Pagina 111 di 112 PrimaPrima ... 1161101109110111112 UltimaUltima
Risultati da 1,101 a 1,110 di 1120
  1. #1101
    Altostratus
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Località
    altopiano di asiago
    Messaggi
    739
    Tempo che tutto sommato è "ideale" per i ghiacciai, con isoterme non troppo basse e non troppo alte, neve che si sta ben assestando e fase di compressione per la parte di ghiacciaio intorno a quota 2800/2900, proprio dove è andato in sofferenza quest'anno.
    NOn entro in merito a quantità di neve caduta perché c'è chi ne sa più di me abbondantemente (certamente gli oltre 350 mm caduti a Malga Ciapela a 2800 metri sono caduti sottoforma di neve con temperature comprese tra -4° e 0°), tuttavia mi permetto di far notare che allo Stelvio ci sono 2 metri (circa) di neve al suolo con poco più di 200 mm caduti...
    Per cui direi MOLTO bene la fase così mite per i ghiacciai sopra i 2600/2700 metri, mentre fase da dimenticare per Passi Dolomitici in previsione apertura piste.

  2. #1102
    Cirrus
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Conca Agordina
    Messaggi
    212
    Dimenticate una cosa fondamentale : la quantità massima di precipitazioni non si verifica certo in alta quota, ma sotto ai 1500 mt. Questa poi era una situazione da forte sollevamento orografico, e gli strati bassi erano molto umidi. Ce da aspettarsi che sopra i 2000 abbia fatto anche meno di 250 mm, mentre a fondovalle in Agordino eravamo sui 500-600

  3. #1103
    Cumulonimbus L'avatar di verza81
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Località
    Altavilla Vicentina (VI) - Lavoro casello A4 di Montecchio Maggiore (VI)
    Messaggi
    8,375
    Ottima integrazione, grazie Alberto.

    Inviato dal mio VTR-L09 utilizzando Tapatalk
    Dati online su

    http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/

    http://www.meteoaltavillavicentina.altervista.org/tabella.php

    Stazione Davis VP2 wireless con kit di ventilazione diurna

  4. #1104
    Socio Meteotriveneto L'avatar di valdoman
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Valdobbiadene -TV- 378 mt. s.l.m.
    Messaggi
    2,891

    [CLIMA] Monitoraggio ghiacciai del Triveneto

    Citazione Originariamente Scritto da albertagort Visualizza Messaggio
    Dimenticate una cosa fondamentale : la quantità massima di precipitazioni non si verifica certo in alta quota, ma sotto ai 1500 mt. Questa poi era una situazione da forte sollevamento orografico, e gli strati bassi erano molto umidi. Ce da aspettarsi che sopra i 2000 abbia fatto anche meno di 250 mm, mentre a fondovalle in Agordino eravamo sui 500-600
    Ho notato anch’io questa cosa, anche semplicemente salendo sul Cesen. Spesso in cima pioviggina soltanto mentre a fondovalle diluvia


    Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk
    Stazione meteo Davis Vantage Pro2
    Dati Valdobbiadene (fraz. S.Pietro di Barbozza) http://valdobbiadene.altervista.org
    Rete Stazioni Meteonetwork: http://my.meteonetwork.it/station/vnt201

  5. #1105
    Iridescenza
    Data Registrazione
    Sep 2015
    Località
    Conegliano
    Messaggi
    48
    Motivo ?

  6. #1106
    Cirrus
    Data Registrazione
    Dec 2017
    Località
    Conca Agordina
    Messaggi
    212
    conta che a 2000 metri hai sopra di te qualche chilometro di aria umida.
    A 300 metri hai "qualche chilometro"+ i 1700metri che mancano ad arrivare a 2000.
    Inoltre di solito l'aria umida si concentra nei bassi strati. Daltronde salendo di quota la densità dell'aria (e quindi anche la quantità d'acqua che può essere presente), è minore.
    Vi è poi il fattore del sollevamento orografico, per cui l'umidità si condensa (specie in caso di bassi strati umidi) non appena inizia il sollevamento, e quindi dai 2000 metri in su buona parte dell'acqua è già precipitata.

  7. #1107
    Altostratus
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Località
    altopiano di asiago
    Messaggi
    739
    dimenticate che sono oltre 250 cm (Meteotrentino lo scrive) sugli apparati glaciali (Marmolada compresa).
    Avete pur visto quasi in diretta la nevicata da Carlo budel a Pian dei Fiacconi con oltre 1 metro e 20 di neve fresca caduta in una notte.
    Insomma, anche parlando con Marco Rabito di Serenissima Meteo è plausibile che su alcuni apparati glaciali ci siano accumuli molto consistenti che verranno valutati da personale esperto; in ogni caso la reportistica espressa di questa mattina su Meteotrentino è eloquente: circa 200/250 cm
    Il mio dato ad oltre 20 gg dagli eventi era stimato (DA ME) in 250/300 cm

    Non c'è un caxxo da controbattere e puntualizzare ogni cosa caro Marco Verzaro, non capisco cosa hai contro dati reali e contro una corretta informazione; ah si giusto...semplice leone da tastiera.
    Buone cose

  8. #1108
    Altostratus
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Località
    altopiano di asiago
    Messaggi
    739
    Citazione Originariamente Scritto da albertagort Visualizza Messaggio
    conta che a 2000 metri hai sopra di te qualche chilometro di aria umida.
    A 300 metri hai "qualche chilometro"+ i 1700metri che mancano ad arrivare a 2000.
    Inoltre di solito l'aria umida si concentra nei bassi strati. Daltronde salendo di quota la densità dell'aria (e quindi anche la quantità d'acqua che può essere presente), è minore.
    Vi è poi il fattore del sollevamento orografico, per cui l'umidità si condensa (specie in caso di bassi strati umidi) non appena inizia il sollevamento, e quindi dai 2000 metri in su buona parte dell'acqua è già precipitata.
    Non siamo di fronte alla classica sciroccata, dispiace vedere che non si è ancora capita la dinamica di quello che è accaduto realmente.

    Flusso sciroccale ALTO dunque capace di far precipitare anche alle quote più alte consistenti quantità di acqua e neve, eccoci spiegato il motivo per il quale al Passo Fedaia eravamo a 96 mm di precipitazione in 24 ore mentre da Budel eravamo a circa 100/120 cm di neve accumulata (e umida pure); il sollevamento generato da quelle correnti è stato incredibile, rarissimo da osservare, infatti se guardiamo ancora "oltre" vedremo come anche verso l'alto Veneto e le zone di confine sono riuscite ad accumulare a 3 cifre; il famoso "sollevamento orografico" di cui tanto parlate era ben strutturato e visto da carte quali Nem e Cosmo già giorni prima, specie guardando gli apparati glaciali di Stelvio/Ortles, Marmolada e Pale qualcosa meno per la Val Senales che ha degli sbarramenti imponenti sul percorso.
    Dunque non venitemi a parlare che diluviava più in valle rispetto alla cima a 3300 e passa metri perché state palesemente prendendo un granchio ed i dati sono CHIARI e visibili a tutti (non sarebbero spariti paesi quali Rocca Pietore e parte dei serai di Sottoguda visto che pescano da montagne over 2000).

    Concordo, invece, che generalmente abbiamo un sollevamento ridotto su prealpi (fino ai 2200 circa) con flussi perturbati "normali", cosa che fa drasticamente calare gli accumuli su Dolomiti e vette (discorso a Parte meritano le vette prealpine soggette a troppe variabili)

  9. #1109
    Altostratus
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Località
    altopiano di asiago
    Messaggi
    739
    Citazione Originariamente Scritto da albertagort Visualizza Messaggio
    Dimenticate una cosa fondamentale : la quantità massima di precipitazioni non si verifica certo in alta quota, ma sotto ai 1500 mt. Questa poi era una situazione da forte sollevamento orografico, e gli strati bassi erano molto umidi. Ce da aspettarsi che sopra i 2000 abbia fatto anche meno di 250 mm, mentre a fondovalle in Agordino eravamo sui 500-600
    Parli di "forte sollevamento orografico" e mi posti un dato "ipotetico" di 250 mm (o anche meno, testuali parole tue) mentre a fondovalle 500/600 mm
    Orbene, se fosse come dici te perché allora si sta parlando di neve assestata di 200/250 cm su apparati glaciali? insomma, per assestare 250 cm di neve (sai meglio di me probabilmente...) ce ne vuole, e ce ne vuole tanta sicuramente sopra i 300/325 cm di accumulata o forse anche più.
    Qua servirebbe l'aiuto dell'ing. Rosa e del buon Zampe.

    In ogni caso è stato più volte ribadito che gli accumuli sugli apparati glaciali sono sopra i 200/250 cm, da fonti attendibili quali Meteotrentino bollettino valanghe.

  10. #1110
    Altostratus
    Data Registrazione
    Nov 2016
    Località
    altopiano di asiago
    Messaggi
    739
    senza poi dimenticare ADAMELLO, Gran Zebrù, Ortles etc.
    Lì gli accumuli (a quanto detto pure da ARPAV) sono ancora maggiori.
    Dunque è una equazione matematica facile da risolvere: stavolta non è andata come tutte le altre volte, ci siamo imbattuti in un evento che è "eccezionale".

Discussioni Simili

  1. [OT] [CLIMA] Monitoraggio dei ghiacci polari
    Di old_Remigio zago nel forum Meteo nord-est
    Risposte: 1807
    Ultimo Messaggio: 09-11-2018, 16:38
  2. Monitoraggio del GELO in arrivo sul Triveneto
    Di old_FilTur nel forum Meteo nord-est
    Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 25-01-2011, 20:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •