annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il nevosissimo Inverno 1951

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il nevosissimo Inverno 1951

    Fonte Meteogiornale riporto quanto ho letto su un articolo. Se avete altre news!

    Abbiamo spesso parlato del 1951 come anno della grande nevicata, indicando quello attuale probabilmente al secondo posto dopo quell’evento. Ve lo dico fin d’ora, si trattò di nevicate di rilevanza storica, che lasciò accumuli al suolo anche di 10 metri. Il 1951 è stato di certo l’anno della grande nevicata alpina, e furono interessati tutti i versanti, da quello italiano a quello estero.
    A causare così intense precipitazioni fu la formazione di molti sistemi di Bassa Pressione sul Mar Ligure che inviarono aria umidissima sulle Alpi.
    Nell’inverno 1950/1951 furono registrate sulle Alpi 649 valanghe. Ci fu la distruzione di almeno 600 edifici e la morte di 279 persone, di cui 46 in Italia, 135 in Austria e 98 in Svizzera.
    In Italia il maggior numero di morti in singoli eventi si ebbero a Livigno (7 deceduti), a Canza (6 deceduti) e a Fundres (5 deceduti). Fonte La Stampa, anno 1951.
    Questo è un racconto che abbiamo ripreso da un documento pubblicato da Raffaella Zanderigo Rosolo:

    “La nevicata del febbraio 1951 è un momento della vita della vallata ed è bene farne memoria.

    Un addetto dell’ANAS che doveva misurare l’altezza delle varie nevicate, registra che nel ‘51 la neve ha raggiunto m. 14,16.
    Il 25 maggio si riapre la strada per il Passo di Montecroce – Pusteria. Il 20 marzo, la neve, lassù, al Passo superava ancora i quattro metri. Spuntavano appena le punte dei pali della luce.
    I contadini, a varie riprese, aprono la strada per Collesei. Lassù ci sono “li medi” covoni di fieno da portare a valle. Ma dove sono? Non li vedono più. La neve ha livellato tutto oltre i quattro metri.
    E per i rifornimenti di prima necessità e la posta? C’è sempre chi sa sfruttare le occasioni.
    Con sci e slitta va…oltre il Passo”.
    ...dal caldo sahariano, passando per la mitica brezza, arrivando al freddo dolinatore...

  • #2
    dal nostro forum del 2009, molto interessanti gli interventi di Albert0
    http://forum.meteotriveneto.it/archi...hp?t-4812.html

    Neve record, mai così tanta dal '51
    Bilancio Arpav: montagna del Veneto bianca come solo 58 anni fa. Emergenze: 56 interventi in quota

    Alpini nella neve (foto Cappello)

    BELLUNO - Mai così tanta neve dal 1951 sulla montagna del Veneto, e mai tanti interventi compiuti dall’Arpav con i propri esperti in valanghe e nivologia. Il bilancio di una stagione 2008-2009 particolarmente «bianca» è stato fatto oggi a Belluno dai responsabili dell’agenzia ambientale regionale, presente l’assessore Oscar De Bona. Da novembre 2008 ad oggi sono stati 37 i sopralluoghi aerei, 56 gli interventi terrestri in situazione di emergenza, 240 i rilasci di pareri, 17 gli interventi di supporto al distacco artificiale di neve con l’elicottero, 50 i controlli sulle misure di difesa dalle valanghe nei comprensori sciistici.

    Un’attività svolta dal Centro valanghe - Dipartimento Regionale per la Sicurezza del Territorio dell’Arpav, che conta 33 specialisti. «L’inverno 2008/9 è stato eccezionalmente nevoso, caratterizzato da sei eventi meteorologici che hanno portato grandi quantità di neve» ha detto Alberto Luchetta, direttore del Dipartimento territorio dell’Arpav. Luchetta ha ricordato che in alcune stazioni la neve al suolo ha superato i tre metri e mezzo. Bisogna tornare al 1951 per trovare una stagione invernale come questa, che, pur con diversità, ha avuto dati eccezionali per quantità e condizioni della neve. Peraltro nel 1951 la montagna veneta, prevalentemente agricola e con un modello sociale che aveva ridotte esigenze di mobilità, era molto diversa dalla realtà odierna, con una dinamica attività turistica invernale che ha moltiplicato e reso indispensabili i collegamenti tra molte vallate.


