annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

[MODELLI] Primavera 2020

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Marco Rabito
    ha risposto
    Originariamente inviato da orione Visualizza il messaggio
    Ed ecco servito il Rex block

    [ATTACH=CONFIG]100752[/ATTACH]
    L'avevamo inquadrato molto tempo fa... abbiamo qualche annetto per qualcosa.

    Lascia un commento:


  • Marco_bz
    ha risposto
    Con una carta così megatemporaloni in Adriatico

    Lascia un commento:


  • orione
    ha risposto
    Originariamente inviato da orione Visualizza il messaggio
    Chiamato in causa rispondo volentieri alle vostre domande e lo faccio con il supporto della mappa delle SSTA (anomalie della temperatura della superficie marina) attuali che posto subito:

    [ATTACH=CONFIG]100473[/ATTACH]

    Riguardo al rex block è molto probabile una evoluzione di questo tipo, ad innesco anticiclonico tipico dei rex block, favorito da acque più fredde nel mediterraneo occidentale rispetto al mediterraneo centrale che fungono da catalizzatore per il posizionamento della saccatura.
    Più complesso il ragionamento sulla ottima domanda di Andrea. L'innalzamento stagionale della cella di Hadley sul comparto che riguarda la climatologia del mediterraneo è sostanzialmente determinata dall'innalzamento della linea di convergenza intertropicale (ITCZ o ITF) cioè della linea in cui convergono gli alisei di NE e quelli di SE, e che separa la parte meridionale della cella di Hadley da quella equatoriale.
    L'andamento climatologico di questo innalzamento, al netto dei gradi di latitudine, è caratterizzato da una ondulazione stagionale per cui in genere prima parte il settore orientale (arabia, mar rosso) e progressivamente si propaga verso ovest fino all'africa nord-occidentale per ritornare progressivamente verso est nel corso della tarda stagione estiva, con l'abbassamento di latitudine delle westerlies atlantiche.
    Quest'anno, al momento, le SSTA, che sono il motore dei monsoni, dicono che l'indice IOD (indian ocean dipole) è ancora debolmente positivo e le acque del golfo di guinea lo sono altrettanto. Di conseguenza notiamo una ITCZ che si mantiene poco al di sotto della media su tutti i comparti. E' normale quindi che sia maggiormente attiva su latitudini più elevate la cella di Hadley arabica, mentre la corrispettiva dell'Africa nordoccidentale rimane abbastanza defilata, lasciando ancora spazio a pattern anticiclonici di origine atlantica.

    Ed ecco servito il Rex block

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   render-gorax-blue-002-6fe5cac1a363ec1525f54343b6cc9fd8-a1WNQ9.png 
Visite: 1 
Dimensione: 513.3 KB 
ID: 1639006

    Lascia un commento:


  • Snoww
    ha risposto
    Originariamente inviato da flavio-resana Visualizza il messaggio
    Escludendo colpi di scena si potrebbe puntare ad una fase decisamente lunga (metà giugno) senza ondate di calore eccessive.
    Ti quoto Flavio per la prima decade di Giugno, ho visto ora i movimenti a livello emisferico che si stanno delineando.
    Senza star lì a guardare il dettaglio che non é prevedibile, non sono possibili vere ondate di calore a breve.
    Ma non solo.... abbiamo una carta grossa tra una settimana circa da giocarci.
    C'è una grossa novità in questo periodo, abbiamo un alta pressione delle Azzorre bella gonfia in aperto atlantico, in una posizione a cui non siamo più abituati negli ultimi anni, finché ci sarà questa disposizione barca a livello europeo, non potremo avere neanche vera stabilità, anzi, come detto sopra, in prospettiva ci potrebbe essere novità importanti per essere a Giugno a livello precipitativo.
    Abbiamo anche un mediterraneo ed un Europa centrale con geopotenziali bassi dopo questo mezzo scand.
    Si potrebbe vedere da oggi/domani in avanti mappe molto interessanti da qui a 7gg, ci sarà modo di parlarci se si incastra bene la cosa.
    Vediamo dai, ma sarebbe un inizio Giugno molto strano per come negli ultimi anni siamo abituati.

    Lascia un commento:


  • GeoFede
    ha risposto
    Sì Simone, condivido, difficile vedere grandi pioggia per una settimana. Come già fatto notare, avremo nel fine settimana e nel ponte (per chi lo fa) in montagna clima instabile / umidiccio con quota neve bassina, fin sotto i 2000 metri. Sulle pianure e sulle coste tempo più stabile, pur in un contesto di cieli sicuramente non sereno. Massime sulla costa di poco sopra i 20 gradi.

    Lascia un commento:


  • verza81
    ha risposto
    Si Simone, qualcosa oggi/stanotte, poi rubinetti chiusi o quasi per la pianura.
    Discorso diverso per rilievi e pedemontane, con qn sabato notte anche sui 2000 m o poco meno.

    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • Snoww
    ha risposto
    Sì un po' più di instabilità tra questa sera e questa notte dato dall'ingresso delle Correnti più fresche da est.
    Siamo a fine maggio e quindi riusciamo ad avere questa leggera instabilità, se parliamo di configurazione, è la classica configurazione che il periodo invernale avrebbe portato cieli sereni e asciutto al suolo.
    Come si diceva giorni scorsi, per avere instabilità più diffusa, c'era bisogno che il blocco passasse da est verso occidente sopra le Alpi così da richiamare aria umida, Ma così non sarà.
    Speriamo stasera di far piovere dove c'è più bisogno stasera, anche perché nei prossimi giorni io vedo una situazione sempre improntata alla stabilità, o se preferite, gran poca instabilità per la pianura, correnti perennemente da ne.
    Ciao

    Lascia un commento:


  • Marco Rabito
    ha risposto
    Tra il tardo pomeriggio di oggi e la mattinata di domani le occasioni per instabilità ci saranno per buona parte del nostro territorio.
    Flussi orientali sono attesi in graduale intensificazione da stasera e saranno un leit motiv dei prossimi giorni.
    Flussi al suolo che manterranno le temperature su valori inferiori alle medie del periodo, in modo anche sensibile.

    Insomma servirà vestirsi, soprattutto alla mattina e alla sera.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   cnr_isac_moloch_map_2020052803_0001900_wind10_area_bo.png 
Visite: 1 
Dimensione: 485.1 KB 
ID: 1638970

    Lascia un commento:


  • flavio-resana
    ha risposto
    Originariamente inviato da orione Visualizza il messaggio
    [ATTACH=CONFIG]100687[/ATTACH]

    ITCZ che fatica decisamente ad ingranare specie sul settore occidentale.

    Il WAM (west african monsoon) infatti si presenta ancora poco incisivo sull'entroterra, come si evince dalle precipitazioni decadali accumulate; e questo a causa di anomalie positive delle acque del golfo di guinea che determinano a loro volta poco gradiente termico con l'entroterra surriscaldato dal sole prossimo allo zenit sul tropico del cancro.

    Naturalmente questo è un esempio eclatante di teleconnessioni, dove gli effetti a cascata tra i veri sistemi sono del tutto evidenti.

    su questo concordo TOTALMENTE, è lampante la diretta connessione tra "carte" e "realtà".
    oltretutto sembra proprio che la fase occidentale sia rivista in ulteriore calo (fateci caso dal grafico) e ciò è supportato dal lungo di GFS che vede un rintrattiamento delle isoterme elevate fin sotto l'Africa settentrionale.
    Escludendo colpi di scena si potrebbe puntare ad una fase decisamente lunga (metà giugno) senza ondate di calore eccessive.

    Lascia un commento:


  • GeoFede
    ha risposto
    Originariamente inviato da orione Visualizza il messaggio

    ITCZ che fatica decisamente ad ingranare specie sul settore occidentale.

    Il WAM (west african monsoon) infatti si presenta ancora poco incisivo sull'entroterra, come si evince dalle precipitazioni decadali accumulate; e questo a causa di anomalie positive delle acque del golfo di guinea che determinano a loro volta poco gradiente termico con l'entroterra surriscaldato dal sole prossimo allo zenit sul tropico del cancro.

    Naturalmente questo è un esempio eclatante di teleconnessioni, dove gli effetti a cascata tra i veri sistemi sono del tutto evidenti.
    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   cur_coraltemp5km_ssta_satlantic_930x580.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 101.8 KB 
ID: 1638945

    Ecco l'anomalia per ora positiva delle SST nel Golfo di Guinea. Speriamo duri il più a lungo possibile, perchè carte così sono davvero bellissime.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   ECMOPEU12_96_1.png 
Visite: 1 
Dimensione: 58.7 KB 
ID: 1638946

    Lascia un commento:


  • orione
    ha risposto
    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   itcz (1).jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 293.0 KB 
ID: 1638944

    ITCZ che fatica decisamente ad ingranare specie sul settore occidentale.

    Il WAM (west african monsoon) infatti si presenta ancora poco incisivo sull'entroterra, come si evince dalle precipitazioni decadali accumulate; e questo a causa di anomalie positive delle acque del golfo di guinea che determinano a loro volta poco gradiente termico con l'entroterra surriscaldato dal sole prossimo allo zenit sul tropico del cancro.

    Naturalmente questo è un esempio eclatante di teleconnessioni, dove gli effetti a cascata tra i veri sistemi sono del tutto evidenti.

    Lascia un commento:


  • verza81
    ha risposto
    Gfs 12 sonk da orgasmo estivo.
    Ovviamente peggioreranno, ma sono sempre un bel vedere

    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • mik94
    ha risposto
    Pour parler, miglior lungo di GFS a cui che un amante delle fresche estati potrebbe ambire

    Alcuni punti salienti di questa dinamica spettacolare
    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   GFSOPEU12_198_1.png 
Visite: 1 
Dimensione: 62.2 KB 
ID: 1638925Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   GFSOPEU12_222_1.png 
Visite: 1 
Dimensione: 63.5 KB 
ID: 1638926Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   GFSOPEU12_240_1.png 
Visite: 1 
Dimensione: 64.4 KB 
ID: 1638927Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   GFSOPEU12_384_1.png 
Visite: 1 
Dimensione: 61.6 KB 
ID: 1638928

    Lascia un commento:


  • AlessandroVI
    ha risposto
    Originariamente inviato da Marco Rabito Visualizza il messaggio
    Se ti piace il clima fresco e ventilato saranno giornate perfette.
    Anche se con nuvolosità spesso presente e occasione per qualche fenomeno.
    Gentilissimo come sempre. Ciao grazie

    Lascia un commento:


  • Marco Rabito
    ha risposto
    Originariamente inviato da AlessandroVI Visualizza il messaggio
    dite che da Sabato a Martedì prox non sia poi così buono per minivacanza al mare?
    Se ti piace il clima fresco e ventilato saranno giornate perfette.
    Anche se con nuvolosità spesso presente e occasione per qualche fenomeno.

    Lascia un commento:

Sto operando...
X