Pagina 1 di 17 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 169
  1. #1
    Cumulonimbus
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Località
    Olmi di San Biagio (TV)
    Messaggi
    5,012

    Analisi preliminare del semestre freddo

    Ormai siamo alle porte dell'autunno meteorologico e credo sia il momento di iniziare a porre qualche ipotesi sul prossimo semestre freddo.
    Partendo dalle certezze (Quasi Biennal Oscillation+ e persistenza del minimo di attività solare) passando per le probabili condizioni teleconnettive oceaniche(Enso neutro o debolmente negativo, Pacific decadal oscillation-, Atlantic multidecadal oscillation+) e analizzando le conseguenze di questi essenziali indici sulla circolazione generale dell'atmosfera si può ipotizzare innanzi tutto che la stratosfera invernale dovrebbe avere poco o nulla da dire (statisticamente la fase QBO+ e minimo solare è refrattaria sia ai Canadian Warmings che ai Maior Midwinter Warmings). La fase neutra della ENSO unitamente alla PDO- dovrebbe favorire una sostenuta zonalità atlantica almeno nella prima fase del semestre freddo, e quindi una scarsa propensione a forcings anticiclonici meridiani. Il pattern prevalente dell'autunno e della prima parte dell'inverno potrebbe quindi essere L'East Atlantic in fase fortemente positiva, unitamente ad una North Altantic oscillation debolmente positiva.
    In sistesi, ad un autunno mite e molto piovoso potrebbe far seguito un inizio di inverno con caratteristiche ancora autunnali; l'inverno potrebbe mostrare le proprie caratteristiche solo a partire dalla seconda metà di gennaio o addirittura a febbraio inoltrato, in accordo con il progressivo cambio di segno della QBO e il naturale decadimento del Vortice polare.

    A voi commenti e idee !!!!
    Remigio Zago - freelance

  2. #2
    Banned
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    PADOVA (VIGONZA)
    Messaggi
    0

    Re: Analisi preliminare del semestre freddo

    mamma mia che depressione che mi viene leggendo tutto ciò...
    mi auguro intervenga qualche altro indice a noi più favorevole e che le dinamiche cambino un poco
    Vada x un periodo di zonalità,garanzia di modesti passaggi perturbati almeno al nord con un po' di neve sulle zone alpine,ma che poi presto cambi,da dicembre voglio inverno pieno con freddo a volontà e qualche bella nevicata...
    chiedo forse troppo???

  3. #3
    Ciclone tropicale L'avatar di old_And9
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Aviano, 159m (PN); Trieste
    Messaggi
    23,904

    Re: Analisi preliminare del semestre freddo

    Citazione Originariamente Scritto da Stepd
    mamma mia che depressione che mi viene leggendo tutto ciò...
    mi auguro intervenga qualche altro indice a noi più favorevole e che le dinamiche cambino un poco
    Vada x un periodo di zonalità,garanzia di modesti passaggi perturbati almeno al nord con un po' di neve sulle zone alpine,ma che poi presto cambi,da dicembre voglio inverno pieno con freddo a volontà e qualche bella nevicata...
    chiedo forse troppo???
    quello che fa contenti noi meteoapassionati non può essere individuato o escluso con una seppur didattica analisi teleconvettiva. poi tanto sappiamo..anche avere indici favorevoli non è mai garanzia di nulla, seppur a scala nord emisferica sia senza dubbio postivo

    vedremo, sperando che i montagna nevichi
    Dati Davis VP2 di Aviano: http://www.weatherlink.com/user/and9...mary&headers=1
    Ridateci l'osmer nel tgr!

  4. #4
    Cumulonimbus
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    Cadoneghe (PD)
    Messaggi
    5,932

    Re: Analisi preliminare del semestre freddo



    Meglio non avere aspettative.
    Quello che viene ce lo godiamo di più.

    Ps un autunno piovoso sarebbe comunque ottimo!
    Roba che non succede da anni
    Cadoneghemeteo

    "I nuovi sfruttati, in questo Paese, sono gli onesti. E il peggio è che a dirlo si passa per moralisti, mentre è la più banale delle osservazioni politiche." - MICHELE SERRA

  5. #5
    Ciclone tropicale L'avatar di old_And9
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Aviano, 159m (PN); Trieste
    Messaggi
    23,904

    Re: Analisi preliminare del semestre freddo

    ora chiedo una cosa, visto che si parla di un autunno che avrebbe le carte in regola per essere mite e piovoso (stante la qbo+) (anche se il bugi mi pareva avesse perlomeno fatto intuire che potrebbe aver connotati freschi, se non erro), come mai in situazione simile (qbo positiva) nell'autunno 2006 abbiamo avuto dei mesi autunnali (ottobre e novembre) assai siccitosi??

    e poi quando si parla di ea+, questo non dovrebbe essere propio un grossisimo rischio per avere una stagione atlantica perlomeno movimentata??

    okey l'enso era certamente positivo in quei mesi (poi unitamente alla qbò ha fatto si che ci fosse un NON inverno)
    Dati Davis VP2 di Aviano: http://www.weatherlink.com/user/and9...mary&headers=1
    Ridateci l'osmer nel tgr!

  6. #6
    Banned
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Cavazzale (Vi) 42 mt s.l.m.
    Messaggi
    9,707

    Re: Analisi preliminare del semestre freddo

    Bene Remigio ottima analisi e molto chiara e leggibile per tutti!
    Ragazzi l'analisi fatta da Remigio è di tipo long term e queste analisi per forza di cose non possono tener conto di episodi di breve durata inseriti in un contesto magari come quello ben evidenziato da Remi... Perciò direi di prendere l'analisi così com'è, come una proiezione su un lasso di tempo ampio in cui si è valutato il possibile pattern generale ma che per forza di cose tale proiezione non contempla certo eventuali break di breve durata ma per nulla da buttare. Mi riferisco alla parte invernale presa in considerazione.
    Remigio correggimi se ho interpretato male.


  7. #7
    Ciclone tropicale L'avatar di old_And9
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Aviano, 159m (PN); Trieste
    Messaggi
    23,904

    Re: Analisi preliminare del semestre freddo

    Citazione Originariamente Scritto da gigero
    Bene Remigio ottima analisi e molto chiara e leggibile per tutti!
    Ragazzi l'analisi fatta da Remigio è di tipo long term e queste analisi per forza di cose non possono tener conto di episodi di breve durata inseriti in un contesto magari come quello ben evidenziato da Remi... Perciò direi di prendere l'analisi così com'è, come una proiezione su un lasso di tempo ampio in cui si è valutato il possibile pattern generale ma che per forza di cose tale proiezione non contempla certo eventuali break di breve durata ma per nulla da buttare. Mi riferisco alla parte invernale presa in considerazione.
    Remigio correggimi se ho interpretato male.

    grossomodo è quello che ho detto nel primo post
    Dati Davis VP2 di Aviano: http://www.weatherlink.com/user/and9...mary&headers=1
    Ridateci l'osmer nel tgr!

  8. #8
    Miraggio
    L'avatar di Daniele Campello
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Fiume Veneto (PN)
    Messaggi
    19

    Re: Analisi preliminare del semestre freddo

    ho qualche dubbio ancora sull’ENSO, modelli importanti come ECMWF e POAMA prevedono una fase di SSTA+ per quanto riguarda sempre la regione Nino3.4, altri modelli come NCEP e JMA vedono una fase neutra con SSTA tendenti al negativo. Difficile sbilanciarsi per ora, quasi inutile vista l’esperienza dell’anno scorso, anche se la fase di PDO negativa dovrebbe scongiurare l’arrivo de El Nino.
    [SIZE=4][COLOR=#000080][U][B]Neo[/B][/U][/COLOR][/SIZE][COLOR=#000000]
    [/COLOR]
    Nel mondo esistono 10 tipi di persone: quelli che conoscono i numeri binari e quelli che non li conoscono....

  9. #9
    Altostratus L'avatar di old_Prosecco DOC
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Treviso
    Messaggi
    1,328

    Re: Analisi preliminare del semestre freddo

    è praticamente opposta all'analisi proposta da Andrea Bascarin su meteoveneto, che qui riporto...

    PREFAZIONE: Dalle analisi oggi disponibili, la prossima stagione Autunnale 2008 si presenterà con temperature vicine alle medie e con precipitazioni in gran parte del territorio inferiori alla media climatologica. In particolare saranno presenti figure anticicloniche persistenti che terranno le piovose perturbazioni piuttosto lontane dalle nostre zone, con interferenza anche di quella Russo/Scandinava.
    Con quest'ultimo tipo di circolazione le giornate nebbiose e umide potrebbero risultare inferiori alla media statistica.

    MESE di SETTEMBRE:

    Primo mese Autunnale, si presenta dalle proiezioni con anomalie molto vicine alle medie (+0,3°C e + 0,6°C). Precipitazioni nella media su Friuli Venezia Giulia, Alte pianure del Veneto e Appennino dell'Emilia Romagna, sottomedia sul resto del Veneto ed Emilia Romagna.

    Nel dettaglio:

    Prima decade: La presenza di una figura Anticiclonica ben presente sul Mediterraneo, favorirà tempo stabile di stampo prettamente estivo in questa prima parte del mese, con temperature superiori alle medie e presenza di foschie nelle zone di pianura. Ventilazione scarsa. Correnti Atlantiche però a fine della decade scenderanno di latitudine, interessando le zone Alpine e il Friuli Venezia Giulia,oltre alle alte pianure del Veneto con locali precipitazioni, anche temporalesche e localmente abbondanti.
    Temperature indicative: Minime: 13/16°C Massime: 25/28°C

    Seconda decade: Il flusso Atlantico fatica a scendere deciso sulle nostre zone, mantenendo però tempo assai instabile sulle Alpi, Alto Veneto e Friuli Venezia Giulia, con locali sconfinamenti anche sul resto del territorio con precipitazioni sparse e locali fenomeni temporaleschi. Le temperature scenderanno di qualche grado, la ventilazione sarà occidentale. Belle giornate saranno comunque presenti con clima piacevole in questa decade, soprattutto sulla coste e su buona parte delle basse pianure del Veneto ed Emilia Romagna.
    Temperature indicative: Minime: 12/15°C Massime: 23/26°C

    Terza decade: Lo scenario vede protagonista una prima discesa fredda sull'Europa occidentale che rende il flusso Atlantico più energico e di tipo autunnale, questo porterà le attese piogge su gran parte del NordEst, con venti anche sostenuti e temperature sotto le medie, con prime nevicate sulle Alpi. Dal giorno 25 circa, si farà strada un'Alta pressione di origine fredda che stabilizzerà il tempo sui Balcani e gran parte del NordEst, ma con temperature piuttosto basse e ventilazione da Nord.
    Temperature indicative: Minime: 9/12°C Massime: 18/23°C

    MESE di OTTOBRE:

    Mese con valori intorno alle medie (-0,3°C/ +0,5°C) ma piuttosto avaro di precipitazioni soprattutto per Veneto ed Emilia Romagna.

    Nel dettaglio:

    Prima decade: L'aria fredda discesa nella parte finale di settembre formerà una depressione al CentroSud che coinvolgerà parzialmente anche il NordEst, favorendo ancora aria fredda da NordEst e precipitazioni su Friuli Venezia Giulia, basso Veneto ed Emilia Romagna. Non sono escluse cadute di neve oltre che sul Friuli Venezia Giulia, anche sull'Appennino dell'Emilia Romagna a quote medie. Dal giorno 5-6 si espande un'Alta pressione dalla Russa che prende già buona parte del NordEst Europeo, con tempo asciutto e con ventilazione da NordEst che impediranno parzialmente le nebbie.
    Temperature indicative: Minime: 7/11°C Massime: 17/21°C

    Seconda decade: Persiste il tempo stabile, con l'influenza adesso dell'Anticiclone Atlantico che farà tornare in maniera massiccia le nebbie sulle pianure e quindi tempo umido e relativamente mite. Dal giorno 15-16 una profonda depressione dall'Europa occidentale farà peggiorare il tempo su tutto il territorio, con particolare riferimento alle alte pianure del Veneto e il Friuli Venezia Giulia, oltre che sui rilievi in genere. Venti di scirocco e presenza ancora di nebbia o foschie dense.
    Temperature indicative: Minime: 6/9°C Massime: 16/19°C

    Terza decade: La depressione Atlantica porterà ancora tempo piovoso nei primi giorni della decade, ma l'Alta pressione Atlantica sembra poi prevalere, con ritorno di nebbie estese e clima mite. Una discesa fredda, che avrà come obbiettivo i Balcani si farà sentire negli ultimi giorni con ventilazione Nord-orientale e temperature in diminuzione un po' su tutto il NordEst.
    Temperature indicative: Minime: 5/8°C Massime: 14/17°C

    MESE di NOVEMBRE:

    Mese più freddo della norma (-0,6°C / -1,1°C), con precipitazioni nel complesso inferiori alle medie.

    Nel dettaglio:

    Prima decade: La goccia fredda che ha interessato i Balcani negli ultimi giorni di ottobre, porterà un sensibile calo termico e un diradamento delle nebbie sul NordEst con prime locali gelate nelle zone più interne. Poi però si affaccia una perturbazione Atlantica, in parte contrastata dalla crescente forza dell'Anticiclone Russo/Scandinavo: piogge possibile tra i giorni 3 e 6, soprattutto sulle zone occidentali di Veneto ed Emilia Romagna, oltre alle alte pianure e sui rilievi in genere. La spinta del freddo Anticiclone Russo porterà un generale miglioramento negli ultimi giorni, ma una diminuzione sensibile delle temperature e gelate anche nelle zone pianeggianti. Venti orientali e visibilità buona.
    Temperature indicative: Minime: 3/5°C Massime: 9/13°C

    Seconda decade: Le correnti Atlantiche trovano ostacolo nel muro dell'Anticiclone Russo, così il tempo rimane asciutto sul NordEst e piovoso sul NW, con ancora prevalenza di venti freddi dai Balcani e qualche fenomeno sulla Romagna. Questo "braccio di ferro" durerà tutta la decade, con probabile complicazione di una depressione in formazione al CentroSud negli ultimi giorni.
    Temperature indicative: Minime: 0/3°C Massime: 8/11°C

    Terza decade: La formazione di una depressione al CentroSud porterà un generale coinvolgimento anche del NordEst, ma in particolare dell'Emilia Romagna, con precipitazioni che saranno inizialmente nevose a 600/800mt, ma che scenderanno poi fino a quote basse dal 24/25. L'Anticiclone Russo intanto farà affluire ulteriore aria fredda, con clima ventoso e freddo. Tempo stabile dal 27, con giornate fredde, gelate notturne e solo annuvolamenti sull'Emilia Romagna e nevicate isolate sull'Appennino e Romagna.
    Temperature indicative: Minime: -2/+2°C Massime: 2/4°C

    Elaborazioni per la stagione INVERNALE
    Indicano nel complesso valori sopra la media per il NordEst, con indicativamente: DICEMBRE più freddo della media, GENNAIO e FEBBRAIO più caldi della media. Precipitazioni allineate alle medie storiche.

    http://www.meteoveneto.com/



    vedremo come andrà!
    Facili le previsioni invernali per Treviso -----> 2°C pioggia.

  10. #10
    Banned
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Cavazzale (Vi) 42 mt s.l.m.
    Messaggi
    9,707

    Re: Analisi preliminare del semestre freddo


    mah personalmente mi sarei aspettato una proiezione sui pattern stagionali, non certo una previsione così dettagliata su figure bariche definite e su aree di territorio così ben delimitate, mah con tutto il rispetto per l'analisi e proiezione sopra postata personalmente non credo vi siano (saranno mai??) i mezzi per una proiezione di questo tipo abbastanza affidabile, ma ripeto è una mia opinione.
    Leggere qui sopra mi ha lasciato basito...

Discussioni Simili

  1. [ANALISI] Analisi Stratosfera semestre freddo 2013/2014
    Di old_Remigio zago nel forum Meteo nord-est
    Risposte: 545
    Ultimo Messaggio: 19-04-2014, 09:03
  2. Brrrr.... che freddo!!!
    Di old_giorgio1940rimini nel forum Meteo nord-est
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 14-11-2011, 10:37
  3. [OT] Joe Bastardi lo rivede freddo - molto freddo...
    Di old_fabio76 nel forum Meteo nord-est
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 22-07-2010, 12:41
  4. Semestre freddo 09-10: cenni preliminari
    Di old_Remigio zago nel forum Meteo nord-est
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 08-09-2009, 14:21

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •