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   ssta.daily.current.png 
Visite: 2 
Dimensione: 946.5 KB 
ID: 1638739

                                Riguardo al rex block è molto probabile una evoluzione di questo tipo, ad innesco anticiclonico tipico dei rex block, favorito da acque più fredde nel mediterraneo occidentale rispetto al mediterraneo centrale che fungono da catalizzatore per il posizionamento della saccatura.
                                Più complesso il ragionamento sulla ottima domanda di Andrea. L'innalzamento stagionale della cella di Hadley sul comparto che riguarda la climatologia del mediterraneo è sostanzialmente determinata dall'innalzamento della linea di convergenza intertropicale (ITCZ o ITF) cioè della linea in cui convergono gli alisei di NE e quelli di SE, e che separa la parte meridionale della cella di Hadley da quella equatoriale.
                                L'andamento climatologico di questo innalzamento, al netto dei gradi di latitudine, è caratterizzato da una ondulazione stagionale per cui in genere prima parte il settore orientale (arabia, mar rosso) e progressivamente si propaga verso ovest fino all'africa nord-occidentale per ritornare progressivamente verso est nel corso della tarda stagione estiva, con l'abbassamento di latitudine delle westerlies atlantiche.
                                Quest'anno, al momento, le SSTA, che sono il motore dei monsoni, dicono che l'indice IOD (indian ocean dipole) è ancora debolmente positivo e le acque del golfo di guinea lo sono altrettanto. Di conseguenza notiamo una ITCZ che si mantiene poco al di sotto della media su tutti i comparti. E' normale quindi che sia maggiormente attiva su latitudini più elevate la cella di Hadley arabica, mentre la corrispettiva dell'Africa nordoccidentale rimane abbastanza defilata, lasciando ancora spazio a pattern anticiclonici di origine atlantica.

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X