Pagina 23 di 33 PrimaPrima ... 132122232425 ... UltimaUltima
Risultati da 221 a 230 di 329
  1. #221
    Cirrus
    Data Registrazione
    Dec 2009
    Località
    Casarsa della delizia...
    Messaggi
    142
    [QUOTE=franco forte;613391]Se vuoi, in tutta la mia comunque scarsa e umilissima preparazione, posso mandarti (in via assolutamente gratuita, sia chiaro) un opuscolo MOLTO divulgativo che ho redatto sull'argomento "Teleconnessioni" (dunque non propriamente solo sugli Stratwarming, che sono solo una parte degli elementi teleconnettivi) al Centro Culturale dove lavoro (e con cui M3V ha proficuamente collaborato, esempio la Mostra sulla Neve delle festività natalizie di quest0'), il Centro Pertini di Caorle. Si intitola "Meteo on line: dalla meteorologia su Internet alle Teleconnessioni". Il mezzo migliore, se lo desideri, è inviartelo via mail, dovresti darmi il tuo inidirizzo mail pivato, poi io te lo spedisco dal lavoro in semplice allegato Word.
    Io ti mando questo messaggio anche sui "messaggi privati" del Forum, spero che o di qua o di là tu lo legga!

    Franco[/QUO.
    grz mille franco

  2. #222
    Miraggio
    L'avatar di Daniele Campello
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Fiume Veneto (PN)
    Messaggi
    19
    Per classificare un evento dobbiamo rifarci inevitabilmente allo studio di Chalton e Polvani (2007), essi classificarono due tipologie di SSW (l'identificazione di SSW è di scuola americana e ricalca la classificazione di MMW di scuola europea) di tipo displacement e split.
    Un displacement è caratterizzato da un chiaro spostamento del vortice polare stratosferico fuori dal polo e la sua successiva distorsione a “comma shape” (espressione che riporto testualmente da Chalton e Polvani, per intenderci “a virgola”). Il forcing è prodotto da una sola ondulazione (wave1).
    Uno split è caratterizzato da una divisione in due parti del VPS di comparabile dimensione, in questo caso l'MMW non avviene per il forcing di una sola ondulazione, ma per lo spostamento dei due vortici prodotto dalla spinta di 2 ondulazioni.
    La dinamica prevista da giorni da ECMWF mostra un vortice polare stratosferico dislocato dal polo per il forcing della wave1. Normalmente la distorsione a “comma shape” fornisce una via di fuga al VPS per svincolarsi dal forcing (tendenza ad aggirare la wave1), nel nostro caso la disposizione della wave1 è tale che non permette al vortice polare stratosferico di “uscire” dal forcing. La distorsione andrebbe a produrre inizialmente un evidente “comma shape” poi (rotazione compromessa) lo split.
    La separazione dei due lobi non è prodotta come nel caso di un MMW di tipo split dalla spinta congiunta di due ondulazione, ma è in gran parte a carico della wave1 (la wave2 segue “a ruota”). Per questi motivi ritengo di poter classificare l'evento come di tipo displacement, salvo cambiamenti da parte di ECMWF, ora nessun dubbio.
    Siamo di fronte ad una dinamica non convenzionale, promiscua, ma non esclusiva perchè simile a quella del MMW di tipo displacement del febbraio 2010 che ha portato poi alla separazione dei lobi (evidente split del VPS).

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: split displacement.jpg 
Visualizzazioni: 68 
Dimensione: 64.2 KB 
ID: 16365
    Ultima modifica di Daniele Campello; 02-01-2013 alle 21:01
    [SIZE=4][COLOR=#000080][U][B]Neo[/B][/U][/COLOR][/SIZE][COLOR=#000000]
    [/COLOR]
    Nel mondo esistono 10 tipi di persone: quelli che conoscono i numeri binari e quelli che non li conoscono....

