annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Estate 2020 ai voti!

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Originariamente inviato da Marco Rabito Visualizza il messaggio

    Eh si Alessandro. È una considerazione che mi trova pienamente d'accordo.

    Il mio voto è BUONO riferendomi chiaramente al senso del post e del sondaggio promosso da Federico, ovvero riferito alle sole condizioni meteoclimatiche.

    Altrimenti, dovessi valutare anche all'impatto sul territorio dovrei abbassare di molto l'asticella.
    Ma tocca abituarci sempre più anche a queste situazioni ahinoi...
    Beh se guardiamo al passato qui abbiamo tanti episodi devastanti. Forse non c’era internet e allora la popolazione non lo veniva a sapere, ma qui in zona alcune date, alcune annate.. purtroppo se le ricordano bene

    Commenta


    • #17
      Originariamente inviato da Gianlu Visualizza il messaggio

      Beh se guardiamo al passato qui abbiamo tanti episodi devastanti. Forse non c’era internet e allora la popolazione non lo veniva a sapere, ma qui in zona alcune date, alcune annate.. purtroppo se le ricordano bene
      La posizione di ARPAV e della climatologia è chiara in tal senso.

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20200831_095037.jpg 
Visite: 155 
Dimensione: 4.03 MB 
ID: 1691636

      Presidente di Meteo in Veneto
      Meteorologo AMPRO - Tecnico Meteorologico Certificato WMO1083
      Fondatore e Direttivo di AMPRO, Associazione Italiana Meteo Professionisti
      Opinionista sportivo per Tva Vicenza.
      https://m.facebook.com/MeteoinVeneto

      Commenta


      • #18
        Io ho votato buona. Sarebbe stata ottima se avesse piovuto un po meno ma è un gusto personale. Un po di acqua và bene per gli amici contadini. Incrocio le dita piuttosto per un settembre secco e sopramedia come temperatura ma non credo sarà possibile 😔

        Commenta


        • #19
          Buona

          Commenta


          • #20
            Originariamente inviato da Marco Rabito Visualizza il messaggio

            La posizione di ARPAV e della climatologia è chiara in tal senso.

            Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   20200831_095037.jpg 
Visite: 155 
Dimensione: 4.03 MB 
ID: 1691636
            Non leggo nulla riguardo al futuro. Poi è vero che negli ultimi anni abbiamo avuto molti fenomeni violenti, però i fenomeni più violenti comunque appartengono agli anni ‘30-‘50-‘70 ( tornado del Montello o Lido di Venezia per esempio con diversi morti in aree molto meno popolate di adesso). Quello che mi chiedo è quanto i fenomeni meteo violenti dei giorni nostri vengono amplificati e resi noti grazie alla comunicazione e alle reti di monitoraggio capillari che ci sono nel territorio da pochi anni. Penso che se fossimo negli anni ‘70 per dire in pochi sarebbero venuti a conoscenza di quello che è avvenuto nel vicentino o veronese, non ci sarebbe un esperto dell’arpav che scrive sul giornale e noi non saremo qui “in rete” a discutere. Io mi limito a leggere quello che in estate succedeva qui in base alle registrazioni meteo amatoriali del passato e vedo che alcune estati degli anni ‘30-‘50-‘70 purtroppo vengono ricordate per disastri ben superiori a quelli degli ultimi anni. Io mi limito a ricordare quelli degli anni ‘90 con la tromba d’aria del 17 settembre del 1993 e le due disastrose grandinate del 4 e 7 giugno ‘99 fortunatamente mai più verificatesi qui (e non paragonabili è quella del 25 giugno 2017 che ha fatto milioni di euro di danni)

            Commenta


            • #21
              Io ho votato per l'ottimaIn numeri sarebbe un 9 e 1/2 (nove e mezzo) o 10- . Giusto perchè si può comunque sempre fare meglio

              Sotto il profilo delle temperature, direi che è stata molto buona, ci son stati periodi freschi, periodi afosi e periodi godibili, un mix quasi perfetto direi (ovviamente non mi sto riferendo ad un commento sui numeri delle temperature ma su sensazioni piuttosto soggettive).
              L'afa è l'ingrediente per eccellenza delle estati padane e c'è stato.
              I temporali sono l'altro ingrediente per eccellenza delle nostre estati, e ci son stati.

              Sotto il profilo pluvio, complessivamente anche qua più che buona se non ottima.
              L'estate per la mia zona è una stagione molto piovosa, Giugno e Luglio hanno avuto i loro periodi instabili, Luglio se non sbaglio è stato il più "secco" dei 3 mesi estivi (dopo controllo la stazione ARPAV di Montecchio Precalcino).
              Agosto è notevole: con l'ulteriore ed ultima pioggia di ieri è arrivato a ben 354 mm qua a Mirabella.
              Nonostante la mole di acqua, è anche pur vero che (a parte la saccatura di fine mese), il resto delle prp son ben distribuite tutto sommato nell'arco del mese, e pur avendo avuto le fasi più calde dell'estate, è anche risultato il mese più piovoso. E che il territorio in cui vivo ha retto tutto sommato bene, nonostante qualche disagio locale o allagamento preventivabile.

              Capitolo fenomeni violenti: un estate padana che si rispetti ha di suo fenomeni temporaleschi violenti, quindi anche questo è un ulteriore plus che avvalora il mio giudizio molto positivo a questa estate 2020. Ovviamente anche qua, il mio giudizio non scende nei particolari sui cambiamenti climatici e loro effetti sulla frequenza e violenza dei fenomeni meteo, ma si limita ad una valutazione puramente soggettiva.

              Dimenticavo un particolare: la grandine. Dopo circa 2 o 3 estati in cui la mia zona non l'ha vista o solo in forma limitata, è tornata di gran carriera.
              Il breganzese (assieme ad altre aree vicine) sono zone in cui questa meteora è normalissima d'estate (al di là ovviamente anche qua dei discorsi sui cambiamenti climatici) ma anche solo basandosi sui racconti dei più vecchi e di tutti gli strumenti "a difesa" tipici di questo territorio.
              Anche questo (volenti o nolenti) è un altro plus a questa estate 2020 perchè anche la grandine è una cosa tipica di questo posto, e quest'anno c'è stata.

              Commenta


              • #22
                Ho votato buona, ma ci fosse stato il molto buono avrei scelto quello! ottimo non direi perchè comunque chiudiamo oltre media!
                Nella mia zona non ho sofferto particolarmente il caldo, qualche sera in eccesso ad agosto,ma niente di più, spesso i temporali hanno portato refrigerio.
                Per quanto riguarda le nostre montagne ricordo escursioni a luglio sul Coglians con neve ancora presente sui 2400 2500 e i primi giorni di agosto in Marmolada con ancora il ghiacciaio bello coperto, peccato la seconda parte di agosto molto calda in quota, ma rispetto agli anni scorsi possiamo solo che essere felici!

                Commenta


                • #23
                  Ero indeciso tra buona e ottima, ma non ho votato ottima solo per il fatto che molte delle piogge cadute sono stato di tipo non temporalesco o in forma di debole temporale senza particolari "scenografie" del cielo. Per il resto nulla da contestare ad una stagione che ha finalmente rotto la sequenza di estati molto calde iniziate nel 2017 e che qui non ha mai portato nemmeno un accenno di siccità. L'accumulo totale ha sfiorato quello del 2014, anche se la distribuzione stavolta è stata diversa con tre fasi perturbate con accumuli ingenti (inizio giugno, inizio agosto e fine agosto) e lunghi periodi di estate "classica" accompagnati da caldo moderato interrotto da brevi guasti temporaleschi di modesta entità, mentre nell'altro caso le condizioni perturbate erano state persistenti da metà luglio in poi. Per questo motivo credo che anche fra i non appassionati di meteorologia la percezione di questa stagione sia stata ben diversa da quella dell'estate di 6 anni fa.
                  Domani metto qualche dato.

                  Commenta


                  • #24
                    Per me estate pessima che non ha aiutato il modesto turismo tanti danni inutili

                    Commenta

                    Sto operando...
                    X