annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

[OT] Notizie meteo dall'Europa e dal Mondo

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Buran
    ha risposto
    Credo che Marco stesse parlando invece di California

    Sarebbe effettivamente bello poter trovare gli stessi dati italiani per il corrispettivo sistema californiano

    Lascia un commento:


  • verza81
    ha risposto
    Italia.
    Ecco il link completo, articolo veramente interessante.
    Pazzesco come solo l'1,6% degli incendi sia dovuto a cause naturali o accidentali.

    https://www.sistemaprotezionecivile....i_boschivi.pdf

    Lascia un commento:


  • Marco Rabito
    ha risposto
    Originariamente inviato da verza81 Visualizza il messaggio
    Sistemaprotezionecivile. It

    Naturali 1.1%
    Accidentali 0.5%
    Colposi 34.4%
    Dolosi 60%


    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
    Stiamo parlando di California o di Italia?

    Lascia un commento:


  • verza81
    ha risposto
    Sistemaprotezionecivile. It

    Naturali 1.1%
    Accidentali 0.5%
    Colposi 34.4%
    Dolosi 60%


    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk

    File allegati

    Lascia un commento:


  • Marco Rabito
    ha risposto
    Il dolo rappresenta indubbiamente una variabile importante e significativa in merito all'attivazione dei roghi, assieme a molte altre cause, naturali e antropogeniche.

    Tuttavia è scientificamente provato, senza ombra di dubbio alcuno, che il Global Warming rappresenta la variabile principale a sostegno della diffusione e della propagazione dei roghi.

    Vale per l'Australia e vale per la California, zone da sempre soggette a roghi (anche in buona parte di origine naturale) per via dell'aridità delle superfici.
    In passato questi roghi disponevano di meno combustibile (specialmente in Australia giungevano a termine una volta consumato il combustibile) ed avevano velocità di propagazione più lente. Per via della minore estensione delle zone fortemente aride.

    Oggi le variabili a supporto della propagazione (più ampia e veloce) sono maggiori in virtù del clima mutato e in mutazione. Proprio per la maggiore estensione delle superfici riconducibili a condizioni di aridità estrema.

    Pertanto, a prescindere dall'origine, è più complicato (e spesso impossibile) estinguere i roghi.

    Comunque sarei grato a chi potesse postare dei grafici o dei documenti peer review che possano dare una dimensione della variabile "dolo" e della sua variazione negli anni.

    Perché una cosa sono le nostre opinioni o impressioni, ma è sempre meglio ragionare su dati.


    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   FB_IMG_1599809118154.jpg 
Visite: 198 
Dimensione: 69.7 KB 
ID: 1692207

    Lascia un commento:


  • Marco_bz
    ha risposto
    Mi trovo perfettamente d'accordo con gli ultimi post 😔

    Lascia un commento:


  • verza81
    ha risposto
    Originariamente inviato da basaneta Visualizza il messaggio
    Dovrebbero pubblicare anche i grafici dell’aumento dell’ignoranza dellla popolazione....
    Il dolo e’ sicuramente la causa maggiore di tutto ciò!
    Non dico l’unica ma quasi...


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Quotone.
    Come in Italia, dove almeno il 60% da statistiche ufficiali è di origine dolosa quindi i grafici postati prima lasciano il tempo che trovano.
    Nessuno nega il riscaldamento climatico in atto, sia ben inteso, ma i dati postati lasciano il tempo che trovano, pur essendo ufficiali e documentati.
    Sarebbe molto più realistico ed interessante un grafico simile ma depurato dagli incendi dolosi

    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • Buran
    ha risposto
    Originariamente inviato da basaneta Visualizza il messaggio
    Dovrebbero pubblicare anche i grafici dell’aumento dell’ignoranza dellla popolazione....
    Il dolo e’ sicuramente la causa maggiore di tutto ciò!
    Non dico l’unica ma quasi...


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Condivido
    Siamo una piaga per questo pianeta

    Lascia un commento:


  • AlessandroVI
    ha risposto
    Originariamente inviato da Marco Rabito Visualizza il messaggio

    Questo paper peer review illustra la correlazione tra l'aumento degli incendi e il Global Warming

    https://agupubs.onlinelibrary.wiley....bkHVJ0o6ZajJdM


    Aggiungo anche questo, dell'amico Climatologo Roberto Ingrosso.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   FB_IMG_1599752958262.jpg 
Visite: 123 
Dimensione: 28.5 KB 
ID: 1692157
    Grazie.

    Lascia un commento:


  • basaneta
    ha risposto
    Dovrebbero pubblicare anche i grafici dell’aumento dell’ignoranza dellla popolazione....
    Il dolo e’ sicuramente la causa maggiore di tutto ciò!
    Non dico l’unica ma quasi...


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

    Lascia un commento:


  • Marco Rabito
    ha risposto
    Originariamente inviato da AlessandroVI Visualizza il messaggio
    Incendi in America..... Ci saranno ogni anno.... ma mi sembrano sempre più cattivi. O sbaglio?
    Questo paper peer review illustra la correlazione tra l'aumento degli incendi e il Global Warming

    https://agupubs.onlinelibrary.wiley....bkHVJ0o6ZajJdM


    Aggiungo anche questo, dell'amico Climatologo Roberto Ingrosso.

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   FB_IMG_1599752958262.jpg 
Visite: 123 
Dimensione: 28.5 KB 
ID: 1692157

    Lascia un commento:


  • AlessandroVI
    ha risposto
    Incendi in America..... Ci saranno ogni anno.... ma mi sembrano sempre più cattivi. O sbaglio?

    Lascia un commento:


  • Andrea94
    ha risposto
    Originariamente inviato da Marco Rabito Visualizza il messaggio
    Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   ECMOPNA00_24_2.png  Visite: 0  Dimensione: 58.3 KB  ID: 1691887
    Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   ECMOPNA00_96_2.png  Visite: 0  Dimensione: 59.0 KB  ID: 1691888

    Clicca sull'immagine per ingrandirla.   Nome:   FB_IMG_1599295320109.jpg  Visite: 0  Dimensione: 73.4 KB  ID: 1691889
    Wow bella infilata fredda da nord!
    E notevole risposta ovviamente calda fra Midwest ed est del Nordamerica.
    Fá sempre impressione comunque quel core "fuxia" caldissimo arrocato sulle Montagne Rocciose, e la California quasi sempre sotto le sue grinfie...ok che la latitudine è parecchio bassa, ma si spinge molto a nord, sconfinando spesso anche in Canada

    Lascia un commento:


  • Marco Rabito
    ha risposto
    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   ECMOPNA00_24_2.png 
Visite: 195 
Dimensione: 58.3 KB 
ID: 1691887
    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   ECMOPNA00_96_2.png 
Visite: 191 
Dimensione: 59.0 KB 
ID: 1691888

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   FB_IMG_1599295320109.jpg 
Visite: 191 
Dimensione: 73.4 KB 
ID: 1691889

    Lascia un commento:


  • Marco Rabito
    ha risposto
    Originariamente inviato da basaneta Visualizza il messaggio
    Anche perché le Alpi son più alte e la caduta e’ maggiore.
    Mia considerazione da appassionato meteo..


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Osservazione corretta.

    Il profilo orografico, nella sua altezza e la tipologia di vallate, assume un valore determinante sul favonio che si va a produrre.

    Lascia un commento:

Sto operando...
X