annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il grande gelo del gennaio 1985

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il grande gelo del gennaio 1985

    IL GRANDE GELO DEL GENNAIO 1985

    Proprio in questi giorni, 34 anni fa, iniziava a delinearsi la grande ondata di freddo del gennaio 1985 che poi culminò con i record storici di freddo e con la "nevicata del secolo".

    Il freddo eccezionale fu la caratteristica meteorologica saliente del periodo tra il 3 e il 13 gennaio mentre dal 13 al 16/17 avvennero le grandi nevicate, concomitanti con l'addolcimento termico.

    Ne riparleremo nei prossimi giorni, a partire dal 5 gennaio quando a Vicenza, nel 1985, si restò per la prima volta sotto lo zero in quella fase fredda anche durante il giorno e non si risalì sopra fino al pomeriggio del 14 per un brevissimo intervallo (furono quindi 9 le giornate di ghiaccio consecutive).

    Quali sono i vostri ricordi?
    Disponete di qualche foto?

    Allegate le carte del tempo: Pressione al suolo e geopotenziali a 500 hPa (fig. 1) e temperature e geopotenziali a 850 hPa (fig. 2) del 3 gennaio 1985

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   CFSR_1_1985010312_1.png 
Visite: 1 
Dimensione: 52.7 KB 
ID: 1649210

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   CFSR_1_1985010318_2.png 
Visite: 1 
Dimensione: 65.8 KB 
ID: 1649211

    Aggiornerò questo post nei prossimi giorni con i miei ricordi e con le considerazioni prettamente meteorologiche, tempo a disposizione permettendo.
    Presidente di Meteo in Veneto
    Meteorologo AMPRO - Tecnico Meteorologico Certificato WMO1083
    Fondatore e Direttivo di AMPRO, Associazione Italiana Meteo Professionisti
    Opinionista sportivo per Tva Vicenza.
    https://m.facebook.com/MeteoinVeneto

  • #2
    Perdonate il lapsus... 35 anni fa.
    Presidente di Meteo in Veneto
    Meteorologo AMPRO - Tecnico Meteorologico Certificato WMO1083
    Fondatore e Direttivo di AMPRO, Associazione Italiana Meteo Professionisti
    Opinionista sportivo per Tva Vicenza.
    https://m.facebook.com/MeteoinVeneto

    Commenta


    • #3
      Bellissima idea ... complimenti ... leggo sempre il forum ma scrivo raramente ... ho dei bellissimi ricordi e quindi scriverò volentieri ... faccio un po’ di riordino delle idee e poi scriverò.
      Grazie marco ... complimenti per la tua grande passione.
      Valentino

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Rivalenz Visualizza il messaggio
        Bellissima idea ... complimenti ... leggo sempre il forum ma scrivo raramente ... ho dei bellissimi ricordi e quindi scriverò volentieri ... faccio un po’ di riordino delle idee e poi scriverò.
        Grazie marco ... complimenti per la tua grande passione.
        Valentino
        Grazie Valentino.

        Quando il tempo me lo consente condivido qualche considerazione sul forum M3V.
        Come sai puoi seguire le attività di Associazione Serenissima Meteo anche sulla Pagina Facebook.

        Grazie per i contributi che ci vorrai dare.
        Presidente di Meteo in Veneto
        Meteorologo AMPRO - Tecnico Meteorologico Certificato WMO1083
        Fondatore e Direttivo di AMPRO, Associazione Italiana Meteo Professionisti
        Opinionista sportivo per Tva Vicenza.
        https://m.facebook.com/MeteoinVeneto

        Commenta


        • #5
          Bravissimo, in tempi di noia meteo è una analisi con dinamiche da brividi.... in tutti i sensi!😉

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da Antonio68 Visualizza il messaggio
            Bravissimo, in tempi di noia meteo è una analisi con dinamiche da brividi.... in tutti i sensi!������
            Ti ringrazio Antonio.

            Purtroppo in questo inverno totalmente privo, fino ad ora, di qualsivoglia genere di evento freddo significativo, i ricordi possono aiutare...

            Domenica 13 gennaio a Vicenza si giocò. Su di un campo ghiacciato dopo 3 giorni tra i -20 e i -17 ma qui ancora non nevicava.

            A bordo campo la neve congelata, dura come il marmo, caduta tra i giorni 8 e 9.

            Serie C, come adesso, con un Lanerossi proiettato ad un campionato da vertice, in lotta con Brescia (che poi vincerà il campionato) e Piacenza (su cui il Lane avrà la meglio nello spareggio di Firenze).

            A Vicenza, come detto, si gioca. Si gioca quasi ovunque ma non tutte le partite giungeranno a conclusione, poiché in quel 13 gennaio inizierà da occidente a nevicare ovunque.

            Anche su Piacenza-Carrarese, che venne sospesa a fine primo tempo sullo zero a zero.

            Vicenza - Pavia, che terminò 2-1, giocò tutta la partita un ragazzino di 17 anni che un giorno avrebbe vinto il Pallone d'oro.

            Con questo ragazzino, che ora ha molti capelli bianchi, entro spesso in discorso su quell'anno e ho trovato i suoi ricordi molto labili.. ricorda il gran freddo si, ma poco altro. Del resto mica possiamo aver tutti una memoria meteo storica...

            Chi lo riconosce? Metto questa così non è troppo facile.

            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Screenshot_20200103-203553_Instagram.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 548.2 KB 
ID: 1632062
            Presidente di Meteo in Veneto
            Meteorologo AMPRO - Tecnico Meteorologico Certificato WMO1083
            Fondatore e Direttivo di AMPRO, Associazione Italiana Meteo Professionisti
            Opinionista sportivo per Tva Vicenza.
            https://m.facebook.com/MeteoinVeneto

            Commenta


            • #7
              Ricordi indelebili, per me sicuramente è l'episodio che merita il primo posto sul podio tra gli eventi freddi e nevosi...Purtroppo non ho fotografie personali, ero ancora piccolo e i miei non erano degli appassionati nevofili come me... prima che girasse in acqua sono riuscito a misurarla: 97 cm.

              Commenta


              • #8
                Marco, come si fa a non riconoscere il mitico Roby Baggio?

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da Astico Visualizza il messaggio
                  Marco, come si fa a non riconoscere il mitico Roby Baggio?
                  Non tutti sono appassionati di calcio.

                  Le tue misure rientrano in un range corretto per Zugliano!!
                  Presidente di Meteo in Veneto
                  Meteorologo AMPRO - Tecnico Meteorologico Certificato WMO1083
                  Fondatore e Direttivo di AMPRO, Associazione Italiana Meteo Professionisti
                  Opinionista sportivo per Tva Vicenza.
                  https://m.facebook.com/MeteoinVeneto

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da Marco Rabito Visualizza il messaggio
                    Non tutti sono appassionati di calcio.

                    Le tue misure rientrano in un range corretto per Zugliano!!
                    Vero, non tutti sono appassionati di calcio, ma Baggio è uno dei talenti più puri che il calcio italiano abbia mai sfornato.

                    Sì, a Zugliano ne ha fatta davvero tanta, ricordo specialmente lunedì 14 gennaio, fu una vera apoteosi, è il giorno in cui c'è stato il maggior accumulo

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Astico Visualizza il messaggio
                      Vero, non tutti sono appassionati di calcio, ma Baggio è uno dei talenti più puri che il calcio italiano abbia mai sfornato.

                      Sì, a Zugliano ne ha fatta davvero tanta, ricordo specialmente lunedì 14 gennaio, fu una vera apoteosi, è il giorno in cui c'è stato il maggior accumulo
                      Proprio così. Il 14 fu la giornata campale!!
                      Presidente di Meteo in Veneto
                      Meteorologo AMPRO - Tecnico Meteorologico Certificato WMO1083
                      Fondatore e Direttivo di AMPRO, Associazione Italiana Meteo Professionisti
                      Opinionista sportivo per Tva Vicenza.
                      https://m.facebook.com/MeteoinVeneto

                      Commenta


                      • #12
                        Svegliarmi una mattina presto, uscire nel giardino coperto di neve ed osservare il mio vecchio termometro a mercurio sfiorare i meno venti è uno dei ricordi indelebili della mia vita.
                        Peccato non essere stati nell'era digitale, sarebbe stato molto più semplice e direi automatico immortalare quei momenti.
                        Ma rimarranno per sempre nella memoria.

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da Astico Visualizza il messaggio
                          Ricordi indelebili, per me sicuramente è l'episodio che merita il primo posto sul podio tra gli eventi freddi e nevosi...Purtroppo non ho fotografie personali, ero ancora piccolo e i miei non erano degli appassionati nevofili come me... prima che girasse in acqua sono riuscito a misurarla: 97 cm.
                          Ricordo tanto l’abbondante nevicata ma non il freddo, si camminava in trincee scavate nella neve d’altronde avendo solo 6 anni e mezzo il manto nevoso sembrava ancora più alto, purtroppo come te non ho alcuna foto ricordo, non so se quei giorni i miei genitori avessero altri pensieri più importanti, boh!
                          Quindi se qualcuno sapesse quanti cm precisi caddero nella pedemontana trevigiana da Valdobbiadene a Follina sarebbe interessante, grazie


                          Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

                          Commenta


                          • #14
                            Alcune immagini da Vicenza.
                            E nei prossimi giorni altre curiosità a partire dai dati storici e le pagine dei giornali di allora.

                            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20200103_222839.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 546.1 KB 
ID: 1632068
                            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20200103_222825.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 530.0 KB 
ID: 1632069
                            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20200103_222807.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 583.7 KB 
ID: 1632070
                            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20200103_222744.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 520.3 KB 
ID: 1632071

                            Un po' alla volta cercherò di condividere tanto tanto del materiale di cui dispongo relativamente a Vicenza e limitrofi. Un archivio costruito in decenni di passione, grazie anche a mio padre che scattò molte foto in quegli anni in cui, pur già molto appassionato, ero ancora un ragazzo di 8 anni.

                            Fa enorme piacere vedere tanta partecipazione a questa discussione, in particolare ringrazio i vicentini che mi permettono di arricchire il mio archivio annotando le loro considerazioni e ricordi.
                            Presidente di Meteo in Veneto
                            Meteorologo AMPRO - Tecnico Meteorologico Certificato WMO1083
                            Fondatore e Direttivo di AMPRO, Associazione Italiana Meteo Professionisti
                            Opinionista sportivo per Tva Vicenza.
                            https://m.facebook.com/MeteoinVeneto

                            Commenta


                            • #15
                              Ricordi meravigliosi in un tempo dove internet e social non esistevano e si attendeva "Che tempo che fa" per cogliere in forse due minuti qualche info o tendenza oppure si consultava il televideo Rai per vedere temperatura e tempo nelle principali città in tempo reale.
                              Riguardo a quello che successe a Vicenza e ancor di più nell'alto Vicentino, mi arrivavano notizie frammentarie da conoscenti, e rispetto alla neve nella mia zona Villafranca PD, non ti nascondo che un po' di invidia mi passava, anche perché pur avendo 16 anni mi rendevo conto che sarebbe stato un evento che difficilmente avrei rivisto in Italia.
                              Ricordo che con il mio bel termometrino al mercurio misurai un -23°C che con le dovute cautele per la precisione, fu sufficiente a far morire tutte le viti di mio padre.
                              Le partite concluse in quei giorni furono certamente meno di quelle sospese poi mi sembra furono sospesi i campionati almeno i dilettantistici.

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X