annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il nostro clima negli anni 1916-1926 + records STORICI a Padova dal 1767 al 1926

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Il nostro clima negli anni 1916-1926 + records STORICI a Padova dal 1767 al 1926

    Credo sia mio dovere riportare questo studio eseguito negli anni che vanno dalla grande guerra a metà degli anni venti eseguito da persona competente, con strumentazione, per l' epoca all' avanguardia.
    Gli studi eseguiti spaziano dal Padovano, ora in analisi, a Venezia e fino ad Udine, tale documentazione in taluni casi dovrà essere consultatata nelle biblioteche ove disponibile (Non prestabile).

    La documentazione riporta inoltre dati "records" registrati dal 1767 alla Specola astronomica di Padova.

    Ho qui tra le mani (sono commosso dalla gioia )un documento storico, vedo a mano a mano di trasferirvi gli episodi significativi di una persona che circa un secolo fa eseguiva studi metereologici avendo accesso a documenti e a dati forse ora introvabili.

    Le stazioni di rilevamento erano M. Venda 573,0 m e Padova via Sorio 12,30 m.

    Spero di fare cosa gradita pubblicare parte di questo scritto per poter in futuro, sulla base di questi studi, meglio analizzare le occasioni che ci riproporrà madre natura nel prossimo futuro.




  • #2
    Episodio 1, Irruzione Artica - Continentale fine Ottobre 1920

    Ottobre 1920
    Il mese oltre ch’ essere più freddo del normale, l’ inverno ebbe un inizio anticipato. Una violenta bora verso la fine di ottobre portò un raffreddamento generale; a Padova già la minima del giorno 21 era stata -0,1 ma al Venda, causa del vento, il freddo fu molto più acuto, come appare dallo specchietto seguente che riporta l’andamento dei vari elementi meteorici.

    CARTA 21-OTTOBRE-1920 GEOPOTENZIALI 500 hPa TEMPERATURA A 850 hPa

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00119201021.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 57.8 KB 
ID: 1520543


    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00219201021.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 49.9 KB 
ID: 1520544

    M. Venda
    Ott. 1920 Media Max Min Dir
    29 3,4 6,0 -2,5 ENE 35,6 km/h nuvoloso
    30 -2,6 0,1 -5,3 ENE 30,8 km/h coperto
    31 -4,1 2,4 -6,0 NE 45 km/h sereno
    Padova
    Ott. 1920 Media Max Min
    29 7,0 10,5 0,8
    30 1,6 5,8 -1,7
    31 1,0 3,3 -1,8


    CARTA 29-30-31-OTTOBRE-1920 GEOPOTENZIALI 500 hPa TEMPERATURA A 850 hPa

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00119201029.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 61.8 KB 
ID: 1520545

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00219201029.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 57.4 KB 
ID: 1520546

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00119201030.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 63.2 KB 
ID: 1520547

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00219201030.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 57.5 KB 
ID: 1520549

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00119201031.gif 
Visite: 2 
Dimensione: 62.9 KB 
ID: 1520551

    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00219201031.gif 
Visite: 2 
Dimensione: 56.0 KB 
ID: 1520552

    Se noi confrontiamo le medie diurne di quei giorni con le rispettive medie di uno stesso periodo di ottobre per le due località, troviamo i seguenti abbassamenti (scostamenti dalla media):
    giorni 29 30 31
    Venda -8,5 -14,5 -16,0
    Padova -6,4 -11,8 -12,4
    Dove appare come l’ abbassamento al Venda sia notevolmente superiore di quello di Padova.

    Commenta


    • #3
      Pillole 1879-1894

      Che minime vi aspettate da queste due configurazioni?

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00118791209.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 59.6 KB 
ID: 1520562

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00218791209.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 54.9 KB 
ID: 1520563

      Tmin post irruzione -13,4 (Padova)

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00118940104.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 65.6 KB 
ID: 1520564

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00218940104.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 58.8 KB 
ID: 1520565

      Tmin post irruzione -13,7 (Padova)

      Ben lontane dal mitico -19,2 del 1985, anche se sembrerebbe meno intensa.

