annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

9 aprile 2011, caldo eccezionale

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • 9 aprile 2011, caldo eccezionale

    Domani ricorre l'anniversario di una tra le giornate meteorologicamente più bizzarre che si siano mai viste nel Triveneto. In quei giorni un solido anticiclone di matrice subtropicale si era gonfiato sull'Europa Occidentale, spingendo aria insolitamente calda verso il Mare del Nord. Questa massa d'aria era poi "ricaduta" verso le Alpi sul ramo discendente dell'anticiclone, attivando venti di caduta sul versante meridionale della catena alpina. La favonizzazione di una corrente già calda in partenza ebbe effetti incredibili ed inauditi: in Valpadana si toccarono valori massimi di 32-34°C, ben superiori alle medie del cuore dell'estate. La stazione ARPAV di Crespano del Grappa (TV) registrò una media giornaliera di 24,3°C, 13°C oltre la media di aprile e 2,7°C OLTRE la media di LUGLIO.
    I dati giornalieri sono disponibili solo dal 2010 e il 9 aprile 2011 rimane l'unico caso di scarto di 13°C o più dalla media mensile di riferimento (sia in positivo che in negativo).
    Per rendere l'idea dell'eccezionalità di questo evento sono utili alcuni esempi: in aprile servirebbe una media giornaliera di -1,7°C per eguagliare questo scarto, un dato che capita solo durante le più intense ondate di gelo dell'inverno. A luglio uno scarto positivo di 13°C porterebbe la media a ben 34,6°C, un valore inimmaginabile se si pensa che durante la micidiale ondata di calore di inizio agosto 2017 la massima non si è mai spinta oltre i 33,8°C (ed era la massima, non la media giornaliera!). A gennaio invece uno scarto negativo di questa entità porterebbe la media a -10,6°C, 0,8°C inferiore alla minima raggiunta durante l'ondata di gelo/Buran dello scorso febbraio (e anche in questo caso era la minima, non la media di giornata).
    Carte sinottiche e mie foto di quel folle ed irripetibile sabato di inizio aprile:
    File allegati

  • #2
    Eh si un caldo eccezionale me lo ricordo come fosse oggi. Bravo damiano.
    ...dal caldo sahariano, passando per la mitica brezza, arrivando al freddo dolinatore...

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da Piovoso92 Visualizza il messaggio
      Domani ricorre l'anniversario di una tra le giornate meteorologicamente più bizzarre che si siano mai viste nel Triveneto. In quei giorni un solido anticiclone di matrice subtropicale si era gonfiato sull'Europa Occidentale, spingendo aria insolitamente calda verso il Mare del Nord. Questa massa d'aria era poi "ricaduta" verso le Alpi sul ramo discendente dell'anticiclone, attivando venti di caduta sul versante meridionale della catena alpina. La favonizzazione di una corrente già calda in partenza ebbe effetti incredibili ed inauditi: in Valpadana si toccarono valori massimi di 32-34°C, ben superiori alle medie del cuore dell'estate. La stazione ARPAV di Crespano del Grappa (TV) registrò una media giornaliera di 24,3°C, 13°C oltre la media di aprile e 2,7°C OLTRE la media di LUGLIO.
      I dati giornalieri sono disponibili solo dal 2010 e il 9 aprile 2011 rimane l'unico caso di scarto di 13°C o più dalla media mensile di riferimento (sia in positivo che in negativo).
      Per rendere l'idea dell'eccezionalità di questo evento sono utili alcuni esempi: in aprile servirebbe una media giornaliera di -1,7°C per eguagliare questo scarto, un dato che capita solo durante le più intense ondate di gelo dell'inverno. A luglio uno scarto positivo di 13°C porterebbe la media a ben 34,6°C, un valore inimmaginabile se si pensa che durante la micidiale ondata di calore di inizio agosto 2017 la massima non si è mai spinta oltre i 33,8°C (ed era la massima, non la media giornaliera!). A gennaio invece uno scarto negativo di questa entità porterebbe la media a -10,6°C, 0,8°C inferiore alla minima raggiunta durante l'ondata di gelo/Buran dello scorso febbraio (e anche in questo caso era la minima, non la media di giornata).
      Carte sinottiche e mie foto di quel folle ed irripetibile sabato di inizio aprile:
      Grazie per l'amarcord

      Io ho una memoria scarsa e me ne ero dimenticato, ho guardato i dati della mia stazione, le massime dei primi 12 giorni di aprile, sempre superiori ai 21,6°C, con un picco di +28,9°C il 7 e il 9 aprile.
      La temperatura rilevata nelle “frost hollow” come la matematica non è un’opinione, chiedilo agli abitanti di Oymyakon

      Stazione meteo Levico Terme, quota 490 metri


      Stazione meteo Compet, quota 1390 metri

      Commenta


      • #4
        Lo ricordo bene; partita per me "storica" perchè tornavo da avversario nello stadia della squadra in cui ero cresciuto. dopo il 60' squadre lunghe e affanno da parte di tutti, l'impressione era che si potesse chiudere lì.

        Commenta

        Sto operando...
        X