  3. #223
    Cumulus Congestus L'avatar di grande puffo
    Data Registrazione
    Jan 2012
    Località
    Artegna 201 mslm
    Messaggi
    4,380
    Citazione Originariamente Scritto da Neo Visualizza Messaggio
    Per classificare un evento dobbiamo rifarci inevitabilmente allo studio di Chalton e Polvani (2007), essi classificarono due tipologie di SSW (l'identificazione di SSW è di scuola americana e ricalca la classificazione di MMW di scuola europea) di tipo displacement e split.
    Un displacement è caratterizzato da un chiaro spostamento del vortice polare stratosferico fuori dal polo e la sua successiva distorsione a “comma shape” (espressione che riporto testualmente da Chalton e Polvani, per intenderci “a virgola”). Il forcing è prodotto da una sola ondulazione (wave1).
    Uno split è caratterizzato da una divisione in due parti del VPS di comparabile dimensione, in questo caso l'MMW non avviene per il forcing di una sola ondulazione, ma per lo spostamento dei due vortici prodotto dalla spinta di 2 ondulazioni.
    La dinamica prevista da giorni da ECMWF mostra un vortice polare stratosferico dislocato dal polo per il forcing della wave1. Normalmente la distorsione a “comma shape” fornisce una via di fuga al VPS per svincolarsi dal forcing (tendenza ad aggirare la wave1), nel nostro caso la disposizione della wave1 è tale che non permette al vortice polare stratosferico di “uscire” dal forcing. La distorsione andrebbe a produrre inizialmente un evidente “comma shape” poi (rotazione compromessa) lo split.
    La separazione dei due lobi non è prodotta come nel caso di un MMW di tipo split dalla spinta congiunta di due ondulazione, ma è in gran parte a carico della wave1 (la wave2 segue “a ruota”). Per questi motivi ritengo di poter classificare l'evento come di tipo displacement, salvo cambiamenti da parte di ECMWF, ora nessun dubbio.
    Siamo di fronte ad una dinamica non convenzionale, promiscua, ma non esclusiva perchè simile a quella del MMW di tipo displacement del febbraio 2010 che ha portato poi alla separazione dei lobi (evidente split del VPS).

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: split displacement.jpg 
Visualizzazioni: 68 
Dimensione: 64.2 KB 
ID: 16365
    Tutto chiaro grazie,la spinta del wave1 in quelle condizioni non permette al vps di aggirarla,e quindi in una seconda fase si ha come risultante lo splittamento dello stesso.Come poi del resto la wave2 entra in gioco successivamente ,quindi non si puo' parlare di mmw di tipo split.Mi sembra che,ad oggi in pochi pero' vedono un coupling strato-tropo.Speriamo e monitoriamo.
    Alla fine l'evento sara classificato come ESE WARM.
    Ciao e grazie.
    Ultima modifica di grande puffo; 03-01-2013 alle 01:27
    O CAPITANI O NIENTE

    UNA RODANATA NON FA PRIMAVERA


    LIGHT A FUN COOL

  4. #224
    Banned
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Genova
    Messaggi
    621
    Citazione Originariamente Scritto da Neo Visualizza Messaggio
    Per classificare un evento dobbiamo rifarci inevitabilmente allo studio di Chalton e Polvani (2007), essi classificarono due tipologie di SSW (l'identificazione di SSW è di scuola americana e ricalca la classificazione di MMW di scuola europea) di tipo displacement e split.
    Un displacement è caratterizzato da un chiaro spostamento del vortice polare stratosferico fuori dal polo e la sua successiva distorsione a “comma shape” (espressione che riporto testualmente da Chalton e Polvani, per intenderci “a virgola”). Il forcing è prodotto da una sola ondulazione (wave1).
    Uno split è caratterizzato da una divisione in due parti del VPS di comparabile dimensione, in questo caso l'MMW non avviene per il forcing di una sola ondulazione, ma per lo spostamento dei due vortici prodotto dalla spinta di 2 ondulazioni.
    La dinamica prevista da giorni da ECMWF mostra un vortice polare stratosferico dislocato dal polo per il forcing della wave1. Normalmente la distorsione a “comma shape” fornisce una via di fuga al VPS per svincolarsi dal forcing (tendenza ad aggirare la wave1), nel nostro caso la disposizione della wave1 è tale che non permette al vortice polare stratosferico di “uscire” dal forcing. La distorsione andrebbe a produrre inizialmente un evidente “comma shape” poi (rotazione compromessa) lo split.
    La separazione dei due lobi non è prodotta come nel caso di un MMW di tipo split dalla spinta congiunta di due ondulazione, ma è in gran parte a carico della wave1 (la wave2 segue “a ruota”). Per questi motivi ritengo di poter classificare l'evento come di tipo displacement, salvo cambiamenti da parte di ECMWF, ora nessun dubbio.
    Siamo di fronte ad una dinamica non convenzionale, promiscua, ma non esclusiva perchè simile a quella del MMW di tipo displacement del febbraio 2010 che ha portato poi alla separazione dei lobi (evidente split del VPS).

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: split displacement.jpg 
Visualizzazioni: 68 
Dimensione: 64.2 KB 
ID: 16365
    Perfetto
    E' stato verosimilmente l'estremizzazione della dinamica di displacement a indurre il vps ad un punto di non ritorno verso il polo geografico.
    Aggiungo, anche se parzialmente in o.t. il fatto che non vi sia stata dinamica di rilievo scaturente dalla troposfera al fine di attivare a breve risposta nella wave 2 come avviene nei casi convenzionali di split.
    La successiva attivazione della wave atlantica è verosimilmente frutto dell'attrito del vps dovuto al displacement di "non ritorno" da parte del vps.
    Questo è il motivo per cui, se non intervengono forzanti troposferiche aggiuntive (es. rinforzo della convezione tropicale) ritengo che gli effetti di questo MMW possano rimanere confinati poco distanti dal confine con la tropopausa come da regola legata al displacement.


  5. #225
    Miraggio
    L'avatar di Daniele Campello
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Fiume Veneto (PN)
    Messaggi
    19
    Da notare che ECMWF mostra già la ripresa del VPS a cominciare dal lobo canadese, ciò si traduce anche in un aumento della zonalità in alta stratosfera.
    [SIZE=4][COLOR=#000080][U][B]Neo[/B][/U][/COLOR][/SIZE][COLOR=#000000]
    [/COLOR]
    Nel mondo esistono 10 tipi di persone: quelli che conoscono i numeri binari e quelli che non li conoscono....

  6. #226
    Nimbostratus L'avatar di old_gianlu
    Data Registrazione
    Sep 2009
    Località
    Vittorio Veneto -TV-
    Messaggi
    1,788
    Domanda agli esperti: ci sono esempi di MMW del passato così potenti che non hanno avuto effetti in troposfera?

  7. #227
    Cumulonimbus
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Località
    Olmi di San Biagio (TV)
    Messaggi
    5,012
    Citazione Originariamente Scritto da Neo Visualizza Messaggio
    Da notare che ECMWF mostra già la ripresa del VPS a cominciare dal lobo canadese, ciò si traduce anche in un aumento della zonalità in alta stratosfera.
    Sì, gli ultimi due pannelli di ECMWF strato di oggi vedono già il ripristino del normale gradiente meridionale di temperatura e di vento zonale positivo proprio grazie all'approfondimento e tentativo di riguadagnare il polo del lobo canadese.

    Erano davvero estremi e inattuabili gli extreme forecast di GFS Hollywood che vedevano in pratica un Final Warming seguito da una stratosfera estiva già a metà gennaio.......
    Remigio Zago - freelance

  8. #228
    Miraggio
    L'avatar di Daniele Campello
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Fiume Veneto (PN)
    Messaggi
    19
    Citazione Originariamente Scritto da gianlu Visualizza Messaggio
    Domanda agli esperti: ci sono esempi di MMW del passato così potenti che non hanno avuto effetti in troposfera?
    Ci sono molti esempi di MMW che non hanno avuto effetti diretti in troposfera. Dal 1 settembre del 1957 al 2002 solo il 62% delle SSWs (MMW) del NCEP-NCAR dataset e il 58% dei SSWs (MMW) nel SER-40 set di dati erano a tutti gli effetti ESE-“extreme stratospheric events” (NAM-3 -Baldwin and Dunkerton 2001). Inoltre, secondo Chalton e Polvani (2007) non vi è alcuna relazione apparente tra il tipo di evento e l'indice NAM: 10 dei ESE sono split, mentre 7 sono displacement.
    Ultima modifica di Daniele Campello; 03-01-2013 alle 21:15
    [SIZE=4][COLOR=#000080][U][B]Neo[/B][/U][/COLOR][/SIZE][COLOR=#000000]
    [/COLOR]
    Nel mondo esistono 10 tipi di persone: quelli che conoscono i numeri binari e quelli che non li conoscono....

  9. #229
    Miraggio
    L'avatar di Daniele Campello
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Fiume Veneto (PN)
    Messaggi
    19
    Citazione Originariamente Scritto da Neo Visualizza Messaggio
    Ci sono molti esempi di MMW che non hanno avuto effetti diretti in troposfera. Dal 1 settembre del 1957 al 2002 solo il 62% delle SSWs (MMW) del NCEP-NCAR dataset e il 58% dei SSWs (MMW) nel SER-40 set di dati erano a tutti gli effetti ESE-“extreme stratospheric events” (NAM-3 -Baldwin and Dunkerton 2001). Inoltre, secondo Chalton e Polvani (2007) non vi è alcuna relazione apparente tra il tipo di evento e l'indice NAM: 10 dei ESE sono split, mentre 7 sono displacement.
    Ps: come effetti in troposfera ho scelto gli ESEs (Baldwin and Dunkerton 2001), molto di moda nei forum meteo. In realtà esistono altre suddivisioni degli eventi stratosferici su base statistica che rimandano alla tipologia della propagazione verticale. E' il caso della classificazione presentata da Ken Nakagawa e Koji Yamazaki dello Japan Meteorological Agency su dati esaminati dal Settembre 1957 all'Agosto 2002. Si fa riferimento a SSWs di tipo “warm” quando la propagazione dei venti antizonali dalla stratosfera raggiunge il suolo, e di eventi di tipo “cold” quando tale propagazione non scende sotto i 100 hPa. Normalmente sono considerati eventi di tipo "cold" quelli forzati da una sola ondulazione (wave1) e "warm" quelli forzati da 2 ondulazioni (wave2).
    Ciao
    [SIZE=4][COLOR=#000080][U][B]Neo[/B][/U][/COLOR][/SIZE][COLOR=#000000]
    [/COLOR]
    Nel mondo esistono 10 tipi di persone: quelli che conoscono i numeri binari e quelli che non li conoscono....

  10. #230
    Miraggio
    L'avatar di Daniele Campello
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Fiume Veneto (PN)
    Messaggi
    19
    Ecmwf sta facendo molta fatica a descrivere la situazione, negli ultimi giorni ha modificato non poco la dinamica di questo MMW (questo mi ha messo un po’ di dubbi in testa). Credo che tutto sommato GFS si sia comportato meglio nel medio termine.
    Devo prendermi del tempo per studiare e capire bene questo MMW particolare, possibilmente confrontando le mie idee con qualche studioso della materia. Ci sentiremo prossimamente per fare il punto su questa dinamica.
    Ciao
    [SIZE=4][COLOR=#000080][U][B]Neo[/B][/U][/COLOR][/SIZE][COLOR=#000000]
    [/COLOR]
    Nel mondo esistono 10 tipi di persone: quelli che conoscono i numeri binari e quelli che non li conoscono....

Discussioni Simili

  1. Analisi stratosferica aggiornata 2011/2012
    Di Daniele Campello nel forum Meteo nord-est
    Risposte: 264
    Ultimo Messaggio: 21-02-2012, 18:40
  2. [TLC] Analisi stratosferica 2009/2010
    Di old_bugimeteo nel forum Meteo nord-est
    Risposte: 404
    Ultimo Messaggio: 14-09-2010, 14:55
  3. Analisi Stratosferica aggiornata 2008-09
    Di old_Remigio zago nel forum Meteo nord-est
    Risposte: 652
    Ultimo Messaggio: 28-03-2009, 17:22
  4. Analisi STRATOSFERICA aggiornata : 2007/08
    Di old_bugimeteo nel forum Meteo nord-est
    Risposte: 1313
    Ultimo Messaggio: 07-05-2008, 18:39
  5. Analisi stratosferica aggiornata: outlook inverno 07/08
    Di Direttivo M3V nel forum Meteo nord-est
    Risposte: 42
    Ultimo Messaggio: 10-02-2008, 17:21

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •