annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pluvio che "non pluvia"

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Pluvio che "non pluvia"

    Me ne sono accorto oggi.
    Ho il pluvio che non segna nulla!!!!

    Oggi quando esco dall'ufficio mi arrampico sul tetto (sperando non piova).
    Avete qualche idea così vado subito a "colpo quasi sicuro"?

    Grazie
    http://www.weatherlink.com/user/jena
    http://weather.lajena.com
    http://my.meteonetwork.it/station/fvg090

  • #2
    Modello?
    Q
    Sporcizia o qualche nido?
    C'è il segnale?

    Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk
    Dati online su

    http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

    http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/tabella.php

    Stazione Davis VP2 wireless con kit di ventilazione diurna

    Commenta


    • #3
      Vantage Pro2
      Tutto il resto funziona
      http://www.weatherlink.com/user/jena
      http://weather.lajena.com
      http://my.meteonetwork.it/station/fvg090

      Commenta


      • #4
        Vedi segnale sulla consolle?

        Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk
        Dati online su

        http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

        http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/tabella.php

        Stazione Davis VP2 wireless con kit di ventilazione diurna

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da verza81 Visualizza il messaggio
          Vedi segnale sulla consolle?

          Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk
          In che senso?
          In console vedo che arrivano i dati (tutto via wireless) di temp, bar, wind.
          http://www.weatherlink.com/user/jena
          http://weather.lajena.com
          http://my.meteonetwork.it/station/fvg090

          Commenta


          • #6
            E su mm vedi 0.0 o due trattini tipo - -?

            Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk
            Dati online su

            http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

            http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/tabella.php

            Stazione Davis VP2 wireless con kit di ventilazione diurna

            Commenta


            • #7
              Sono fuori casa, ma mi pare di ricordare che ieri vedevo 0.0
              http://www.weatherlink.com/user/jena
              http://weather.lajena.com
              http://my.meteonetwork.it/station/fvg090

              Commenta


              • #8
                Allora probabilmente è semplicemente otturato

                Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk
                Dati online su

                http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

                http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/tabella.php

                Stazione Davis VP2 wireless con kit di ventilazione diurna

                Commenta


                • #9
                  Grazie.
                  Dopo, se smette di piovere, ci do un occhiata. Spero non sia nulla di "grave" :S
                  http://www.weatherlink.com/user/jena
                  http://weather.lajena.com
                  http://my.meteonetwork.it/station/fvg090

                  Commenta


                  • #10
                    Concordo sul probabile sporco all'interno dell'imbuto.
                    Davis Vantage PRO 2 - Volpago del Montello (170mslm)
                    Monitoraggio dei siti freddi del Montello (Valle di Piero Gobbo) e dei colli Berici (Busa Maran)
                    Tutti i dati su: http://montellometeo.altervista.org

                    Commenta


                    • #11
                      Troppo vento e pioggia. Non mi sono arrischiato ad arrampicarmi sul tetto. Rimando al primo giorno di calma.? :/


                      Sent from my iPhone using Tapatalk
                      http://www.weatherlink.com/user/jena
                      http://weather.lajena.com
                      http://my.meteonetwork.it/station/fvg090

                      Commenta


                      • #12
                        Ho fatto un salto veloce sul tetto.
                        A parte il "filtro" che deve esser volato via, non ho trovato nulla di anomalo che possa non far funzionare il pluvio [emoji52]









                        Comincio a preoccuparmi?!? [emoji24]


                        Sent from my iPhone using Tapatalk
                        http://www.weatherlink.com/user/jena
                        http://weather.lajena.com
                        http://my.meteonetwork.it/station/fvg090

                        Commenta


                        • #13
                          mah se bascula, potrebbe essere che il sensore reed non chiude piu' quindi quando il magnetino ci passa davanti non esce l'impulso, o viceversa se e' normalmente chiuso, non si apre quando ci passa davanti il magnete. O potrebbe essere una saldatura del cavo sul sensore reed staccata, o il cavo interrotto: i cavetti di quel tipo, piattine telefoniche, spesso danno magagne da questo punto di vista...

                          In teoria sapendo quali sono i 2 fili che fanno capo al sensore reed, basterebbe collegare al cavetto del pluviometro un tester in modalita' prova continuita' e muovere il basculante verso la meta' corsa: se e' normalmente aperto, dovrebbe iniziare a suonare e smettere muovendo verso uno dei due estremi, viceversa se e' normalmente chiuso dovrebbe suonare nelle posizioni estreme (come in foto) e smettere in posizione centrale. Se non si verificano queste condizioni puo' essere una di quelle esposte sopra

                          Commenta


                          • #14
                            Considera che di elettricità non ci capisco un granché.
                            Sto we mi tocca lavorare. Vedo se lun mattina riesco a controllare meglio e con sicuramente più luce.
                            Che palle.... :(


                            Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk
                            http://www.weatherlink.com/user/jena
                            http://weather.lajena.com
                            http://my.meteonetwork.it/station/fvg090

                            Commenta


                            • #15
                              be' il post era rivolto a tutti, almeno se devi chiedere aiuto a qualcuno gli ho gia' dato qualche dritta

                              Spiegazione per tutti
                              La struttura mobile e' progettata in modo che in assenza di precipitazioni, rimanga ferma in una delle due posizioni di fine corsa (o da un lato o dall'altro) e uno dei due cucchiai sia in vista del foro presente nell'imbuto superiore dello strumento. Durante la precipitazione, l'acqua riempie il cucchiaio e non appena viene raggiunta una ben calcolata quantita' (peso) la struttura mobile scatta nella posizione opposta (da qui il detto "scatto del pluvio"), il cucchiaio scarica il proprio contenuto dall'apposito foro sul fondo e la pioggia inizia a riempire l'altro, fino allo "scatto" successivo.
                              Il pendolo con i 2 cucchiai nella parte inferiore ha attaccato un piccolo magnete (con riferimento alle foto sopra, dovrebbe trovarsi sul vertice inferiore della struttura triangolare che sorregge i cucchiai).
                              Sul fondo dello strumento, fisso in posizione centrale, e' installato un cosiddetto sensore reed, che e' un interruttore magnetico (dovrebbe essere la piccola pallina grigia che si vede nell'ultima foto di Jena). Esso funziona come un normale interruttore, solo che per azionarlo (aprirlo o chiuderlo) occorre avvicinargli un magnete appunto, che provoca lo spostamento del contatto interno, non serve toccarlo. Il contatto puo' funzionare in vari modi:
                              Normalmente aperto: l'interruttore si chiude avvicinando il magnete e si riapre allontanandolo.
                              Normalmente chiuso: viceversa, l'interruttore si apre avvicinando il magnete e si richiude allontanandolo.
                              Deviazione: la corrente viene diretta a un'altra linea avvicinando il magnete.

                              In un pluviometro, durante lo "scatto" il piccolo magnete si muove passando davanti all'interruttore, avvicinandosi quanto basta per azionarlo (durante la fase centrale del movimento di basculaggio) e allontanandosi quanto basta per riportarlo in condizione di riposo una volta raggiunta l'estremita' opposta. In pratica a ogni "scatto" si ha una sequenza OFF-ON-OFF dell'interruttore (a seconda del tipo di contatto, aperto-chiuso-aperto o chiuso-aperto-chiuso). Questa sequenza in elettronica si chiama "impulso" e corrispondendo allo "scatto" indica una precisa quantita' di acqua accumulata sul cucchiaio al momento dello scatto.

                              Dal punto di vista dell'acquisizione dei dati, un pluviometro elettronico e' un contatore: contando quanti impulsi arrivano dall'interruttore (quanti scatti), posso ricavare l'intensita' (numero di impulsi in una unita' di tempo fissa, es. min, ora), la cumulata (impulsi ricevuti da un certo momento a un altro), e cosi' via.

                              E' possibile effettuare lo stesso tipo di misura anche con altri metodi: ad esempio ottico (il pendolo a ogni scatto interrompe un fascio di raggi infrarossi), o volendo rimanere sul magnete, si puo' sostituire l'interruttore reed con un sensore di Hall che ha il vantaggio di non avere contatti al suo interno, pero' richiede un piccolo circuito inserito nel basamento del pluvio e di portargli un'alimentazione, quindi e' meno indicato in applicazioni in esterno.

                              Questione guasti: puo' capitare che i contatti all'interno dell'interruttore reed si rompano, si "incollino" (rimane chiuso anche allontanando il magnete) o non riescano piu' ad avvicinarsi quanto basta per toccarsi (rimane aperto anche avvicinando il magnete), tutto questo non consente di produrre la sequenza dell'impulso, di conseguenza la stazione non contera' nulla e riportera' sempre 0.0. Il cavo in genere usato per collegare i sensori alla centralina (trasmettitore in caso di stazione wireless o scatola di derivazione in caso di stazione cablata) e' una piattina per uso telefonico, anche perche' i connettori usati sono proprio derivati dalla telefonia (spinotti RJ-11). In quel genere di piattine puo' verificarsi piu' facilmente l'interruzione di uno dei fili interni rispetto ad altre tipologie di cavo (multipolare a sezione tonda, coassiale ecc.), soprattutto se vengono piegate ad angoli molto stretti, schiacciate o passate in spazi troppo angusti. Ne so qualcosa con la linea ADSL di casa...

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X