PDA

Visualizza Versione Completa : Spettacolare neve sul massiccio del Cavallo



old_michael
02-05-2009, 09:50
Ieri 1^ maggio Io e Francesco (Frate Checco) siamo saliti con le ciaspe sulla Cima delle Vacche (2.058 m) nel gruppo del Cavallo. Neve presente da 1.300 m, anche più in basso lungo i canaloni, ma dopo poche decine di metri nelle zone non esposte a sud l’accumulo è ancora di 1 metro-1 metro e mezzo. A 1.500 m alberi con rami spezzati fino a due metri sopra il livello della neve attuale il che fa pensare ad accumuli arrivati fino a 3 metri e mezzo e forse oltre. Man mano che si sale la quantità di neve diventa impressionante, con cornici da neve ventata di metri e metri di spessore. Difficile quantificare, faccio parlare le immagini anche con un raffronto con un inverno “normale”.

Intanto un paio di panorami: verso la conca dell’Alpago e la Valbelluna e sull’altipiano del Cansiglio:

http://www.castionmeteo.it/dolomitiprealpi2009/090501-03.jpg

http://www.castionmeteo.it/dolomitiprealpi2009/090501-01.jpg


La salita alla cima, con il Guslon sulla sinistra. Nella seconda foto zoomata alla cima Vacche, con la spettacolare cornice di neve. Per capire le proporzioni ho cerchiato il palo di vetta che si intravede a malapena ma che è alto il doppio di un uomo, come si può vedere anche dalle successive foto in vetta

http://www.castionmeteo.it/dolomitiprealpi2009/090501-06.jpg

http://www.castionmeteo.it/dolomitiprealpi2009/090501-07b.jpg



Zoomata verso il Cimon del Cavallo (2.251 m) letteralmente sepolto da quantità indefinibili di neve. La parete ritratta è alta sui 400-500 m. Chi conosce la vetta sa che dove ora sembra tutto una superficie liscia ci sono paretine, cascami di rocce, salti di diversi metri di altezza. Per capire le proporzioni riporto subito sotto una foto scattata da posizione vicina (qualche centinaio di metri più in basso) il 31 gennaio 2005, dove pare che di neve ce ne sia una spruzzata, in realtà nel luogo da cui scattai la foto c’era attorno al metro di neve

http://www.castionmeteo.it/dolomitiprealpi2009/090501-09.jpg

http://www.castionmeteo.it/dolomitiprealpi2005/050130-04.jpg



Nelle foto successive la cima della Palantina, panorama verso le cime Laste e Cimon del Cavallo con il sottostante vallone sommerso, panorama del massiccio verso il Consiglio, particolare della cresta tra cima Vacche e Guslon

http://www.castionmeteo.it/dolomitiprealpi2009/090501-10.jpg

http://www.castionmeteo.it/dolomitiprealpi2009/090501-12.jpg

http://www.castionmeteo.it/dolomitiprealpi2009/090501-17.jpg

http://www.castionmeteo.it/dolomitiprealpi2009/090501-18.jpg


Infine noi due in vetta

http://www.castionmeteo.it/dolomitiprealpi2009/PIC07044.jpg

http://www.castionmeteo.it/dolomitiprealpi2009/PIC07045.jpg

Rizzo69
02-05-2009, 10:04
Complimenti per le foto. Bella l'idea (ed impressionante) di mettere una foto con meno neve del Cimon del Cavallo (quasi irriconoscibile). ;10)

:ciauz1

old_verza81
02-05-2009, 10:44
spettacolare il confronto!

old_And9
02-05-2009, 13:35
:oooh :oooh :oooh :oooh :oooh :inchino :inchino :inchino :inchino :inchino

the master
02-05-2009, 14:08
Incredibile... :oooh :oooh :oooh :inchino :inchino
Che spettacolo... ;10)

old_Nik
02-05-2009, 14:10
bellissime! :inchino :grazie ;10) ;10)

AlealeTN
04-05-2009, 00:03
Incredibile, sulla calotta sommitale potrebbero essere anche una decina di metri a occhio.
Fantastico!

old_And9
04-05-2009, 10:17
basti pensare ai mm caduti in quella zona da ottobre-novembe con zt al più sui 1800m :oooh :oooh :oooh

old_Albert0
04-05-2009, 14:15
Ieri 1^ maggio Io e Francesco (Frate Checco) siamo saliti con le ciaspe sulla Cima delle Vacche (2.058 m) nel gruppo del Cavallo. Neve presente da 1.300 m, anche più in basso lungo i canaloni, ma dopo poche decine di metri nelle zone non esposte a sud l’accumulo è ancora di 1 metro-1 metro e mezzo.

Durante le sciroccate i 1300 di Piancavallo in genere erano la quota limite.
A 1600 dovremmo essere oltre i 10 metri di accumulo.

old_bugimeteo
04-05-2009, 16:05
spettacolo....foto impressionanti"! grandi :inchino

old_pusterno
05-05-2009, 10:54
Che zope de nef!!!

old_mik furlan
05-05-2009, 19:45
Documento incredibile la foto del Ciomon del Cavallo :inchino :inchino

Se solo in regione avessimo qualche rilievo nivo sui 2200/2400 mslm :pensieroso

old_frank
05-05-2009, 20:47
Ieri 1^ maggio Io e Francesco (Frate Checco) siamo saliti con le ciaspe sulla Cima delle Vacche (2.058 m) nel gruppo del Cavallo. Neve presente da 1.300 m, anche più in basso lungo i canaloni, ma dopo poche decine di metri nelle zone non esposte a sud l’accumulo è ancora di 1 metro-1 metro e mezzo.

Durante le sciroccate i 1300 di Piancavallo in genere erano la quota limite.
A 1600 dovremmo essere oltre i 10 metri di accumulo.

purtoppo non abbiamo rilevamenti ufficiali pero' anche se i mm sono tanti i 1600m temo siano troppo pochi per l'accumulo over 10 metri,personalmente dall'osservazione di molte stazioni prealpine e in primo modo delle prealpi vicentine che come termiche si difendono molto bene dalle sciroccate penso che la quota over 10m sia attorno ai 1800m come minimo...anche la densita' della neve ha la sua importanza ed ho notato che zone con termiche migliori ma meno mm hanno accumuli molto simili se non superiori a zone dove cadono molti mm in piu' ma con temperatura anche di poco superiore,basta quel grado per fare la differenza....questo non toglie che le prealpi abbiano un super innevamento ;10) :ciauz1

mi e' venuto in mente invece una stazione in zona come casera palantina a 1500m..l'accumulo stagionale non arriva a 400cm,per la precisione 344cm...quindi sicuramente i 1600m non fanno la differenza...dobbiamo salire di qualche centinaia di metri...penso proprio 1800m

old_Albert0
05-05-2009, 23:22
Durante le sciroccate i 1300 di Piancavallo in genere erano la quota limite.
A 1600 dovremmo essere oltre i 10 metri di accumulo.

i 1600m temo siano troppo pochi per l'accumulo over 10 metri,personalmente dall'osservazione di molte stazioni prealpine e in primo modo delle prealpi vicentine che come termiche si difendono molto bene dalle sciroccate penso che la quota over 10m sia attorno ai 1800m come minimo...anche la densita' della neve ha la sua importanza

In effetti , mi sono fatto prendere dall'entusiasmo ;9L
A paincavallo a 1600 occasionamente ha anche piovuto, e anche se non è pioggia è neve pesante con accumulo ridotto.

paolog
06-05-2009, 08:41
In ogni caso è impressionante il confronto della foto di Gennaio di qualche anno fa con quella di Maggio 2009 !!!!
Poi anche le altre foto non sono da meno....

old_frate_checco
06-05-2009, 15:04
Al momento si capiva solo che la neve era tanta, dal confronto risulta che e' una quantita' spropositata.
Effettivamente ai 2250 metri del cupolone sommitale i metri di neve sembrano davvero molti se si guarda la foto a confronto che e' stata fatta in una condizione di innevamento non ottimale ma nemmeno pessimo.

Bruno
06-05-2009, 23:04
Complimenti per l'escursione e per le foto, davvero significative ed emblematiche di questo inverno. Il Cavallo sembra proprio decine di metri più alto....
Guardavo oggi il Pelf e lo Schiara, poco a Nord di Belluno (circa 2500 m). Quelle due montagne, poste sul confine fra Prealpi e Dolomiti, ricevono considerevoli quantità di pioggia e neve con flussi perturbati da Sud (basta vedere le quantità di pioggia misurate a Soffranco, appena sotto, sul versante Nord). Anche lassù devono esserci quantità di neve incredibili.

old_michael
07-05-2009, 14:29
grazie a tutti per il complimenti!


Guardavo oggi il Pelf e lo Schiara, poco a Nord di Belluno (circa 2500 m). Quelle due montagne, poste sul confine fra Prealpi e Dolomiti, ricevono considerevoli quantità di pioggia e neve con flussi perturbati da Sud (basta vedere le quantità di pioggia misurate a Soffranco, appena sotto, sul versante Nord). Anche lassù devono esserci quantità di neve incredibili.
In effetti un'escursione al Pelf farebbe gola ma temo che le condizioni di sicurezza non siano sufficienti. Sono fermamente intenzionato comunque quest'estate a monitorare i luoghi di accumulo del massiccio (Marmol ecc)

old_frate_checco
08-05-2009, 16:37
grazie a tutti per il complimenti!


Guardavo oggi il Pelf e lo Schiara, poco a Nord di Belluno (circa 2500 m). Quelle due montagne, poste sul confine fra Prealpi e Dolomiti, ricevono considerevoli quantità di pioggia e neve con flussi perturbati da Sud (basta vedere le quantità di pioggia misurate a Soffranco, appena sotto, sul versante Nord). Anche lassù devono esserci quantità di neve incredibili.
In effetti un'escursione al Pelf farebbe gola ma temo che le condizioni di sicurezza non siano sufficienti. Sono fermamente intenzionato comunque quest'estate a monitorare i luoghi di accumulo del massiccio (Marmol ecc)


Secondo me una gitarella sul Pelf la si può fare anche tra una decina di giorni se continua questo caldo :pensieroso