    Da Meteonetwork
    http://forum.meteonetwork.it/nowcasting-discussioni-climatiche-italia-settentrionale-alpi/132487-inverno-1951-sessantesimo-anniversario-dell-inferno-bianco-sulle-alpi.html

    equesto articolo di meteolive
    http://meteolive.leonardo.it/news/Am...1950-51/44742/
    ...dal caldo sahariano, passando per la mitica brezza, arrivando al freddo dolinatore...

    Commenta


    • #3
      Da un documento che possiedo e che riporta i più importanti eventi della storia della Val di Fiemme, leggo che a Ziano (1000 metri scarsi di quota) la neve se ne andò solo a fine maggio
      Vorrei vivere un'eterna primavera
      https://www.marcobonatti.it
      https://nefologicando.wordpress.com/category/nuvole/

      Commenta


      • #4
        Strada per Santo Stefano di Cadore

        Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   51.jpg 
Visite: 2 
Dimensione: 26.6 KB 
ID: 1560677
        Stazione meteo di Camporosso:

        Stazione meteo Valico di Fusine:

        Web Cam Valico Fusine 850m:

        Commenta


        • #5
          Sappada

          Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   sapp.jpg 
Visite: 2 
Dimensione: 30.1 KB 
ID: 1560678


          Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   sappa.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 5.1 KB 
ID: 1560679
          Stazione meteo di Camporosso:

          Stazione meteo Valico di Fusine:

          Web Cam Valico Fusine 850m:

          Commenta


          • #6
            Lorenzago di Cadore(883m)
            Il mio blog meteo:

            Commenta


            • #7
              Madonna di Campiglio 1500mt, parlano di 30metri caduti (da verificare) con il paese isolato per molti giorni....
              File allegati
              Alcune delle mie foto, su Flickr

              Commenta


              • #8
                Originariamente inviato da lukeud Visualizza il messaggio
                Strada per Santo Stefano di Cadore
                A Sappada il 1951 e' ancora ricordato, si arrivo vicino ai 3 metri in paese

                Commenta


                • #9
                  E in pianura, tipo a Venezia, Treviso, che inverno fu?
                  Mi sembra molto mite, lo ricordavo anche nelle mie slides del 12 febbraio a Caorle, ma si sa se ci fu qualche nevicata in pianura o nulla di nulla come quest'anno?
                  Qualcuno ha dei dati termici (medie mensili, etc..)?
                  Grazie!

                  Commenta


                  • #10
                    ho visto che pordenone aveva T sul grado e mezzo inferiore a sto anno per gennaio, mentre febbraio con anomalia minore, circa -0.5/-1 rispetto sto anno
                    Dati Davis VP2 di Aviano:
                    Ridateci l'osmer nel tgr!

                    Commenta


                    • #11
                      L anno dopo a febbraio fece in un evento 1metro a cividale, quasi mezzo metro a udine http://forum.meteonetwork.it/meteoro...io-1952-a.html
                      Il mio blog meteo:

                      Commenta


                      • #12
                        Avevo già sentito parlare di questo mitico inverno 1951, ma non pensavo che fosse stato così estremo. 279 morti, 600 edifici distrutti e accumuli di 10 metri sono qualcosa di inimmaginabile, nulla di nemmeno paragonabile ad annate come il 2008/09 o quest'anno. Chissà che tragedia per gli abitanti delle Alpi (umani e non) e chissà se ci sono stati altri inverni simili nell'800, quando le temperature erano più basso a livello globale.
                        Hp, vade retro!!!!!!!

                        Commenta


                        • #13
                          Il 1917 fu peggio del 51 penso...che dite? Si parlava di 25m sul monte nero
                          Il mio blog meteo:

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da Charley92 Visualizza il messaggio
                            Il 1917 fu peggio del 51 penso...che dite? Si parlava di 25m sul monte nero
                            Addirittura? Immagino allora che bella accoglienza avrà dato il Grappa ai soldati appena arrivati a combattere...
                            Hp, vade retro!!!!!!!

                            Commenta


                            • #15
                              Scavavano le gallerie sulla neve...pensa quelli sulle tofane lagazuoi a 2700m...infatti son morti piu per valanghe che altro
                              Il mio blog meteo:

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X