annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

[MODELLI] Inverno 2019/2020

Comprimi
Questa discussione è chiusa.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Originariamente inviato da elsante Visualizza il messaggio
    Piuttosto che HP a manetta meglio un po' di neve dagli 800metri in su...potrebbe essere l'anno buono per vedere finalmente un po' di neve a quote decenti per Natale, sarebbe già un miglioramento rispetto agli anni passati....per gli eventi c'è gennaio..
    Esatto.
    Gli ultimi anni Natale era mite e brullo fino a 1500 m.
    Quest'anno over 1500 m ci sono accumuli nettamente sopramedia ed importanti.
    Seconda decade vediamo di sistemare anche gli altopiani.
    Poi vedremo.

    Partenza decisamente più interessante rispetto agli ultimi anni.
    Dati online su

    http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

    http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/tabella.php

    Stazione Davis VP2 wireless con kit di ventilazione diurna

    Commenta


    • #17
      dopo una carrellata fatta bene devo dire che ci sono le possibilità che effettivamente si reiteri una condizione di flusso atlantico mite, la spinta Nord Atlantica non è vista ancora così forte da potersi spingere nel MEditerraneo con tutte le conseguenze del caso.
      Ecco che dal 9/10 si ripresenterebbero nevicate abbondanti su Alpi ma a quote sempre superiori ai 1500 metri e raramente più in basso; esempio lampante sono gli spaghi su Cortina.
      Giustamente non ci fasciamo la testa prima di rompercela, tuttavia sono stati molto smorzati gli effetti di questa dislocazione del VP con rotazione (come al solito) a noi poco favorevole.
      Purtroppo sembra che ci porteremo almeno per 10/14 gg avanti una situazione autunnale.

      Commenta


      • #18
        Sì oggi il flusso è meno ondulato e entra aria meno fredda e dunque si alzerebbe un po' la quota neve rispetto a quanto si vedesse fino all'altro ieri.
        E' presto per parlare di quanto alta, ma io credo che l'ipotesi dei 1500m fatta da Flavio-resana siano un po' pessimistica. Con quelle correnti, le valli cadorine sopra ai 1000 m dovrebbero imbiancare bene.

        Nel frattempo comunque almeno è stata limata la scaldatona in quota a partire da giovedì. Sulle dolomiti non si dovrebbe andare oltre la +3, dunque non dovrebbe fare troppissimi danni, complici anche le inversioni che dovrebbero tenere le temp basse quasi tutto il giorno.

        Commenta


        • #19
          Si confermo quanto dici GeoFede, diciamo che mi aspetto peggioramenti di questo tipo: per cui neve tranquillamente sui 1000 metri per le Dolomiti
          File allegati
          Dati della mia stazione meteo:

          tergola.altervista.org

          Commenta


          • #20
            Atlantico fresco? ci può stare, sperando non si arrivi alla solita palla rossa dopo qualche giorno.
            Una prima indicazione di massima sono le carte appena postate, il periodo 10/15 dicembre potrebbe vedere qualche affondo più incisivo.

            Commenta


            • #21
              estrema incertezza sopra le 168 ore per fortuna.
              direi che possono esserci ancora buone opportunità per una fase instabile e fresca specie a partire dal 9/10 dicembre, un paio di onde medie con caratteristiche di Nord Atlantico (aria freddina in quota) con possibile isolamento di una LP sul Mediterraneo, ma niente richiamo freddo da NE.
              Ecco perché le isoterme NON scenderanno mai decisamente e ci affacciamo sul lungo con una media praticamente PERFETTA e sovrapponibile alla 60/90.

              Commenta


              • #22
                È, come sempre, questione di punto di vista e di quale tipologia di tempo atmosferico affascina di più. Ed è molto soggettivo.
                Ci si può emozionare per la neve in alta quota. Per la neve sugli altopiani. Per l'inverno vero in pianura. Per le alte pressioni con inversioni.
                Anche per la nebbia.
                Insomma la gamma di situazioni atmosferiche è estremamente vasta e affascinante anche per questo.

                Ma, soprattutto, ogni gusto merita rispetto. Anche quelli che non ci riesce di comprendere.

                Di questo periodo apprezzo come la modellistica sta ben inquadrando gli scenari futuri e già per tempo ci aveva mostrato come la prima decade di dicembre non avrebbe presentato caratteristiche favorevoli per condizioni invernali significative.
                Presidente di Meteo in Veneto
                Meteorologo AMPRO - Tecnico Meteorologico Certificato WMO1083
                Fondatore e Direttivo di AMPRO, Associazione Italiana Meteo Professionisti
                Opinionista sportivo per Tva Vicenza.
                https://m.facebook.com/MeteoinVeneto

                Commenta


                • #23
                  Intanto da domani almeno fino a giovedì probabili gelate in pianura e massime ad una cifra nonostante i cieli sereno.
                  Inverno che parte col piede giusto.

                  Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
                  Dati online su

                  http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

                  http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/tabella.php

                  Stazione Davis VP2 wireless con kit di ventilazione diurna

                  Commenta


                  • #24
                    Originariamente inviato da verza81 Visualizza il messaggio
                    Intanto da domani almeno fino a giovedì probabili gelate in pianura e massime ad una cifra nonostante i cieli sereno.
                    Inverno che parte col piede giusto.

                    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
                    Quoto, nessuno si aspettava e vedeva i meno 10 al piano.
                    Avanti cosi!

                    Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk
                    Segnalazioni meteo da:

                    Cavallino - Treporti: dal lunedì al Venerdì;
                    San Dona' Di Piave: il week end e le sere dopo il rientro dal lavoro

                    Stazione Meteo David Vantage Pro2 senza schermatura presso giardino privato a San Dona' di Piave (VE)
                    http://www.venetometeo.it/sandona/

                    Commenta


                    • #25
                      Originariamente inviato da Marco Rabito Visualizza il messaggio
                      È, come sempre, questione di punto di vista e di quale tipologia di tempo atmosferico affascina di più. Ed è molto soggettivo.
                      Ci si può emozionare per la neve in alta quota. Per la neve sugli altopiani. Per l'inverno vero in pianura. Per le alte pressioni con inversioni.
                      Anche per la nebbia.
                      Insomma la gamma di situazioni atmosferiche è estremamente vasta e affascinante anche per questo.

                      Ma, soprattutto, ogni gusto merita rispetto. Anche quelli che non ci riesce di comprendere.

                      Di questo periodo apprezzo come la modellistica sta ben inquadrando gli scenari futuri e già per tempo ci aveva mostrato come la prima decade di dicembre non avrebbe presentato caratteristiche favorevoli per condizioni invernali significative.
                      Abbi pazienza Marco, ma mi piacerebbe sapere cosa intendi per "condizioni invernali significative", cioè quali sono, o dovrebbero essere i parametri per poter affermare di essere in inverno, e non in perenni condizioni tardo estive, come sentivo fino a pochi giorni fa...
                      Nei prossimi giorni dovremmo avere più stabilità con situazioni inversionali nelle zone pianeggianti, ergo minime attorno allo zero e valori massimi che laddove persisterà la nebbia potrebbero mantenersi piuttosto bassi, mi pare una classica situazione invernale, tipica del nostro clima padano...

                      Commenta


                      • #26
                        Io per "condizioni invernali significative" intendo neve in pianura (credo che a dicembre si possa anche sperarlo), visto che neve in montagna e gelate in pianura per inversioni e nebbie le considero "condizioni invernali non significative"

                        Commenta


                        • #27
                          Originariamente inviato da Tarvisium Visualizza il messaggio
                          Abbi pazienza Marco, ma mi piacerebbe sapere cosa intendi per "condizioni invernali significative", cioè quali sono, o dovrebbero essere i parametri per poter affermare di essere in inverno, e non in perenni condizioni tardo estive, come sentivo fino a pochi giorni fa...
                          Nei prossimi giorni dovremmo avere più stabilità con situazioni inversionali nelle zone pianeggianti, ergo minime attorno allo zero e valori massimi che laddove persisterà la nebbia potrebbero mantenersi piuttosto bassi, mi pare una classica situazione invernale, tipica del nostro clima padano...
                          Esattamente. Avremo alcuni giorni con condizioni tipicamente invernali.

                          Per significative intendo valori termici sotto media (ondata di freddo) o per fenomenologia nevosa fin su quote pianeggianti.

                          Queste sarebbero condizioni invernali significative.

                          Non so però se l'aggettivo indica lo stesso che utilizzate voi per quanto sopra esposto.

                          Nei giorni scorsi ho letto "carte dalle enormi potenzialità" non credo ci si riferisse a valori attorno allo zero in pianura. O mi sbaglio?
                          Presidente di Meteo in Veneto
                          Meteorologo AMPRO - Tecnico Meteorologico Certificato WMO1083
                          Fondatore e Direttivo di AMPRO, Associazione Italiana Meteo Professionisti
                          Opinionista sportivo per Tva Vicenza.
                          https://m.facebook.com/MeteoinVeneto

                          Commenta


                          • #28
                            Originariamente inviato da Marco Rabito Visualizza il messaggio
                            Esattamente. Avremo alcuni giorni con condizioni tipicamente invernali.

                            Per significative intendo valori termici sotto media (ondata di freddo) o per fenomenologia nevosa fin su quote pianeggianti.

                            Queste sarebbero condizioni invernali significative.

                            Non so però se l'aggettivo indica lo stesso che utilizzate voi per quanto sopra esposto.

                            Nei giorni scorsi ho letto "carte dalle enormi potenzialità" non credo ci si riferisse a valori attorno allo zero in pianura. O mi sbaglio?
                            Beh, domani e mercoledì faremo giornate sottomedia di un paio di gradi almeno qui. Direi bene dai
                            "Per quanti monti abbia visto, niente eguaglia le Giulie" [Julius Kugy]

                            Canin ti amo

                            Commenta


                            • #29
                              Buongiorno a tutti..esordisco sul forum con un vecchio detto....Santa Bibiana 40 giorni e un settimana...

                              Commenta


                              • #30
                                Ormai è una conquista la neve a mille metri sulle dolomiti...

                                Inviato dal mio SM-G800F utilizzando Tapatalk

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X