Pagina 110 di 147 PrimaPrima ... 1060100108109110111112120 ... UltimaUltima
Risultati da 1,091 a 1,100 di 1467
  1. #1091
    Nimbostratus L'avatar di mik94
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Località Plessiva, Collio (Go) -73m
    Messaggi
    1,661
    Commento modelli odierni: questo inverno non s'a da fare ! Io confido in marzo aprile

  2. #1092
    Socio Meteotriveneto
    Data Registrazione
    Aug 2015
    Località
    treviso
    Messaggi
    1,486
    Citazione Originariamente Scritto da orione Visualizza Messaggio
    Il determinismo anche oggi mostra come ci troviamo nel pieno della fase di condizionamento dopo l'ESE cold di metà gennaio. Resto di gennaio e prima decade di febbraio ormai segnate dall'evento estremo stratosferico. I forecast ECMWF dei flussi in stratosfera mostrano tuttavia una graduale attenuazione delle velocità zonali associate, a fine validità ad un veloce incremento dei flussi di GPT e di calore, segno di una ritrovata attività d'onda emisferica. Questo comunque, se confermato, tra una quindicina di giorni.
    Successivamente si potrà cominciare ad inquadrare le ultime due decadi di inverno, ma i segnali sono abbastanza sconfortanti. L'attività dei flussi di calore infatti sembrerebbe a carico di una sola onda (quella pacifica = wave mother) con la conseguenza del displacement del VPS proprio sull'europa centro-settentrionale.
    Questo significherebbe riapertura della porta atlantica con flusso mite e perturbato, in sintesi il game over della stagione invernale senza UN significativo episodio freddo.
    Stamane i GM confermano sostanzialmente questa evoluzione , con un più che probabile displacement del VPS sull'Europa centro-settentrionale. Prima decade di febbraio destinata anch'essa all'anonimato, e seguito che difficilmente riserverà condizioni significativamente invernali, stante la incapacità delle pulsazioni subtropicali di elevarsi, mandate subito in rotazione oraria (spanciamento) proprio a causa del VPS molto addossato all'europa.

    Infine una curiosità: in questi primi 2/3 di inverno non abbiamo mai visto affacciarsi neanche nell'europa orientale l'anticiclone russo siberiano; le masse continentali infatti non hanno mai interessato neanche la russia europea tranne qualche fugace sortita tra il Mar Bianco e la Lapponia. Non per niente il Golfo di Botnia e quello di Finlandia sono tuttora pressochè sgombri dai ghiacci. Anche questo segnale evidente del non inverno che stiamo vivendo.

  3. #1093
    Altostratus
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Località
    Stra (VE) 8mslm - Zoppè di Cadore (BL) 1460mslm
    Messaggi
    686
    Sono convinto che dalla 2nda decade in poi la situazione in qualche modo si debba sbloccare, non parliamo di stravolgimenti, ma credo che questa stasi anticiclonica sarà costretta a volgere al terimine anche per una semplice ragione statistica...ormai siamo ad 1 mese e mezzo di dominio anticiclonico pressoché incontrastato.
    Non appena gli effetti condizionanti del ESE cold termineranno penso assisteremo ad un allentamento della spinta zonale questo non porterà necessariamente stravolgimenti da punto di vista termico, ma ad un progressivo ingresso di correnti polari/artiche marittime che potranno finalmente almeno accontentare la prealpi a quote quanto meno più decenti (800-1000).

    In sintesi: inverno non finito, ma che non avrà grosse carte da giocare se non una parte più consona alla stagione nella sua parte terminale.
    Dati della mia stazione meteo:

    tergola.altervista.org

  4. #1094
    Altostratus
    Data Registrazione
    Dec 2015
    Località
    ARSIERO (vi) 356 s.l.m.
    Messaggi
    699
    Citazione Originariamente Scritto da elsante Visualizza Messaggio
    Sono convinto che dalla 2nda decade in poi la situazione in qualche modo si debba sbloccare, non parliamo di stravolgimenti, ma credo che questa stasi anticiclonica sarà costretta a volgere al terimine anche per una semplice ragione statistica...ormai siamo ad 1 mese e mezzo di dominio anticiclonico pressoché incontrastato.
    Non appena gli effetti condizionanti del ESE cold termineranno penso assisteremo ad un allentamento della spinta zonale questo non porterà necessariamente stravolgimenti da punto di vista termico, ma ad un progressivo ingresso di correnti polari/artiche marittime che potranno finalmente almeno accontentare la prealpi a quote quanto meno più decenti (800-1000).

    In sintesi: inverno non finito, ma che non avrà grosse carte da giocare se non una parte più consona alla stagione nella sua parte terminale.
    Inverno non finito ma stra finito.il freddo che non serve niente arrivera fine aprile inizio maggio a fare danni.

  5. #1095
    Cirrus
    Data Registrazione
    Nov 2015
    Località
    Costabissara
    Messaggi
    178
    GFS 06 toccata e fuga il 5. Addio........

  6. #1096
    Socio Meteotriveneto L'avatar di valdoman
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Valdobbiadene -TV- 378 mt. s.l.m.
    Messaggi
    3,927
    Se da come sembra non ci sarà più nessun evento estremo in stratosfera ci porteremo dietro un vpt strong anche in primavera con la sua lenta e graduale destrutturazione, a questo punto me lo auguro per evitare brutte sorprese ad aprile e maggio.


    Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk
    Stazione meteo Davis Vantage Pro2
    Dati Valdobbiadene (fraz. S.Pietro di Barbozza) http://valdobbiadene.altervista.org
    Rete Stazioni Meteonetwork: http://my.meteonetwork.it/station/vnt201

  7. #1097
    Direttivo Meteotriveneto
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Colceresa (VI) 220m
    Messaggi
    389
    Ieri si parlava della possibilità o meno di avere vento di compressione lunedi/martedì, é ancora presto per essere precisi però intanto é passato un altro giorno e vediamo come siamo messi.
    Siamo messi che oggi c'è un po' più di curvatura da nw con conseguente flusso più accentuato, siamo per capirci meno ai margini di come eravamo ieri.
    Vediamo i prox aggiornamenti ma é chiaro che, la differenza tra cieli coperti/coperchio umido, e cieli verso il sereno con eventualmente bassa u.r viste le isoterme in quota che ci sono non sarebbe di poco conto.
    Io per ora dico che il flusso non può sfondare in padana, al massimo a ridosso delle Prealpi... Vediamo dai.
    Anche questa é Meteorologia anzi... per mio gusto personale lo é maggiormente.

    Mappa ecmwf per domenica sera, tra le altre cose da notare il naso caldo di Quell'HP a 500hpa:


  8. #1098
    Direttivo Meteotriveneto
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Colceresa (VI) 220m
    Messaggi
    389
    Citazione Originariamente Scritto da Snoww Visualizza Messaggio

    Buongiorno, mi assumo il rischio di sembrare ripetitivo, ma se stamane dovessi decidere su quale aspetto Meteorologico saliente vada posta l'attenzione, il mio pensiero va verso il tipo di HP che ci farà presto visita.
    HP posizionata si in in atlantico, ma come sempre più spesso porta con sé un avvezione di aria subtropicale in quota molto molto calda... Dire Estiva non é una bestemmia in tal senso.

    Le isoterme a 500hpa (circa 5500m) che raggiungeranno la p.p sono le isoterme che potremmo avere in realtà in questo periodo a 850hpa.
    È un anomalia veramente molto molto notevole da rimarcare.

    Voi che idea avete in proposito?

  9. #1099
    Socio Meteotriveneto
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Località
    altopiano di asiago
    Messaggi
    2,477
    Citazione Originariamente Scritto da Snoww Visualizza Messaggio
    Buongiorno, mi assumo il rischio di sembrare ripetitivo, ma se stamane dovessi decidere su quale aspetto Meteorologico saliente vada posta l'attenzione, il mio pensiero va verso il tipo di HP che ci farà presto visita.
    HP posizionata si in in atlantico, ma come sempre più spesso porta con sé un avvezione di aria subtropicale in quota molto molto calda... Dire Estiva non é una bestemmia in tal senso.

    Le isoterme a 500hpa (circa 5500m) che raggiungeranno la p.p sono le isoterme che potremmo avere in realtà in questo periodo a 850hpa.
    È un anomalia veramente molto molto notevole da rimarcare.

    Voi che idea avete in proposito?
    Che non mi stupisce, siamo di fronte ad un rialzo netto della linea delle HP, non è una novità, lo ritroviamo spesso nell'indice ITCZ caro in estate, tuttavia è da giorni che rimarco le isoterme proprio in proiezione di questo passaggio CALDO, caldo perché saremo sopra la +10°@850hPa in seno a GPT decisamente alti e livellati, ma ancor peggio sarà l'aria secca di derivazione sub alpina che dovrebbe far schizzare ben sopra i 20° le temperature sulle alte pianure.

  10. #1100
    Altostratus L'avatar di Lele
    Data Registrazione
    Aug 2015
    Località
    Abano Terme (PD) 14m slm
    Messaggi
    618
    Faccio una considerazione a pelle, senza portare dati scientifici o tecnici, non stiamo parlando del grado o due in piú rispetto al passato, ma proprio di cambiamento della struttura dei centri motore su grandissima scala, ormai l'hp delle azzorre come me lo ricordo io non esiste quasi piú, c'ė sempre la componente subtropicale che un tempo era una eccezione ed ora ė la norma non solo in estate ma pure in inverno. Per non prlare delle correnti nord atlantiche ora ci sono sempre piú spesso cutoff che si impossessano del mediterraneo e fanno disastri, insomma ė cambiato tutto o quasi.
    INVERNO 2015-16 04/01/2016__3cm
    INVERNO 2017-18 10/12/2017__5cm 01/03/2018__8cm
    INVERNO 2019-20 12/12/2019__3cm 13/12/2019__2cm__

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •