PDA

Visualizza Versione Completa : Maree di lago



Marco_bz
13-10-2008, 06:27
Ciao ragazzi, durante un week end lungo passato sul Garda (quanta gente anche in questa stagione!) ho avuto modo di pormi una domanda: perchè le maree di lago modificano solo di poco il livello dell'acqua? Dopotutto l'attrazione gravitazione esercitata dalla Luna e dal Sole è la stessa che agisce sul mare... immagino che c'entrino le diverse masse d'acqua in gioco... :pensieroso
Grazie per gli eventuali chiarimenti!

Marco

old_verza81
13-10-2008, 09:51
Bella domanda...penso anch'io che conti la diversa massa.
Che magari inluisca anche la diversa salinità?
Attendiamo una risposta da qualcuno più esperto :ciauz1

old_Dega85
13-10-2008, 12:02
Anche secondo me...più grande è la massa d'acqua in gioco è più evidente sarà la marea!!

old_Peron
13-10-2008, 15:51
La marea è un moto periodico di ampie masse d'acqua (oceani, mari e grandissimi laghi) che si innalzano (flusso, alta marea) e abbassano (riflusso, bassa marea) anche di 10-15 metri con frequenza giornaliera o frazione di giorno (solitamente circa ogni sei ore, un quarto di giorno lunare) dovuto principalmente a due fattori:

* l'attrazione gravitazionale esercitata dal sistema luna-sole sulla terra (con netta prevalenza dell'influenza della luna come deducibile dalla Legge di gravitazione universale di Newton a causa della sua minore distanza dalla terra);
* la forza centrifuga dovuta alla rotazione del sistema terra-luna intorno al proprio baricentro, che giustifica l'alta marea sul lato della terra opposto alla luna).


;10)

Marco_bz
13-10-2008, 18:28
La marea è un moto periodico di ampie masse d'acqua (oceani, mari e grandissimi laghi) che si innalzano (flusso, alta marea) e abbassano (riflusso, bassa marea) anche di 10-15 metri con frequenza giornaliera o frazione di giorno (solitamente circa ogni sei ore, un quarto di giorno lunare) dovuto principalmente a due fattori:

* l'attrazione gravitazionale esercitata dal sistema luna-sole sulla terra (con netta prevalenza dell'influenza della luna come deducibile dalla Legge di gravitazione universale di Newton a causa della sua minore distanza dalla terra);
* la forza centrifuga dovuta alla rotazione del sistema terra-luna intorno al proprio baricentro, che giustifica l'alta marea sul lato della terra opposto alla luna).


;10)

Ok, ma non ho avuto risposta alla mia domanda ;)

old_gian88
13-10-2008, 20:05
Penso sia dovuto essenzialmente dal volume d'acqua in gioco.
Negli oceani la differenza tra bassa marea e alta marea è ovviamente più accentuata perchè occupando grandi porzioni del nostro pianeta, in particolari posizioni, una parte di esso si troverà sotto l'effetto gravitazionale della Luna-Sole, mentra l'altra no permettendo così all'acqua di fluire da una parte all'altra. Ciò non accade in piccoli bacini semplicemente perchè la forza gravitazionale è praticamente costante sull'intero specchio d'acqua e quindi non c'è nessun motivo che l'acqua fluisca e si accumuli da una parte del lago rispetto ad un'altra...non me ne intendo affatto di maree ma penso sia questo il motivo, sperando di non aver detto cavolate ;9L ;) :ciauz1

old_Valter Campagnolo
13-10-2008, 20:50
Penso sia dovuto essenzialmente dal volume d'acqua in gioco.
Negli oceani la differenza tra bassa marea e alta marea è ovviamente più accentuata perchè occupando grandi porzioni del nostro pianeta, in particolari posizioni, una parte di esso si troverà sotto l'effetto gravitazionale della Luna-Sole, mentra l'altra no permettendo così all'acqua di fluire da una parte all'altra. Ciò non accade in piccoli bacini semplicemente perchè la forza gravitazionale è praticamente costante sull'intero specchio d'acqua e quindi non c'è nessun motivo che l'acqua fluisca e si accumuli da una parte del lago rispetto ad un'altra...non me ne intendo affatto di maree ma penso sia questo il motivo, sperando di non aver detto cavolate ;9L ;) :ciauz1

Incredibile, più ci penso e meno sono sicuro di capire.-
Ho sempre sentito dire che dipende dall'estensione dei bacini, tant'è vero che gli oceani hanno maree supeirori. Le maree più grandi d'Europa si registrano tra Francia e G.Bretagna, dove vengono anche sfruttate per produrre energia.
Questo però cozza con il fatto che le maggiori maree del Mediterraneo le ha l'Alto Adriatico, bacino chiuso e "piccolo". Penso sia un gioco fra superficie soggetta all'attraazione gravitazionale e profondità, ovvero maree notevoli se c'è ampia superficie e basso volume (i liquidi quasi non si dilatano), per cui l'acqua da "TIRAR SU" è poca rispetto la superficie.
Se è così, sul Lago di Garda mi aspetterei maree molto molto molto piccole, perchè la profondità è anche di oltre 300 m (vi immaginate il suo fondo, 250 m sotto il livello del mare??), contro una superficie limitata.
Anche la terraferma ha le sue maree. Mi pare di ricordare che Mosca si solleva e scende di una decina di cm tutti i giorni.
Nella Grotta del Gigante, presso Trieste, c'è una gigantesca apparecchiatura per misurare le maree terrestri.
Non è la soluzione: è un'ipotesi :ciauz1

Marco_bz
14-10-2008, 09:29
A questo link: http://www.alparavenna.it/LaNostraAttiv ... /Maree.htm (http://www.alparavenna.it/LaNostraAttivit%C3%A0DiDivulgazione/Le%20maree/Maree.htm)
ho trovato tra le altre cose la seguente spiegazione riguardante la forte escursione mareale in Alto Adriatico:


[...]proprio l’Adriatico ha la marea più ampia di tutto il bacino del Mar Mediterraneo: nelle sue zone più settentrionali l’escursione supera il metro.
Non è l’azione diretta della gravità a provocare questa marea, che in un bacino relativamente piccolo come questo sarebbe abbastanza ridotta, ma è l’onda di marea indotta nel Mediterraneo che fa sì che il livello del mare nello stretto di Otranto oscilli su e giù: questa oscillazione agisce come uno stantuffo e provoca un’onda che si propaga dentro l’Adriatico.
Questa onda viene ruotata dalla forza di Coriolis e si riflette contro l’estremo nord del bacino, che è chiuso. [...]
Le massime ampiezze si hanno all’estremità settentrionale del bacino, in quanto l’onda di marea viene ulteriormente amplificata dall’acqua bassa.

La mia domanda rimane cmq senza risposta... :sconsolato
:ciauz1

old_Albert0
16-10-2008, 17:57
Ciò non accade in piccoli bacini semplicemente perchè la forza gravitazionale è praticamente costante sull'intero specchio d'acqua e quindi non c'è nessun motivo che l'acqua fluisca e si accumuli da una parte del lago rispetto ad un'altra

Mi sembra proprio di si, l'onda di marea da massimo a minimo è lunga 1/4 del globo.
Mari con forti marea: è perchè la costa blocca l'onda di marea, che invece di passare si accumula.
Non credo abbia influenza la profondita in sè, piuttosto se si alza il fondale ( come in adriatico) forse si intensifica.

Marco_bz
16-10-2008, 19:12
Un attimo, ragazzi... :pensieroso
... ha ragione Gian88, Alberto o tutti e due???
Mi sono un po' perso.... :sconsolato
Grazie!

old_Roby
18-10-2008, 18:49
Dev'essere presente una notevole estensione superficiale, cmq hanno ragione tutti e due ma secondo me si è tralasciato un'altro aspetto per nulla secondario: se il bacino idrico risulta pure comunicante con il "mare aperto" (oceano), l'innalzamento del livello viene accentuato grazie al flusso e al deflusso d'acqua presente nello stretto (ed è notevole..), vedi stretto di Gibilterra per il Mediterraneo e i dislivelli di marea offerti dall'Atlantico, mi ricorda un po' il principio dei vasi comunicanti anche se non è proprio la stessa cosa. In questo meccanismo L'ampiezza delle maree dipende dalla larghezza/profondità dello stretto e dalla superficie del bacino, nel lago questo non succede perchè manca la comunicazione con il mare infatti ci si trova costantemente in dislivello.
Ho trovato interessante questo:
http://poseidone.org/wikipesca/doku.php ... eteo:marea (http://poseidone.org/wikipesca/doku.php?do=export_raw&id=medusa:meteo:marea)
Per il resto la marea è un fenomeno che si organizza piu' che altro a livello planetario o comunque su superfici estremamente ampie come detto da gian88, questo a prescindere dalla profondità dei fondali e dalla presenza o no di uno sbocco in mare aperto, a livello locale sono frequenti strane anomalie come nella famosa Baia di Fundy dove si introduce anche il fenomeno della risonanza oltre ad un sacco di altri parametri da considerare.
Ciao!

Marco_bz
20-10-2008, 05:11
Grazie a tutti, è stato un parto difficile, ma le cose ora sono un po' più chiare

Ci ho fatto un breve pezzo nella sezione astronomica del mio sito http://www.marcobonatti.it/nuovo/scienza/astro.php
:ciauz1