      (Non escludo l' effetto albedo presente nel 1985 ma dato non "reperito" nei due casi rivisti sopra)

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00119850106.gif 
Visite: 2 
Dimensione: 69.5 KB 
ID: 1520566

      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00219850106.gif 
Visite: 2 
Dimensione: 55.4 KB 
ID: 1520567

      Commenta


      • #4
        Meraviglioso, tutto da leggere, esaminare gustare! E' solo perchè stasera ho un gran sonno, ma domani mimetto al lavoro per contribuire anch'io!
        Grande!

        Franco

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da anticiclone Visualizza il messaggio
          Ottobre 1920
          Il mese oltre ch’ essere più freddo del normale, l’ inverno ebbe un inizio anticipato. Una violenta bora verso la fine di ottobre portò un raffreddamento generale; a Padova già la minima del giorno 21 era stata -0,1 ma al Venda, causa del vento, il freddo fu molto più acuto, come appare dallo specchietto seguente che riporta l’andamento dei vari elementi meteorici.

          CARTA 21-OTTOBRE-1920 GEOPOTENZIALI 500 hPa TEMPERATURA A 850 hPa

          M. Venda
          Ott. 1920 Media Max Min Dir
          29 3,4 6,0 -2,5 ENE 35,6 km/h nuvoloso
          30 -2,6 0,1 -5,3 ENE 30,8 km/h coperto
          31 -4,1 2,4 -6,0 NE 45 km/h sereno
          Padova
          Ott. 1920 Media Max Min
          29 7,0 10,5 0,8
          30 1,6 5,8 -1,7
          31 1,0 3,3 -1,8


          CARTA 29-30-31-OTTOBRE-1920 GEOPOTENZIALI 500 hPa TEMPERATURA A 850 hPa

          Se noi confrontiamo le medie diurne di quei giorni con le rispettive medie di uno stesso periodo di ottobre per le due località, troviamo i seguenti abbassamenti (scostamenti dalla media):
          giorni 29 30 31
          Venda -8,5 -14,5 -16,0
          Padova -6,4 -11,8 -12,4
          Dove appare come l’ abbassamento al Venda sia notevolmente superiore di quello di Padova.

          Non capisco: intendi che in quei giorni le temperature a Padova e sul Venda furono inferiori alle medie normali di ben 8, 11, e fino a 16 gradi??? Da dove trai queste grandezze? Scusa, magari sono io che faccio un po' di confusione

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da anticiclone Visualizza il messaggio
            Che minime vi aspettate da queste due configurazioni?
            . . .
            Certo che mi ha impressionato soprattutto quel -30 sulla Russia! Ammazza che nocciolo! Mai visti in vita mia noccioli così gelidi in area russo-europea!
            Invece da notare addirittura un -40 sulle coste del Canada settentrionale il 2 febbraio 1991 e un -35 sulla Russia siberiana nei primi giorni di febbraio 1929!
            Comunque occhio a un -30 presso le Svalbard previsto oggi per il 9 marzo prossimo! Occhio perchè è il blocco gelido in movimento poi verso di noi!
            Franco

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da franco forte Visualizza il messaggio
              Certo che mi ha impressionato soprattutto quel -30 sulla Russia! Ammazza che nocciolo! Mai visti in vita mia noccioli così gelidi in area russo-europea!
              Invece da notare addirittura un -40 sulle coste del Canada settentrionale il 2 febbraio 1991 e un -35 sulla Russia siberiana nei primi giorni di febbraio 1929!
              Comunque occhio a un -30 presso le Svalbard previsto oggi per il 9 marzo prossimo! Occhio perchè è il blocco gelido in movimento poi verso di noi!
              Franco
              Certo Franco sono semplicemente gli scostamenti dalla media, come media si riferisce ai periodi antecedenti il 1920, non certo ad oggi. To be continued, a dopo

