Pagina 111 di 147 PrimaPrima ... 1161101109110111112113121 ... UltimaUltima
Risultati da 1,101 a 1,110 di 1467
  1. #1101
    Socio Meteotriveneto
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Località
    altopiano di asiago
    Messaggi
    2,476
    Citazione Originariamente Scritto da Lele Visualizza Messaggio
    Faccio una considerazione a pelle, senza portare dati scientifici o tecnici, non stiamo parlando del grado o due in piú rispetto al passato, ma proprio di cambiamento della struttura dei centri motore su grandissima scala, ormai l'hp delle azzorre come me lo ricordo io non esiste quasi piú, c'ė sempre la componente subtropicale che un tempo era una eccezione ed ora ė la norma non solo in estate ma pure in inverno. Per non prlare delle correnti nord atlantiche ora ci sono sempre piú spesso cutoff che si impossessano del mediterraneo e fanno disastri, insomma ė cambiato tutto o quasi.
    anche io rispondo "a pelle" e secondo me ci sono degli aspetti legati alla rotazione della terra, a cicli che sicuramente sono sempre esistiti etc etc.
    Sembra quasi che vi sia uno spostamento verso EST di tutta la struttura barica mondiale, anche quest'anno (fatalità...) non si è visto l'ORSO russo sulla russia e nemmeno su una piccola parte europea...direi che non è così utopico pensare questo.
    Mi sembra di vivere (quest'anno) un lungo autunno ed una primavera anticipata, una NON stagione invernale anche se dobbiamo dire che è stato percepito dalla gente come "freddo" di mattina.

    Lascio considerazioni personali ed altro, non entro nel tecnico delle strutture bariche, ma abbiamo davvero avuto un VP tosto e probabilmente ciò sarà visibile anche nei prossimi mesi.

  2. #1102
    Socio Meteotriveneto
    Data Registrazione
    Aug 2015
    Località
    treviso
    Messaggi
    1,486
    Come sottolineato più volte negli ultimi anni stiamo assistendo allo spostamento verso nord di alcuni gradi di latitudine delle fasce climatiche.

    La cella di Hadley (settore nordafricano), ad esempio, si spostava sul mediterraneo centrosettentrionale solo raramente e in piena estate dando origine a 1/2 ondate di calore a stagione. Ora durante il semestre caldo è quasi sempre in agguato e nei 3 mesi estivi è ormai stabilmente posizionata tra Spagna e Baleari. Durante il semestre freddo non è inconsueto trovare geopotenziali oltre i 590 dam a spasso per il mediterraneo centro-occidentale.
    Di conseguenza anche la cella di Ferrel (solco subpolare depressionario) anche in pieno inverno viaggia a latitudini scozzesi quando va bene, mentre negli anni 70/80 scorreva quasi sempre a sud della Manica e quindi le masse artiche erano collocate molto più a sud e spesso andavano a chiudere l'ultimo membro del treno di depressioni con importanti polar break (vedi ad es. inizio anno 1979).

  3. #1103
    Direttivo Meteotriveneto
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Colceresa (VI) 220m
    Messaggi
    389
    Condivisibili molti vostri pensieri.

    Probabilmente uno studioso di climatologia ridurrebbe la risposta in 2 parole cioè cambiamento climatico ne più ne meno, infatti ormai conosciamo bene come il suo impatto non si limiti ad un rialzo della temperatura e stop, ma entra Di prepotenza in tantissimi aspetti della climatologia in questo ingranaggio complicatissimo di equilibri.

    Tornando al discorso modelli questo è l'ultimo aggiornamento, non cambia le carte in tavola.
    Credo comunque che saremo sotto inversione nei bassi strati, e anzi credo che l'inversione arrivi fino in Pedemontana quindi direi che certi valori così alti non li vedo possibili in pianura.

    Magari Marco Rabito potrà confermare o meno, con modelli dettagliati nel territorio nostrano, che oggi, essendo venerdì, probabilmente iniziano a leggere bene la situazione della colonna nei primi 300/400m dal suolo.

    Ci tengo a dire che le mie sono osservazioni dettate da un po' di esperienza più che da un alto livello tecnico.
    C'è chi tra voi ha studiato più del sottoscritto.

    Ciao


  4. #1104
    Pres. Veneto in Meteo
    Socio Meteotriveneto
    L'avatar di Marco Rabito
    Data Registrazione
    Nov 2018
    Località
    Cavazzale (VI)
    Messaggi
    1,948
    Citazione Originariamente Scritto da Snoww Visualizza Messaggio
    Condivisibili molti vostri pensieri.

    Probabilmente uno studioso di climatologia ridurrebbe la risposta in 2 parole cioè cambiamento climatico ne più ne meno, infatti ormai conosciamo bene come il suo impatto non si limiti ad un rialzo della temperatura e stop, ma entra Di prepotenza in tantissimi aspetti della climatologia in questo ingranaggio complicatissimo di equilibri.

    Tornando al discorso modelli questo è l'ultimo aggiornamento, non cambia le carte in tavola.
    Credo comunque che saremo sotto inversione nei bassi strati, e anzi credo che l'inversione arrivi fino in Pedemontana quindi direi che certi valori così alti non li vedo possibili in pianura.

    Magari Marco Rabito potrà confermare o meno, con modelli dettagliati nel territorio nostrano, che oggi, essendo venerdì, probabilmente iniziano a leggere bene la situazione della colonna nei primi 300/400m dal suolo.

    Ci tengo a dire che le mie sono osservazioni dettate da un po' di esperienza più che da un alto livello tecnico.
    C'è chi tra voi ha studiato più del sottoscritto.

    Ciao

    Avevo scritto una risposta maggiormente dettagliata ma ho sbagliato a inviare e ho cancellato.
    In sostanza credo tu abbia ben inquadrato quanto si può affermare ad oggi e la modellistica ad area limitata, anche se ancora non nei prodotti ad alta risoluzione, conferma questo tipo di prognosi.

    Come è vero che la modellistica è di grande supporto con i recenti progressi e la riduzione delle griglie, è altrettanto vero che una buona lettura del quadro sinottico aiuta molto ad anticipare la direzione che poi sarà presa da questi prodotti.

    Appare plausibile che il pannello inversionale risulti abbastanza spesso per lunedì fino ad interessare anche parte della fascia pedemontana.

    Stratus nebulosus come compagnia...

  5. #1105
    Socio Meteotriveneto
    Data Registrazione
    Aug 2016
    Località
    Trieste
    Messaggi
    252
    Da luned' a martedì siamo a rischio scaldatona memorabile anche in pianura con ECMWF di oggi. 20 gradi in arrivo? Siamo al limite come intensità del vento, se si rompesse l'inversione la temperatura salirebbe su valori davvero notevoli.
    Nelle valli alpine mi aspetto 10 gradi abbondanti a Cortina, più in basso nelle valli assolate si potrebbero toccare anche i 15 gradi. Nulla che non si sia già visto, compressioni adiabatiche di questo tipo purtroppo possono capitare, ma fa un certo effetto.
    Per il dopo si conferma il displacement del vortice polare verso l'europa con un vero e proprio buco nero in formazione sull'Islanda. Questo potrebbe riaprire la porta atlantica alle miti correnti oceaniche e il ritorno delle precipitazioni sul Nord Italia per correnti da Sud-Ovest.

    Guardate che calo pazzesco tra martedì (Che isoterme!!!!) e mercoledì.

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: ECMOPIT00_96_2.png 
Visualizzazioni: 46 
Dimensione: 59.8 KB 
ID: 97594Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: ECMOPIT00_120_2.png 
Visualizzazioni: 46 
Dimensione: 64.3 KB 
ID: 97595

  6. #1106
    Pres. Veneto in Meteo
    Socio Meteotriveneto
    L'avatar di Marco Rabito
    Data Registrazione
    Nov 2018
    Località
    Cavazzale (VI)
    Messaggi
    1,948
    Citazione Originariamente Scritto da GeoFede Visualizza Messaggio
    Da luned' a martedì siamo a rischio scaldatona memorabile anche in pianura con ECMWF di oggi. 20 gradi in arrivo? Siamo al limite come intensità del vento, se si rompesse l'inversione la temperatura salirebbe su valori davvero notevoli.
    Nelle valli alpine mi aspetto 10 gradi abbondanti a Cortina, più in basso nelle valli assolate si potrebbero toccare anche i 15 gradi. Nulla che non si sia già visto, compressioni adiabatiche di questo tipo purtroppo possono capitare, ma fa un certo effetto.
    Per il dopo si conferma il displacement del vortice polare verso l'europa con un vero e proprio buco nero in formazione sull'Islanda. Questo potrebbe riaprire la porta atlantica alle miti correnti oceaniche e il ritorno delle precipitazioni sul Nord Italia per correnti da Sud-Ovest.

    Guardate che calo pazzesco tra martedì (Che isoterme!!!!) e mercoledì.

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: ECMOPIT00_96_2.png 
Visualizzazioni: 46 
Dimensione: 59.8 KB 
ID: 97594Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: ECMOPIT00_120_2.png 
Visualizzazioni: 46 
Dimensione: 64.3 KB 
ID: 97595
    Potrebbe essere martedì la giornata più a rischio scaldata. Lunedì le inversioni potrebbero reggere.
    Vediamo un attimo con la disponibilità di prodotti ad area limitata piu performanti.

  7. #1107
    Socio Meteotriveneto L'avatar di valdoman
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Valdobbiadene -TV- 378 mt. s.l.m.
    Messaggi
    3,927
    Aspetterei di tornare in territorio nao-- nei prossimi inverni
    E poi vediamo come si comporteranno le depressioni scendendo verso il Mediterraneo...
    Stazione meteo Davis Vantage Pro2
    Dati Valdobbiadene (fraz. S.Pietro di Barbozza) http://valdobbiadene.altervista.org
    Rete Stazioni Meteonetwork: http://my.meteonetwork.it/station/vnt201

  8. #1108
    Direttivo Meteotriveneto
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Colceresa (VI) 220m
    Messaggi
    389
    Ora sono in giro stasera guarderò un po' meglio, chiaramente per martedì entrano in gioco altri fattori non ultimo la strusciata da nord che avrà il compito di portare il ricambio d'aria.
    Ma ad oggi sapere li come saremo messi in basso é come fare una previsione di neve in p.p a 5gg di distanza... Altro che impossible is nothing... It is impossible direi.
    Sarà da vedere che spessore avrà l'inversione e altri parametri.
    Comunque interessante.

  9. #1109
    Nimbostratus
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Località
    Vicenza
    Messaggi
    1,705
    Citazione Originariamente Scritto da Snoww Visualizza Messaggio
    Ora sono in giro stasera guarderò un po' meglio, chiaramente per martedì entrano in gioco altri fattori non ultimo la strusciata da nord che avrà il compito di portare il ricambio d'aria.
    Ma ad oggi sapere li come saremo messi in basso é come fare una previsione di neve in p.p a 5gg di distanza... Altro che impossible is nothing... It is impossible direi.
    Sarà da vedere che spessore avrà l'inversione e altri parametri.
    Comunque interessante.
    Ma come è possibile questa scaldata? A vedere arpav sia lunedi che martedi previsto nuvoloso.....

  10. #1110
    Supercella L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Località
    Altavilla Vicentina (VI) - Lavoro casello A4 di Montecchio Maggiore (VI)
    Messaggi
    13,801
    https://www.meteonetwork.it/comitato...febbraio-2020/

    Anche febbraio pare non riservare niente di interessante sulle nostre lande

    Inviato dal mio LYA-L09 utilizzando Tapatalk
    Dati online su

    http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

    http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/tabella.php

    Stazione Davis VP2 wireless con kit di ventilazione diurna

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •