annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Nubi basse o nebbia alta

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Nubi basse o nebbia alta

    Qualcuno potrebbe spiegarmi per bene perchè avviene il fenomeno delle nubi basse o nebbia alta? Ok che il motivo principale sia un forte HP e inversione, ma come mai certe volte la nebbia è al suolo e certe volte in quota? C'è qualche sinottica particolare che contribuisce a tutto ciò? Grazie.

  • #2
    Come premessa deve esserci un HP che sfavorisca i moti verticali ( atmosfera stabile) e sole non forte ( il soleggiamento scalda il terreno che scalda aria sopra e poi c'è rimescolamento)

    1) Nebbia al suolo
    Il suolo raffredda l'aria che gli sta al contatto che può condensare.
    2) nebbia in quota
    Si è detto che il sole provoca rimescolamento, per cui si ha uno strato di circa 1500 metri che è rimescolato ( mixing layer) e percio a umidità assoluta ( quanto vapore c'è ) costante.
    Ok ma salendo di quota la temperatura cala, a UA costante a un certo punto si può andare a UR del 100% ed ecco nuvole in quota.


    Quando succede uno o l'altro
    Qui posso darti risposta approssimativa
    Per nebbia la suolo è richiesto molto umido e/o forte raffreddamento. Sono condizioni abbastanza comuni ( umidità può essere fornita dal suolo stesso). Considera che di notte, anche in estate, c'è sempre un sottile strato di inversione al suolo.

    Strato in quota è più raro e meno stabile, richiede un potente HP che stacchi completamente il mixing layer da sopra. Si forma anche con umidità al suolo non molto elevata

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da frankie986 Visualizza il messaggio
      Qualcuno potrebbe spiegarmi per bene perchè avviene il fenomeno delle nubi basse o nebbia alta?
      Occhio che queste nubi non sono molto basse, il top del mixing layer è intorno ai 1500 metri.
      A meno che tu intenda altra cosa, qualcuno dice che di giorno la nebbia "si alza".
      La nebbia al suolo ha spessore di qualche centinaio di metri.
      Nonostante la nebbia, di giorno filtra sole e il suolo si può scaldare facendo evaporare la nebbia nello strato più basso, mentre rimane sopra.
      Se il processo continua l'inversione al suolo ( che con cielo sereno di notte c'è sempre) a un certo punto viene distrutta e ci sono moti verticali nel mixing layer.

      Commenta


      • #4
        Originariamente inviato da Albert0 Visualizza il messaggio
        Occhio che queste nubi non sono molto basse, il top del mixing layer è intorno ai 1500 metri.
        A meno che tu intenda altra cosa, qualcuno dice che di giorno la nebbia "si alza".
        La nebbia al suolo ha spessore di qualche centinaio di metri.
        Nonostante la nebbia, di giorno filtra sole e il suolo si può scaldare facendo evaporare la nebbia nello strato più basso, mentre rimane sopra.
        Se il processo continua l'inversione al suolo ( che con cielo sereno di notte c'è sempre) a un certo punto viene distrutta e ci sono moti verticali nel mixing layer.
        Grazie della spiegazione...mi chiedevo se c'era anche una configurazione ideale che favorisca le nebbie, non so hp posizionata in qualche modo, aria umida anzichè secca, da come ho capito in autunno e inverno l'unica hp che non favorisce le nebbie è quando l'aria entra da est giusto?

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da frankie986 Visualizza il messaggio
          Grazie della spiegazione...mi chiedevo se c'era anche una configurazione ideale che favorisca le nebbie, non so hp posizionata in qualche modo, aria umida anzichè secca, da come ho capito in autunno e inverno l'unica hp che non favorisce le nebbie è quando l'aria entra da est giusto?
          Ovviamente l´aria dev´essere sufficientemente umida: in Pianura Padana vento da est-sudest (Mar Adriatico) porta spesso aria umida, a Trieste invece il Borino secca l´aria Ovviamente la posizione dell´hp é importante, infatti determina da dove arrivano le correnti sotto all´ínversione.

          In generale la nebbia si forma per via della radiazione emessa dal suolo che di notte é maggiore della radiazione in arrivo dall'alto. Questo porta ad un bilancio di radiazione netto negativo e l'aria prossima al suolo si raffredda fino a raggiungere il dew point e iniziare a condensare (in questo caso l´inversione si trova solo poco sopra al suolo). Questo accade specialmente nelle lunghe notti invernali serene e senza vento (il vento infatti rimescola i bassi strati e impedisce di solito la formazione di nebbia al suolo, in questo caso peró talvolta si puó formare nebbia alta). Poi ci sono tipi particolari di nebbia come la nebbia da avvezione, ecc...

          Anche la nebbia alta si forma sotto ad un´inversione, che puó trovarsi a quote variabili (ci sono due processi principali a formare le inversioni in quota: la subsidenza da anticiclone e i fronti meteorologici). Con influenza di alta pressione forte l´inversione si abbassa (subsidenza forte), se invece l´alta pressione diminuisce o si allontana, nonché con il passaggio di un minimo in quota (goccia fredda) l´inversione tende ad aumentare di altitudine. Anche la direzione e l´intensitá del vento sotto all´inversione sono importanti per l´elevazione della nebbia: per esempio nella vallate alpine il livello dell´inversione aumenta se il vento sotto all´inversione soffia dal suo imbocco verso la testata della valle (e viceversa; in questo caso la nebbia tende a dissolversi). Analogamente anche in Pianura Padana vento sostenuto da est/sudest puó far aumentare leggermente di livello l´inversione.

          Commenta

          Sto operando...
          X