PDA

Visualizza Versione Completa : Ma insomma, è stato un grande flop o no? E chi critica chi?



old_FilTur
07-01-2008, 10:31
Credo si potrebbe discutere (molto) più serenamente mettendo le carte in tavola.
E soprattutto citando esplicitamente gl'interventi: dire genericamente "qualcuno una settimana prima aveva prevista un'ondata di gelo" non aiuta e soprattutto ingenera confusione (spesso, più che un riferimento preciso, sembra un implicito attacco a chiunque vedesse un po' di neve e freddo, cosa puntualmente verificatasi, oppure a chi sperasse in qualcosa di più ma non certo eventi storici solo perché "ottimista").

Io personalmente non lo vedo come un grande flop: è stata un'occasione persa, una piccola delusione, questo sì, meno di quanto ci si attendesse su alcuni punti, ma niente di meno su diversi altri; e, da ricordare e sottolineare, si è verificata più o meno la linea di tendenza mediana, non abbiamo avuta neve in pianura fino a venerdì pomeriggio ma nemmeno pioggia e scirocco dalla giornata di giovedì.

Direi anzi che la nota dolente è unica pur se grossa: intensità delle precipitazioni. Sul Veneto centro-occidentale, abbiamo avuta neve per molte ore giovedì, ma sempre debole, impedendo (tranne nel Vicentino) accumuli >=5cm. Nel Veneto orientale e Friuli, precipitazioni arrivate più tardi e neve se possibile ancor più debole. E, molto probabilmente viste le correnti e la colonna d'aria ottimali, le pioviggini segnalate in queste zone già dalla tarda sera di giovedì sono state dovute alle precipitazioni troppo deboli: caso simile, venerdì a Milano, pioviggine, e poi di nuovo neve all'intensificarsi delle precipitazioni. Ovviamente, precipitazioni deboli hanno non solo impedito un degno raffreddamento al suolo, ma anche ne hanno favorito il successivo riscaldamento (venerdì notte-mattina).
C'è però una notevole eccezione, che spiega anche le scarse precipitazioni con annessi e connessi: ad Adria, zona votata al sacrificio sotto lo scirocco, sono invece caduti 6cm di neve giovedì; anzi, in queste condizioni, localmente è stato un evento quasi eccezionale; indica però anche la debolezza del richiamo mite ed umido sull'Adriatico (come ben segnalato dalle temperature romagnole o dalle nevicate istriane), ragione prima della scarsità di precipitazioni ancora venerdì (poca sia la neve che la pioggia al cumulato in quei due giorni).

Ricordiamoci invece della rapidità e dell'eccezionalità (nel senso di condizioni al contorno, non di accumuli nevosi o picchi termici) dell'evento: sotto questo punto di vista, nulla è stato "ritrattato", e mi sembra non solo ingiusto ma addirittura insultante (verso chi "ha visto" il fatto) dire il contrario.
Abbiamo avuti due giorni di neve/nevischio su diverse località, o almeno favorevoli ad essa su tutte, con una concomitanza di correnti e dati in sè ciascuno sfavorevole: non c'era alcun cuscino freddo al suolo, di quelli seri intendo, anzi al Capodanno si arrivava con minime poco sotto gli 0°C e massime ben sopra i +5°C, mentre la mttina del 2 era già segnalato nevischio in alcune zone; avevamo un flusso freddo ma notoriamente secco da nord-est; ed un flusso umido ma notoriamente mite da sud. In altre occasioni, con entrate fredde ben più consistenti, si è passati alla pioggia in poche ore o addirittura immediatamente: a Padova, ad esempio, alla mezzanotte del 4 nevicava ancora (nonostante il termometro stesse salendo, da poco però, ma già avesse cominciata a sciogliersi la neve al suolo, come purtroppo normale in città in questi casi).
Buona anche la previsione sulle tempistiche macro-regionali: il 4 mattina pioveva già in Lombardia e persino verso Torino, si salvavano le zone "riparate" a sud-ovest del Po o (dove le precipitazioni consentivano il raffreddamento locale) poco altro.

Alla fine, volendo, si conferma la bontà dei modelli e dell'occhio di certi previsori per le termiche: qui nessun flop, a meno che adesso qualcuno non accusi me od altri di aver previsto neve sabato perché postavo le Bracknell, dimenticando quello che scrivevo la sera prima sulla trasformazione in pioggia molto probabile entro la mattina del 4...e dimenticando che alcune carte vedevano pioggia già dal 3 pomeriggio.
Rimane invece, come troppo spesso, assai lacunosa la previsione sugli accumuli, molto difficile da fare "ad occhio", e molto imprecisa dai modelli: nel nostro caso, però, non è stata solo inferiore alle attese, ma largamente inferiore: es. l'Orto Botanico di Padova ha cumulati 0.4mm il 3 e 3.8mm il 4, un valore 4-5 volte inferiore a quanto suggerito da GFS e (per il 3) anche dagli altri modelli: e qui è innegabile il flop, ma difficilmente imputabile.

old_Davide Rosa
07-01-2008, 10:55
A pagina 3 di tale thread:
viewtopic.php?f=1&t=13087&start=30 (http://forum.meteotriveneto.it/viewtopic.php?f=1&t=13087&start=30)
si capisce bene perché ero (ieri) e sono (oggi) d'accordo con te!
Adria e parte del polesine non sono un'eccezione, a parer mio: la maggior convergenza tra respiro umido adriatico e il flusso "orografico" nord orientale (sui bassi strati) in parecchi episodi passati, oramai, hanno marcato una maggior concentraz delle prp da quelle parti.
Il rodigino é un'area molto ricettiva per la neve, da sempre.
Per le previsioni di prp in generale oramai era chiaro (l'1 ed il 2 Gennaio se ne discuteva) che i contributi più importanti, nella fase nevosa, sarebbero stati di natura orografica e non dinamica.
E così fu!
Ciao!
Davide V

old_FilTur
07-01-2008, 11:33
A pagina 3 di tale thread:
viewtopic.php?f=1&t=13087&start=30
si capisce bene perché ero (ieri) e sono (oggi) d'accordo con te!
Adria e parte del polesine non sono un'eccezione, a parer mio: la maggior convergenza tra respiro umido adriatico e il flusso "orografico" nord orientale (sui bassi strati) in parecchi episodi passati, oramai, hanno marcato una maggior concentraz delle prp da quelle parti.
Il rodigino é un'area molto ricettiva per la neve, da sempre.
Per le previsioni di prp in generale oramai era chiaro (l'1 ed il 2 Gennaio se ne discuteva) che i contributi più importanti, nella fase nevosa, sarebbero stati di natura orografica e non dinamica.
E così fu!
Ciao!
Davide V
Non sono d'accordo: dato il richiamo mite, era più probabile pioggia ad Adria e buona neve a Rovigo, ma così non è stato; mentre, venerdì, abbiamo anche lì avute piogge molto deboli. Segno di un richiamo caldo debole, come già visto nelle temperature (e infatti siamo ben lontani dai livelli termici del 31 gennaio - 3 febbraio 2006) ma ancor più debole come precipitazioni.
Insomma, mi attendevo poco anch'io: ma 10mm in 2 giorni metti, anche in gran parte pioggia.

old_Davide Rosa
07-01-2008, 12:32
A pagina 3 di tale thread:
viewtopic.php?f=1&t=13087&start=30
si capisce bene perché ero (ieri) e sono (oggi) d'accordo con te!
Adria e parte del polesine non sono un'eccezione, a parer mio: la maggior convergenza tra respiro umido adriatico e il flusso "orografico" nord orientale (sui bassi strati) in parecchi episodi passati, oramai, hanno marcato una maggior concentraz delle prp da quelle parti.
Il rodigino é un'area molto ricettiva per la neve, da sempre.
Per le previsioni di prp in generale oramai era chiaro (l'1 ed il 2 Gennaio se ne discuteva) che i contributi più importanti, nella fase nevosa, sarebbero stati di natura orografica e non dinamica.
E così fu!
Ciao!
Davide V
Non sono d'accordo: dato il richiamo mite, era più probabile pioggia ad Adria e buona neve a Rovigo, ma così non è stato; mentre, venerdì, abbiamo anche lì avute piogge molto deboli. Segno di un richiamo caldo debole, come già visto nelle temperature (e infatti siamo ben lontani dai livelli termici del 31 gennaio - 3 febbraio 2006) ma ancor più debole come precipitazioni.
Insomma, mi attendevo poco anch'io: ma 10mm in 2 giorni metti, anche in gran parte pioggia.
Probabilmente, invece, siamo entrambi d'accordo (io almeno con te lo sono, anche nel risponderti ora).
Perché tale linea ove si sviluppa la suddetta convergenza può essere posta a Nord (ex Adria pioggia, Rovigo al limite) o più a Sud (ex sia Adria che Rovigo interessate da prp nevose).
Parliamo dello stesso fenomeno, del resto.
Primo mattino del 02-03-06, una delle tante date in cui tale schema si é ripetuto: prp nevose di intesità crescente da Rovigo sin verso Occhiobello (a 40 km/h in autostrada... era tutto bianco... non si vedeva più niente!), nei pochi km che dividono Occhiobello da Ferrara passaggio da neve a pioggia di intensità moderata/forte.
Vissuto sulla mia pelle, ovviamente.
Ciao!! :ciauz1
davide V

old_Bosnows
07-01-2008, 12:50
Per quanto mi riguarda, non mi sono mai aspettato un evento freddo-nevoso estremo.
Questa la mia previsione del 21 dicembre, con cotributo cartina....e credo che a così lunga scadenzia ( 15 gg) sia stata una previsione perfetta!!
Un pò di autocelebrazione ci vuole ogni tanto!! ;9L ;))))

viewtopic.php?f=1&t=12931&st=0&sk=t&sd=a&hilit=possibile+configurazione&start=15 (http://forum.meteotriveneto.it/viewtopic.php?f=1&t=12931&st=0&sk=t&sd=a&hilit=possibile+configurazione&start=15)

old_fatur
07-01-2008, 14:13
anch'io non mi aspettavo molto da quelle correnti orientali e successivo scirocco...
non sono queste le situazioni potenzialmente memorabili...
comincio a pensare che è l'inverno degli scan+ sfigati ;9L
è possibile che la prima metà dell'inverno risulti sopramedia termica, sia pur con due notevoli scan+ ?? ... eppure abbiamo avuto sia retrogressione che tunnelling atlantico :sconsolato
lo so che non c'è 2 senza 3 non è una regola previsionale, ma a sto punto il dubbio mi viene: escludendo MMW o suoi effetti su di noi, la possibile irruzione continentale di febbraio seguirà la stessa strada "mediocre" ? (persistenza)...
per ora va bene l'atlantico, e nel futuro (a parte la strat) ripongo la mia speranza nel rodano...
:ciauz1

old_frate_checco
07-01-2008, 14:37
è possibile che la prima metà dell'inverno risulti sopramedia termica, sia pur con due notevoli scan+ ??

Fortuna che c'erano quelli altrimenti mi sa che andavamo avanti ad africane con la +10 ad 850hPa ;el)) ;el))

old_FilTur
07-01-2008, 14:45
è possibile che la prima metà dell'inverno risulti sopramedia termica, sia pur con due notevoli scan+ ??

Fortuna che c'erano quelli altrimenti mi sa che andavamo avanti ad africane con la +10 ad 850hPa ;el)) ;el))
Assolutamente no: sarebbe stato un 1974 o 1975 bis, Atlantico "alto" con peggioramenti alternati a rimonte azzorriane, poche gelate e niente neve in pianura, o chi lo sa magari una specie di bis del 2001 o del 1988; ma per fortuna quest'inverno non ci sono le condizioni per l'Africa.

old_frate_checco
07-01-2008, 14:46
è possibile che la prima metà dell'inverno risulti sopramedia termica, sia pur con due notevoli scan+ ??

Fortuna che c'erano quelli altrimenti mi sa che andavamo avanti ad africane con la +10 ad 850hPa ;el)) ;el))

Assolutamente no: sarebbe stato un 1974 o 1975 bis, Atlantico "alto" con peggioramenti alternati a rimonte azzorriane, poche gelate e niente neve in pianura, o chi lo sa magari una specie di bis del 2001 o del 1988; ma per fortuna quest'inverno non ci sono le condizioni per l'Africa.

La mia era una battuta ;) Ottimo inverno il 2000-2001, ci farei la firma

old_arsiero4e
07-01-2008, 15:08
39mm caduti..non un flop per quanto riguarda le prp ma per lo "stato" quasi del tutto liquido :ciauz1 :ciauz1 :maperch :maperch ;tap// ;tap//

old_frate_checco
07-01-2008, 15:39
Dimenticavo una considerazione strettamente legata al titolo del topic:parlare di flop o di successo di un evento non è mai il modo giusto di avvicinarsi alla meteo; in natura non esistono successi o flop ma solo naturali decorsi :ciauz1 Possiamo invece parlare di flop o di successo dei nostri mezzi di previsione che, per quest'ultimo evento sono stati di buon livello. Hanno infatti preso abbastanza bene sia le temperature che la debolezza delle precipitazioni. ;10)

old_And9
07-01-2008, 15:43
nessun flop, tutto come da aspettative (poi ripeto io dal 30 al 1-2 non ho seguito le carte). eventualmente la delusione per aver visto la neve rilegata oltre i 1400 sulle prealpi (li si giocava sul filo del rasoio) :ciauz1

old_FilTur
07-01-2008, 16:21
39mm caduti..non un flop per quanto riguarda le prp ma per lo "stato" quasi del tutto liquido :ciauz1 :ciauz1 :maperch :maperch ;tap// ;tap//
Perché il grosso è venuto nel week-end... :sconsolato

old_FilTur
07-01-2008, 16:22
La mia era una battuta ;) Ottimo inverno il 2000-2001, ci farei la firma
La mia no: pessimo il 2001 anche per le Alpi Orientali, almeno sotto i 1200m, ottimo solo a quote autunnali/primaverili :ciauz1

old_arsiero4e
07-01-2008, 16:35
39mm caduti..non un flop per quanto riguarda le prp ma per lo "stato" quasi del tutto liquido :ciauz1 :ciauz1 :maperch :maperch ;tap// ;tap//
Perché il grosso è venuto nel week-end... :sconsolato

infatti :11) :11) :sconsolato :sconsolato =imkazz :incazz12 :incazz12 :incazz12 :manganel :manganel :manganel C:(( C:(( C:(( C:(( :matto2 :matto2 :matto2 :matto2

old_frate_checco
07-01-2008, 16:44
La mia era una battuta ;) Ottimo inverno il 2000-2001, ci farei la firma
La mia no: pessimo il 2001 anche per le Alpi Orientali, almeno sotto i 1200m, ottimo solo a quote autunnali/primaverili :ciauz1

In quell'inverno qui a Belluno abbiamo avuto due eventi nevosi di media rilevanza (tra i 20 ed i 30cm) e in montagna è stato qualcosa di supremo ;el))

old_valfonda
07-01-2008, 18:12
In quell'inverno qui a Belluno abbiamo avuto due eventi nevosi di media rilevanza (tra i 20 ed i 30cm) e in montagna è stato qualcosa di supremo ;el))[/quote]


Che spettacolo il 2001 ;el)) Ricordo che a fine Agosto sono salito sul Monte Cristallo e sembrava che si fosse ricostituito il Ghiacciao di Creste Bianche..... ;el)) ;el))
Per non parlare della Marmolada....
Oggettivamente non ricordo in pianura anche perchè ero spesso all'estero in quell'inverno ma lassù ce ne vorrebbero 5 o 6 in fila di stagioni cosi.. ;-9..... ;-9.....

O.T. nella mia zona di pedemontana parmense ha fatto circa 15 cm di neve poi scioltisi nei successivi tre giorni causa pioggia e tempo mite salvo rare zone all'ombra. Io non mi lamento poi certo si può sempre fare meglio. ;10)
:ciauz1 :ciauz1

old_FilTur
08-01-2008, 11:56
In quell'inverno qui a Belluno abbiamo avuto due eventi nevosi di media rilevanza (tra i 20 ed i 30cm) e in montagna è stato qualcosa di supremo ;el))


Che spettacolo il 2001 ;el)) Ricordo che a fine Agosto sono salito sul Monte Cristallo e sembrava che si fosse ricostituito il Ghiacciao di Creste Bianche..... ;el)) ;el))
Per non parlare della Marmolada....
Oggettivamente non ricordo in pianura anche perchè ero spesso all'estero in quell'inverno ma lassù ce ne vorrebbero 5 o 6 in fila di stagioni cosi.. ;-9..... ;-9.....

O.T. nella mia zona di pedemontana parmense ha fatto circa 15 cm di neve poi scioltisi nei successivi tre giorni causa pioggia e tempo mite salvo rare zone all'ombra. Io non mi lamento poi certo si può sempre fare meglio. ;10)
:ciauz1 :ciauz1
Bella roba...sciroccate con pioggia a 2000m a gennaio, piogge frequenti a 1000-1500m, episodiche nevicate più in basso come fosse novembre o marzo (non dirmi che a Belluno non dovrebbe nevicare normalmente in quei mesi), un febbraio simil-1998 nei primi 20 giorni, le prime gelate in pianura a metà dicembre ecc.
Se mi dite che amate la pioggia, il cielo grigio ed il clima mite d'inverno, nulla da dire.
Ma, sotto i 1500m (e dunque pure Belluno) non venitemi a parlare di "inverno" per il 2000-'01: che, ricordo, come media termica è stato sia per le pianure che per le quote madio-basse alpine paragonabile al 2006-'07 (in alcune località addirittura più mite di quest'ultimo).
Piuttosto, "tifate" per un 2003-'04 o per il 2005-'06 se vi piace il binomio freddo+precipitazioni :ciauz1

old_iSnow
08-01-2008, 12:36
Dimenticavo una considerazione strettamente legata al titolo del topic:parlare di flop o di successo di un evento non è mai il modo giusto di avvicinarsi alla meteo; in natura non esistono successi o flop ma solo naturali decorsi :ciauz1 Possiamo invece parlare di flop o di successo dei nostri mezzi di previsione che, per quest'ultimo evento sono stati di buon livello. Hanno infatti preso abbastanza bene sia le temperature che la debolezza delle precipitazioni. ;10)

Secondo me c'è un terzo tipo di FLOP che non ha nulla di scentifico: quello che va ad abbattere quel "qualcosa" che si crea dentro di noi supportato da modelli, previsioni o solo voci spesso infondate che parlano di eventi superstellari, oppure nato da una semplicissima speranza che nasce a ottobre e si spegne ad aprile di vivere un inverno che si imprima positivamente nella nostra memoria. Ecco ogni giorno di inverno buttato (per quanto questo concetto non sia affatto condiviso da tutti) e ogni giorno in meno che ci divide dal "21 marzo" è un piccolo FLOP.
Spero accettiate che ognuno veda la parte non scientifica della meteorologia come gli pare visto che, come si scriveva in un altro thread anche questo forum ha la sua parte strettamente umana.

old_Davide Rosa
08-01-2008, 12:45
Spero accettiate che ognuno veda la parte non scientifica della meteorologia come gli pare visto che, come si scriveva in un altro thread anche questo forum ha la sua parte strettamente umana.

Come non darti ragione!!
... e complimentoni per la firma!!! ;10)
davide V

old_iSnow
08-01-2008, 12:51
Spero accettiate che ognuno veda la parte non scientifica della meteorologia come gli pare visto che, come si scriveva in un altro thread anche questo forum ha la sua parte strettamente umana.

Come non darti ragione!!
... e complimentoni per la firma!!! ;10)
davide V

Non capisco Davide, ma a te la cosa che hai evidenziato dà così fastidio?

old_Davide Rosa
08-01-2008, 13:37
Spero accettiate che ognuno veda la parte non scientifica della meteorologia come gli pare visto che, come si scriveva in un altro thread anche questo forum ha la sua parte strettamente umana.

Come non darti ragione!!
... e complimentoni per la firma!!! ;10)
davide V

Non capisco Davide, ma a te la cosa che hai evidenziato dà così fastidio?

???????????????

.... ma non penso proprio eh!!

Se l'ho evidenziata vuol dire che (per me) é il perno su cui si costruisce un ambiente costruttivo!
E penso lo sia anche x te dato che l'hai scritto!

Ciao!
Davide V

old_iSnow
08-01-2008, 14:25
Allora scusami, ho solo frainteso pensando che la frase fosse ironica. :birra