annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Stazione meteo automatica Arpav a Campoluzzo

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • ma come mai in fondo ce acqua?

    Commenta


    • Originariamente inviato da Lorenzo Campomolon Visualizza il messaggio
      ma come mai in fondo ce acqua?
      La causa è stata senz'altro il caldo di domenica e lunedì scorso, quando le massime hanno raggiunto i 13.3°C e i 13.8°C rispettivamente e lunedì per di più con cielo piuttosto nuvoloso (assolutamente deleteria, come ben tu sai, la combinazione caldo + cielo coperto per la neve). Mai da quando abbiamo la stazione (autunno 2007) si sono avuti in inverno due giorni consecutivi con massime superiori a 13°C.
      Il fenomeno della formazione di quel laghetto (miscuglio di acqua e neve) è un po' più complesso e meriterebbe qualche indagine conoscitiva (profilo verticale). Non è detto infatti che quel miscuglio arrivi fino al suolo...
      Ho chiesto velocemente ieri ad un collega nivologo e mi ha detto che è frutto del rapido riscaldamento del manto nevoso e della sua parziale fusione (intesa come produzione di acqua all'interno di tale manto). La concavità del suolo e il terreno gelato hanno poi favorito la formazione di quel "laghetto".

      Come può confermare Enrico, il fenomeno è da considerare molto anomalo in inverno in quella zona.

      Commenta


      • Originariamente inviato da Bruno Visualizza il messaggio
        La causa è stata senz'altro il caldo di domenica e lunedì scorso, quando le massime hanno raggiunto i 13.3°C e i 13.8°C rispettivamente e lunedì per di più con cielo piuttosto nuvoloso (assolutamente deleteria, come ben tu sai, la combinazione caldo + cielo coperto per la neve). Mai da quando abbiamo la stazione (autunno 2007) si sono avuti in inverno due giorni consecutivi con massime superiori a 13°C.
        Il fenomeno della formazione di quel laghetto (miscuglio di acqua e neve) è un po' più complesso e meriterebbe qualche indagine conoscitiva (profilo verticale). Non è detto infatti che quel miscuglio arrivi fino al suolo...
        Ho chiesto velocemente ieri ad un collega nivologo e mi ha detto che è frutto del rapido riscaldamento del manto nevoso e della sua parziale fusione (intesa come produzione di acqua all'interno di tale manto). La concavità del suolo e il terreno gelato hanno poi favorito la formazione di quel "laghetto".

        Come può confermare Enrico, il fenomeno è da considerare molto anomalo in inverno in quella zona.
        infatti strano perche vedo sopra un altra busa completamente innevata

        Commenta


        • Dove è posizionata la stazione purtroppo raccoglie. Bruno ha già perfettamente inquadrato la situazione. Passo più volte di lì correndo in Estate. I pendii sovrastanti sono al sole. Con +13 in Inverno!! è un disastro assurdo. Gran dispiacere

          Commenta


          • Originariamente inviato da Zampe Visualizza il messaggio
            Dove è posizionata la stazione purtroppo raccoglie. Bruno ha già perfettamente inquadrato la situazione. Passo più volte di lì correndo in Estate. I pendii sovrastanti sono al sole. Con +13 in Inverno!! è un disastro assurdo. Gran dispiacere
            c'è da considerare, come giustamente detto da te, che i pendii sono arrivati ad oltre 13° con effetti devastanti e di scorrimento su terreno e coltre di ghiaccio sottostante, andando a creare ed alimentare quel bacino di raccolta che è la dolina, mi è già capitato in altre circostanze, ma non pensavo anche a quelle quote...incredibile pensare ad una cosa così; fa molto riflettere su che anomalie stiamo viaggiando.

            Commenta


            • ciao Bruno stamane giro in quota sono passato vicino a minimo 100 buse con pendio ma non ne ho vista una con acqua in fondo.tutte bene innevate.davvero strano quello successo a campoluzzo

              Commenta


              • Originariamente inviato da Lorenzo Campomolon Visualizza il messaggio
                ciao Bruno stamane giro in quota sono passato vicino a minimo 100 buse con pendio ma non ne ho vista una con acqua in fondo.tutte bene innevate.davvero strano quello successo a campoluzzo
                Ciao Lorenzo, evidentemente solo le buche che hanno un bacino di drenaggio sufficientemente ampio (e magari con un pendio bello lungo su un lato, come quella della stazione) subiscono quel fenomeno...quelle piccole e isolate si salvano.

                Commenta


                • Mi dispiace molto Bruno.

                  A me era successa una cosa simile a Busa Verle (ovviamente lì non c'erano stati danni perché c'era solo un datalogger), ma la busa si era riempita d'acqua, poi si era ghiacciata in superficie e quando sotto è defluita lo strato sopra si è rotto

                  busa verle.jpg
                  La temperatura rilevata nelle “frost hollow” come la matematica non è un’opinione, chiedilo agli abitanti di Oymyakon

                  Stazione meteo Levico Terme, quota 490 metri


                  Stazione meteo Compet, quota 1390 metri

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Bruno Visualizza il messaggio
                    Ciao Lorenzo, evidentemente solo le buche che hanno un bacino di drenaggio sufficientemente ampio (e magari con un pendio bello lungo su un lato, come quella della stazione) subiscono quel fenomeno...quelle piccole e isolate si salvano.
                    si puo essere ma per farti un esempio la busa della dolina di campomolon e profonda in tutti i lati specialmente lato ovest,ma era perfetta.minima registrata con termometro analogico min max circa -25 ma bisogna aspettare gli scarichi del sensore assieme a Sebastiano.stimo verso i -28.

                    Commenta


                    • Situazione della stazione mercoledì 2 marzo (foto di Enrico)
                      File allegati

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da Bruno Visualizza il messaggio
                        Situazione della stazione mercoledì 2 marzo (foto di Enrico)
                        Quando potrà essere ripristinata?
                        Davis Vantage PRO 2 - Volpago del Montello (170mslm)
                        Monitoraggio dei siti freddi del Montello (Valle di Piero Gobbo) e dei colli Berici (Busa Maran)
                        Tutti i dati su: http://montellometeo.altervista.org

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Bruno Visualizza il messaggio
                          Situazione della stazione mercoledì 2 marzo (foto di Enrico)
                          Il livello dell'acqua/ghiaccio è un po' calato mi par di capire, solo che adesso ci vuole un piccone per spaccarlo. L'ideale sarebbe stato di togliere tutto quando c'era l'acqua, certo è che ci voleva praticamente una muta. Peccato davvero.
                          La temperatura rilevata nelle “frost hollow” come la matematica non è un’opinione, chiedilo agli abitanti di Oymyakon

                          Stazione meteo Levico Terme, quota 490 metri


                          Stazione meteo Compet, quota 1390 metri

                          Commenta


                          • Ma con l'ultima nevicata e quello che arriverà sabato, sarà irrecuperabile fino a maggio. Che peccato bruno spero in non molti danni come poi è successo sulle Pale.
                            Certo che il Birko se la spassa in giro per l'altopiano ogni settimana!

                            Guardando le foto su FB, Malga Moline 1 m di fresca nelle ultime settiamne, più i 50 di oggi, ipotetici altri 50 cm, quindi almeno 2 m nella parte settentrionale dell'altopiano ci potrebbero essere, peccato che Birko non intervenga!
                            ...dal caldo sahariano, passando per la mitica brezza, arrivando al freddo dolinatore...

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da gasgallo Visualizza il messaggio
                              Quando potrà essere ripristinata?
                              Verrà fatto un tentativo la prossima settimana o al più tardi quella successiva

                              Commenta


                              • Questa la situazione della stazione l'altro ieri...
                                E' salito Enrico e ci ha alzato il datalogger Hobo (almeno quello continua a misurare, così non perdiamo dati) e ha staccato i cavi del pannello solare, per evitare che si rovini anche quello, considerando che le batterie sono, o sono state parecchio tempo, in ammollo. Tutto questo con qualche acrobazia (si è arrampicato sul palo fino ai pannelli solari) ed un bagno completo ad una gamba (ad un certo punto si è rotto lo strato di ghiaccio sotto la neve recente).
                                Nell'ultima foto la situazione al suo arrivo, con i sensori 20-30 cm sopra la neve.

                                Un enorme ringraziamento ad Enrico!
                                File allegati

                                Commenta

                                Sto operando...
                                X