annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

La mia idea sul prossimo inverno

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • La mia idea sul prossimo inverno

    Come accade ormai da qualche anno, incoraggiato dai discreti risultati ottenuti torno a scrivere le mie considerazioni sulla prossima stagione invernale relativamente al nostro Triveneto, squisitamente su base probabilistico-teleconnettiva.
    Premettendo che l’inverno 2012-2013 presenta parametri teleconnettivi di particolare difficoltà interpretativa e/o addirittura con caratteristiche inedite, andiamo brevemente a diagnosticare le principali teleconnessioni predittive:

    La QBO (Quasi Biennial Oscillation) dovrebbe rimanere nettamente negativa per tutta la stagione; il SF (Solar Flux) nonostante la prossimità del massimo del ciclo 24 continua a presentare caratteristiche di notevole debolezza; l’ENSO (El Nino Southern Oscillation) dovrebbe mantenersi in fase positiva (NINO) ma su valori inferiori a 1, quindi di debole intensità; la PDO (Pacific Decadal Oscillation) continua nella sua fase negativa mentre la AMO (Atlantic Multidecadal Oscillation) si presenta ampiamente positiva.
    Un occhio di riguardo dovrà infine essere rivolto alla ESC (Eurasian Snow Cover) attualmente in linea con le medie del periodo e alla drammatica situazione tardo estiva dei ghiacci artici che quest'anno hanno registrato il minimo assoluto di estensione.

    A fronte di tale panorama teleconnettivo credo ci si possa aspettare una partenza stagionale molto ritardata con prevalenza di pattern EA+ , nonostante un Vortice Polare disturbato proprio a causa del deficit dei ghiacci artici.
    L’inizio della stagione infatti potrebbe essere condizionato dalla presenza più settentrionale della media del sistema cella di Hadley-cella di Ferrel con conseguente localizzazione ben oltre il 55° N del solco subpolare depressionario e intorno al 40/45° della fascia anticiclonica subtropicale.

    La probabile crescita sostenuta dello Snow Cover grazie alla scarsa dinamicità nel settore orientale europeo potrebbe aprire scenari diversi per la seconda parte della stagione, indicativamente dopo le festività di fine anno; in questa fase la progressiva termicizzazione dell’est europeo dovrebbe instaurare un regime anticiclonico continentale, freddo e asciutto. Una variante a tale situazione potrebbe essere data dalla discesa di nuclei freddi artico-continentali (gocce retrograde) in grado di produrre ciclogenesi mediterranee particolarmente “produttive” sul nostro territorio.

    Per riassumere mi aspetto un inverno triveneto a due facce: una prima mite , relativamente poco piovosa (pochi episodi anche se rilevanti), molto umida, all’insegna di un atlantico solo temporaneamente debolmente ciclonico; una seconda di segno opposto, fredda e asciutta, continentale con possibilità di eventi perturbati anche di notevole portata, sempre di tipo continentale e accompagnati da precipitazioni frequentemente di “tipo solido”.
    Remigio Zago - freelance

  • #2
    Grande Remigio, grande per il coraggio a tirar fuori una previsione al 16 di Ottobre. Hai sempre tutta la mia stima e rispetto.

    Mi piace la parola "atlantico", anche se debole, ma è seppur Atlantico quindi brevemente ci porterà ottime precipitazioni sopratutto speriamo tra novembre e primi 10 di dicembre. Poi quando di "notevole portata" sono sobbalzato dalla sedia e leggendo "tipo solido" stavo per lacrimare.
    ...dal caldo sahariano, passando per la mitica brezza, arrivando al freddo dolinatore...

    Commenta


    • #3
      Mitico!
      Giorgio Pavan -
      collaboratore di

      -


      "There's no better place to chase like home"

      Commenta


      • #4
        Ottima analisi remigio...speriamo
        Il mio blog meteo:

        Commenta


        • #5
          Analisi superlativa e pacata che si apre con l'incipit sulla particolare situazione teleconnettiva probabile per questo inverno.
          Bravo Remigio come sempre e davvero speriamo in qualche ottima chances per Gennaio e Febbraio
          I conti si fanno alla fine..........viva la meteo!
          Il mio blog meteo

          Il TEMPO DEGLI ECCESSI CLIMATICI, PREPARIAMOCI A VIVERE DI TUTTO....

          Commenta


          • #6
            speriamo in nevoni colossali!!!
            Sei un personaggio scomodo! Non sei un allineato ! Un libero pensatore che mette a rischio i rigidi schemi di un forum! Sei come il gorgonzola: o piace o si detesta!!!!!! :smoke :smoke

            Incredibile l'amore di Bru per la neve... quando ne parla gli brillano gli occhi! Ne ho conosciuti di nivofili, ma uno come lui mai.
            D'ora in poi tifo SE anch'io, almeno se la gode il Bru, tanto qui non fa un cazz con qualunque corrente, spiffero, irruzione epocale e non ;66)))

            Commenta


            • #7
              bene Remigio!
              Grazie per aver scritto la tua opinione in merito; io, come ben sai, la vedo un po' diversa, non tanto sulla seconda parte quanto da "adesso" fino a Natale.
              Vedremo se lo Snow Cover e le anomalie estremamente alte al polo saranno così "determinanti"!
              stammi bene caro!

              Commenta


              • #8
                Ottima analisi come sempre...ciao
                "Sono sempre le condizioni peggiori a rendere le cose straordinarie".

                -Castelminio di Resana 31 mt. s.l.m.
                -Davis Vantage Pro 2 wireless ventilata Daytime

                Commenta


                • #9
                  Piaccia o no, tu rimani uno dei pochi che a metà di ottobre se ne esce con una precisione stagionale di questo livello...i miei complimenti Remi!!!
                  Dati on line:

                  Ulteriora mirari, praesentia sequi

                  Commenta


                  • #10
                    me piasi el riassunto finale
                    VADE RETRO SCIROCCO

                    Commenta


                    • #11
                      Nowcasting da: Colle Umberto (TV)
                      alternativi:
                      Laggio Di Cadore (BL)

                      Lignano Sabbiadoro (UD)
                      TOGLIETEMI TUTTO, MA NON FORUM METEOTRIVENETO!

                      Commenta


                      • #12
                        Originariamente inviato da Remigio zago Visualizza il messaggio
                        Come accade ormai da qualche anno, incoraggiato dai discreti risultati ottenuti torno a scrivere le mie considerazioni sulla prossima stagione invernale relativamente al nostro Triveneto, squisitamente su base probabilistico-teleconnettiva.
                        Premettendo che l’inverno 2012-2013 presenta parametri teleconnettivi di particolare difficoltà interpretativa e/o addirittura con caratteristiche inedite, andiamo brevemente a diagnosticare le principali teleconnessioni predittive:

                        La QBO (Quasi Biennial Oscillation) dovrebbe rimanere nettamente negativa per tutta la stagione; il SF (Solar Flux) nonostante la prossimità del massimo del ciclo 24 continua a presentare caratteristiche di notevole debolezza; l’ENSO (El Nino Southern Oscillation) dovrebbe mantenersi in fase positiva (NINO) ma su valori inferiori a 1, quindi di debole intensità; la PDO (Pacific Decadal Oscillation) continua nella sua fase negativa mentre la AMO (Atlantic Multidecadal Oscillation) si presenta ampiamente positiva.
                        Un occhio di riguardo dovrà infine essere rivolto alla ESC (Eurasian Snow Cover) attualmente in linea con le medie del periodo e alla drammatica situazione tardo estiva dei ghiacci artici che quest'anno hanno registrato il minimo assoluto di estensione.

                        A fronte di tale panorama teleconnettivo credo ci si possa aspettare una partenza stagionale molto ritardata con prevalenza di pattern EA+ , nonostante un Vortice Polare disturbato proprio a causa del deficit dei ghiacci artici.
                        L’inizio della stagione infatti potrebbe essere condizionato dalla presenza più settentrionale della media del sistema cella di Hadley-cella di Ferrel con conseguente localizzazione ben oltre il 55° N del solco subpolare depressionario e intorno al 40/45° della fascia anticiclonica subtropicale.

                        La probabile crescita sostenuta dello Snow Cover grazie alla scarsa dinamicità nel settore orientale europeo potrebbe aprire scenari diversi per la seconda parte della stagione, indicativamente dopo le festività di fine anno; in questa fase la progressiva termicizzazione dell’est europeo dovrebbe instaurare un regime anticiclonico continentale, freddo e asciutto. Una variante a tale situazione potrebbe essere data dalla discesa di nuclei freddi artico-continentali (gocce retrograde) in grado di produrre ciclogenesi mediterranee particolarmente “produttive” sul nostro territorio.

                        Per riassumere mi aspetto un inverno triveneto a due facce: una prima mite , relativamente poco piovosa (pochi episodi anche se rilevanti), molto umida, all’insegna di un atlantico solo temporaneamente debolmente ciclonico; una seconda di segno opposto, fredda e asciutta, continentale con possibilità di eventi perturbati anche di notevole portata, sempre di tipo continentale e accompagnati da precipitazioni frequentemente di “tipo solido”.

                        grandissimo come sempre

                        Commenta


                        • #13
                          R: La mia idea sul prossimo inverno

                          Siamo sempre qui come ogni anno in attesa nel vedere l'evolversi della prossima stagione invernale.
                          Come sempre abbiamo detto riguardo a proiezioni come questa, (anche se mi auguro una buona performances finale della proiezione) sempre scienza è, e sempre di un campo della meteorologia si sta parlando anche se vista da altra angolazione.
                          Il bello di questo forum è proprio questo, la varietà e la competenza con cui si vanno a trattare vari argomenti meteo a 360 nella libertà di seguire un argomento oppure di non seguirlo se non aggrada, (un forum potrebbe essere fatto anche solo di nowcasting volendo, ma se si può spaziare e imparare altro da questa scienza perchè privarcene?).
                          Di un'altra cosa poi sono altrettanto certo che al di là della buona o cattiva riuscita della proiezione, questi thread comunque sono dei collanti, e comunque saranno un compagno fisso che ci accompagnerà e a volte ci farà sognare per l'inverno prossimo.

                          Ciao vecio Remigio da Snoww


                          Inviato dal mio Samsung Galaxy GT-I9300 S3
                          E' meglio tacere e dare l'impressione di essere stupidi, che aprire la bocca e darne conferma.

                          Commenta


                          • #14
                            Grande!!!!

                            Mi commuovo a leggere le ultime frasi. A parte la soggettività, veramente complimenti per una previsione a mesi di distanza.
                            Le mio foto su flickr


                            Il mio blog


                            Il mio sito web

                            Commenta


                            • #15
                              Beh Remigio è un grande. Uno dei Maestri dei forum. E non si discute.
                              Certo che stavolta ti sei preso un mega rischio, soprattutto per la seconda parte della stagione.
                              Devo pure dirti che non sono nemmeno molto convinto che la prima parte dell inverno possa passare il EA+.
                              Ma io aspetto ancora un mese prima di sbilanciarmi, così magari cambio idea.....

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X