Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    Altostratus L'avatar di natale2008
    Data Registrazione
    Jul 2017
    Località
    Villa d'Asolo (TV)
    Messaggi
    763

    4 febbraio 2018, cumuli e non solo in pedemontana

    La scorsa domenica un forte gradiente termico verticale (qui 10,3° di massima con zt sotto i 1000 metri) e deboli correnti meridionali al suolo e sud occidentali in quota hanno permesso formazioni cumuliformi foriere di rovesci sparsi nevosi a bassa quota sulle prealpi e pedemontane. Nel corso del pomeriggio lo sviluppo è stato interrotto dalla rotazione del vento da nordest.
    20180204_105437.jpg
    20180204_122550.jpg
    20180204_121959.jpg
    20180204_131633.jpg
    20180204_135530.jpg
    Alle 12 e 30 ho inoltre notato una "strana" formazione nuvolosa, cioè nubi che sembrano a tutti gli effetti dei cirri, ma a me sembravano allo stesso livello degli altri cumuli, quindi attorno a 2000 metri. Potrei sbagliarmi, forse la loro posizione è ingannevole. Inoltre nelle due foto in cui li ho ripresi a distanza di 7 minuti, si nota una vistosa crescita. Dopo una decina di minuti si erano già dissolti.
    20180204_121955.jpg
    20180204_122620.jpg

  2. #2
    Consiglio Direttivo M3V
    Responsabile Progetto Nuvole
    L'avatar di Marco_bz
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Appiano (BZ) 400 m, lavoro a BZ 250 m
    Messaggi
    2,014
    Bravo, ottima idea aprire questo thread, ci avevo pensato anch'io

    Le prime nubi cumuliformi che appaiono in cielo dopo l'inverno sono una boccata d'ossigeno per me... mi dicono che ci stiamo avvicinando alla primavera, la stagione che preferisco!
    Quel giorno ero a camminare sul Baldo (a bassa quota) e ho notato anch'io delle formazioni cumuliformi piuttosto imponenti, una verso Brescia aveva una struttura quasi estiva, con una bella incudine e anche un accenno di back-sheared anvil, un'altra proprio di fronte a me ha coperto con le sue virga una cima sopra l'altra sponda del lago.

    Per quanto riguarda i cirri... ricordiamoci che in questo periodo in atmosfera le temperature sono molto basse anche a quote modeste, quindi il ghiacciamento di parti delle nubi avviene non appena esse iniziano a guadagnare in altitudine, generando queste "scie" di cristalli allungate dal vento (che quel giorno spirava da nord in quota) che ricordano i cirri
    Però se la loro posizione è quella che dici tu, ben al di sotto dei 6-7000 metri, non possiamo chiamarli cirri

    Ci vorrebbe un approfondimento con carte e altre osservazioni
    Vorrei vivere un'eterna primavera
    http://www.marcobonatti.it

  3. #3
    Consiglio Direttivo M3V
    Responsabile Progetto Nuvole
    L'avatar di Marco_bz
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Appiano (BZ) 400 m, lavoro a BZ 250 m
    Messaggi
    2,014
    Una foto scattata quel giorno sul Garda, quel cumulo sulla sinistra (sopra il Bresciano), è poi cresciuto fino a generare un'incudine

    Crero_vista.jpeg
    Vorrei vivere un'eterna primavera
    http://www.marcobonatti.it

  4. #4
    Cirrus
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Località
    Gorizia
    Messaggi
    221
    Per quanto riguarda i cirri... ricordiamoci che in questo periodo in atmosfera le temperature sono molto basse anche a quote modeste, quindi il ghiacciamento di parti delle nubi avviene non appena esse iniziano a guadagnare in altitudine, generando queste "scie" di cristalli allungate dal vento (che quel giorno spirava da nord in quota) che ricordano i cirri.

    Mi piace la spiegazione. Non sono cirri, ma sono tanto simili ai cirri. Tipo virgae senza nuvola generatrice visibile.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •