PDA

Visualizza Versione Completa : Batterie ventola stazione Davis USA



old_gian88
02-11-2008, 11:02
Ciao a tutti!
Ieri sera mi sono accorto che la ventola del mio schermo ventilato giorno/notte della Davis non funzionava più perciò stamattina ho smontato lo schermo per sostituirne le batterie.
Tuttavia ho notato che le batterie in dotazione (e anche specificate dal manuale) non sono le classiche "mezze torce" italiane da 1.5V bensì sono da 1.2V ricaricabili.
Io ho messo comunque 2 batterie da 1.5V non ricaricabili e vedo che la ventola gira perfettamente anche in ombra, quindi senza l'ausilio del pannello solare.
Volevo sapere se posso lasciare montate quelle da 1.5V senza problemi o se mi consigliate di mettere quelle dichiarate dal produttore.
Grazie :ciauz1

Gigi600
02-11-2008, 12:41
Ciao a tutti!
Ieri sera mi sono accorto che la ventola del mio schermo ventilato giorno/notte della Davis non funzionava più perciò stamattina ho smontato lo schermo per sostituirne le batterie.
Tuttavia ho notato che le batterie in dotazione (e anche specificate dal manuale) non sono le classiche "mezze torce" italiane da 1.5V bensì sono da 1.2V ricaricabili.
Io ho messo comunque 2 batterie da 1.5V non ricaricabili e vedo che la ventola gira perfettamente anche in ombra, quindi senza l'ausilio del pannello solare.
Volevo sapere se posso lasciare montate quelle da 1.5V senza problemi o se mi consigliate di mettere quelle dichiarate dal produttore.
Grazie :ciauz1

Ciao
No non vanno bene :11)
Toglile subito le batterie quelle da 1.5 volt (alcaline o altro ) non sono ricaricabili.
Loro chiedono Batterie NiCad da 1,2 le trovi in negozi di elettronica. o un esempio http://cgi.ebay.it/2-3AA-NiCad-400mAh-1 ... 240%3A1318 (http://cgi.ebay.it/2-3AA-NiCad-400mAh-1-2V-Flat-Top-RECHARGEABLE-BATTERY_W0QQitemZ290169062207QQcmdZViewItem?hash=i tem290169062207&_trksid=p3286.c0.m14&_trkparms=66%3A2|65%3A15|39%3A1|240%3A1318)
Potrebbero andar bene anche delle batterie Ni Mh queste ricaricabili le trovi ovunque più commerciali anche al supermercato o un esempio http://cgi.ebay.it/New-4-x-1100Mah-AAA- ... 240%3A1307 (http://cgi.ebay.it/New-4-x-1100Mah-AAA-Rechargeable-rechargable-batteries_W0QQitemZ250314180936QQcmdZViewItem?hash =item250314180936&_trksid=p3286.c0.m14&_trkparms=66%3A2|65%3A15|39%3A1|240%3A1307)

Controlla l'amperaggio possono essere da 400 mAh fino a 2600 mAh per le Ni Mh e prendile uguali magari un pò più grandi
Gigi :ciauz1

old_gian88
02-11-2008, 13:01
Ok grazie mille! ;10) :ciauz1

the master
02-11-2008, 21:30
Ciao!
Quanto ti sono durate le batterie?? Così so più o meno quando tenermi pronto io a cambiarle... :lol:

Gigi600
02-11-2008, 22:06
Ciao!
Quanto ti sono durate le batterie?? Così so più o meno quando tenermi pronto io a cambiarle... :lol:

Ora faccio Io una previsione " sulla durata batterie "
:pensieroso :pensieroso diciamo 1 anno ;66))) ;66))) forse meno
Vediamo se ho azzeccato ;66)))

Gigi :ciauz1

old_gian88
02-11-2008, 23:09
Ciao!
Quanto ti sono durate le batterie?? Così so più o meno quando tenermi pronto io a cambiarle... :lol:

3 mesi :sconsolato
La Davis ce l'ho dal 31 Luglio....le batterie che avevo erano quelle che mi hanno messo dentro loro quindi bisogna vedere quanto tempo sono state li dentro perchè se erano vecchie penso sia normale che siano durate così poco :manganel

Stasera ho preso delle batterie NiMh 1.2V da 2500 mAh ricaricabili...penso vadano bene giusto? :sorriso1 :ciauz1

Gigi600
02-11-2008, 23:35
" Dovrebbero andar bene " :smoke
Non capisco perché abbiano messo delle batterie Ni Cd :pensieroso
Forse per la differenza di temperatura minima di lavoro.

Forse perché costano meno ;66)))
Comunque non mi aspetterei una lunga durata

Fermo non mi assumo la responsabilità ;66))) ;66)))
Al massimo tra 3 mesi la ricambi, è meglio caricarla prima di installarla

hai una foto di quella vecchia ?

Gigi :ciauz1

* CARATTERISTICHE BATTERIE NiCd *
Si dividono in 2 categorie: Normali e Sinterizzate
Normali: sono progettate per sopportare una carica normale, gradiscono cariche fluttuanti e non sopportano quelle rapide.
Tale procedimento garantisce una lunga vita agli accumulatori (1000/1500 cicli di carica/scarica).
Le batterie al NiCd "Normali" sono quelle che solitamente si trovano in commercio.
Sinterizzate: sono progettate per sopportare, oltre alla carica normale, cicli di carica rapida, ossia possono essere ricaricate anche in 1h con una corrente superiore a quella nominale.
Tuttavia, bisogna tener presente che utilizzare cicli di carica rapidi si riduce del 40% la vita normale della batteria.
Una batteria al NiCd è da ritenersi scarica quando, misurando la sua tensione è circa: 1 Volt (V= 0,7 X n° elementi)
Vantaggi:
Carica semplice e veloce, anche dopo una conservazione prolungata.
Elevato numero di cicli di carica/scarica
Tollerano correnti di scarica elevate
Possibilità di carica e funzionamento garantito anche a basse temperature (fino a – 40°C),
ricordatevelo se andate a correre il trofeo “pinguino d’oro” in Alaska
Elevata possibilità di conservazione per lungo tempo senza rovinarsi anche in condizione “scariche”
Buona tolleranza alle “cariche selvagge”
Sono forse la categoria di batterie ricaricabili più robuste.
Economiche
Hanno un basso costo per ciclo di ricarica
Svantaggi:
Relativamente bassa densità di energia
Effetto “memoria”, devono essere periodicamente scaricare per prevenire l’effetto “memoria”
Inquinanti poichè contengono metalli tossici
Hanno una “autoscarica” che non consente di conservarle cariche per lungo tempo

* CARATTERISTICHE BATTERIE NiMh *
Le batterie NiMh amano una ricarica lineare.
Il numero di cicli di carica/scarica è 1/3 e anche più, rispetto a quelle NiCd aggirandosi sui 300/500.
Una batteria NiMH è da ritenersi scarica quando, misurando la sua tensione è circa: 1 Volt (V= 1,01 X n° elementi)
Vantaggi:
Dal 30% al 40% superiori in termini di densità d’energia
Pesano meno delle NiCd a parità di capacità.
Hanno energia leggera e quindi il modello pesa meno.
Effetto memoria quasi inesistente
Richiedono cicli di scarica completa meno frequentemente.
Sono poco inquinanti poichè contengono sostanze poco tossiche e quindi meno dannose per l’ambiente.
Svantaggi:
Vita limitata specie se “trattate male”
Le prestazioni cominciano a degradare dopo 200/300 cicli.
E’ preferibile non sfruttare mai la loro capacità massima se gli si vuole allungare la vita.
Non tollera le elevate correnti di scarica anche se sono in grado di fornire elevate correnti di scarica
L’utilizzo ripetuto in queste condizioni riduce la vita in termine di cicli.
Tipologia di carica più complicata rispetto alle NiCd.
Le NiMH, durante la carica generano maggior quantità di calore ed il tempo di carica è tipicamente più lungo delle NiCd.
La carica deve essere controllata accuratamente e richiede caricatori più costosi delle NiCd.
Elevata autoscarica, hanno circa il 50% di maggiore autoscarica rispetto alle NiCd.
Maggiore criticità di conservazione, non pensiamo di conservarle cariche a lungo.
Le NiMh dovrebbero non essere conservate in luogo fresco con uno stato di carica residua.
Anche se l’effetto memoria è minore delle NiCd, saltuariamente vanno comunque mantenute con cicli di scarica.
Le NiMH sono più costose delle NiCd.

CARICABATTERIE
La premessa è che bisogna fare molta attenzione alla scelta del caricabatterie.
Le NiCd, al termine della loro carica, hanno bisogno di ricevere una botta con voltaggio superiore, mentre le NiMh hanno una carica molto più lineare.
Questo vuol dire che quando hanno raggiunto la loro piena capacità hanno bisogno di un voltaggio uguale o inferiore delle precedenti.
Un alimentatore per NiCd, tra i meno costosi e senza regolazione di picco, farà fatica a capire quando le NiMh saranno completamente cariche ed avrà la tendenza a caricarle troppo.
E' necessario verificarne, con un tester, la loro tensione per capire quando sono prossime alla loro carica massima e monitorare sulla loro temperatura.
Appena cominciano ad essere calde, e questo succede abbastanza in fretta quando raggiungono la carica massima, bisogna toglierle dall’alimentatore, tendono a bruciarsi facilmente.
Se abbiamo un caricabatterie con il controllo del picco regolabile, basta regoliarlo a 0,02/0,03 (per tutto il pacco) e quando ci avverte, spegniamo il caricabatterie.
Ricordiamoci anche che la temperatura delle NiMh è leggermente superiore alle NiCd, al picco la loro temperatura dovrebbe essere tra i 40° e 45°C rispetto ai 35°-37°C delle NiCd.

METODO DI RICARICA
Per le batterie Ni/Mh l'amperaggio per la ricarica deve essere basso e cioè tra i 3/5 Ah, è il miglior range.
Per un uso competitivo e quindi esasperato, dovremo considerare 5 Ah che è il limite del consigliato, ma comunque sicuro.
Superando questo limite non si incorre in alcun beneficio, anzi si rischia di bruciare le batterie.
Le NiCd gradiscono fluttuazioni di carica, mentre le NiMh amano una carica lineare.
Quindi, se il caricabatterie che abbiamo scelto prevede la scelta, usiamola.
Va anche detto che la carica lineare è da considerarsi di default anche nei caricabatterie più sofisticati e l'unica disponibile in quelli meno costosi.
Le NiMh si mostrano permissive con le cariche fluttuanti mentre non tollerano la carica di mantenimento.
Quest'ultima caratteristica, invece, è molto utile per le NiCd.

AUTOSCARICA
E' un fenomeno naturale presente in tutti i tipi di accumulatori.
Non è dovuto a difetti di fabbricazione e dipende sia dall’anzianità che dalla temperatura e cioè:
Con il passar del tempo si scaricano prima.
Con l’aumentare della temperatura l’autoscarica aumenta.
Sia le NiMH che le NiCd hanno una proprietà di autoscarica piuttosto elevata.
E' da sottolineare che il sistema di scarica con la lampadina danneggia irreversibilmente le batterie poichè fa scendere la tensione a 0 o quasi.
In queste condizioni si verifica, all’interno di uno o più elementi, un corto circuito, con conseguente danneggiamento dello stesso (ne basta uno danneggiato) per cui la batteria và necessariamente sostituita.
Una condizione nettamente a favore delle NiMh è quella della scarica.
Sembra che non se ne preoccupino molto e non hanno lo stesso effetto memoria delle NiCd.
Quindi è molto meno importante seguire la routine di scarica.

EFFETTO MEMORIA
Caratteristica delle batterie NiCd è l’effetto memoria che non è altro che una riduzione della capacità di ricarica di un accumulatore se viene ripetutamente caricato prima che sia completamente scarico.
In poche parole, se una batteria completamente carica si utilizza per il 70% della sua capacità energetica e successivamente si ricarica, la stessa si dimentica del 30% di potenzialità energetica rimasta che diventa, quindi, inutilizzabile.
Non bisogna confondere l'effetto memoria, con uno più comune e simile, chiamato abbassamento di potenziale di scarica, che può facilmente verificarsi sia nelle batterie NiCd che in quelle NiMH.
Tenendo presente che Il materiale che forma gli elettrodi è costituito da cristalli di piccole dimensioni, fino a quando questi cristalli rimangono di dimensioni ridotte, le celle elettrochimiche funzionano in modo appropriato.
Quando si ha crescita delle dimensioni ha luogo la drastica riduzione dell'area superficiale dei materiali elettronici, con conseguente diminuzione di voltaggio e quindi delle prestazioni dell'accumulatore.
L'effetto della crescita delle dimensioni dei cristalli è più pronunciato se la batteria viene lasciata sotto carica per giorni, o viene ripetutamente scaricata in maniera incompleta.
Per evitare quest'effetto bisogna caricare e scaricare completamente la batteria almeno una volta ogni due o tre settimane.
Stesso fenomeno di crescita delle dimensioni dei cristalli ha luogo anche se la batteria non viene usata per lungo tempo.
In questo caso per ripristinare le caratteristiche iniziali è necessario un lento e profondo processo di scarica in grado di rimuovere completamente l'energia rimasta nella cella elettrochimica.
Nelle batterie NiMH l'abbassamento di potenziale di scarica si origina a seguito di un processo di sovraccarica che modifica la struttura cristallina dell'idrossido di nichel (NiOH) dalla forma beta a quella gamma; quest'ultima ha un potenziale d'elettrodo di circa 50 mV inferiore alla forma beta. Anche in questo tipo di batterie il fenomeno può essere rimosso con un processo di completa carica e scarica del dispositivo elettrochimico.
La più recente tecnologia sembrerebbe avere virtualmente eliminato questo problema; alcuni produttori dichiarano ogni assenza di qualunque effetto "memoria" nelle batterie NiMH.

DIFFERENZE
Densità di Energia (Wh/Kg)
NiCd: 45-80
NiMh: 60-120

Longevità (Numero di cicli)
NiCd: 1000/1500
NiMh: 300/500

Tempo per “carica rapida”
NiCd: 1h
NiMh: 2/4h

Tolleranza alla sovraccarica
NiCd: Moderata
NiMh: Bassa

Autoscarica / mese
NiCd: 20%
NiMh: 30%

Corrente del carico
NiCd: (di picco) 20 x Capacità
NiCd: (suggerito) = 1 x Capacità
NiMh: (di picco) 5 x Capacità
NiMh: (suggerito) = 0.5 x Capacità

Temperatura di funzionamento
NiCd: -40°C ÷ +60°C
NiMh: -20°C ÷ +60°C

Costo / ciclo €
NiCd: 0.04
NiMh: 0.12

flavio-resana
03-11-2008, 08:16
ciao vecio!!
anche a me le prime batterie sono durate pochissimo, fai conto meno di 2 mesi...
poi con quella che ho comprato tutto funziona alla grande da un pezzo ormai!!
CIAO!! :up

P.S. ho scritto una mail alla scientific perchè non mi è ancora arrivata la fattura :manganel :11)

old_gian88
03-11-2008, 08:34
Non riesco a farci una foto perchè ho una macchina fotografica che fa un po' schifetto e le parole non vengono fuori :smoke
Comunque è questa qui http://www.batterystore.com/Saft/VREC.htm
Il produttore è francese quindi non penso sia così difficile reperirle :pensieroso
Intanto vado con le NiMh (13€ mi son costate :11) ) che penso che siano del tutto equivalenti leggendo le caratteristiche tecniche che hai postato ;10)
Non penso di arrivare a -40°C quest'inverno ;66))) ;66)))
Mi bastano i -20°C delle NiMh :smoke
:ciauz1 :ciauz1

old_gian88
03-11-2008, 08:36
ciao vecio!!
anche a me le prime batterie sono durate pochissimo, fai conto meno di 2 mesi...
poi con quella che ho comprato tutto funziona alla grande da un pezzo ormai!!
CIAO!! :up

P.S. ho scritto una mail alla scientific perchè non mi è ancora arrivata la fattura :manganel :11)

Ciao!
Penso che le batterie che mettono su loro ce le abbiano in magazzino da chissà quanto tempo per quello si scaricano subito! Tu con che batterie le hai rimpiazzate?
:ciauz1

flavio-resana
03-11-2008, 09:12
ciao vecio!!
anche a me le prime batterie sono durate pochissimo, fai conto meno di 2 mesi...
poi con quella che ho comprato tutto funziona alla grande da un pezzo ormai!!
CIAO!! :up

P.S. ho scritto una mail alla scientific perchè non mi è ancora arrivata la fattura :manganel :11)

Ciao!
Penso che le batterie che mettono su loro ce le abbiano in magazzino da chissà quanto tempo per quello si scaricano subito! Tu con che batterie le hai rimpiazzate?
:ciauz1


Ho preso delle Panasonic!
QUelle che avevo sulla mia precedente Davis sono durate 2 anni senza problemi e ne avevano ancora per molto...
:inchino

the master
03-11-2008, 11:54
Ciao!
Quanto ti sono durate le batterie?? Così so più o meno quando tenermi pronto io a cambiarle... :lol:

3 mesi :sconsolato
La Davis ce l'ho dal 31 Luglio....le batterie che avevo erano quelle che mi hanno messo dentro loro quindi bisogna vedere quanto tempo sono state li dentro perchè se erano vecchie penso sia normale che siano durate così poco :manganel

Stasera ho preso delle batterie NiMh 1.2V da 2500 mAh ricaricabili...penso vadano bene giusto? :sorriso1 :ciauz1

Urca l'abbiamo messa su nello stesso periodo allora...io il 26 luglio...
Fino a ieri sera però sentivo ancora girare la ventolina...speriamo bene va... ;)

Meglio comunque che mi prepari a prenderne un paio di scorta... :lol:

Gigi600
03-11-2008, 12:16
Non riesco a farci una foto perchè ho una macchina fotografica che fa un po' schifetto e le parole non vengono fuori :smoke
Comunque è questa qui http://www.batterystore.com/Saft/VREC.htm
Il produttore è francese quindi non penso sia così difficile reperirle :pensieroso
Intanto vado con le NiMh (13€ mi son costate :11) ) che penso che siano del tutto equivalenti leggendo le caratteristiche tecniche che hai postato ;10)
Non penso di arrivare a -40°C quest'inverno ;66))) ;66)))
Mi bastano i -20°C delle NiMh :smoke
:ciauz1 :ciauz1

13€x 2 batterie ? per quel prezzo ne ho prese 4 :smoke non parliamo di quelle cinesi che per quel prezzo ne prendi 12 costo 10€ e ti arrivano a casa http://cgi.ebay.it/12x-2500-mAh-1-2V-NI ... 240%3A1318 (http://cgi.ebay.it/12x-2500-mAh-1-2V-NIMH-NI-MH-Battery-AA-Akku-LR6-MIGNON_W0QQitemZ220290894963QQcmdZViewItem?hash=it em220290894963&_trksid=p3286.c0.m14&_trkparms=66%3A2|65%3A15|39%3A1|240%3A1318)


Io le uso per la mia telecamera per uscite in moto http://gigi600.altervista.org/immagini/ ... amera.html (http://gigi600.altervista.org/immagini/telecamera/telecamera.html)
non ha lo stesso impiego giornaliero ma hanno 3 anni e funzionano ancora.



Urca l'abbiamo messa su nello stesso periodo allora...io il 26 luglio...
Fino a ieri sera però sentivo ancora girare la ventolina...speriamo bene va... ;)

Meglio comunque che mi prepari a prenderne un paio di scorta... :lol:

Il 23 novembre c'è la fiera radioamatore 2 le trovi senz'altro

Gigi :ciauz1


Gigi

the master
03-11-2008, 13:11
Il 23 novembre c'è la fiera radioamatore 2 le trovi senz'altro

Gigi :ciauz1


Gigi

Già mi sa che andrò a farci un salto... :lol:

Ma non ho ben capito...sul manuale c'è scritto "1.2 V NiCad C-cells"... sarebbero quindi le batterie tipo C?
:ciauz1

old_gian88
03-11-2008, 13:29
Il 23 novembre c'è la fiera radioamatore 2 le trovi senz'altro

Gigi :ciauz1


Gigi

Già mi sa che andrò a farci un salto... :lol:

Ma non ho ben capito...sul manuale c'è scritto "1.2 V NiCad C-cells"... sarebbero quindi le batterie tipo C?
:ciauz1

Si esatto ;10)

Io ho preso queste

http://images.amazon.com/images/P/B00000J47J.16._SCLZZZZZZZ_SS260_.jpg

Oggi provo a metterle su...

:ciauz1 :ciauz1

the master
12-11-2008, 18:48
Eccomi qua...3 giorni senza un raggio di sole e stasera la ventolina non gira più... :manganel :manganel :manganel

Che si sballino tanto i dati?? :pensieroso Anche perchè appena torna un po di luce dovrebbe ripartire...

Gigi600
12-11-2008, 19:33
Eccomi qua...3 giorni senza un raggio di sole e stasera la ventolina non gira più... :manganel :manganel :manganel

Che si sballino tanto i dati?? :pensieroso Anche perchè appena torna un po di luce dovrebbe ripartire...

Che ne dici di un bel schermo passivo ;66))) ;66)))
L'esperienza mi dice:
Tutto quello che non c'è non si rompe
Nel tuo caso non è rotto ma solo scarico :smoke
Questo in molti accessori che usiamo nella nostra vita .

Per i dati non penso non siamo in estate :pensieroso

Gigi :ciauz1

the master
12-11-2008, 23:10
Che ne dici di un bel schermo passivo ;66))) ;66)))

;66))) ;66)))
In effetti quando dovevo fare l'acquisto ero indeciso se prenderla con schermo passivo e magari metterci sopra il sensore per la radiazione solare (che cmq credo prima o poi comprerò, visto che interessa anche a mio papà per verificare la potenza annuale che più o meno si ricava dal sole in questa zona in ottica pannelli fotovoltaici... :oooh ) oppure se scegliere la versione "lusso" ;66))) ;66))) degli schermi solari...

Alla fine, se tornassi indietro cambierei scelta probabilmente... ;66))) ;66))) :smoke

Gigi600
12-11-2008, 23:33
Ottima la tua esperienza e consiglio :up :smoke

Fotovoltaico ci stò pensando anche Io ma quando faccio i conti :smoke :smoke I Conti non tornano se ne vanno ;66))) ;66)))
Booo vedremo. :pensieroso


Gigi :ciauz1

the master
12-11-2008, 23:51
Ottima la tua esperienza e consiglio :up :smoke

Fotovoltaico ci stò pensando anche Io ma quando faccio i conti :smoke :smoke I Conti non tornano se ne vanno ;66))) ;66)))
Booo vedremo. :pensieroso


Gigi :ciauz1
;66))) ;66))) ;66))) ;66))) ;66))) ;66))) ;66))) ;66))) ;66)))

old_gian88
14-11-2008, 09:58
La ventola ha smesso di funzionare di nuovo C:(( C:(( C:(( C:(( C:((
Oggi apro per vedere cos'ha :manganel :manganel

Gigi600
14-11-2008, 12:27
Siccome in questi giorni sole ce ne è stato poco può darsi che il panellino non riesca a caricare le batterie
dopo 2/3 giorni le batterie si esauriscono dopo un po di sole si ricaricano e riparte la ventola.
Facciamo 2 conti
2500 mAh massimi ma non sono già con 1200 mAh siamo sui 1.0 x 2 = 2 volt scarica
Autonomia
Una ventola consuma bo non ho dei dati ma non penso meno di 20 mAh (ora ) forse più
Quindi 1300 mAh : 20 = 65 ore
Se in 65 ore ( meno di 3 giorni ) di funzionamento non c'e sole si scarica :pensieroso

Questa è una mia Teoria .
sulle caratteristiche della davis non c'è scritto quanta autonomia ha in caso di mancanza di sole ?
Mi sembra di aver visto che c'è anche una possibile integrazione con alimentatore supplementare.
Comunque se lo schermo è fatto bene e ha già una suo buona ventilazione naturale la ventola secondo mè serve se c'è il sole
Gigi :ciauz1

old_gian88
14-11-2008, 12:43
Siccome in questi giorni sole ce ne è stato poco può darsi che il panellino non riesca a caricare le batterie
dopo 2/3 giorni le batterie si esauriscono dopo un po di sole si ricaricano e riparte la ventola.
Facciamo 2 conti
2500 mAh massimi ma non sono già con 1200 mAh siamo sui 1.0 x 2 = 2 volt scarica
Autonomia
Una ventola consuma bo non ho dei dati ma non penso meno di 20 mAh (ora ) forse più
Quindi 1300 mAh : 20 = 65 ore
Se in 65 ore ( meno di 3 giorni ) di funzionamento non c'e sole si scarica :pensieroso

Questa è una mia Teoria .
sulle caratteristiche della davis non c'è scritto quanta autonomia ha in caso di mancanza di sole ?
Mi sembra di aver visto che c'è anche una possibile integrazione con alimentatore supplementare.
Comunque se lo schermo è fatto bene e ha già una suo buona ventilazione naturale la ventola secondo mè serve se c'è il sole
Gigi :ciauz1

Grazie per la spiegazione! Spero sia veramente questione di mancanza di luce solare...qui tra cielo coperto e nebbia è da più di 5gg che non vedo un raggio di sole!
Certo che non avrei mai pensato che queste batterie avessero così poca autonomia :pensieroso
Allora aspetto ad aprire tutto e vedo cosa combina quando il sole tornerà ;) :ciauz1

Gigi600
14-11-2008, 13:29
Purtroppo tutto ha un limite, nessuno inventa l'acqua calda :smoke

Abbi fiducia , vedrai che ora ritornerà il sole il panellino ricaricherà la batteria
e " tutti vissero felici e contenti " come nelle migliori favole ;66))) ;66)))
Io ho un mini impianto fotovoltaico ( da 13 anni ) che alimenta 4 luci al neon e un motore a 24 volt di un portone a volte và in crisi è normale.


Gigi :ciauz1

old_gian88
14-11-2008, 13:37
Purtroppo tutto ha un limite, nessuno inventa l'acqua calda :smoke

Abbi fiducia , vedrai che ora ritornerà il sole il panellino ricaricherà la batteria
e " tutti vissero felici e contenti " come nelle migliori favole ;66))) ;66)))
Io ho un mini impianto fotovoltaico ( da 13 anni ) che alimenta 4 luci al neon e un motore a 24 volt di un portone a volte và in crisi è normale.


Gigi :ciauz1

eheh è arrivato il sole e magicamente la ventola è partita :inchino :inchino :inchino
Adesso vediamo se il sole di oggi riuscirà a ricaricarle un po' così stasera sento se le batterie fanno il loro lavoro :sorriso1
Grazie ancora :ciauz1

the master
14-11-2008, 18:36
Si si anche qui grazie al Sole del pomeriggio si son caricate un po le batterie e ora va tutto...
Cmq credo che in effetti la davis avesse previsto tutto questo...anzi nel manuale c'è scritto:


The fan-aspirated shield is solar powered and is supplied with 2 NiCad C-cell batteries that come pre-installed. The following options for battery power exist:
1) Use two fan batteries for maximum lenght of overnight aspiration but with slightly lower average daytime aspiration.
2) Use only one battery for some overnight aspiration but with slightly higher average daytime aspiration.
3) Remove both batteries for maximum daytime aspiration and no nighttime aspiration.


In pratica (se ho tradotto bene) si potrebbe usarlo senza batterie e diventerebbe come il kit di ventilazione daytime.
Con due batterie si ha la massima durata di aspirazione notturna, ma con una velocità più bassa di ventilazione giornaliera (in quanto il pannello solare, oltre che far girare il motore della ventolina, deve caricare 2 batterie).
Con una batteria la velocità di aspirazione giornaliera è più alta (in quanto il pannello carica solo una batteria), ma certe notti si ferma...

Quindi credo che quando si ferma la ventolina, il suo lavoro lo schermo continui a farlo egregiamente... ;10)
Infatti nel manuale c'è anche scritto che le batterie andrebbero cambiate solo ogni 2-3 anni... :smoke

:ciauz1

Gigi600
14-11-2008, 19:18
:smoke
Di fatti è fatto bene da quel che ho visto sul manuale, ma non lo ho visto dal vivo :pensieroso
di notte che serve far girare la ventola .
Posso capire di giorno che i materiali si surriscaldano e sfalsino leggermente la temperatura .
Poi non siamo mica al sud o nel deserto ;66)))
Quini a questo punto non mi preoccuperei :smoke
Un bel passivo finito i problemi ;66)))

Ventola,circuito di gestione ventola, panello solare, batterie, notti insonni :smoke
tutto quello che non c'è non si rompe nel passivo ;66)))

Gigi :ciauz1