Partivamo da una situazione caratterizzata da 3 "fenomeni" principali:

- Libecciata caldissima in quota
- Sciroccata intensa ma poco dinamica alle quote medie
- Cuscinetto freddissimo al suolo e alle quote basse

In questa situazione molto particolare abbiamo assistito a una Pianura Padana divisa più che mai da luogo a luogo.
All'inizio del peggioramento, Lunedì 21, è stata neve anche nel Ferrarese prima dell'entrata dello Scirocco che ha distrutto la colonna causando gelicidio.
La stessa situazione si è avuta sul Friuli Venezia Giulia e lentamente è traslata verso W portando pioggia su tutto il Veneto, meno zone del Vicentino e Bellunese riparate. In pianura sul Vicentino si è assistito ad una tenuta quasi ottimale del cuscinetto freddo.
Le temperature son rimaste decisamente basse in pianura mentre la quota di 925-950hpa si è scaldata di molto.
Sul Veronese invece a causa della scarsa dinamicità della lama sciroccale unita alle correnti da Libeccio si è avuto un deciso contrasto all'entrata sciroccale alle quote medie con ottima tenuta del cuscinetto freddo. Succesivamente si è avuto uno sfondamento dello scirocco nella giornata di Martedì con gelicidio sul Veronese. Simile situazione sulla Lombardia Orientale e sulla Bassa Lombardia Orientale.



Nella parte Emiliana specie centro Orientale si è avuto un gelicidio pur con uno strato freddo basso e a livello del suolo freddissimo grazie a una entrata dello scirocco non avvenuta. Il gelicidio è stato causato da una scaldata favonica alle quote di 900-800 hpa circa.



Sul Trentino si è avuta una resistenza ottimale del cuscinetto freddo nella Val D'Adige non supportato da un'adeguata temperatura alle quote di 800hpa.
A Bolzano e zone limitrofe dove il Libeccio non è penetrato così intensamente grazie al cuscinetto freddo e alla temperatura leggermente negativa a 850 hpa e quote superiori si è avuta una nevicata intensa nella giornata di Martedì-Mercoledì.



Sulla Lombardia Occidentale, Piemonte e Lombardia Meridionale Ovest, Ovest e Settentrionale si è avuta una resistenza ottimale del cuscinetto con penetrazione dello scirocco pressochè nulla o scarsa e avvenuta solo nella giornata di Martedì inoltrato-Mercoledì
Ci son state 2 zone critiche, stranamente, su queste zone nella giornata di Martedì inoltrato-Mercoledì.
A 925-950 hpa dettata dallo Scirocco, ma scarsamente influente grazie alla t° rimasta negativa.
L'altra causata da correnti molto calde in quota tra gli 850 e i 700hpa
Nella notte di Martedì e nella mattinata di Mercoledì si è avuta pioggia con gelicidio grazie al cuscinetto nei bassi strati, se non nelle zone meno soggette al riscaldamento da Libeccio come Varese , Como etc... perchè più a nord e solo nel momento di massima precipitazione
Lo stesso per il Torinese protetto dal Libeccio grazie all'orografia, che ha goduto di una buona nevicata.
Nel Cuneese è piovuto fin 1900 mt, evento rarissimo.



Sulla Liguria nella giornata di Lunedì si è avuta la classica Tramontana Scura che ha sfondato bene su Savona dove si è avuta una consistente nevicata. Su Genova invece le temperature nei basi strati son rimasti positive non permettendo la nevicata, si è verificato infatti un episodio rilevante di Gelicidio grazie alla resistenza di uno strato freddo in prossimità del suolo.



In questa situazione generale, nelle zone e nei preiodi in cui le temperature erano al limite ha giocato un ruolo decisivo la colonna più o meno satura.