Per una volta mi baserò anche io su quanto mostrano gli spaghetti su Mantova/Verona visto che differenze con quelli del "Veneto centrale" ce ne sono realmente poche (qualche segno di instabilità in più ma nulla di che).

Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: MT8_Verona_ens.png 
Visualizzazioni: 64 
Dimensione: 22.1 KB 
ID: 90023
Realmente angosciante rivedere un sopra media che da oggi si protrarrà fino a...data da destinarsi, non vi sono nelle mappe meteo di qualsiasi centro di calcolo segnali di un'inversione di rotta, anzi, nel futuro il rischio di nuove fiammate africane sembra farsi sempre più probabile


Quali sono, allora, le proiezioni per giugno?
Secondo Accuwether e gli americani siamo perfettamente dentro una bolla africana che dovrebbe perdurare per tutto il mese di giugno, salvo probabilmente la parte finale di giugno dove correnti Nord orientali potrebbero far scendere nuovamente le isoterme e innescare forti temporali; nella coda dei GM qualcosa si inizia ad intravvedere (movimenti su larga scala chiaramente da confermare).

Il mio parere personale: abbiamo avuto un inverno con precipitazioni lievemente sopra media, ma ahinoi ancora sopra media termicamente parlando ed il trend sembra sempre più votato al riscaldamento graduale mese per mese; potrebbe benissimo essere una fase (storicamente parlando) che verrà interrotta, magari, da annate più fresche ed instabili, ma non ci è dato saperlo.

Per cui la sensazione sarà quella di entrare (a partire da domenica) in un clima prettamente estivo, addirittura afoso nei giorni dopo martedì, con massime che in alcune zone supereranno ben i 30° sempre sperando che le minime (essendo cmq fine maggio) riescano a scendere sotto i 20° in modo tale da rendere respirabili almeno le notti...
Ripeto: del dopo (15 gg circa) non ci è dato sapere molto, ma vige la tendenza di instabilità dovuta a correnti più fredde da NE.
Ci aggiorneremo nei prossimi giorni.