Qualche immagine di un tour pomeridiano in alcune delle isole "minori" (ma incantenvoli) di Venezia: San Servolo e San Lazzaro degli Armani.
Le immagini non rendono bene l'idea della bora che spazzava la Laguna e della lavata che ci si prendeva se si voleva stare sul pontile del battello...
L'isola di San Lazzaro degli Armeni è famosa perchè vi ha soggiornato il poeta inglese George Byron
Dal XII° secolo ospizio per i pellegrini e ospedale, venne in seguito adibita a lebbrosario, da cui prese il nome. Alla fine delle epidemie l'isola accolse dapprima i mendicanti e poi rimase abbandonata fino a quando, nel 1717 la Serenissima la donò all'abate Mechitar, fondatore dell'ordine dei padri Armeni, da cui ereditò il nome che conserva tuttora.
L'isola è ancora oggi abitata dai monaci Armeni (ha solo 8 abitanti...).
Nelle foto, dall'alto in basso:
Panorama verso nord con sfondo delle Prealpi innevate:
(la prima è fatta nel primo pomeriggio, la seconda al tramonto)
L'isola di San Lazzaro,
il cortile del monastero degli Armeni
l'isola di San Servolo