              Commenta


              • #8
                Episodio 1, Irruzione Artica - Continentale fine Ottobre 1920

                I giorni 29 e 30 erano trascorsi con cielo quasi coperto il 29 (grado di nuvolosità 4) e coperto il 30 (grado di nuvolosità 6) per poi rasserenarsi il 31 (grado di nuvolosità 0). Nella notte tra il 31 e l’ 1 novembre 1920 il cielo andò via via coprendosi ed eccovi servita la nevicata da addolcimento, che toccò Milano la sera del 31-10-1920 arrivando poi nei giorni 1 e 2 novembre a colpire la pianura veneta con successiva trasformazione in pioggia il giorno 2-11.

                CARTA 01-02-03-NOVEMBRE-1920 GEOPOTENZIALI 500 hPa TEMPERATURA A 850 hPa

                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00119201101.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 61.6 KB 
ID: 1520598

                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00219201101.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 54.3 KB 
ID: 1520599

                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00119201102.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 63.4 KB 
ID: 1520600

                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00219201102.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 54.1 KB 
ID: 1520601

                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00119201103.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 61.5 KB 
ID: 1520602

                Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00219201103.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 53.4 KB 
ID: 1520603

                Ecco i dati rilevati in quei giorni sul Venda e a Padova con il classico episodio di bora scura.
                M. Venda
                Novembre 1920 Med Dir
                01 -4,1 NE
                02 -3,1 ENE
                03 -1,6 NE

                Padova
                Novembre 1920 Med
                01 0,3
                02 1,0
                03 2,7

                Non ho trovato misurazioni relative ai cm di neve caduta sulle due stazioni, ho però le misurazioni della nuvolosità e dell’ umidità nella stazione Euganea.
                M. Venda
                Novembre 1920 Nuv Ur%
                01 10 94
                02 10 77
                03 10 96
                Ricordo che nella scala “okta” l’ indice 9 indica cielo invisibile per nebbia o neve, non so dirvi cosa volesse indicare con il numero 10, ma credo si possa intuire.

                PS Pregasi Franco di sistemare l’ opuscolo del Centro Pertini con riferimento alle nevicate da addolcimento.

                Commenta


                • #9

                  Franco

                  Commenta


                  • #10
                    Osservatorio meteorologico padova nel 1923

                    L’ osservatorio posto a metà strada tra l ‘antica barriera S. Giovanni e il Campo d’ Aviazione G. Allegri.
                    Vi si accedeva da via Sorio, passando per vicolo Monte S. Michele.

                    Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Osservatorio_Padova_1923.jpg 
Visite: 1 
Dimensione: 352.9 KB 
ID: 1520891

                    Commenta


                    • #11
                      Episodio 2, Quando in inverno l' Anticiclone Russo-Siberiano....Gennaio 1926

                      Il Gennaio 1926
                      Nel gennaio 1926 al Venda fu segnata la minima più bassa dell’ undicennio preso in esame (1916-1926), ma ciò avvenne durante un periodo di bora scura non tanto lungo. La media mensile sempre per lo stesso periodo è solo di - 0,3 inferiore alla media undecennale. La differenza mensile fu più forte in pianura a Padova (- 1,8 rispetto alla media), la causa furono dei periodi freddi alternati a periodi nebbiosi con forte inversione termica.
                      Tra il gg 11 e 12 gennaio una imponente irruzione dai quadranti orientali colpì la regione. D’ improvviso dopo una giornata cupa fredda e umida il cielo si fece nero. La bora iniziò a sferzare Padova con un’ improvvisa bufera di neve.
                      Padova l’ 11 gennaio registrò -1,9 e massima di +2,4. La minima fu raggiunta nella serata dell’ 11 al volgere del 12.
                      Nelle due località spira vento di diversa provenienza il 12 gennaio ’26, al Venda spirava vento da ESE, a Padova da ENE.

                      CARTA 12-GENNAIO-1926 GEOPOTENZIALI 500 hPa TEMPERATURA A 850 hPa

                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00119260112.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 69.8 KB 
ID: 1520896

                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00219260112.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 54.7 KB 
ID: 1520897

                      Nei due giorni a seguire fino al 15 gennaio con alternanza da debole a moderata la neve cadde ininterrottamente sia sul Venda che su Padova. Su quest’ ultima nella giornata del 15 con trasformazione in pioggia. (Si parla di circa 20 30 cm sulla città)
                      Il 13 gennaio 1926 è stata segnata la minima al Venda (-12,5), mentre spirava una forte bora (media della velocità del vento 28,2 km/h), con una media della temperatura di -10,0, la media più bassa del periodo in esame. A Padova la media di quel giorno è stata -5,3.

                      CARTA 13-GENNAIO-1926 GEOPOTENZIALI 500 hPa TEMPERATURA A 850 hPa

                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00119260113.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 65.0 KB 
ID: 1520898

                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00219260113.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 53.6 KB 
ID: 1520899

                      CARTA 14-GENNAIO-1926 GEOPOTENZIALI 500 hPa TEMPERATURA A 850 hPa

                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00119260114.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 61.5 KB 
ID: 1520900

                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00219260114.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 51.6 KB 
ID: 1520901
                      Padova

                      GG MIN MAX
                      11 -1.9 +2.4
                      12 -5.0 -1.0 neve
                      13 -7,8 -3.0 neve
                      14 -6.7 -3.8 neve
                      15 -4.0 +2.3 (I FORUMISTI DI M3V ALL'EPOCA..........)

                      Seguì un periodo piuttosto freddo con la minima registrata a Padova il 21 gennaio 1926 -10,9.
                      freddo che culminò con una nuova nevicata da addolcimento il 22.

                      CARTA 22-GENNAIO-1926 GEOPOTENZIALI 500 hPa TEMPERATURA A 850 hPa

                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00119260122.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 54.8 KB 
ID: 1520902

                      Clicca sull'immagine per ingrandirla. 

Nome:   Rrea00219260122.gif 
Visite: 1 
Dimensione: 50.2 KB 
ID: 1520903

                      Commenta


                      • #12
                        La sinottica del 12 gennaio 1926 ricorda in modo impressionante quella del mitico 13 dicembre 2001!
                        Franco

                        Commenta


                        • #13
                          Anticiclone, sarebbe interessante sapere se davvero tra fine maggio e inizio giugno 2006 ci fu sulle cime degli euganei qualche fiocco di neve! Così mi hanno raccontato (certo, fece davvero freddo, lo ricordo anch'io!).
                          Franco

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da franco forte Visualizza il messaggio
                            Anticiclone, sarebbe interessante sapere se davvero tra fine maggio e inizio giugno 2006 ci fu sulle cime degli euganei qualche fiocco di neve! Così mi hanno raccontato (certo, fece davvero freddo, lo ricordo anch'io!).
                            Franco
                            Allora come dati ARPAV per i 3 gg ci sono questi di Teolo:

                            Stazione : Teolo

                            DATA Temperatura minima assoluta DATA
                            Mag-2006 5.7 31/05/2006
                            Giu-2006 6.8 01/06/2006
                            Giu-2006 7.0 02/06/2006

                            Poi per quanto mi riguarda ho le seguenti annotazioni riferite a quel periodo

                            Tmin 5,3 evento (non schermata), 29/30-05 "prp con gragnuola alla fine".

                            Forse questa confusa con splatter e/o fiocchi il Dp non scese mai sottozero.
                            Certo non ero a 500 m, ma dubito su chiunque dica di essere stato a quella quota quel giorno.
                            La Bora "scura" ululava già in "cingolina" a 250/300m, oltre in macchina non sono andato.

                            Commenta

                            Sto operando...
                            X