https://youtu.be/Ggu6R3KUxk0

Nel pomeriggio del 14 giugno 2017 si scatenò uno dei downburst più forti degli ultimi anni nella pianura asolana. In seguito a un temporale in discesa da NW, dalle 15 e 30 alle 16 caddero più di 50 mm d'acqua con vento molto forte, prima da ovest e poi in rotazione da nord e da est alla fine del fortunale. Qualche caduta di coppi sollevati dal vento, qualche ramo e qualche albero sradicato e locali allagamenti, con il fosso Avenale riempito in mezz'ora e a tratti tracimato in mezzo ai campi. Grazie a quell'evento capii cosa fosse un downburst e a che livelli poteva arrivare, con la visibilità ridotta a 0 e rami e cestini dell'immondizia in volo per il forte vento. Quell'estate si replicò il 28 giugno ( evento schivato, ero a ravenna dove beccai una supercella), il 24 luglio e il 9 o 10 agosto (ero in grappa dove si vedeva la shelf cloud attraversare la pianura da ovest a est, al mio ritorno qualche coppo volato in aria e sempre qualche ramo spezzato).