Risultati da 1 a 10 di 10

Visualizzazione Elencata

Messaggio precedente Messaggio precedente   Nuovo messaggio Nuovo messaggio
  1. #1
    Miraggio
    Data Registrazione
    Oct 2015
    Località
    Miola di Pinè (TN)
    Messaggi
    8

    117D Depressione fredda di Prada - Altopiano di Pinè 911 m.(TN) M3V

    La conca di Prada, è una delle conche dell'Altopiano di Pinè. E' la più ampia e la più fredda. Nella conca della Palustella, dove c'è lo Stadio del Ghiaccio di Pinè è presente la stazione IASMA (dell'Istituto Agrario S. Michele a/A) e, durante alcuni giorni di monitoraggio della conca di Prada, essa è evidentemente risultata la più fredda, con fino a 5° in meno rispetto alla Palustella e anche fino a 10-12° in meno rispetto alla mia stazione meteorologica di Miola.

    La conca prende il nome dal paesino di 19 abitanti che si trova proprio nel punto più freddo e più ombroso. Il punto più freddo si trova a 911 m.
    La conca è delimitata da dolci pendii erbosi a Nord, Est, Sud-Est e Nord-NordOvest. da Nord-Est ci confluisce il rio Negro, che sorge poco più a sud della sella che divide la conca di Prada da quella della Palustella. Il rio Negro, oltrepassata Prada, passa per una stretta e rocciosa forra per poi prosegue nell'omonima valle fino a Serso (Pergine Valsugana), dove sfocia nel Fersina. Proprio per questo motivo, la conca di Prada non è completamente chiusa, per via di questa forra, che è comunque molto stretta. Forse una piccola parte dell'aria fredda riesce a scivolare nella valle attraverso forra, ma nonostante ciò è ben noto dai pinetani che è Prada è un punto molto freddo. A Sud è delimitata da una parete rocciosa molto ripida (proprio a causa di queste rocce, i "crozi de Prada", 950 m, gli abitanti di Prada ricevono circa solo un'ora o due di sole in pieno inverno). La forra si trova a Sud-Ovest c'è la forra e ad Ovest c'è il ripido pendio, a tratti roccioso, del Dosso della Clinga (1063 m).

    Alcuni chiamano Prada "il frigo di Pinè". Si dice che da rilevazioni effettuate dagli abitanti del posto, si siano toccati i -30 (nell '85 presumibilmente) e i -20/-22 ad inizio febbraio 2012..

    Ho installato il mio vecchio termoigromtro della Oregon Scientific WMR88 assieme all'anemometro grazie ad un signore di Prada che mi ha concesso l'installazione nel suo campo. Inizialmente avevo messo anche un sistemino che con router 3g inviava i dati al web, ma per via dell'alta frequenza di blocchi del sistema e della frequente manutenzione, ho dovuto sospenderlo temporaneamente (finchè non ne trovo uno migliore) e ho creato un datalogger con Arduino, che riceve i dati dalla WMR88 e li salva su una SD. Devo ancora finire di farmi realizzarmi da un fabbro il supporto per i pannellini solari che alimentano questo sistemino, ma entro pochi giorni dovrebbe essere finito. Spero in tempo per monitorare le inversioni durante l'ondata di gelo prevista a breve.


    DATI TECNICI E FOTO

    Coordinate: Lat: 46.113659 - Long: 11.248036
    Comune: Baselga di Pinè (TN)
    Altitudine del fondo: 911 m
    Altitudine sella di outflow (assumendo non ci sia la forra): 948,5 m
    Profondità massima (assumendo non ci sia la forra): 37,5 m

    FOTO (del posto, di Google Earth e della Carta Tecnica Provinciale)

    prada1.jpg prada2.jpgprada3.jpg
    prada4.jpg prada5.jpgprada6.jpg
    prada7.jpgprada8.jpgprada9.jpg
    prada10.jpgprada11.jpgprada12.jpg
    prada13.jpgprada14.jpgprada15.jpg
    Ultima modifica di Lorenzo Mercurio; 11-01-2016 alle 15:49

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •