annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Stazione Meteo al dodicesimo piano? Consigli

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Stazione Meteo al dodicesimo piano? Consigli

    Salve a tutti
    Ormai la stazione di radioamatore e' praticamente finita, installate tutte le antenne, tutte le webcam, manca qualcosina nel computer in soffitta ma sono dettagli.
    Stavamo pensando di completare la stazione con... una stazione meteo

    L'amico mi ha portato una stazione wireless "noname" comunque dotata dei sensori standard, vento pioggia temperatura con un minimo di schermo solare, la console avrebbe anche una porta USB per collegarla al computer della soffitta (e anche alimentarla con una modifica al circuito), faro' qualche prova, anche se poi magari potrei riciclarla a casa mia (non era proprio da 2 soldi ma non mi ispira molta fiducia, soprattutto il pannellino solare microscopico).

    Stavo pensando di mettere qualcosa di buono tipo Davis, senza gli eccessi della VP2 full optional (anche cablata, avrei un pochino di spazio in uno dei tubi ma non ho nessuna voglia...) pensavo alla Vantage Vue che e' senza fili e ha il gruppo sensori tutto in uno, quindi piu' facile da posizionare.
    Avrei la punta del palo delle antenne disponibile, ma oltre al diametro (45 mm, non so se il morsetto lo pinza) potrei disporre il gruppo sensori solo verso W o E e la lettura del vento sarebbe comunque influenzata dalla presenza dei 2 "corni" laterali a cui ho agganciato le antenne.
    Un'alternativa sarebbe la colonna dove ci sono le webcam, riciclando una sezione del palo "anni 80" che avevo utilizzato fino a qualche mese fa per le antenne, infilata nel tubetto della zanca francese e bloccata con 2 bulloni, il gruppo sensori dovrebbe essere molto leggero, si troverebbe a circa 1 metro sopra le travi della pompeiana, potrei orientarlo a S perfetto e sarebbe di manutenzione semplicissima, bastando allentare i 2 bulloni e sfilare il paletto.
    Per la messa online non avrei problemi, basterebbe il Weatherlink per interfacciare la console alla piccola rete locale della soffitta (collegata via ponte radio con casa mia).

    La domanda che mi ponevo era... quanto puo' essere sballata una stazione meteo in cima a un palazzo di 12 piani? Ho verificato che lassu' (circa 50 m di quota) tira sempre vento e picchia bene il sole, considerato che la Vue costa sui 400 euro (WL a parte) non so quanto valga la pena.

    Si accettano dritte

  • #2
    Sarebbe interessante più che altro per il vento, magari considerare l'idea di installare solo l'anemometro, magari di quelli un po' più "seri" magari qualcuno di più esperto saprà consigliarti!

    Inviato dal mio LG-D855 utilizzando Tapatalk

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da pAoLiNo Visualizza il messaggio
      Salve a tutti
      Ormai la stazione di radioamatore e' praticamente finita, installate tutte le antenne, tutte le webcam, manca qualcosina nel computer in soffitta ma sono dettagli.
      Stavamo pensando di completare la stazione con... una stazione meteo

      L'amico mi ha portato una stazione wireless "noname" comunque dotata dei sensori standard, vento pioggia temperatura con un minimo di schermo solare, la console avrebbe anche una porta USB per collegarla al computer della soffitta (e anche alimentarla con una modifica al circuito), faro' qualche prova, anche se poi magari potrei riciclarla a casa mia (non era proprio da 2 soldi ma non mi ispira molta fiducia, soprattutto il pannellino solare microscopico).

      Stavo pensando di mettere qualcosa di buono tipo Davis, senza gli eccessi della VP2 full optional (anche cablata, avrei un pochino di spazio in uno dei tubi ma non ho nessuna voglia...) pensavo alla Vantage Vue che e' senza fili e ha il gruppo sensori tutto in uno, quindi piu' facile da posizionare.
      Avrei la punta del palo delle antenne disponibile, ma oltre al diametro (45 mm, non so se il morsetto lo pinza) potrei disporre il gruppo sensori solo verso W o E e la lettura del vento sarebbe comunque influenzata dalla presenza dei 2 "corni" laterali a cui ho agganciato le antenne.
      Un'alternativa sarebbe la colonna dove ci sono le webcam, riciclando una sezione del palo "anni 80" che avevo utilizzato fino a qualche mese fa per le antenne, infilata nel tubetto della zanca francese e bloccata con 2 bulloni, il gruppo sensori dovrebbe essere molto leggero, si troverebbe a circa 1 metro sopra le travi della pompeiana, potrei orientarlo a S perfetto e sarebbe di manutenzione semplicissima, bastando allentare i 2 bulloni e sfilare il paletto.
      Per la messa online non avrei problemi, basterebbe il Weatherlink per interfacciare la console alla piccola rete locale della soffitta (collegata via ponte radio con casa mia).

      La domanda che mi ponevo era... quanto puo' essere sballata una stazione meteo in cima a un palazzo di 12 piani? Ho verificato che lassu' (circa 50 m di quota) tira sempre vento e picchia bene il sole, considerato che la Vue costa sui 400 euro (WL a parte) non so quanto valga la pena.

      Si accettano dritte
      Mi ero informato anche io per la vue, l'installazione è molto semplice occhio però che in teoria la stazione si può montare solo sulla testa del palo. ( https://www.google.it/url?sa=t&sourc...0ZZE38G6qWIEot ).
      Ho letto in altri forum di confronti tra vp2 e vue e la sovrastima dovuta allo schermo solare mi sembra più che accettabile e trascurabile soprattutto se la metti in una zona molto ventosa.
      Poi per te che la posizioni sul tetto non dovrebbe essere un problema avere l'anemometro insieme agli altri sensori.
      Non so quanto possa influire il fatto di posizionarla su un tetto a 50 m dipende soprattutto dalle condizioni meteo in assenza di inversione termica dovresti rilevare temperature più basse di circa 0.5° anche di più se il tempo è instabile.

      Commenta


      • #4
        A quanti cm dal pavimento del tetto vorresti metterla?

        Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
        Dati online su

        http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

        http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/tabella.php

        Stazione Davis VP2 wireless con kit di ventilazione diurna

        Commenta


        • #5
          Dipende quale tetto. IL palazzo ha sia la terrazza calpestabile (piano 12) sia il tetto sopra le soffitte che si aprono lungo tutta la terrazza (sarebbe il 13). Dal lato dove ho messo le antenne (di fronte a corso del Popolo per chi abita in zona) il tetto delle soffitte prosegue nelle travi della pompeiana, senza coperture. Montando i sensori sulla punta del palo delle antenne (l'anemometro-scopio Davis separato ci starebbe) si troverebbero a circa 4.5-5 metri dal piano calpestabile e un paio di metri dal tetto delle soffitte (che pero' come detto non ci arriva sotto). Scegliendo la colonna delle webcam, per non sovraccaricare la zanca francese inserirei una sola sezione (2 m) di palo, dato che la webcam e' montata a meta' colonna (circa 1.2 m) i sensori svetterebbero di circa 1 metro dalla trave piu' vicina e dal tetto delle soffitte, 3 dal piano calpestabile.
          Con i sensori Davis separati potrei anche allestire tutto sul palo delle antenne, anemoscopio in cima, pluviometro e termometro a meta', trasmettitore vicino alla scatola di derivazione dove arrivano i cavi coassiali (vandali permettendo), ma il prezzo mi sa che lieviterebbe.
          Prima di tutto devo provare con il pezzo di palo anni 80 a infilarlo nella zanca per vedere se la cosa e' fattibile senza rischi per la webcam (per fortuna e' li' parcheggiato vicino alla soffitta e non l'ho ancora portato via).
          Il palazzo ha anche un cortile interno, ma e' quasi completamente chiuso da edifici su tutti i lati, notevole ristagno rispetto al tetto e comunque dubito mi farebbero montare un termometro li'

          Commenta


          • #6
            Ciao Paolino,

            stando sul tetto (quindi in campo aperto), per di più in una zona vicino al mare (e quindi ventilata come la tua) a non meno di 4.5-5 metri dal piano calpestabile (o 3 metri nel caso peggiore) non dovresti avere problemi di sovrastima neanche con la VUE, il cui schermo è più piccolo e meno performante.

            Valuta però la VP2, più che altro dipende da quanto ti interessa avere l'anemometro separato e la relativa accuratezza nel rilevamento di tali valori.
            Dati online su

            http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

            http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/tabella.php

            Stazione Davis VP2 wireless con kit di ventilazione diurna

            Commenta


            • #7
              Dunque, installate una coppia di antenne Wi-fi ad alto guadagno, cosi' la stazione ora puo' anche servire per vedere il livello di inquinamento da reti wireless (ne riceve stabilmente 40-50 da lassu'...). Convertita in fibra ottica la connessione del ponte radio e del computer verso la rete della soffitta, sia per isolare il computer e il ponte radio dalla rete locale su cavo (migliora la resistenza alle interferenze), sia per liberare 2 porte dello switch (ha 10 porte, 8 in rame e 2 predisposte per i moduli in fibra, con 5 telecamere, computer, AP e ponte radio le avevo occupate tutte ).

              Ora che ho liberato un paio di porte di rete, stavo valutando la stazione da montare. Ho trovato un sito tedesco che sembra avere disponibili tutti i pezzi e i ricambi Davis e anche i sensori separati dalla console, come prezzi mi sembrano non eccessivi.

              Non frequentando la soffitta e non avendo voglia di caricare il computer (che ha il vantaggio di consumare 10W ma lo svantaggio di essere leeeeeento...) con un altro compito usando il datalogger USB, pensavo di prendere un gruppo sensori wireless accoppiato a un Davis Weatherlink LIVE, direttamente collegato alla rete della soffitta e autoalimentato dallo stesso switch tramite uno splitter PoE 5V.
              Qualcuno ha il WL LIVE? Funziona o e' un trabiccolo? Altrimenti ci sarebbe il Weather Envoy ma quello poi vuole il solito datalogger USB a parte e siamo a capo.

              Come gruppo sensori, forse riuscirei a mettere anche quello della VP2 base (vento pluvio e temp passivo), altrimenti la "navetta" della Vue. Installazione su un palo da 1 metro, a circa 3.2 metri dal piano terrazza e dal tetto piu' vicino.

              Commenta


              • #8
                Ieri ho smontato l'antenna a larga banda di riserva dalla trave, dopo averla provata in UHF e visto che... non funziona una mazza (potrebbe essersi anche danneggiata in un temporale, non essendo di quelle equipotenziali). Ora la trave e' stata predisposta con le staffe per montare il paletto da 1 metro con i sensori altezza dal piano capestabile 3.5 m, dal tetto delle soffitte 1.5.

                Commenta


                • #9
                  Forse il momento sta per arrivare. Ho visto che un sito tedesco dove ero gia' passato qualche tempo fa ha messo a negozio un paio di SPEZIALPAKET:
                  Davis ISS Vue + Weatherlink Live
                  Davis ISS VP2 standard + Weatherlink Live
                  I prezzi non mi sembrano tanto sballati (520 il primo, 700 il secondo) e il "pacchetto" costa comunque meno che prendere i componenti separati: questa estate questi pacchetti non c'erano, segno che piu' di qualcuno utilizza le Davis senza console come stazioni remote collegate in rete

                  Gli attacchi sulla trave sono sempre li' pronti, pali da riciclare ne ho (da 1 robusto e anche da 2 metri, un pezzo di quello vecchio delle antenne)...

                  La Vue avrebbe il vantaggio dell'ISS monoblocco, pratico e compatto, oltre il prezzo piu' basso. Ma se con 700 euro mi viene la VP2 standard gia' connessa... quasi quasi... cosi' posso piazzare il pluvio separato dal resto e volendo aggiungere i sensori di irraggiamento. Il pluvio dale foto e' quello a imbuto con la grande scritta DAVIS sul fondo, non quello a barattolo cilindrico: c'e' qualche differenza?

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da pAoLiNo Visualizza il messaggio
                    Forse il momento sta per arrivare. Ho visto che un sito tedesco dove ero gia' passato qualche tempo fa ha messo a negozio un paio di SPEZIALPAKET:
                    Davis ISS Vue + Weatherlink Live
                    Davis ISS VP2 standard + Weatherlink Live
                    I prezzi non mi sembrano tanto sballati (520 il primo, 700 il secondo) e il "pacchetto" costa comunque meno che prendere i componenti separati: questa estate questi pacchetti non c'erano, segno che piu' di qualcuno utilizza le Davis senza console come stazioni remote collegate in rete

                    Gli attacchi sulla trave sono sempre li' pronti, pali da riciclare ne ho (da 1 robusto e anche da 2 metri, un pezzo di quello vecchio delle antenne)...

                    La Vue avrebbe il vantaggio dell'ISS monoblocco, pratico e compatto, oltre il prezzo piu' basso. Ma se con 700 euro mi viene la VP2 standard gia' connessa... quasi quasi... cosi' posso piazzare il pluvio separato dal resto e volendo aggiungere i sensori di irraggiamento. Il pluvio dale foto e' quello a imbuto con la grande scritta DAVIS sul fondo, non quello a barattolo cilindrico: c'e' qualche differenza?
                    il nuovo pluvio conico Davis con dissuasore per volatili (aerocone) è stato studiato per limitare le turbolenze attorno il pluviometro durante gli eventi piovosi con vento sostenuto, e per eliminare eventuali sottostime

                    Commenta


                    • #11
                      Entro questo fine settimana dovrei effettuare l'ordine del pacchetto regalo
                      Penso proprio che optero' per il pacchetto VP2... ricambi praticamente per tutto, modularita' ed espandibilita' (anche se i sensori di irraggiamento ho visto che costano un botto, soprattutto l'UV...)
                      Lo schermo ventilato 24/7 con le batterie non penso serva lassu', l'aria non ristagna mai.

                      Commenta


                      • #12
                        Vai di vp2
                        Ventilato lascia stare 24/7

                        Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
                        Dati online su

                        http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

                        http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/tabella.php

                        Stazione Davis VP2 wireless con kit di ventilazione diurna

                        Commenta


                        • #13
                          il pacchetto comprende il gruppo sensori della VP2 base (pluvio a cono, schermo passivo e anemometro) e il WL Live al posto della console. Lo schermo ventilato a batterie e' disponibile come accessorio a parte, quello ventilato diurno (senza batterie) non mi pare, perche' bisognerebbe sostituire il coperchio del trasmettitore con quello dotato di 2 pannelli solari.
                          Intanto si comincia...

                          Commenta


                          • #14
                            Dove la metti anche il kit di Ventilazione diurna mi pare superfluo.
                            In ogni caso puoi metterlo in un secondo momento

                            Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
                            Dati online su

                            http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

                            http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/tabella.php

                            Stazione Davis VP2 wireless con kit di ventilazione diurna

                            Commenta


                            • #15
                              Il momento e' arrivato. Ordinato SPEZIALPAKET Davis VP2 ISS base piu' WL LIVE

                              Approfitto della manutenzione ordinaria di Natale a tutta la stazione per preparare e provare anche la Davis

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X