Pagina 103 di 176 PrimaPrima ... 35393101102103104105113153 ... UltimaUltima
Risultati da 1,021 a 1,030 di 1760
  1. #1021
    Cirrus
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    S.Martino B.A.(vr)45 mt s.l.m.
    Messaggi
    401

    Re: M3V e i siti freddi del Triveneto - Lavori in corso

    Sarà anche OT ma ... Non può essere che mio primo cugino! Ha un anno meno di mè e si è sposato l'anno scorso credo..
    Mio padre credo ne sapesse l'origine di quella buca..Appena posso vado a rivedermela!

    Ps. La gelateria è a Caldiero! Lungo la provinciale per Vicenza ( 7-8 km da lì..)

  2. #1022
    Socio Meteotriveneto
    Responsabile Progetto Doline

    Rete Stazioni M3V
    L'avatar di Rizzo69
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Levico Terme (TN) 490 m.
    Messaggi
    1,683

    Re: M3V e i siti freddi del Triveneto - Lavori in corso

    Citazione Originariamente Scritto da flavio verona
    Sarà anche OT ma ... Non può essere che mio primo cugino! Ha un anno meno di mè e si è sposato l'anno scorso credo..
    Mio padre credo ne sapesse l'origine di quella buca..Appena posso vado a rivedermela!

    Ps. La gelateria è a Caldiero! Lungo la provinciale per Vicenza ( 7-8 km da lì..)
    continuo con l'OT ma E' lui presumo, ha 44 anni e si è sposato nel settembre 2008.

    Era da due anni che dovevamo andare lì e l'occasione dell'incontro è stata un cane da caccia che ho preso da lui per mio suocero.

    Davvero il colmo, frase fatta ma "il mondo è davvero piccolo". Prossima volta gelato a Caldiero.

    La temperatura rilevata nelle “frost hollow” come la matematica non è un’opinione, chiedilo agli abitanti di Oymyakon

    Stazione meteo Levico Terme, quota 490 metri
    http://www.meteolevicoterme.it/Dati-...ne-Online.aspx

    Stazione meteo Compet, quota 1390 metri
    http://www.meteolevicoterme.it/Dati-...ompet-(2).aspx

  3. #1023
    Altostratus
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Grezzana (Vr)
    Messaggi
    509

    Re: M3V e i siti freddi del Triveneto - Lavori in corso

    Citazione Originariamente Scritto da Rizzo69
    Citazione Originariamente Scritto da flavio verona
    Sarà anche OT ma ... Non può essere che mio primo cugino! Ha un anno meno di mè e si è sposato l'anno scorso credo..
    Mio padre credo ne sapesse l'origine di quella buca..Appena posso vado a rivedermela!

    Ps. La gelateria è a Caldiero! Lungo la provinciale per Vicenza ( 7-8 km da lì..)
    continuo con l'OT ma E' lui presumo, ha 44 anni e si è sposato nel settembre 2008.

    Era da due anni che dovevamo andare lì e l'occasione dell'incontro è stata un cane da caccia che ho preso da lui per mio suocero.

    Davvero il colmo, frase fatta ma "il mondo è davvero piccolo". Prossima volta gelato a Caldiero.

    la prossima volta fai un fischio che ti ci porto io in gelateria da quel pelandrone

    A proposito mi potresti mandare la tua mail in mp ti devo scrivere un paio di idee che forse ale ti ha già accennato
    Abito a 165 metri sul livello del mare

  4. #1024
    Cirrus
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    S.Martino B.A.(vr)45 mt s.l.m.
    Messaggi
    401

    Re: M3V e i siti freddi del Triveneto - Lavori in corso

    Eccomi di ritorno dal giro perlustrativo sul Pasubio.
    Partenza dalle Porte del Pasubio, giro di boa alla sella dei due Denti(dando uno sguardo alla sottostante Alpe di Cosmagnon), ritorno passando attraverso tracce di sentiero sotto i due Denti e sotto Cima Palon.
    Di doline sull'acrocoro del Pasubio ce ne sono parecchie, ma aspettandomi qualcosa di "grosso" sono rimasto abbastanza deluso.
    E' vero che ci sono dei bei "imbuti" inseriti in zone leggermente depresse che portano la profondità complessiva sotto i 20 m dalla sella di outflow, ma sono siti dove sul fondo si andrebbero ad accumulare diversi metri di neve ventata, e quindi difficilmente gestibili.
    La zona mi ricorda molto il circo glaciale sommitale del Carega (d'altronde hanno caratteristiche simili), molte doline, ma poco "convincenti".
    Alcune foto di queste doline incontrate strada facendo:
    .

    Alla fine, trovandomi per caso un palo e un I Button in tasca ( 2 a dire il vero ), la scelta è caduta sulla dolina indicata da Giampaolo, posta sotto la strada degli Scarubbi, vicino alle Porte del Pasubio.
    A vederla da sopra la depressione (di chiara origine glaciale, e solo in seguito interessata da dissolvimento carsico) fa veramente impressione, ma una volta arrivati sul fondo, in prossimità del tormentato fronte morenico, non sembra così profonda.
    Alcune foto:


    E' solo un monitoraggio di prova per testare il sito, per questo ho messo il campionamento a 30 mn, giusto per avere un pò più di tempo per ritornare.

  5. #1025
    Socio Meteotriveneto
    Responsabile Progetto Doline

    Rete Stazioni M3V
    L'avatar di Rizzo69
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Località
    Levico Terme (TN) 490 m.
    Messaggi
    1,683

    Re: M3V e i siti freddi del Triveneto - Lavori in corso

    Citazione Originariamente Scritto da flavio verona
    Eccomi di ritorno dal giro perlustrativo sul Pasubio.
    Partenza dalle Porte del Pasubio, giro di boa alla sella dei due Denti(dando uno sguardo alla sottostante Alpe di Cosmagnon), ritorno passando attraverso tracce di sentiero sotto i due Denti e sotto Cima Palon.
    Di doline sull'acrocoro del Pasubio ce ne sono parecchie, ma aspettandomi qualcosa di "grosso" sono rimasto abbastanza deluso.
    E' vero che ci sono dei bei "imbuti" inseriti in zone leggermente depresse che portano la profondità complessiva sotto i 20 m dalla sella di outflow, ma sono siti dove sul fondo si andrebbero ad accumulare diversi metri di neve ventata, e quindi difficilmente gestibili.
    La zona mi ricorda molto il circo glaciale sommitale del Carega (d'altronde hanno caratteristiche simili), molte doline, ma poco "convincenti".
    Alcune foto di queste doline incontrate strada facendo:
    .

    Alla fine, trovandomi per caso un palo e un I Button in tasca ( 2 a dire il vero ), la scelta è caduta sulla dolina indicata da Giampaolo, posta sotto la strada degli Scarubbi, vicino alle Porte del Pasubio.
    A vederla da sopra la depressione (di chiara origine glaciale, e solo in seguito interessata da dissolvimento carsico) fa veramente impressione, ma una volta arrivati sul fondo, in prossimità del tormentato fronte morenico, non sembra così profonda.
    Alcune foto:


    E' solo un monitoraggio di prova per testare il sito, per questo ho messo il campionamento a 30 mn, giusto per avere un pò più di tempo per ritornare.
    Bravo Flavio, sono curioso di vedere il test. Effettivamente la foto dall'interno rende molto meno l'idea della profondità che si penserebbe di trovare guardandola dall'alto.

    p.s. hai le tasche come Eta Beta? Secondo me pali ed i-button di scorta li hai sempre anche in auto
    La temperatura rilevata nelle “frost hollow” come la matematica non è un’opinione, chiedilo agli abitanti di Oymyakon

    Stazione meteo Levico Terme, quota 490 metri
    http://www.meteolevicoterme.it/Dati-...ne-Online.aspx

    Stazione meteo Compet, quota 1390 metri
    http://www.meteolevicoterme.it/Dati-...ompet-(2).aspx

  6. #1026
    Cirrus
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    S.Martino B.A.(vr)45 mt s.l.m.
    Messaggi
    401

    Re: M3V e i siti freddi del Triveneto - Lavori in corso

    Citazione Originariamente Scritto da Rizzo69
    Citazione Originariamente Scritto da flavio verona
    Eccomi di ritorno dal giro perlustrativo sul Pasubio.
    Partenza dalle Porte del Pasubio, giro di boa alla sella dei due Denti(dando uno sguardo alla sottostante Alpe di Cosmagnon), ritorno passando attraverso tracce di sentiero sotto i due Denti e sotto Cima Palon.
    Di doline sull'acrocoro del Pasubio ce ne sono parecchie, ma aspettandomi qualcosa di "grosso" sono rimasto abbastanza deluso.
    E' vero che ci sono dei bei "imbuti" inseriti in zone leggermente depresse che portano la profondità complessiva sotto i 20 m dalla sella di outflow, ma sono siti dove sul fondo si andrebbero ad accumulare diversi metri di neve ventata, e quindi difficilmente gestibili.
    La zona mi ricorda molto il circo glaciale sommitale del Carega (d'altronde hanno caratteristiche simili), molte doline, ma poco "convincenti".
    Alcune foto di queste doline incontrate strada facendo:
    .

    Alla fine, trovandomi per caso un palo e un I Button in tasca ( 2 a dire il vero ), la scelta è caduta sulla dolina indicata da Giampaolo, posta sotto la strada degli Scarubbi, vicino alle Porte del Pasubio.
    A vederla da sopra la depressione (di chiara origine glaciale, e solo in seguito interessata da dissolvimento carsico) fa veramente impressione, ma una volta arrivati sul fondo, in prossimità del tormentato fronte morenico, non sembra così profonda.
    Alcune foto:


    E' solo un monitoraggio di prova per testare il sito, per questo ho messo il campionamento a 30 mn, giusto per avere un pò più di tempo per ritornare.
    Bravo Flavio, sono curioso di vedere il test. Effettivamente la foto dall'interno rende molto meno l'idea della profondità che si penserebbe di trovare guardandola dall'alto.

    p.s. hai le tasche come Eta Beta? Secondo me pali ed i-button di scorta li hai sempre anche in auto
    Si é vero, l'I Button è sempre in tasca, mentre per i pali è stata pura casualità, non avendo trovato a casa le racchette mi sono arrangiato con quelli.


  7. #1027
    Cirrus
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    S.Martino B.A.(vr)45 mt s.l.m.
    Messaggi
    401

    Re: M3V e i siti freddi del Triveneto - Lavori in corso

    [quote=flavio verona]
    Citazione Originariamente Scritto da Rizzo69
    Citazione Originariamente Scritto da "flavio verona":pza5ki0o
    Eccomi di ritorno dal giro perlustrativo sul Pasubio.
    Partenza dalle Porte del Pasubio, giro di boa alla sella dei due Denti(dando uno sguardo alla sottostante Alpe di Cosmagnon), ritorno passando attraverso tracce di sentiero sotto i due Denti e sotto Cima Palon.
    Di doline sull'acrocoro del Pasubio ce ne sono parecchie, ma aspettandomi qualcosa di "grosso" sono rimasto abbastanza deluso.
    E' vero che ci sono dei bei "imbuti" inseriti in zone leggermente depresse che portano la profondità complessiva sotto i 20 m dalla sella di outflow, ma sono siti dove sul fondo si andrebbero ad accumulare diversi metri di neve ventata, e quindi difficilmente gestibili.
    La zona mi ricorda molto il circo glaciale sommitale del Carega (d'altronde hanno caratteristiche simili), molte doline, ma poco "convincenti".
    Alcune foto di queste doline incontrate strada facendo:
    .

    Alla fine, trovandomi per caso un palo e un I Button in tasca ( 2 a dire il vero ), la scelta è caduta sulla dolina indicata da Giampaolo, posta sotto la strada degli Scarubbi, vicino alle Porte del Pasubio.
    A vederla da sopra la depressione (di chiara origine glaciale, e solo in seguito interessata da dissolvimento carsico) fa veramente impressione, ma una volta arrivati sul fondo, in prossimità del tormentato fronte morenico, non sembra così profonda.
    Alcune foto:


    E' solo un monitoraggio di prova per testare il sito, per questo ho messo il campionamento a 30 mn, giusto per avere un pò più di tempo per ritornare.
    Bravo Flavio, sono curioso di vedere il test. Effettivamente la foto dall'interno rende molto meno l'idea della profondità che si penserebbe di trovare guardandola dall'alto.

    p.s. hai le tasche come Eta Beta? Secondo me pali ed i-button di scorta li hai sempre anche in auto
    Si é vero, l'I Button è sempre in tasca, mentre per i pali è stata pura casualità, non avendo trovato a casa le racchette mi sono arrangiato con quelli.

    [/quoteza5ki0o]

    A parte gli scherzi..
    L'idea era di testare 2 doline, una doveva essere quella indicata da Giampaolo, poi speravo in una delle numerose doline poste a E dell'acrocoro, intorno a quota 2000 m..
    Ci mancava un pelo che ritornavo giù con i due pali ancora in mano.

  8. #1028
    Socio Onorario M3V
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    Ponte nelle Alpi (BL)
    Messaggi
    2,755

    Re: M3V e i siti freddi del Triveneto - Lavori in corso

    Grande Flavio , grazie a te un'altra interessante zona è stata visionata e in parte monitorata. E tutto con il poco tempo che hai a disposizione...

    Approfitto per comunicare che giovedì siamo tornati sull'Altopiano di Fosses e Sennes (non ci andavamo da metà marzo) per scaricare i dati del Lago di Fosses e per smantellare Plan Pescù (abbiamo trovato il palo a terra a causa delle mucche, ma è stato facile, vedendo i dati, risalire alla data del misfatto).
    Giovedì prossimo è in programma lo smantellamento delle Buse di Collalto e la contemporanea installazione dello strumento alla Busa Fradusta

  9. #1029
    Cirrus
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Località
    S.Martino B.A.(vr)45 mt s.l.m.
    Messaggi
    401

    Re: M3V e i siti freddi del Triveneto - Lavori in corso

    Ieri, finalmente una giornata intera dedicata alla visita delle "signore" vicentine:

    Qualche foto "condita" dalle mie considerazioni(x quello che valgono ):

    Busa Malga Buson:


    Vederla di prima mattina con la brina fa veramente impressione. La zona di M.ga Buson è una delle più fredde della piana (ho fatto il giro della piana da Rendole al Barricata apposta per questo), la dolina è la in fondo, forse un po troppo incassata tra gli alberi che la circondano "minacciosi" su tre lati.
    Probabilmente la spunterà sulle pari quota, ma ho qualche dubbio che possa arrivare a valori record. Può sfornare delle "Daily Average" da brividi grazie alla sua posizione.

    Segue..(appena riparte postimage..)

  10. #1030
    AlealeTN
    Guest

    Re: M3V e i siti freddi del Triveneto - Lavori in corso

    attendo con ansia le foto della dolina di malga buson brinata

Discussioni Simili

  1. Siti freddi Valle dell'Adige
    Di old_Andreas71 nel forum Meteo nord-est
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 01-12-2011, 19:03
  2. Progetto doline e siti freddi '10/'11 i 44 siti monitorati
    Di Rizzo69 nel forum Archivio storico Doline Trivenete
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 27-12-2010, 18:09
  3. Monitoraggio siti freddi friulani
    Di old_matteovenuti nel forum Meteo nord-est
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-10-2010, 19:32
  4. Siti Freddi-Stagione rilevazioni 09/10 i 50 siti monitorati
    Di Staff Doline M3V nel forum Archivio storico Doline Trivenete
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 10-12-2009, 10:29
  5. Monitoraggio sperimentale sui siti più freddi del Triveneto.
    Di Direttivo M3V nel forum Meteo nord-est
    Risposte: 1067
    Ultimo Messaggio: 01-08-2008, 06:34

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •