PDA

Visualizza Versione Completa : Analisi STRATOSFERICA aggiornata : 2007/08



Pagine : [1] 2 3 4 5 6

old_bugimeteo
01-09-2007, 16:50
Ripartiamo con questo leggendario topic mostrandovi il percorso del VPS durante questo 2007:

"Già nella seconda parte dell’inverno la radiazione solare comincia ad aumentare, ne consegue un vortice polare disturbato, in quanto la chimica della stratosfera riguardante la quantità di ozono viene cambiata. Con l’avanzare della stagione estiva l’assorbimento delle radiazione da parte dell’ozono, riscalda la massa d’aria creando un anticiclone emisferico.
Discorso opposto quando il deficit di irradiazione solare comincia a diminuire. A fine Agosto si riscontra un minimo termico e di geopotenziale, con l’instaurarsi di correnti occidentali. L’ulteriore calo di radiazione apporta maggior vigore al Vortice Polare, il cui picco si registra a dicembre e gennaio."

Dicembre 2006
http://img236.imageshack.us/img236/9946/strat8il9.gif

Gennaio
http://img224.imageshack.us/img224/8623/strat6kz1.gif

Febbraio
http://img227.imageshack.us/img227/6904/15febbraiostratosferaiv2.gif

Marzo
http://img509.imageshack.us/img509/7601/stratosfera100hpa414marrj9.png

Aprile
http://img517.imageshack.us/img517/9725/000gy2.jpg

17Maggio
http://img512.imageshack.us/img512/5100/17maggiozg1.png

31Maggio
http://img64.imageshack.us/img64/1911/31maggiose8.png

solstizio d'estate

22Giugno
http://img509.imageshack.us/img509/4509/stratosfera100hpa22giugoa6.png

5Luglio
http://img64.imageshack.us/img64/5058/5lugliovs2.png

18Luglio
http://img165.imageshack.us/img165/4277/000111zz5.gif

1Aggosto
http://img180.imageshack.us/img180/6008/000ik3.png

6Agosto
http://img171.imageshack.us/img171/8114/000dd4.jpg

20Agosto
http://img337.imageshack.us/img337/6854/000unopp1.jpg[/quote]

01 settembre
http://img409.imageshack.us/img409/2971/gfsz100nhf00tl6.gif

old_bugimeteo
01-09-2007, 16:52
si noti la diversa concentrazione di ozono durante le stagioni:

13 Aprile (3Aprile+240h) 70hPa
http://img520.imageshack.us/img520/723/240ll4.gif
16Aprile
http://img62.imageshack.us/img62/3744/ozono16aprile2007hy5.png



16Luglio 70hPahttp://img520.imageshack.us/img520/5674/gfsz70nhf00ii6.gif
16Luglio
http://img527.imageshack.us/img527/8095/ozono16giugno2007qh1.png[/quote]

old_Snoww
01-09-2007, 16:58
Si parte con la nuova Stagione Bugi stratosferica?
Aspettavo con ansia questo Thread vostro del CPS, sarà un piacere seguire l'evoluzione che ci accompagnerà fino al futuro Inverno.
E si parte giustamente con il 1° Settembre ;10)

Ciao da Snoww

old_bugimeteo
01-09-2007, 17:04
Si parte con la nuova Stagione Bugi stratosferica?
Aspettavo con ansia questo Thread vostro del CPS, sarà un piacere seguire l'evoluzione che ci accompagnerà fino al futuro Inverno.
E si parte giustamente con il 1° Settembre ;10)

Ciao da Snoww


si parte!!!!!!!!!!!! ;el)) ;el)) ;el)) ......pieni di aspettative più di sempre...in fondo abbiamo saltato un inverno e credo che la stragrande maggioranza dei forumisti stia fremendo...Noi del C.P.S.in questi mesi abbiamo approfondito molti aspetti teleconnettivi -stratosferici che sicuramente ci aiuteranno nella previsione (assai complicata) per la prossima stagione. E con questo topic vi accompagneremo fino a marzo 2008 cercando di spiegarvi i complessi meccanismi che ruotano attorno alla comunicazione tra diversi strati atmosferici.
Non mi resta altro da dire che: BUON VIAGGIO :cool

old_Snoww
01-09-2007, 17:14
Si parte con la nuova Stagione Bugi stratosferica?
Aspettavo con ansia questo Thread vostro del CPS, sarà un piacere seguire l'evoluzione che ci accompagnerà fino al futuro Inverno.
E si parte giustamente con il 1° Settembre ;10)

Ciao da Snoww


si parte!!!!!!!!!!!! ;el)) ;el)) ;el)) ......pieni di aspettative più di sempre...in fondo abbiamo saltato un inverno e credo che la stragrande maggioranza dei forumisti stia fremendo...Noi del C.P.S.in questi mesi abbiamo approfondito molti aspetti teleconnettivi -stratosferici che sicuramente ci aiuteranno nella previsione (assai complicata) per la prossima stagione. E con questo topic vi accompagneremo fino a marzo 2008 cercando di spiegarvi i complessi meccanismi che ruotano attorno alla comunicazione tra diversi strati atmosferici.
Non mi resta altro da dire che: BUON VIAGGIO :cool

Buon Viaggio anche a voi del C.P.S Alex, io rispondo al tuo Buon Viaggio con un Salgo a Bordo!!
:up

old_Roberto MM
01-09-2007, 17:15
Che belli questi thread! ;10) Vai ragazzi, vi seguiremo attentamente per imparare e capire, e non solo naturalmente... :smoke :up :up :up

old_gigero
01-09-2007, 19:48
in attesa dei movimenti importanti trovo quanto mai giusto seguirli anche in embrione... ottimo thread !!!

old_And9
01-09-2007, 20:18
magnifico si presenta spettacolare sarà ;el)) ;el)) ;el))

AlealeTN
01-09-2007, 20:28
Salgo a bordo anch'io sul treno del CPS.
E che sia una Transiberiana... :smoke :snow

old_Dellork
01-09-2007, 20:39
Beeello!
E deve superare quello dell'anno scorso, non solo in pagine, ma in didattica e anche, perchè no, speranze!
Si parte allora!! ;10) ;el)) :inchino

Alipluto
01-09-2007, 21:58
:up :ciauz1

old_Bufera87
02-09-2007, 00:08
ho comprato un biglietto sul siberian express... c'è posto ancora per pochi...

bellissimo questo post, spero porterà bei frutti.. ;-9..... :snow

old_Batti85
02-09-2007, 00:25
Eccomi qua a pronto a seguire il mio primo autunno in vostra compagnia :boogie .Con questi thread non si finisce mai di imparare e io ne ho tanto bisogno :studio12
Complimenti x tutte queste iniziative! ;10) :ciauz1

lanfur
02-09-2007, 12:57
Cercherò anch'io quest'anno di capirci qualcosa
Grazie CPS :grazie :up

old_Lello
02-09-2007, 14:13
Speriamo bene :snow
Tutti uniti ;10)

old_verza81
02-09-2007, 14:17
Inizia una nuova avventura
:inchino :inchino :inchino

Daniele Campello
02-09-2007, 15:06
Mi ricordo che a suo tempo, nell’altro topic, c'era la voglia di verificare per la prima volta l’andamento della stratosfera polare con l’avanzare della stagione estiva. Le carte postate da Bugi risultano in questo senso molto interessanti, mostrano l’evoluzione di un VPS da una fase forte ad una condizione debole, seguiti dalla morte e da un trend di rinascita.
La dinamica del vortice polare è figlia della diversa radiazione solare che il polo è in grado di ricevere lungo l’anno.
Vedendo la prima mappa postata, si può avere bene un'idea della forza del VPS, quando il vortice polare stratosferico era in grado di instaurare un regime di isolamento che impediva il mescolamento con masse d'aria esterne ad esso. Venivano quindi a mancare quei presupposti per cui i forcing troposferici propagandosi verso l’alto, contribuiscono all’innalzamento delle temperature.
Nel mesi successivi al solstizio invernale la chimica della stratosfera comincia a modificarsi, il bilancio radiativo inizia ad aumentare, questo fattore è in grado di appartare delle modifiche alla chimica della stratosfera, il VPS tende così a divenire sempre più disturbato fino a sfaldarsi completamente facendo posto ad un anticiclone.
Dopo il solstizio d’estate, il cambio di radiazione solare (in diminuzione) porta ad un raffreddamento emisferico. Questa tendenza viene bilanciata da un moto verso il basso, detto subsidenza dell’aria: in pratica l’aria tende ad avere una temperatura più bassa, la sua densità aumenta e da qui la tendenza alla subsidenza.

Su scale di tempo stagionali, è interessante capire come l’evoluzione del vortice polare sia influenzata da particolari fattori teleconnettivo come la Quasi biennial oscillation, ne avremo una riprova questo inverno.
L’ulteriore calo di radiazione che si avrà da qui in avanti,porterà maggior vigore al VPS, e noi in questo topic ne seguiremo l'evoluzione passo passo.

Ecco le carte dal mio punto di vista più didattiche:

http://img236.imageshack.us/img236/9946/strat8il9.gif

http://img509.imageshack.us/img509/4509/stratosfera100hpa22giugoa6.png

http://img409.imageshack.us/img409/2971/gfsz100nhf00tl6.gif

:ciauz1

old_bugimeteo
02-09-2007, 15:11
inoltre , aggiungo a quanto brillantemente scritto dal nostro mitico Dani, potremo durante la stagione osservare l' influenza dell SST sul VPS (essenzialmente della PDO e dell atlantico settentrionale) confrontandole con quelle della stagione scorsa....sono pronto a scommettere che quest anno non ci saranno solo forcings aleutinici(che ci hanno così penalizzato ) ma avremo certamente un atlantico più attivo..... :fischiet :fischiet :fischiet

lanfur
02-09-2007, 17:04
nn per essere invasivi
ma potete spiegarmi ai gnubbi come me il signifiacato delle sigle tipo PDO , SST, VPS ...
Grazie mille siete grandi :up :ciauz1

old_Remigio zago
02-09-2007, 22:24
nn per essere invasivi
ma potete spiegarmi ai gnubbi come me il signifiacato delle sigle tipo PDO , SST, VPS ...
Grazie mille siete grandi :up :ciauz1


PDO= Teleconnesione Pacific Decadal Oscillation: fase negativa Pacifico nord-orientale freddo, nord-occidentale caldo (semplificando all'estremo)

SST= Sea Surface Temperature (Temperatura superficiale del mare)

VPS= Vortice Polare Stratosferico.


;10)

:up

old_Dellork
02-09-2007, 22:27
nn per essere invasivi
ma potete spiegarmi ai gnubbi come me il signifiacato delle sigle tipo PDO , SST, VPS ...
Grazie mille siete grandi :up :ciauz1
PDO = Pacific Decadal Oscillation
SST = Sea Surface Temperature (di solito affinacato ad A = Anomaly)
VPS = Vortice Polare Stratosferico
agli altri la parola per spiegazioni più dettagliate... :smoke :fischiet

old_Dellork
02-09-2007, 22:28
'azz...Remigio mi ha preceduto! :matrix

zampatafredda
02-09-2007, 23:25
Forza ragazzi :up

lanfur
03-09-2007, 09:05
grazie mille ;10)

old_Remigio zago
06-09-2007, 10:34
Stratosfera ancora in veste estiva in questo inizio di settembre, specie per quanto riguarda le temperature; embrione di vortice polare invece sulla circolazione emisferica.
In attesa di ben più drastici cambiamenti dall'equinozio in poi.

:ciauz1

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_t70_nh_f00.gif

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z70_nh_f00.gif

Daniele Campello
14-09-2007, 13:49
http://img245.imageshack.us/img245/2531/100hpaeq1.gif

http://img245.imageshack.us/img245/4088/50hpaun3.gif

http://img245.imageshack.us/img245/365/10hpanj8.gif

http://img245.imageshack.us/img245/3812/1hpadk7.gif

old_Bufera87
14-09-2007, 19:17
ormai anche a 1hpa si nota il VPS...
sarà un topic sofferto questo... ;-9.....

old_even
15-09-2007, 13:57
Fortunatamente rispetto allo scorso anno, fino ad ora, è tutt'altra storia:
http://upload3.postimage.org/87450/set06.jpg (http://upload3.postimage.org/87450/photo_hosting.html)

http://upload3.postimage.org/87452/set07.jpg (http://upload3.postimage.org/87452/photo_hosting.html)

Perciò mi aspetto un vp abbastanza forte questo autunno(AO+) scongiurando però così anche il pericolo di Canadian warming e strat-cooling seguenti(inverno scorso). Questo per me però non significa immaginarmi un hp eterno per questo autunno (lo scorso anno c'era AO- ma avevamo hp) ma me lo immagino fatto di peggioramenti, alternati a pause azzorriane, con dinamiche prossime a quelle del venturo peggioramento con possibile sviluppo in scand+, questo perchè non dobbiamo dimenticarci che ques'anno le ssta sono molto diverse e abbiamo qbo- e nina!(CPS docet)
Tutto questo fino a novembre...quando poi qbo-, minimo solare ed il primo strat-warming inizieranno a farci sperare, sognare...e magari vivere "l'EVENTO" che tanto attendiamo... ;11;)
:ciauz1

old_Remigio zago
15-09-2007, 14:10
Fortunatamente rispetto allo scorso anno, fino ad ora, è tutt'altra storia:
http://upload3.postimage.org/87450/set06.jpg (http://upload3.postimage.org/87450/photo_hosting.html)

http://upload3.postimage.org/87452/set07.jpg (http://upload3.postimage.org/87452/photo_hosting.html)

Perciò mi aspetto un vp abbastanza forte questo autunno(AO+) scongiurando però così anche il pericolo di Canadian warming e strat-cooling seguenti(inverno scorso). Questo per me però non significa immaginarmi un hp eterno per questo autunno (lo scorso anno c'era AO- ma avevamo hp) ma me lo immagino fatto di peggioramenti, alternati a pause azzorriane, con dinamiche prossime a quelle del venturo peggioramento con possibile sviluppo in scand+, questo perchè non dobbiamo dimenticarci che ques'anno le ssta sono molto diverse e abbiamo qbo- e nina!(CPS docet)
Tutto questo fino a novembre...quando poi qbo-, minimo solare ed il primo strat-warming inizieranno a farci sperare, sognare...e magari vivere "l'EVENTO" che tanto attendiamo... ;11;)
:ciauz1

Ottime osservazioni, Even !! ;10) ;10)

Ad integrazione posso aggiungere che i Canadian Warming dello scorso inverno così deleteri per noi erano dati da una particolare condizione della PDO che favoriva, attraverso il trasporto meridionale di calore dalle depressioni del Pacifico nord-occidentale, ripetuti forcing aleutinici.
Quest'anno il discorso è diverso.
Detto questo, un VPS già in palla in autunno è estremamente utile in funzione invernale. Anomalie termiche autunnali negative in area artica e sub-artica favoriscono l'estensione dei ghiacci in questo periodo e bisogna sottolineare che se da un lato i media oggi evidenziano la riapertura del passaggio a nord-ovest, dall'altro noi dobbiamo sottolineare una ottima condizione di partenza dei ghiacci artici nel settore europeo, l'unico a non aver patito eccessivamente durante la fase di disgelo, mantenedo anzi condizioni di estensione migliore rispetto allo scorso anno.

:ciauz1

old_even
16-09-2007, 15:49
Fortunatamente rispetto allo scorso anno, fino ad ora, è tutt'altra storia:
http://upload3.postimage.org/87450/set06.jpg (http://upload3.postimage.org/87450/photo_hosting.html)

http://upload3.postimage.org/87452/set07.jpg (http://upload3.postimage.org/87452/photo_hosting.html)

Perciò mi aspetto un vp abbastanza forte questo autunno(AO+) scongiurando però così anche il pericolo di Canadian warming e strat-cooling seguenti(inverno scorso). Questo per me però non significa immaginarmi un hp eterno per questo autunno (lo scorso anno c'era AO- ma avevamo hp) ma me lo immagino fatto di peggioramenti, alternati a pause azzorriane, con dinamiche prossime a quelle del venturo peggioramento con possibile sviluppo in scand+, questo perchè non dobbiamo dimenticarci che ques'anno le ssta sono molto diverse e abbiamo qbo- e nina!(CPS docet)
Tutto questo fino a novembre...quando poi qbo-, minimo solare ed il primo strat-warming inizieranno a farci sperare, sognare...e magari vivere "l'EVENTO" che tanto attendiamo... ;11;)
:ciauz1

Ottime osservazioni, Even !! ;10) ;10)

Ad integrazione posso aggiungere che i Canadian Warming dello scorso inverno così deleteri per noi erano dati da una particolare condizione della PDO che favoriva, attraverso il trasporto meridionale di calore dalle depressioni del Pacifico nord-occidentale, ripetuti forcing aleutinici.
Quest'anno il discorso è diverso.
Detto questo, un VPS già in palla in autunno è estremamente utile in funzione invernale. Anomalie termiche autunnali negative in area artica e sub-artica favoriscono l'estensione dei ghiacci in questo periodo e bisogna sottolineare che se da un lato i media oggi evidenziano la riapertura del passaggio a nord-ovest, dall'altro noi dobbiamo sottolineare una ottima condizione di partenza dei ghiacci artici nel settore europeo, l'unico a non aver patito eccessivamente durante la fase di disgelo, mantenedo anzi condizioni di estensione migliore rispetto allo scorso anno.

:ciauz1
Riallacciandomi a questo discorso viewtopic.php?f=1&t=10876&start=30 (http://forum.meteotriveneto.it/viewtopic.php?f=1&t=10876&start=30)
ho trovato delle correlazioni, che nonostante non abbiano nessun supporto scientifico alla base che io gli abbia potuto dare, hanno danno tuttavia risultati sorprendenti!
Ho individuato 4 zone ed in base alla loro anomalia della stratosfera a 50 mb nel mese di ottobre si riesce a determinare il segno dell'AO nel successivo inverno.

Zona 1: Centro tra Canada e Norh Dakota
Zona 2: Centro tra Groenlandia e Terranova
Zona 3: Centro tra le Is. Svalbard e Zemlja(Penisola del Tajmyr)
Zona 4: Centro nel Mare di Bering

http://upload3.postimage.org/102445/azzz.jpg (http://upload3.postimage.org/102445/photo_hosting.html)

Se ad ottobre risultano positive le zone 1 e 3 e negative la 2 e la 4, la AO sarà negativa; AO positiva se accade il contrario.
La novità che ho trovato in seguito è che se la zona 4 hanno un segno positivo(max neutro-deb ) mentre la 1, 2,3 negativa (max neutra-deb+), l'inverno sarà caratterizzato da una prima parte con AO negativa e la seconda da AO positiva e viceversa.

http://upload3.postimage.org/105578/PPAO_.jpg (http://upload3.postimage.org/105578/photo_hosting.html)

http://upload3.postimage.org/105730/SPAO_.jpg (http://upload3.postimage.org/105730/photo_hosting.html)

Inoltre, ma non vale sempre, tanto sono grandi le anomalie tanto maggiore sarà la magnitudo dell'AO.
Quando non si rientra in questi casi l'AO ha un andamento irregolare e mai di forte magnitudo.

Sempre il solito discorso..se bastasse osservare le anomalie della stratosfera(o altro) per fare previsioni sarebbero tutti capaci a farle. Pero questa mi sembra qualcosa di più di una coincidenza sebbene io non riesca a capire il perchè (cause-conseguenze) qualora vi fosse una spiegazione alla base.
Ora faccio qualche esempio ma provateci anche voi e rimarrete sbalorditi.

http://upload3.postimage.org/102390/60.jpg (http://upload3.postimage.org/102390/photo_hosting.html)
1 e 3 positive; 2 e 4 negative. AO D-0,042 J-2,484 F-2,212 M-1,625

http://upload3.postimage.org/102525/92.jpg (http://upload3.postimage.org/102525/photo_hosting.html)
1 e 3 negative, zona 2 e 4 positive. AO 1,627 3,495 0,184 0,764

Poi comunque esistono sempre gli strat-warming che possono cambiare sempre le cose ed in qualsiasi momento (2004/2005 è una eccezione in tal senso).

Inoltre sto anche scoprendo come l'anomalia di una zona incida su un particolare mese. Fino ad esso ho trovato relazioni, che andranno approfondite, tra la zona 1 e gennaio(+;AO-), zona 2 e dicembre(-;AO-), zona 3 e febbraio(+;AO-), zona 4 e marzo(-;AO-).
Che ne pensate?

old_Roberto MM
16-09-2007, 16:08
Che intervento!!!! :inchino :inchino :inchino

Beh personalmente, mi piacerebbe molto che faccia freddo quando conta davvero, quando le giornate sono corte...

old_Albert0
16-09-2007, 16:30
Vedendo la prima mappa postata, si può avere bene un'idea della forza del VPS, quando il vortice polare stratosferico era in grado di instaurare un regime di isolamento che impediva il mescolamento con masse d'aria esterne ad esso. Venivano quindi a mancare quei presupposti per cui i forcing troposferici propagandosi verso l’alto, contribuiscono all’innalzamento delle temperature.



Potreste spiegare cos'è un forcing?
Ho cercato su Google ma vengono fuori pagine di M3V....

old_even
16-09-2007, 16:41
Vedendo la prima mappa postata, si può avere bene un'idea della forza del VPS, quando il vortice polare stratosferico era in grado di instaurare un regime di isolamento che impediva il mescolamento con masse d'aria esterne ad esso. Venivano quindi a mancare quei presupposti per cui i forcing troposferici propagandosi verso l’alto, contribuiscono all’innalzamento delle temperature.



Potreste spiegare cos'è un forcing?
Ho cercato su Google ma vengono fuori pagine di M3V....
Sicuramente ci sarà chi te lo saprà dire molto meglio di me ma i forcing troposferici sono dei veri e propri trasferimenti di calore dal basso verso l'alto dovuti al persistere di una figura anticiclonica in una determinata zona favorita da particolari condizioni teleconnettive-oceaniche, e che favoriscono l'insorgenza di riscaldamenti stratosferici(vedi alta aleutinica e canadian warming dello scorso anno).Ma io potrei sbagliarmi. :ciauz1

old_bugimeteo
16-09-2007, 17:13
Vedendo la prima mappa postata, si può avere bene un'idea della forza del VPS, quando il vortice polare stratosferico era in grado di instaurare un regime di isolamento che impediva il mescolamento con masse d'aria esterne ad esso. Venivano quindi a mancare quei presupposti per cui i forcing troposferici propagandosi verso l’alto, contribuiscono all’innalzamento delle temperature.



Potreste spiegare cos'è un forcing?
Ho cercato su Google ma vengono fuori pagine di M3V....
Sicuramente ci sarà chi te lo saprà dire molto meglio di me ma i forcing troposferici sono dei veri e propri trasferimenti di calore dal basso verso l'alto dovuti al persistere di una figura anticiclonica in una determinata zona favorita da particolari condizioni teleconnettive-oceaniche, e che favoriscono l'insorgenza di riscaldamenti stratosferici(vedi alta aleutinica e canadian warming dello scorso anno).Ma io potrei sbagliarmi. :ciauz1


:up :up :up perfetto Even....se vogliamo un po' approfondire i forcings sono provocati da importanti ondulazioni della corrente a getto(a loro volta determinate da particolari disposizioni delle SST)....solo in particolari condizioni(VPS stressato) riescono a trasportare il calore necessario all esplosione dei Warmings stratosferici.

old_even
16-09-2007, 17:25
Potreste spiegare cos'è un forcing?
Ho cercato su Google ma vengono fuori pagine di M3V....
Sicuramente ci sarà chi te lo saprà dire molto meglio di me ma i forcing troposferici sono dei veri e propri trasferimenti di calore dal basso verso l'alto dovuti al persistere di una figura anticiclonica in una determinata zona favorita da particolari condizioni teleconnettive-oceaniche, e che favoriscono l'insorgenza di riscaldamenti stratosferici(vedi alta aleutinica e canadian warming dello scorso anno).Ma io potrei sbagliarmi. :ciauz1


:up :up :up perfetto Even....se vogliamo un po' approfondire i forcings sono provocati da importanti ondulazioni della corrente a getto(a loro volta determinate da particolari disposizioni delle SST)....solo in particolari condizioni(VPS stressato) riescono a trasportare il calore necessario all esplosione dei Warmings stratosferici.
Siete degli ottimi Maestri!Grande CPS! ;10) ;44)
Che ne pensi delle analogie che ho trovato (stratosfera ottobre-ao invernale)?
:ciauz1

old_bugimeteo
16-09-2007, 18:44
non sono un grande estimatore dei parallelismi con il passato......a dirti il vero io non ne faccio proprio uso: nonostante questo è interessante ciò che hai trovato anche se credo che l'AO invernale sia principalmente determinata dalla QBO (soprattutto quando è in "fase " con i massimi-minimi dei cicli solari)

:ciauz1

old_even
16-09-2007, 18:45
Che intervento!!!! :inchino :inchino :inchino

Beh personalmente, mi piacerebbe molto che faccia freddo quando conta davvero, quando le giornate sono corte...
Per avere una partenza sprint dell'Inverno occorrerebbe una forte anomalia positiva nella zona 1 e molto negativa nella zona 2 con la zona 3 positiva e la 4 con qualsiasi anomalia sebbene sarebbe più auspicabile leggermente negativa almeno-max neutra...ma sono solo congetture. ;9L
:ciauz1

old_even
16-09-2007, 18:57
non sono un grande estimatore dei parallelismi con il passato......a dirti il vero io non ne faccio proprio uso: nonostante questo è interessante ciò che hai trovato anche se credo che l'AO invernale sia principalmente determinata dalla QBO (soprattutto quando è in "fase " con i massimi-minimi dei cicli solari)

:ciauz1
Infatti la stragrande maggioranza di quegli anni(AO=) presi in considerazione cadono esattamente come descritto nel grafico quando parla di freddo per l'Europa(QBO+ max solare; QBO-,min solare) ;9L
http://upload3.postimage.org/109997/2.jpg (http://upload3.postimage.org/109997/photo_hosting.html)
:ciauz1

old_bugimeteo
17-09-2007, 19:12
e intanto al polo sud

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_t01_sh_f240.gif


;el)) ;el))

old_bugimeteo
17-09-2007, 19:14
accenno di bilobazione a 50hpa

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_sh_f72.gif

old_Albert0
24-09-2007, 22:31
Al 1 Ottobre si vede già bene il vortice, a nord della Groelandia

http://img227.imageshack.us/img227/3534/rhavn1741uu7.gif (http://imageshack.us)

L'anticiclone che avremo a nord, più a est porta la -10C a lat. 50° ,sulla Siberia occidentale:


http://upload3.postimage.org/250754/Rhavn1742.jpg (http://upload3.postimage.org/250754/photo_hosting.html)

old_bugimeteo
25-09-2007, 08:07
http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/precip/CWlink/daily_ao_index/hgt.aao.cdas.gif

ecco cosa ha portato la QBO- e il minimo solare in stratosfera e troposfera al polo sud(leggasi pure inverno storico per il sud america)........Notare i valori dell AAO..... :fischiet :fischiet :fischiet e tra un paio di mesi vedremo cosa porterà nel nostro emisfero :smoke :smoke

old_Bufera87
25-09-2007, 09:04
l'indice ao è un ottimo indicatore e certo con il sole "blank"... :fischiet ;-9.....

old_gigero
25-09-2007, 11:55
caspita i diagrammi sono davvero vicini all'essere speculari.... ;-9.....

old_Bosnows
25-09-2007, 12:53
Fortunatamente rispetto allo scorso anno, fino ad ora, è tutt'altra storia:
http://upload3.postimage.org/87450/set06.jpg (http://upload3.postimage.org/87450/photo_hosting.html)

http://upload3.postimage.org/87452/set07.jpg (http://upload3.postimage.org/87452/photo_hosting.html)

Perciò mi aspetto un vp abbastanza forte questo autunno(AO+) scongiurando però così anche il pericolo di Canadian warming e strat-cooling seguenti(inverno scorso). Questo per me però non significa immaginarmi un hp eterno per questo autunno (lo scorso anno c'era AO- ma avevamo hp) ma me lo immagino fatto di peggioramenti, alternati a pause azzorriane, con dinamiche prossime a quelle del venturo peggioramento con possibile sviluppo in scand+, questo perchè non dobbiamo dimenticarci che ques'anno le ssta sono molto diverse e abbiamo qbo- e nina!(CPS docet)
Tutto questo fino a novembre...quando poi qbo-, minimo solare ed il primo strat-warming inizieranno a farci sperare, sognare...e magari vivere "l'EVENTO" che tanto attendiamo... ;11;)
:ciauz1

Ottime osservazioni, Even !! ;10) ;10)

Ad integrazione posso aggiungere che i Canadian Warming dello scorso inverno così deleteri per noi erano dati da una particolare condizione della PDO che favoriva, attraverso il trasporto meridionale di calore dalle depressioni del Pacifico nord-occidentale, ripetuti forcing aleutinici.
Quest'anno il discorso è diverso.
Detto questo, un VPS già in palla in autunno è estremamente utile in funzione invernale. Anomalie termiche autunnali negative in area artica e sub-artica favoriscono l'estensione dei ghiacci in questo periodo e bisogna sottolineare che se da un lato i media oggi evidenziano la riapertura del passaggio a nord-ovest, dall'altro noi dobbiamo sottolineare una ottima condizione di partenza dei ghiacci artici nel settore europeo, l'unico a non aver patito eccessivamente durante la fase di disgelo, mantenedo anzi condizioni di estensione migliore rispetto allo scorso anno.

:ciauz1
Riallacciandomi a questo discorso viewtopic.php?f=1&t=10876&start=30
ho trovato delle correlazioni, che nonostante non abbiano nessun supporto scientifico alla base che io gli abbia potuto dare, hanno danno tuttavia risultati sorprendenti!
Ho individuato 4 zone ed in base alla loro anomalia della stratosfera a 50 mb nel mese di ottobre si riesce a determinare il segno dell'AO nel successivo inverno.

Zona 1: Centro tra Canada e Norh Dakota
Zona 2: Centro tra Groenlandia e Terranova
Zona 3: Centro tra le Is. Svalbard e Zemlja(Penisola del Tajmyr)
Zona 4: Centro nel Mare di Bering

http://upload3.postimage.org/102445/azzz.jpg (http://upload3.postimage.org/102445/photo_hosting.html)

Se ad ottobre risultano positive le zone 1 e 3 e negative la 2 e la 4, la AO sarà negativa; AO positiva se accade il contrario.
La novità che ho trovato in seguito è che se la zona 4 hanno un segno positivo(max neutro-deb ) mentre la 1, 2,3 negativa (max neutra-deb+), l'inverno sarà caratterizzato da una prima parte con AO negativa e la seconda da AO positiva e viceversa.

http://upload3.postimage.org/105578/PPAO_.jpg (http://upload3.postimage.org/105578/photo_hosting.html)

http://upload3.postimage.org/105730/SPAO_.jpg (http://upload3.postimage.org/105730/photo_hosting.html)

Inoltre, ma non vale sempre, tanto sono grandi le anomalie tanto maggiore sarà la magnitudo dell'AO.
Quando non si rientra in questi casi l'AO ha un andamento irregolare e mai di forte magnitudo.

Sempre il solito discorso..se bastasse osservare le anomalie della stratosfera(o altro) per fare previsioni sarebbero tutti capaci a farle. Pero questa mi sembra qualcosa di più di una coincidenza sebbene io non riesca a capire il perchè (cause-conseguenze) qualora vi fosse una spiegazione alla base.
Ora faccio qualche esempio ma provateci anche voi e rimarrete sbalorditi.

http://upload3.postimage.org/102390/60.jpg (http://upload3.postimage.org/102390/photo_hosting.html)
1 e 3 positive; 2 e 4 negative. AO D-0,042 J-2,484 F-2,212 M-1,625

http://upload3.postimage.org/102525/92.jpg (http://upload3.postimage.org/102525/photo_hosting.html)
1 e 3 negative, zona 2 e 4 positive. AO 1,627 3,495 0,184 0,764

Poi comunque esistono sempre gli strat-warming che possono cambiare sempre le cose ed in qualsiasi momento (2004/2005 è una eccezione in tal senso).

Inoltre sto anche scoprendo come l'anomalia di una zona incida su un particolare mese. Fino ad esso ho trovato relazioni, che andranno approfondite, tra la zona 1 e gennaio(+;AO-), zona 2 e dicembre(-;AO-), zona 3 e febbraio(+;AO-), zona 4 e marzo(-;AO-).
Che ne pensate?

Bravo Even,
veramente un bel intervento ;)
Rimetto piede anch’io qui in questo storico post che lo scorso anno ci ha accompagnato per tutto l’inverno, per fortuna l’ha aperto il Bugi, e speriamo che porti bene ;66)))
Ricollegandomi all’ottima ricerca che ha fatto Even, che didatticamente ha suddiviso le zone delle varie anomalie, mi piacerebbe sapere qual’era nei diversi casi la situazione della QBO.
Credo che le zone positive 1-3 in ottobre evidenzino proprio l’inizio del disturbo alla circolazione del VPS da QBO negativa, in trasferimento verso più bassi livelli stratosferici, conseguenza è la formazione di anticicloni termici polari proprie nelle zone continentali ove l'irraggiamento è minore e il raffreddamento al suolo maggiore, cioè Canada e artico Siberiano.
In quelle condizioni sinottiche, chiaramente in artico la AO è condizionata negativamente, come la circolazione troposferica per buona parte dell’inverno.
Con questo tipo di struttura termica, come sappiamo che è alimentata in quota da una bassa pressione, quindi se non ho detto delle ca…. ti troverai, negl’anni in cui in ottobre hai i settori 1-3 positivi, anomalie negative in gennaio-febbraio.
ciao
:ciauz1

old_even
25-09-2007, 17:26
Riallacciandomi a questo discorso viewtopic.php?f=1&t=10876&start=30
ho trovato delle correlazioni, che nonostante non abbiano nessun supporto scientifico alla base che io gli abbia potuto dare, hanno danno tuttavia risultati sorprendenti!
Ho individuato 4 zone ed in base alla loro anomalia della stratosfera a 50 mb nel mese di ottobre si riesce a determinare il segno dell'AO nel successivo inverno.

Zona 1: Centro tra Canada e Norh Dakota
Zona 2: Centro tra Groenlandia e Terranova
Zona 3: Centro tra le Is. Svalbard e Zemlja(Penisola del Tajmyr)
Zona 4: Centro nel Mare di Bering

http://upload3.postimage.org/102445/azzz.jpg (http://upload3.postimage.org/102445/photo_hosting.html)

Se ad ottobre risultano positive le zone 1 e 3 e negative la 2 e la 4, la AO sarà negativa; AO positiva se accade il contrario.
La novità che ho trovato in seguito è che se la zona 4 hanno un segno positivo(max neutro-deb ) mentre la 1, 2,3 negativa (max neutra-deb+), l'inverno sarà caratterizzato da una prima parte con AO negativa e la seconda da AO positiva e viceversa.

http://upload3.postimage.org/105578/PPAO_.jpg (http://upload3.postimage.org/105578/photo_hosting.html)

http://upload3.postimage.org/105730/SPAO_.jpg (http://upload3.postimage.org/105730/photo_hosting.html)

Inoltre, ma non vale sempre, tanto sono grandi le anomalie tanto maggiore sarà la magnitudo dell'AO.
Quando non si rientra in questi casi l'AO ha un andamento irregolare e mai di forte magnitudo.

Sempre il solito discorso..se bastasse osservare le anomalie della stratosfera(o altro) per fare previsioni sarebbero tutti capaci a farle. Pero questa mi sembra qualcosa di più di una coincidenza sebbene io non riesca a capire il perchè (cause-conseguenze) qualora vi fosse una spiegazione alla base.
Ora faccio qualche esempio ma provateci anche voi e rimarrete sbalorditi.

http://upload3.postimage.org/102390/60.jpg (http://upload3.postimage.org/102390/photo_hosting.html)
1 e 3 positive; 2 e 4 negative. AO D-0,042 J-2,484 F-2,212 M-1,625

http://upload3.postimage.org/102525/92.jpg (http://upload3.postimage.org/102525/photo_hosting.html)
1 e 3 negative, zona 2 e 4 positive. AO 1,627 3,495 0,184 0,764

Poi comunque esistono sempre gli strat-warming che possono cambiare sempre le cose ed in qualsiasi momento (2004/2005 è una eccezione in tal senso).

Inoltre sto anche scoprendo come l'anomalia di una zona incida su un particolare mese. Fino ad esso ho trovato relazioni, che andranno approfondite, tra la zona 1 e gennaio(+;AO-), zona 2 e dicembre(-;AO-), zona 3 e febbraio(+;AO-), zona 4 e marzo(-;AO-).
Che ne pensate?

Bravo Even,
veramente un bel intervento ;)
Rimetto piede anch’io qui in questo storico post che lo scorso anno ci ha accompagnato per tutto l’inverno, per fortuna l’ha aperto il Bugi, e speriamo che porti bene ;66)))
Ricollegandomi all’ottima ricerca che ha fatto Even, che didatticamente ha suddiviso le zone delle varie anomalie, mi piacerebbe sapere qual’era nei diversi casi la situazione della QBO.
Credo che le zone positive 1-3 in ottobre evidenzino proprio l’inizio del disturbo alla circolazione del VPS da QBO negativa, in trasferimento verso più bassi livelli stratosferici, conseguenza è la formazione di anticicloni termici polari proprie nelle zone continentali ove l'irraggiamento è minore e il raffreddamento al suolo maggiore, cioè Canada e artico Siberiano.
In quelle condizioni sinottiche, chiaramente in artico la AO è condizionata negativamente, come la circolazione troposferica per buona parte dell’inverno.
Con questo tipo di struttura termica, come sappiamo che è alimentata in quota da una bassa pressione, quindi se non ho detto delle ca…. ti troverai, negl’anni in cui in ottobre hai i settori 1-3 positivi, anomalie negative in gennaio-febbraio.
ciao
:ciauz1
Ciao Bosnows! :ciauz1 Era da tanto che non ti si sentiva.
Eccoti le anomalie in qbo- degli anni com AO<-1

http://upload3.postimage.org/260812/qbo_.jpg (http://upload3.postimage.org/260812/photo_hosting.html)
http://upload3.postimage.org/260834/qbo_wind.jpg (http://upload3.postimage.org/260834/photo_hosting.html)

con QBO + dove si nota il permanere, seppure attenuata, della corrispondenza delle zone ma con la 3 molto importante

http://upload3.postimage.org/260854/qbo_.jpg (http://upload3.postimage.org/260854/photo_hosting.html)
http://upload3.postimage.org/260870/qbo_wind.jpg (http://upload3.postimage.org/260870/photo_hosting.html)

Riguardo il discorso che hai fatto...direi di no...questa è la serie da ottobre a febbraio per gli anni in AO<-1

http://upload3.postimage.org/260503/OTT.jpg (http://upload3.postimage.org/260503/photo_hosting.html)
http://upload3.postimage.org/260507/NOV.jpg (http://upload3.postimage.org/260507/photo_hosting.html)
http://upload3.postimage.org/260509/DIC.jpg (http://upload3.postimage.org/260509/photo_hosting.html)
http://upload3.postimage.org/260512/GEN.jpg (http://upload3.postimage.org/260512/photo_hosting.html)
http://upload3.postimage.org/260513/FEB.jpg (http://upload3.postimage.org/260513/photo_hosting.html)

Riguardo i disturbi alla circolazione del VPS hai detto bene perchè le zone che ho individuato derivano da anomalie, psudo alte e basse pressioni) a tale circolazione.
http://upload3.postimage.org/259136/1.jpg (http://upload3.postimage.org/259136/photo_hosting.html)
Quello che non so è in che modo ci riesce?
Con Bugimeteo discutevamo di un possibile, direi molto probabile, interferenza del binomio min(max)solare e QBO-(QBO+) ed infatti la casistica presa in esame risolve direi in modo quasi completo tale interrogativo.
Ma non riuscendo a capire il modo, forse tu puoi dirmelo, mi è venuta in mente un'idea:
zone deficitarie di ghiacci, ssta+, ozono(le sst+ sembrano, da quel poco che ho potuto vedere, dei catalizzatori di questo gas)in seguito le reazioni chimiche che modificano T e geopotenziali alzandoli(ricordo una cosa del genere tra gli strat-warming e ozono).
Il ruolo della qbo è importantissimo (vedi la circolazione di Brewer-Dobson) ma secondo me disturba o fovorisce la circolazione del VPS ma non crea le anomalie circolatorie oggetto di questa discussione.

http://www.osdpd.noaa.gov/PSB/EPS/SST/data/anomnight.9.24.2007.gif
http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_toz_nh_f24.gif
http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f48.gif

Una carta a supporto di questa mia ideea c'è...e relativa alle sst
http://upload3.postimage.org/262309/1.jpg (http://upload3.postimage.org/262309/photo_hosting.html)
http://upload3.postimage.org/262059/1.jpg (http://upload3.postimage.org/262059/photo_hosting.html)

Non è certo una prova però almeno così mi sembra di non aver fatto un ragionamento troppo assurdo.


Queste sono solo considerazioni intutive che ho fatto spulciando solo qualche reanalysis e nulla di più... se ho detto qualche palese cavolata, e me ne scuso, ti prego di correggermi non tanto per me ma quanto per chi le legge. ;)
:ciauz1

old_Bosnows
26-09-2007, 09:06
Ciao Even,
un piacere discutere con un ragazzo così preparato!

Riguardo le anomalie dei geopotenziali a gennaio rispetta ai mesi di ottobre da te mensionati, probabilmente mi sono spiegato male, riferendomi proprio ad anomalie ( che spesso sono forvianti, bisognerebbe cercare la media dei geopotenziali nel loro valore assoluto e non l’anomalia che si riferisce a valori forse fin troppo ristretti ( 1968-1996)).
Di seguito ti plotto la media dei geopotenziali a 50 mb e quella della pressione al suolo sempre per gennaio, si vede bene l’azione termica di quegl’anni nei continenti, soprattutto in quello siberiano.

http://img301.imageshack.us/img301/4347/50mbgeopotcv6.png

http://img301.imageshack.us/img301/2095/pressioneae2.png

Comunque non era questo il tuo quesito, la tua ipotesi riguardo l’ozono e le sst, da quello che ti posso dire io il tuo ragionamento potrebbe essere corretto, ma parliamo di una cosa così complessa che le nostre conoscenze credo siano scarse al riguardo e io non lascierei da parte la QBO.
Infatti se la concentrazione o meno di ozono impedisce o meno l’infintrazione dei raggi solari verso la troposfera, allo stesso tempo le stesse anomalie posistive delle sst possono modificare come dici la concentrazione di ozono a livello superiore, anche se credo che questo meccanismo sia più difficile.
Invece è risaputo che la concentrazione o meno di ozono in stratosfera è dipendente dalla qbo e dal trasporto dei venti stratosferici, quindi la concentrazione o meno di ozono è collegata alle fasi di qbo.
La tua risposta riguardo le anomalie dei geopotenziali da te individuate la puoi trovare comunque nella splendida spiegazione del nostro Daniele nell'altro post, credo quindi che la qbo abbia una grande importanza in questo meccanismo.
Ciao

p.s. comunque continua così perché le tue ricerche sono veramente interessanti
;)

old_even
26-09-2007, 12:19
Ciao Even,
un piacere discutere con un ragazzo così preparato!

Riguardo le anomalie dei geopotenziali a gennaio rispetta ai mesi di ottobre da te mensionati, probabilmente mi sono spiegato male, riferendomi proprio ad anomalie ( che spesso sono forvianti, bisognerebbe cercare la media dei geopotenziali nel loro valore assoluto e non l’anomalia che si riferisce a valori forse fin troppo ristretti ( 1968-1996)).
Di seguito ti plotto la media dei geopotenziali a 50 mb e quella della pressione al suolo sempre per gennaio, si vede bene l’azione termica di quegl’anni nei continenti, soprattutto in quello siberiano.

http://img301.imageshack.us/img301/4347/50mbgeopotcv6.png

http://img301.imageshack.us/img301/2095/pressioneae2.png

Comunque non era questo il tuo quesito, la tua ipotesi riguardo l’ozono e le sst, da quello che ti posso dire io il tuo ragionamento potrebbe essere corretto, ma parliamo di una cosa così complessa che le nostre conoscenze credo siano scarse al riguardo e io non lascierei da parte la QBO.
Infatti se la concentrazione o meno di ozono impedisce o meno l’infintrazione dei raggi solari verso la troposfera, allo stesso tempo le stesse anomalie posistive delle sst possono modificare come dici la concentrazione di ozono a livello superiore, anche se credo che questo meccanismo sia più difficile.
Invece è risaputo che la concentrazione o meno di ozono in stratosfera è dipendente dalla qbo e dal trasporto dei venti stratosferici, quindi la concentrazione o meno di ozono è collegata alle fasi di qbo.
La tua risposta riguardo le anomalie dei geopotenziali da te individuate la puoi trovare comunque nella splendida spiegazione del nostro Daniele nell'altro post, credo quindi che la qbo abbia una grande importanza in questo meccanismo.
Ciao

p.s. comunque continua così perché le tue ricerche sono veramente interessanti
;)

E' tutto mio il piacere di discutere, se non con il primo, sicuramete con uno tra i massimi esperti di dinamiche stratosferiche e non solo! ;10)
Riguardo il tuo discorso mi sembrava strano che non fosse stato come dicevi tu ed infatti considerare la sola anomalia a volte ci si può confondere: alla luce di questo risulta quanto fosse forte il disturbo al VPS durante tutto l'inverno. :oooh
Riguardo il mio discorso invece constatare come la mia ipotesi a tuo giudizio si potrebbe rilevare comunque non infondata e forse, almeno in piccola parte, corresponsabile dei disturbi al VPS, mi rende orgoglioso.
Io non escludo la QBO dal mio discorso, sarei sciocco, ma penso che non sia lei la "creatrice" delle anomalie delle zone che ho individuato. Mi spiego meglio: il meccanismo decritto da Neo non lo metto assolutamente, e ci mancherebbe pure, in discussione ma secondo me non spiega perchè quelle determinate zone abbiano quelle anomalie (negli anni con AO>1 sono diametralmente opposte ed invertite di segno). Neo spiega benissimo perchè un anno ha AO-, anzichè AO+ e quali sono le cause ed i meccanismi.
La QBO ci spiega come viene disturbato o meno il VPS grazie all'alterazione l’equilibrio fotochimico della stratosfera superiore e alla modifica della circolazione di Brewer-Dobson, accelerandola o rallentandola, e quindi modificando la concentrazione di ozono favorisce o meno gli scambi meridiani.
Perfetto; ma perchè quei singolari centri? Potrebbe essere pure una casualità ma non ci credo troppo.
Ma perchè quelle determinate zone che poi, quasi fosse una reazione a catena, influenzano il decorso stagionale del VPS? E poi ci sono stati, seppur non molti, anni con QBO+ e AO= e viceversa.
La QBO è la principale responsabile anche secondo me ma ci potrebbe essere dell'altro. Forse le sst+ dovute allo scioglimento dei ghiacci...sembrerebbe difficile..
Poi mi sono accorto di questo
http://img227.imageshack.us/img227/645/bdccirculatiomfromqbobn6.jpg
e considerando "l'inversione" che avviene nella circolazione di DBC con QBO+ a QBO-, trasporto di ozono etc..

http://upload3.postimage.org/274821/0_180ok.jpg (http://upload3.postimage.org/274821/photo_hosting.html)
http://upload3.postimage.org/274822/180_360ok.jpg (http://upload3.postimage.org/274822/photo_hosting.html)

Tranne per la corrispondente della zona 1, continentale dopotutto, anche qui la correlazione non è malaccio, ma in questo caso avrei potuto mal interpretare il grafico postato da Neo.
:ciauz1

old_Bosnows
26-09-2007, 13:21
Guarda Even, io non sono di sicuro il maggior esperto di dinamiche stratosferiche in rete ;)
Sto provando a capire come mai quelle anomalie sono localizzate in quelle zone, probabilmente sono legate ai due motori ciclonici figliuzzi del VPS, cioè il ciclone d'Islanda e quello delle Aleutine.
Le anomalie che hai evidenziato nella prima casistica da AO-, potrebbero evinziare una forte attività di questi due motori ed una forte attività troposferica di ondulazione del jet streem di distrurbo già ad ottobre della attività del vps (ellittico)
Discorso inverso nel caso di anomalie positive e minor forza dei due motori ciclonici.
Riguardo le anomalie positive-negative principali proprio nei due settori prima evidenziati, potrebbero presupporre un vps più forte in una delle due zone, però meno elittico e disturbato, da qui si potrebbe pensare ad una minor incidenza dell'ao nell'inverno seguente.

Sinceramente a parte cercare queste ipotesi, trovo davvero difficile capire il perchè di quelle anomalie in quelle zone, non sono in grado di risponderti con sicurezza.. :ciauz1

old_Bosnows
26-09-2007, 13:39
Vorrei ripartire con una breve analisi stratosferica aggiornata per individuare i movimenti del vps e sui possibili riscontri a livello troposferico.
intanto vi invito ad utilizzare queste mappe del C.N.R. del LAMMA sempre su base GFS, ma con la possibilità, molto utile nel prossimo inverno, di individuare i Minor e Major warming.

http://www.lamma.rete.toscana.it/previ/ ... strat.html (http://www.lamma.rete.toscana.it/previ/ita/previ_inverno/gfs/mappe_strat.html)

In data odierna troviamo alla quota di 50 hpa un vps ancora centrato nel polo, in piena sintonia con la media stagionale del periodo.

http://www.lamma.rete.toscana.it/previ/ita/previ_inverno/gfs/gfs_nh_tz50_web_1.png

ma la forte negatività della QBO presuppone i primi disturbi alla circolazione stratosferica, ed infatti dai forecast relativi alla settimana prossima notiamo che il munimo principale del vps si andrà a posizionare sull'artico siberiano, e si nota anche i primo accenno di riscaldamento a 10 hpa in quella zona.

http://www.lamma.rete.toscana.it/previ/ita/previ_inverno/gfs/gfs_nh_tz50_web_8.png
http://www.lamma.rete.toscana.it/previ/ita/previ_inverno/gfs/gfs_nh_minorwarming_10_web_2.png

Questo presuppone a livello troposferico una minor influenza del vps nel comparto nord-europeo e la possibilità di un tipo di circolazione prettamente invernale, caratterizzata da SCAND++ e circolazione orientale per una parte di inizio ottobre.

old_even
26-09-2007, 14:42
Io posso aggiungere questo sito per la distribuzione e la concentrazione di ozono semmai potrà servire.
http://exp-studies.tor.ec.gc.ca/e/ozone ... lmap_g.htm (http://exp-studies.tor.ec.gc.ca/e/ozone/Curr_allmap_g.htm)

http://exp-studies.tor.ec.gc.ca/ozone/images/graphs/gl/current.gif
http://es-ee.tor.ec.gc.ca/tmp/to-n-to-e-1393321690to20070925.gif
:ciauz1

P.S. per Bosnows
Grazie all'archivio di questo sito sto trovando conferme riguardo la concentrazione di ozono come responsabile delle anomalie in quelle 4 zone. Semmai ti interessasse smanetta un po anche tu. :ciauz1

old_Bosnows
26-09-2007, 15:17
Guardate che plottini di raffronto ci offre il C.N.R..vedremo gli aggiornamenti di questo inverno. :fischiet

Sarà un caso?.... ;-9.....

http://www.lamma.rete.toscana.it/previ/ita/previ_inverno/gfs/gfs_polar_10_web_1.png
http://www.lamma.rete.toscana.it/previ/ita/previ_inverno/gfs/gfs_polar_30_web_1.png
http://www.lamma.rete.toscana.it/previ/ita/previ_inverno/gfs/gfs_polar_50_web_1.png

old_Mat69
26-09-2007, 22:19
Buonasera a tutti ragazzi e complimenti per il magnifico "incipit" che ha contraddistinto, grazie ai Vs. interventi, questa affascinante quanto ancora in parte misteriosa parte della meteorologia.


Ritorno un attimo "in diretta" per farvi notare una forecast a 240 a 100 hpa che mi ha davvero colpito:

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z100_nh_f240.gif

Vi assicuro che all'inizio ho pensato ad un errore ma poi la cosa mi sembra confermata, benche su piani meridiani differenti, anche alle altre + alte quote della stratosfera:

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z01_nh_f240.gif

Un forcing che sembrerebbe aver origini del tutto stratosferiche dettato da una Qbo già fortemente negativa.

Rimango assai dubbioso circa la realizzabilità e la traducibilità di quanto appare a 100 hpa in una carta sinottica al suolo e persino alla quota di 500 hpa stante le perduranti anomalie negative a carico delle SST ancora perduranti sul medio Atlantico a ridosso delle coste Ispanico portoghesi.

Un ulteriore dubbio mi viene anche in merito alla trasmissibilità, allo stato attuale embrionale del Vps, dei disturbi circolatori zonali del Vortice dall'alta stratosfera alla bassa, visto la fase ancora parzialmente inerziale degli strati intermedi del Vps:

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z30_nh_f240.gif

Un caro saluto a tutti e a chi vorrà contribuire a dirimere i miei dubbi. ;)

:ciauz1

old_Bosnows
27-09-2007, 07:33
Ciao Mat ;)

Anch'io ieri avevo notato i forecast dopo le 168h e le ho dati per errore, se noti infatti sono geopotenziali improponibili, ma soprattutto in 24h c'è uno sconvolgimento radicale.
Credo proprio sia un errore di grafica.

old_bugimeteo
30-09-2007, 14:25
mappe strato che rasentano l'assurdo.....io no le ho mai viste così.......
Alcune brevi considerazioni: il VP è ancora in fase di crescita(vista la stagione) si trova ben strutturato alle quote basse e alle alte quote, da notare subito come inizi ad essere dislocato prima in sede siberiana(dove si attendono copiose nevicate) e poi addirittura posizionato sul golfo dell Alaska....

Vp in sede

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z100_nh_f00.gif


prima dislocazione siberiana

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z100_nh_f144.gif

e i suoi effetti

http://www.wetterzentrale.de/pics/Rhavn1321.gif


e poi si manifesta questa carta che davvero mi lascia perplesso

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z100_nh_f240.gif

:blink: :blink: :blink:

old_bugimeteo
30-09-2007, 14:53
Even se il tuo predictor si rivelerà fondato, mi sembra che andiamo incontro ad un ottobre ideale per l'instaurarsi di un pattern AO-- invernale.........

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f240.gif

http://upload3.postimage.org/102445/azzz.jpg


sei contento??? ;)

old_fatur
30-09-2007, 17:51
Even se il tuo predictor si rivelerà fondato, mi sembra che andiamo incontro ad un ottobre ideale per l'instaurarsi di un pattern AO-- invernale.........

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f240.gif

sei contento??? ;)

sciroccatona stratosferica ;66)))
:ciauz1

old_And9
30-09-2007, 18:10
veramente particolari le ultime carte (quelle della sciroccatona) :smoke

old_even
01-10-2007, 18:33
Even se il tuo predictor si rivelerà fondato, mi sembra che andiamo incontro ad un ottobre ideale per l'instaurarsi di un pattern AO-- invernale.........

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f240.gif

http://upload3.postimage.org/102445/azzz.jpg


sei contento??? ;)
Al banco di prova mancano soli 2 mesi e se si rivelerà giusta sarò davvero contento ma non per me, che l'ho trovata a c..., ma per aver aggiunto fortunosamente una freccia in più nell'arco delle previsioni stagionali.

Più che per la stratosferica sciroccatona, mi preoccuperi più del troposferico "borone".. ;66))) Rischiamo una bella botta di freddo per ottobre senza compromettere la situazione stratosferica ai fini invernali. ;)
Una bella botta fredda da est punterà, come antipasto invernale intorno metà mese, l'europa dell'est come principale obiettivo ma...vi sembra una brutta idea il blocco bicellulare ad innesco continentale? :smoke
Riguardo altri "predictor" per la stagione invernale ne è stato trovato un altro
http://forum.meteonetwork.it/showpost.p ... tcount=143 (http://forum.meteonetwork.it/showpost.php?p=1198715&postcount=143)
Ho modificato il criterio di ricerca considerando la sola anomalia termica invernale italiana
Scarto termico invernale( preso su MTG, da un post dell'utente Sandro) inverno linea bianca
http://upload3.postimage.org/349677/invrnoeprimavera48_07.jpg (http://upload3.postimage.org/349677/photo_hosting.html)
La miglior correlazione si mostra col mese di settembre.
ho considerato gli anni con scarto termico negativo maggiore di 0,5
http://upload3.postimage.org/350126/sttslpall.jpg (http://upload3.postimage.org/350126/photo_hosting.html)
e gli ho sottratto gli anni che hanno avuto uno scarto termico positivo maggiore di 0,5
http://upload3.postimage.org/350146/csep.jpg (http://upload3.postimage.org/350146/photo_hosting.html)

Risultato
http://upload3.postimage.org/349928/septok.jpg (http://upload3.postimage.org/349928/photo_hosting.html)

oggi
http://upload3.postimage.org/350216/ddd.jpg (http://upload3.postimage.org/350216/photo_hosting.html)
Anche termicamente la statistica è favorevole. ;) :snow
E riguardo la Nao blizzardiana (qui Snowblitz)

viewtopic.php?p=184408#p184408 (http://forum.meteotriveneto.it/viewtopic.php?p=184408#p184408)

http://upload3.postimage.org/367009/nao.jpg (http://upload3.postimage.org/367009/photo_hosting.html)

mi sembra che indichi un valore sostanzialmente neutro-deb- ma lascerei a lui l'onere di commentarla :ciauz1

old_Bosnows
01-10-2007, 19:12
mappe strato che rasentano l'assurdo.....io no le ho mai viste così.......
Alcune brevi considerazioni: il VP è ancora in fase di crescita(vista la stagione) si trova ben strutturato alle quote basse e alle alte quote, da notare subito come inizi ad essere dislocato prima in sede siberiana(dove si attendono copiose nevicate) e poi addirittura posizionato sul golfo dell Alaska....

Vp in sede

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z100_nh_f00.gif


prima dislocazione siberiana

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z100_nh_f144.gif

e i suoi effetti

http://www.wetterzentrale.de/pics/Rhavn1321.gif


e poi si manifesta questa carta che davvero mi lascia perplesso

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z100_nh_f240.gif

:blink: :blink: :blink:

Le carte qui sopra sono un errore di grafica, che dopo le 168h va nel pallone, non sono geopotenziali possibili a quella quota. Ad ogni uscita dopo le 168h la grafica è arrata ;) Se notate c'è un incongruenza tra i geopotenziali e la mappa che è più piccola, questo lo sto notando da giorni. Comunque i movimenti entro le 168h del VPS sono di stampo prettamente invernale, in ottobre avremo una AO molto negativa.

old_even
12-10-2007, 13:58
"E tutto va...come deve andare... :fischiet "
http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f144.gif
http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z100_nh_f144.gif
E non mi stupirei affatto se il tutto fosse spostato di 1500km ad ovest
http://www.wetterzentrale.de/pics/Rtavn2881.png
E per il nord si potrebbe sperare in qualcosa di più della pioggia per le quote medio collinari (500 mt) :smoke
:ciauz1

old_Bufera87
12-10-2007, 14:05
verso scand+ ;9L

old_Bufera87
12-10-2007, 14:08
http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z100_nh_f240.gif

bella l'omega... ;-9.....

old_fatur
12-10-2007, 14:31
"E tutto va...come deve andare... :fischiet "
E non mi stupirei affatto se il tutto fosse spostato di 1500km ad ovest
E per il nord si potrebbe sperare in qualcosa di più della pioggia per le quote medio collinari (500 mt) :smoke
:ciauz1

scusa, non ho capito :blink:
se tutto si shifta di 1500 km a ovest, noi non saremmo sotto l'hp?
:ciauz1

old_even
12-10-2007, 15:23
"E tutto va...come deve andare... :fischiet "
E non mi stupirei affatto se il tutto fosse spostato di 1500km ad ovest
E per il nord si potrebbe sperare in qualcosa di più della pioggia per le quote medio collinari (500 mt) :smoke
:ciauz1

scusa, non ho capito :blink:
se tutto si shifta di 1500 km a ovest, noi non saremmo sotto l'hp?
:ciauz1

Per intenderci mi immagino un EA/WR+ traslata verso ovest con un affondo diretto principalmente sui balcani ma con buone possibilità di puntare un pò più ad ovest, coinvolgendo l'Italia anche dal punto di vista precipitativo. Riguardo l'evoluzione in scand+ ancora non ne sono convinto..anzi immagino e spero in un ripristino dell'EA/WR+ almeno fino a metà novembre così che

viewtopic.php?f=1&t=11633
viewtopic.php?f=1&t=11613&start=45
:ciauz1

old_Albert0
12-10-2007, 15:41
"E tutto va...come deve andare... :fischiet "

E non mi stupirei affatto se il tutto fosse spostato di 1500km ad ovest


Con le gfs di oggi c'è affondo sulla spagna, scirroccone da +10°C e possibile situazione alluvionale... pensi sia possibile che finisca cosi a ovest?
Il CPS parla dei Balcani come target delle pioggie.

zampatafredda
12-10-2007, 15:55
ed ecco il blocco a est di cui accennavo la settimana scorsa, come prox mossa ;10) ... 3° decade da monitorare .pro:::) saccatura in lentissimo movimento verso est allungata fino alle coste del nordafrica, e il muro ad est
ma attenzione che in atlantico il js resterà parecchio ondulato, a causa dell'anomalia presente fin sullo stretto di bering, laddove ha origine la vera ondulazione
quanto mi piace quando si fa così dinamico ;-9.....

old_marcoan
12-10-2007, 15:55
Personalmente non credo proprio che andrà così a Ovest: ritengo l'ipotesi reading e che il modello inglese sta già traccianod sul medio-lungo da diversi run, quella più plausibile.

old_even
12-10-2007, 16:43
"E tutto va...come deve andare... :fischiet "

E non mi stupirei affatto se il tutto fosse spostato di 1500km ad ovest


Con le gfs di oggi c'è affondo sulla spagna, scirroccone da +10°C e possibile situazione alluvionale... pensi sia possibile che finisca cosi a ovest?
Il CPS parla dei Balcani come target delle pioggie.
Anche io penso che il target principale saranno i balcani(ma il CPS lo aveva capito già 10 giorni fa ;10) ) solo che penso, visto che interpreto i stravolgimenti dei run gfs dopo le 240 ore come segnali di "rischio" per una ventura circolazione troposferica determinata dagli indici teleconnetivi, che l'Italia possa essere coinvolta maggiormente. Cioè se tutte le variabili prese in considerazione indicano una direttrice della colata centro-orientale, gfs mi fa capire quanto sia maggiore il rischio che sia più centrale pittosto che orientale. Per cui non credo ad un affondo così occidentale anche leggendo le ssta a largo della Spagna seppur leggo una maggiore possibilità che possa essere più occidentale rispetto alle premesse.
:ciauz1

old_Bufera87
12-10-2007, 19:35
le 12z di stasera cominciano ad annusare un pò l'aria... vedremo

old_Dellork
12-10-2007, 19:37
le 12z di stasera cominciano ad annusare un pò l'aria... vedremo
E si vedrebbe la prima isoterma 0°C su di noi nel fine settimana prossimo...per carità, non mi lamento, però cacchiarola un bel affondo tosto ad Ovest niente?! ;9L

old_Bufera87
13-10-2007, 11:17
100hPa... ;-9.....

old_faina
13-10-2007, 13:13
100hPa... ;-9.....


retrogressione continentale in scand+ con successiva apertura della porta medio-bassa atlantica?

Daniele Campello
15-10-2007, 23:26
Analizzando la colonna atmosferica polare, si può notare che ad oggi la stratosfera è priva di quei segnali importanti che possono far presagire eventi estremi nei prossimi due mesi. E' ancora presto per tirare le somme, sarebbe comunque auspicabile un rafforzamento prematuro del VPS a fine ottobre o nel mese di novembre, quantomeno per "evitare" il normale processo stagionale di rafforzamento del vortice polare stratosferico.
Per il prossimo inverno come non mai, vuoi per la combinazione di vari indici, vuoi per il minimo solare, sarà importante ed estremamente didattico analizzare attentamente il NAM e l’Arctic Oscillation (che è poi quello che sto facendo quotidianamente).
A fine stagione posterò la mia analisi, a quel punto si potrà ripercorrere l’andamento della stratosfera 07/08 per vedere e studiare i meccanismi di propagazione “downward” di eventuali sudden warmings. A tal proposito ho avuto la possibilità in questi mesi di approfondire questo argomento studiando importanti e autorevoli ricerche sulla dinamica degli SSW (Stratospheric sudden warmings), sia in termini di rottura dell’onda che nella propagazione stratosfera-trosposfera.
Non resta che attendere che la stratosfera spari i primi fuochi d’artificio, perché poi ci sarà da divertirsi…

old_even
16-10-2007, 13:35
Analizzando la colonna atmosferica polare, si può notare che ad oggi la stratosfera è priva di quei segnali importanti che possono far presagire eventi estremi nei prossimi due mesi. E' ancora presto per tirare le somme, sarebbe comunque auspicabile un rafforzamento prematuro del VPS a fine ottobre o nel mese di novembre, quantomeno per "evitare" il normale processo stagionale di rafforzamento del vortice polare stratosferico.
Per il prossimo inverno come non mai, vuoi per la combinazione di vari indici, vuoi per il minimo solare, sarà importante ed estremamente didattico analizzare attentamente il NAM e l’Arctic Oscillation (che è poi quello che sto facendo quotidianamente).
A fine stagione posterò la mia analisi, a quel punto si potrà ripercorrere l’andamento della stratosfera 07/08 per vedere e studiare i meccanismi di propagazione “downward” di eventuali sudden warmings. A tal proposito ho avuto la possibilità in questi mesi di approfondire questo argomento studiando importanti e autorevoli ricerche sulla dinamica degli SSW (Stratospheric sudden warmings), sia in termini di rottura dell’onda che nella propagazione stratosfera-trosposfera.
Non resta che attendere che la stratosfera spari i primi fuochi d’artificio, perché poi ci sarà da divertirsi…
Sbaglio o è partito un riscaldamento anomolo, che seppur lieve, non dovrebbe farci dormire sonni tranquilli? Immagino che possa essere in parte imputabile ad una maggior trasporto di ozono verso il polo (BDC forte) ma tu che ne pensi?
Sto avendo"paura" per un CW vedendo anche la concetrazione di ozono sull'area aleutinica...
http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_toz_nh_f24.gif
ma le previsioni fortunatamente non vanno in tal senso
http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f24.gif
http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f48.gif
http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f72.gif
http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f96.gif
;) :ciauz1

old_bugimeteo
16-10-2007, 13:45
qualcosa si muoverà in area aleutinica ma non sfocerà in warming,....trovo molto interessante invece la tendenza già in qtto da più settimane a riscaldamenti in zona canadese/groelandese....insomma per ora , a mio avviso, la situazione è ingarbugliata ma non pessima.....ci giochiamo parte della stagione stratosferica in queste settimane...sperem

old_even
16-10-2007, 14:39
qualcosa si muoverà in area aleutinica ma non sfocerà in warming,....trovo molto interessante invece la tendenza già in qtto da più settimane a riscaldamenti in zona canadese/groelandese....insomma per ora , a mio avviso, la situazione è ingarbugliata ma non pessima.....ci giochiamo parte della stagione stratosferica in queste settimane...sperem
Sono proprio quelli che mi preoccupano invece. Servirebbe un VP/VPS ben saldo in quella zona in grado di regalarci il tanto sospirato atlantico, ovvero westerlies distese sui paralleli fino all'altezza della penisola scandinava e poi su a proteggere l'embrione del TRS che molto probabilmente potrà gettare le proprie proprie radici visto il recente innevamento della Siberia centro-orientale e che secondo me potrebbe estendersi molto velocemnte verso la Russia europea se le sst reggono..le previsioni stratosferiche fortunatamente vanno in questa direzione ma...tranquillo non sto.
http://arctic.atmos.uiuc.edu/cryosphere/IMAGES/arctic.jpg
Sbaglio o l'embrione nascerebbe molto a breve(siberia centrale)
http://www.wetterzentrale.de/pics/Rhavn1501.gif
Perchè dici che sarebbero interessanti i riscaldamenti in zona canadese/groelandese in funzione invernale?
Stante il mio"predictor" se permanesse un'anomalia positiva in quelle zone potremmo rischiare a dicembre un'AO(NAO) molto positiva e quindi un atlantico bello tirato che tutti noi preferiremmo avere ora e non a dicembre. Rimane pur sempre un "predictor" probabilistico-statistico e non deterministico e/o olistico per cui lascia il tempo che trova ma la scaramanzia sai..
:ciauz1

Daniele Campello
16-10-2007, 15:45
I tentativi più o meno riusciti di propagazione dalla troposfera saranno il leitmotiv di questo inverno e saranno agevolati da fattori quali una forte BDC e un indice zonale particolarmente debole. Per adesso even non mi preoccuperei di nulla, i livelli di Ozono sono bassi e molto probabilmente non si alzeranno. Comunque è ancora presto, il VPS concorde con il suo cammino stagionale deve ancora rinforzarsi. Bisognerà aspettare ancora qualche settimana, se non di più, l'unica cosa che mi sento di ripetere è che è auspicabile un prossimo rafforzamento del VPS in alta stratosfera, visto anche che l'anno scorso ci siamo giocati l'inverno a novembre con quella bella anomali positiva del NAM... ma quest'anno sarà tutta un'altra musica.
.pro:::)

:ciauz1

old_bugimeteo
16-10-2007, 16:29
per Even......credi al bugi: i warmings in quella zona sono da tenere sott occhio.......l'anno scorso ci fu calma piatta con riscaldamenti concentrati in area aleutinica e in parte siberiana....e questa attività potrebbe essere già un segnale(potrebbe ripeto e sottolineo)...se a gennaio vedrai comparire il rosso a 70hpa tra Canada e Groenlandia ;el)) ;el)) ;el)) :preghiamo :preghiamo :preghiamo :preghiamo :preghiamo

insomma è presto...molto presto...........ma chissà :fischiet ;)

old_even
16-10-2007, 17:06
per Even......credi al bugi: i warmings in quella zona sono da tenere sott occhio.......l'anno scorso ci fu calma piatta con riscaldamenti concentrati in area aleutinica e in parte siberiana....e questa attività potrebbe essere già un segnale(potrebbe ripeto e sottolineo)...se a gennaio vedrai comparire il rosso a 70hpa tra Canada e Groenlandia ;el)) ;el)) ;el)) :preghiamo :preghiamo :preghiamo :preghiamo :preghiamo

insomma è presto...molto presto...........ma chissà :fischiet ;)
Certo che ti credo! ;) ;10)
Sono sempre stato ottimista e da dai primi di giugno che pronostico, meglio dire auguro, un 62-63 bis. L'ultimo grosso ostacolo per un Inverno come si deve è rappresentato dal comportamento della stratosfera ad ottobre e novembre, ma particolarmente ottobre.
Il dubbio mi era venuto guardando questa
http://forum.meteotriveneto.it/download.php?id=859
http://i125.photobucket.com/albums/p47/Snowblitz/stratospheric_events.jpg
ma se non scorgi segnali negativi non posso che esserne felice. ;10)
:ciauz1

Daniele Campello
16-10-2007, 17:52
Fai riferimento ad uno studio che comunque tratta statisticamente gli eventi estremi nella statosfera, e quelle "freccette" sono "sbagliate" o quantomeno non corrispondenti alla definizione che hanno dato Baldwin M.P. e Dunkerton T.J.
Per adesso possiamo solo guardare avanti e sperare in novembre, mese più adatto ad essere preso come predictor, visto che l'anomalia BD2001 ha un margine temporale di 60g circa.
Non sono ancora preoccupato, diciamo che sto in guardia, ottobre se devo essere sincero non mi sta piacendo in ottica troposferica e di conseguenza neanche il quella stratosferica.
La stratosfera ha i suoi tempi e il suo ciclo stagionale, prima o poi dovrà rinforzarsi e condizionare i pattern troposferici... e io preferisco sempre prima che poi... :fischiet




Parliamo di uno studio che ha mostrato come, specialmente per la stagione invernale, le importanti anomalie della circolazione stratosferica guidino il tempo in troposfera per i successivi 10-60 giorni.
Una recente analisi del CNR ha fatto presente che durante lo scorso autunno/inverno l’unica anomalia dell’indice NAM che fa riferimento alla teoria di BD2001 (Baldwin & Dunkerton) si è verificata a Novembre con un valore pari o superiore a +1.5. Quanto è bastato per verificare che la teoria si è dimostrata ancora una volta corretta, visto che abbiamo assistito ad uno stratcooling.
Il NAM costituisce un pattern di variabilità climatica a scala emisferica, che spiega circa il 30% della varianza totale nei campi di geopotenziale e vento delle latitudini extra-tropicali. In particolare, il NAM descrive la variabilità nelle anomalie di flusso atmosferico, cioè quelle non associate con il ciclo stagionale. Alla quota di 1000 hPa in North Annular Mode è equivalente all’indice AO.


La teoria BD2001 fa riferimento a questa analisi:

http://img166.imageshack.us/img166/6100/appunti01de6.jpg

Sviluppo del NAM riguardante (A) 18 eventi dove il VP è risultato molto debole, e (B) 30 eventi dove il VP è risultato molto forte.
Baldwin M.P. e Dunkerton T.J.,2001 individuarono due soglie del NAM alla quota di 10 hPa per determinare gli eventi “estremi”.
Per un North Annular Mode con anomalie iniziali -3 abbiamo nei successivi 60 giorni un VPS con una chiara tendenza a decadere vistosamente, con la propagazione del sudden warming dalla stratosfera fino alla troposfera (AO- alla quota di 1000hPa). La seconda soglia individuata prevede un’ anomalia di +1,5 come predictor per una successiva fase dove il VPS risulta essere forte e in grado di consizionare il VP (AO+ alla quota di 1000hPa).

http://img520.imageshack.us/img520/3751/baldwindunkerton2001we4.jpg

Di seguito si possono notare le anomalie di pressione al livello del mare per (A) i 1080 giorni durante il VP è risultato debole e (B) nei 1800 giorni durante il VP forte.

http://img518.imageshack.us/img518/5598/appunti01qa8.jpg

Importante è il raggiungimento della soglia prefissata, anche se anomalie più piccole portano effetti simili ma meno importanti.
Un valore di -3° a 10 hPa è un predictor importante per seguenti Extreme Stratospheric Events (ESEs) che si dovrebbero verificare uno o due mesi dopo e condizionare tutta la stratosfera e poi ovviamente la troposfera.

http://img521.imageshack.us/img521/6803/appunti01ac1.jpg


Prendendo per esempio come riferimento una delle annate più interessanti come il 1985, abbiamo questo risultato:

http://img254.imageshack.us/img254/766/appunti01hf3.jpg

Anomalia negativa del NAM superiore ai -3... poi sappiamo come andò a finire ;)

:ciauz1

l'importanza della soglia individuata da Baldwin M.P. e Dunkerton T.J è essenziale perchè "garantisce" l'interessamento della troposfera. Infatti non sempre la dinamica del sudden warming arriva a propagarsi fino alla troposfera, in molti casi l’indice AO dopo un SSW si può mantenere in fase positiva. Per esempio basta analizzare il comportamento della stratosfera e troposfera polare nel dicembre del 1998, dove in seguito ad un SSW il VP non ha accusato l’evento. Mentre per esempio il successivo SSW nel febbraio del 1999 ha indotto ad un cambiamento dell’indice AO, quindi del VP.

old_even
16-10-2007, 18:39
Fai riferimento ad uno studio che comunque tratta statisticamente gli eventi estremi nella statosfera, e quelle "freccette" sono "sbagliate" o quantomeno non corrispondenti alla definizione che hanno dato Baldwin M.P. e Dunkerton T.J.
Per adesso possiamo solo guardare avanti e sperare in novembre, mese più adatto ad essere preso come predictor, visto che l'anomalia BD2001 ha un margine temporale di 60g circa.
Non sono ancora preoccupato, diciamo che sto in guardia, ottobre se devo essere sincero non mi sta piacendo in ottica troposferica e di conseguenza neanche il quella stratosferica.
La stratosfera ha i suoi tempi e il suo ciclo stagionale, prima o poi dovrà rinforzarsi e condizionare i pattern troposferici... e io preferisco sempre prima che poi... :fischiet
l'importanza della soglia individuata da Baldwin M.P. e Dunkerton T.J è essenziale perchè è "garanzia" di propagazione nella troposfera. Infatti non sempre la dinamica del sudden warming arriva a propagarsi fino alla troposfera, in molti casi l’indice AO dopo un SSW si può mantenere in fase positiva. Per esempio basta analizzare il comportamento della stratosfera e troposfera polare nel dicembre del 1998, dove in seguito ad un SSW il VP non ha accusato l’evento. Mentre per esempio il successivo SSW nel febbraio del 1999 ha indotto ad un cambiamento dell’indice AO, quindi del VP.

Le freccette non le ho disegnate io ma blizzard ;:175)
Per novembre sono in parte daccordo con te: è il mese più importante per la sorte stratosferica-troposferica invernale ma è pur vero che la sua fase embrionale (ottobre) è spesso risultata decisiva per il suo comportamento successivo novembrino e quindi invernale almeno statisticamente parlando.
Comunque sia tienici aggiornati perchè si sta giocando, e ci giocheremo da qui ad un mese, una partita molto importante che come sai bene, vincerla significherebbe avere ottime possibilità che si possa realizzare, viste le varie teleconnessioni, un grande Inverno.
:ciauz1
P.S. Dove posso trovare i valori del NAM?

old_Albert0
16-10-2007, 18:52
Sono proprio quelli che mi preoccupano invece. Servirebbe un VP/VPS ben saldo in quella zona in grado di regalarci il tanto sospirato atlantico, ovvero westerlies distese sui paralleli fino all'altezza della penisola scandinava e poi su a proteggere l'embrione del TRS che molto probabilmente potrà gettare le proprie proprie radici visto il recente innevamento della Siberia centro-orientale e che secondo me potrebbe estendersi molto velocemnte verso la Russia europea se le sst reggono.


Puoi spiegare un pò meglio?
Mi sembra di capire che in questa fase è bene che la zona polare non sia disturbata da onde SN ( cosa che invece sta un pò succedendo) , in maniera da raffreddarsi per bene e far partire il VP.

Daniele Campello
16-10-2007, 19:01
Lo so che ottobre è importante, infatti non solo felice di questo andamento mensile della troposfera ;)

Riguardo al NAM
http://www.lamma.rete.toscana.it/previ/ ... strat.html (http://www.lamma.rete.toscana.it/previ/ita/previ_inverno/gfs/mappe_strat.html)

oppure basta vedere l'AO verticale postato da te

old_even
16-10-2007, 19:52
Lo so che ottobre è importante, infatti non solo felice di questo andamento mensile della troposfera ;)

Riguardo al NAM
http://www.lamma.rete.toscana.it/previ/ ... strat.html

oppure basta vedere l'AO verticale postato da te
Intendevo il numeretto vero e proprio e non se è positivo o negativo anche se il colore certamente un'indicazione ce la da. Questo perchè vorrei scoprire tramite reanalysis qualche pseudo-predictor :smoke Mi sto specializzando in questa cosa sai.. ;9L
:ciauz1

old_even
16-10-2007, 20:38
Sono proprio quelli che mi preoccupano invece. Servirebbe un VP/VPS ben saldo in quella zona in grado di regalarci il tanto sospirato atlantico, ovvero westerlies distese sui paralleli fino all'altezza della penisola scandinava e poi su a proteggere l'embrione del TRS che molto probabilmente potrà gettare le proprie proprie radici visto il recente innevamento della Siberia centro-orientale e che secondo me potrebbe estendersi molto velocemnte verso la Russia europea se le sst reggono.


Puoi spiegare un pò meglio?
Mi sembra di capire che in questa fase è bene che la zona polare non sia disturbata da onde SN ( cosa che invece sta un pò succedendo) , in maniera da raffreddarsi per bene e far partire il VP.
Non è proprio quello che intendevo ma quasi: non è lo scambio termico NS(che c'è sempre) ma dove avviene e come. La prossima botta fredda deriva da una circolazione strtosferica che non ha nulla di compromettente ai fini del mio dicorso relativo alle 4 zone (pagine precedenti) anzi..
Cosa sia meglio in tutta verità io non saprei dirtilo perchè le mie affermazione si basano su analisi meramente statistiche-probabilistiche; tuttavia secondo queste sarebbe opportuno nei mesi autunnali, in particolare ottobre ma anche novembre, che la smipermanente islandese sia alimentate a dovere dai piani stratosferici comportando così anche una circolazione generale in AO+/deb+ la quale, nei fisiologici cali, predispona irruzzioni fredde soprattutto nel comparto dell'artico canadese e della siberia centrale grazie anche al supporto delle sst in modo da favorire e non disturbare la formazione di anticicloni termici come quello russo-siberiano e, come dice Remigio, favorire in seguito "la tendenza dell'anticiclone polare a sbilanciarsi verso l'artico europeo e la Groenlandia trattandosi di un anticiclone tipicamente termico che si sviluppa esclusivamente al di sopra di aree ghiacciate e/o innevate."
Più o meno così in linee generali a parte la parentesi non atlantica ma come mostrano alcuni run potrebbe diventarla
http://www.meteociel.fr/modeles/ecmwf/run/ECH1-120.GIF?16-0
Spero di essere stato più chiaro. :ciauz1

old_Remigio zago
16-10-2007, 22:04
Sono proprio quelli che mi preoccupano invece. Servirebbe un VP/VPS ben saldo in quella zona in grado di regalarci il tanto sospirato atlantico, ovvero westerlies distese sui paralleli fino all'altezza della penisola scandinava e poi su a proteggere l'embrione del TRS che molto probabilmente potrà gettare le proprie proprie radici visto il recente innevamento della Siberia centro-orientale e che secondo me potrebbe estendersi molto velocemnte verso la Russia europea se le sst reggono.


Puoi spiegare un pò meglio?
Mi sembra di capire che in questa fase è bene che la zona polare non sia disturbata da onde SN ( cosa che invece sta un pò succedendo) , in maniera da raffreddarsi per bene e far partire il VP.
Non è proprio quello che intendevo ma quasi: non è lo scambio termico NS(che c'è sempre) ma dove avviene e come. La prossima botta fredda deriva da una circolazione strtosferica che non ha nulla di compromettente ai fini del mio dicorso relativo alle 4 zone (pagine precedenti) anzi..
Cosa sia meglio in tutta verità io non saprei dirtilo perchè le mie affermazione si basano su analisi meramente statistiche-probabilistiche; tuttavia secondo queste sarebbe opportuno nei mesi autunnali, in particolare ottobre ma anche novembre, che la smipermanente islandese sia alimentate a dovere dai piani stratosferici comportando così anche una circolazione generale in AO+/deb+ la quale, nei fisiologici cali, predispona irruzzioni fredde soprattutto nel comparto dell'artico canadese e della siberia centrale grazie anche al supporto delle sst in modo da favorire e non disturbare la formazione di anticicloni termici come quello russo-siberiano e, come dice Remigio, favorire in seguito "la tendenza dell'anticiclone polare a sbilanciarsi verso l'artico europeo e la Groenlandia trattandosi di un anticiclone tipicamente termico che si sviluppa esclusivamente al di sopra di aree ghiacciate e/o innevate."
Più o meno così in linee generali a parte la parentesi non atlantica ma come mostrano alcuni run potrebbe diventarla
http://www.meteociel.fr/modeles/ecmwf/run/ECH1-120.GIF?16-0
Spero di essere stato più chiaro. :ciauz1


Chiarissimo Even, infatti secondo me la tendenza nel prossimo inverno, in particolare nella parte più "cruda" di esso (20 Dic-20 feb) potrebbe essere quella di una netta prevalenza delle masse fredde continentali rispetto a quelle marittime, e ciò proprio in ottemperanza ad una circolazione NE-SW piuttosto che NW-SE. Naturale in questa condizione sinottico-barica che perdano molta della loro importanza i segni sia della NAO che della AO, che potrebbero pure essere anche positivi. Secondo me grande importanza la avranno lo SCAND , il EA-WR e udite-udite un EA finalmente e ostinatamente negativo.

:ciauz1

old_Albert0
17-10-2007, 00:08
favorire in seguito "la tendenza dell'anticiclone polare a sbilanciarsi verso l'artico europeo e la Groenlandia trattandosi di un anticiclone tipicamente termico che si sviluppa esclusivamente al di sopra di aree ghiacciate e/o innevate."


Con la circolazione che ne segue... circa capito.
Già che ci sono: cose è quel mostriciattolo che si è formato sulla Groenlandia settentrionale, e che nel giro di una settimana si porterà sulla Nova Zemlja?
E' un vortice freddo ( fino a -20C) compatto.. non capisco come faccia a rimanere uguale e indisturbato per 10gg.

old_bugimeteo
17-10-2007, 07:29
http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat-trop/gif_files/time_pres_TEMP_ANOM_ALL_NH_2007.gif


http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat-trop/gif_files/time_pres_TEMP_ANOM_ALL_NH_2006.gif


non ci sono paragoni...per ora :up :up .pro:::) .pro:::) .pro:::)

old_even
17-10-2007, 09:00
Chiarissimo Even, infatti secondo me la tendenza nel prossimo inverno, in particolare nella parte più "cruda" di esso (20 Dic-20 feb) potrebbe essere quella di una netta prevalenza delle masse fredde continentali rispetto a quelle marittime, e ciò proprio in ottemperanza ad una circolazione NE-SW piuttosto che NW-SE. Naturale in questa condizione sinottico-barica che perdano molta della loro importanza i segni sia della NAO che della AO, che potrebbero pure essere anche positivi. Secondo me grande importanza la avranno lo SCAND , il EA-WR e udite-udite un EA finalmente e ostinatamente negativo.
:ciauz1
http://www.cpc.noaa.gov/products/precip/CWlink/daily_ao_index/ao.sprd2.gif
http://www.cpc.noaa.gov/products/precip/CWlink/pna/nao.sprd2.gif
Infatti il prossimo affondo avverrà in NAO e AO neutri e/o deb+... :fischiet
E come sappiamo bene l'EA non è che la NAO traslata verso est e molto più indicativa per le sorti climatiche dell'Italia...e tuttavia non escludo nella prima parte dell'inverno sempre in queste condizioni, affondi artico-marittimi dovuti ad una forte divergenza del getto in prossimità dell'Islanda: situazione che tuttavia evolverebbe in SCAND ++ con conseguente flusso continentale al seguito.
Lo schema generale del prossimo affondo potrebbe divenire il leitmotiv dell'Inverno..
Se la NAO invernale fosse deb positiva/neutra non potrei che esserne contento in queste condizioni, mentre per l'AO ritengo in modo indispensabile che debba essere moderatamente negativa non perchè potrebbe inibire tale situazione ma solo per avere affondi più organizzati, potenti e duraturi: aperta una strada un vp debole la percorerrebbe per tutto l'inverno non avendo forza necessaria per rompere lo schema generale dettato anche dalle sst ed un eventuale e molto probabile split del VP come hai detto anche tu avrebbe una strada battuta da percorrere("Ipotizzando depressioni sub-artiche ben sviluppate tra Siberia orientale e stretto di Bering, i forcing troposferici potrebbero produrre proprio in quelle aree sfondamenti di EP-Flux in bassa stratosfera. In tal caso per una volta le colate artiche da SWM potrebbero preferire la via Est-europea piuttosto che la solita via nordamericana.").
Mentre adesso se rimanesse positivo/neutro in questo schema configurativo, per i motivi prima detti, sarebbe opportuno.
Riguardo l'EA/WR invernale: come pensi si possa comportare? Immagino ded+ ovvero un EA/WR + traslato verso ovest; ovvero un azzorre con la "gamba corta"(causa Nina moderata ed questo permetterebbe anche infiltrazioni basso atlantiche)) ma che lassù potrebbe trovare un auito dal collega polare.. ma vorrei una conferma o una smentita.
:ciauz1

old_bugimeteo
17-10-2007, 09:29
chapeu Even........analisi eccellente e da me sottoscrvibile su tutti i punti..... ;10) ;10) ;10) ;10)

old_marcoan
17-10-2007, 12:51
Io sono ultraconvinto che quello che accadrà i prossimi giorni sarà il leit motiv dell'inverno e sono ultraconvinto di quanto dice remigio: il "continentale" la farà da padrone.

old_even
17-10-2007, 21:12
chapeu Even........analisi eccellente e da me sottoscrvibile su tutti i punti..... ;10) ;10) ;10) ;10)
Grazie bugi ma il merito è davvero tutto vostro:senza la vostra impagabile conoscenza e pazienza di rispondere ai miei (nostri) mille interrogativi non mi sarei mosso di un centimetro dal limbo della totale ignoranza su questi argomenti. Grazie davvero! ;10)
I miei dubbi si rivolgono soprattutto al ruolo che la PDO- potrebbe svolgere, come ha fatto lo scorso anno, a livello stratosferico: ovvero forcing aleutinico sostenuto che andrebbe ad indurre blocking barici tra il golfo d’Alaska e le Montagne Rocciose potendo favorire così coupling tropo-stratosferico, associati spesso ad episodi di Canadian Warming...e lo stratcooling sarebbe dietro l'angolo con tutte le conseguenze del caso.. sad.gif :martello2 :sgrat
Non penso che avvenga, molte cose sono diverse rispetto lo scorso anno fortunatamente(QBO su tutte e non è poco), ma allo stesso tempo non lo sottovaluto perchè secondo me sarebbe l'unico fattore che potrebbe fermare l'affermarsi di un grande Inverno per l'Europa. A questo punto mi auguro che la PDO- molli per un po la presa (e mi sembra difficile vista la Nina) e si apra la porta almeno basso atlantica ma il rinforso dell'amo non promette bene.
http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_t50_nh_f00.gif
http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_t100_nh_f00.gif
http://weather.unisys.com/surface/sst_anom.gif

Tu che ne pensi? :ciauz1

old_Remigio zago
17-10-2007, 22:27
Even, ti rispondo io, Alex ormai sta entrando in fase pre-agonica da "altare" per cui credo che non ci sia più molto nè con la testa (e nè con il resto...) ;66))) ;66))) ;66))) ;66))) ;66)))

La tua preoccupazione è anche la nostra, anche se la prognosi sembra essere fausta. Per prima cosa la PDO invernale dovrebbe essere pressochè neutra o molto debolmente negativa.
Secondo me, come detto anche in altri threads, sarà di fondamentale importanza la rapidità di estensione dei ghiacci artici nell'area a nord della Siberia centro-occidentale e dell'Alaska attualmente sgombra e che rappresenta la vera assoluta e impressionante certezza di questo autunno. A mio avviso una accentuata condizione di causa-effetto sarà sfavorevole ad un rapido riassorbimento di questa anomalia e le conseguenze saranno la presenza di intense depressioni subartiche sulle acque sgombre dell'oceano artico e di sponda una PNA finalmente negativa.
Nulla quindi a che vedere con le profonde depressioni del Pacifico nord-occidentale dello scorso inverno che pompavano in continuazione aria calda verso lo stretto di Bering dove un persistente flusso di Eliassen-Palmer sforava in bassa stratosfera ingigantendo l'alta delle Aleutine e innescando quei deleteri reiterati Canadian Warmings che ci hanno letteralmente rubato l'inverno 06-07.

;) :ciauz1

old_even
18-10-2007, 08:20
Even, ti rispondo io, Alex ormai sta entrando in fase pre-agonica da "altare" per cui credo che non ci sia più molto nè con la testa (e nè con il resto...) ;66))) ;66))) ;66))) ;66))) ;66)))

La tua preoccupazione è anche la nostra, anche se la prognosi sembra essere fausta. Per prima cosa la PDO invernale dovrebbe essere pressochè neutra o molto debolmente negativa.
Secondo me, come detto anche in altri threads, sarà di fondamentale importanza la rapidità di estensione dei ghiacci artici nell'area a nord della Siberia centro-occidentale e dell'Alaska attualmente sgombra e che rappresenta la vera assoluta e impressionante certezza di questo autunno. A mio avviso una accentuata condizione di causa-effetto sarà sfavorevole ad un rapido riassorbimento di questa anomalia e le conseguenze saranno la presenza di intense depressioni subartiche sulle acque sgombre dell'oceano artico e di sponda una PNA finalmente negativa.
Nulla quindi a che vedere con le profonde depressioni del Pacifico nord-occidentale dello scorso inverno che pompavano in continuazione aria calda verso lo stretto di Bering dove un persistente flusso di Eliassen-Palmer sforava in bassa stratosfera ingigantendo l'alta delle Aleutine e innescando quei deleteri reiterati Canadian Warmings che ci hanno letteralmente rubato l'inverno 06-07.

;) :ciauz1
Non posso che esserne felice e sperare che vada davvero come pensate! Riguardo il mio intervento precedente la pensi come bugi oppure ha dato di testa causa "l'autocrocifissione"... ;)))) tanto da essere daccordo con le mia "visione"? Perchè se da questi effetti..e chi si sposa ;66))) ;66))) ;66)))
(per bugi: Naturalmente scherzo e...gli auguri non si fanno prima ;) )

Hai notato sul polo.. :blink: Split e quadrilobazione!!!Un alta pressione che corre dal Pacifico all'Atlantico :blink: :blink: :blink: Se queste sono le premesse.. :smoke
http://www.wetterzentrale.de/pics/Rhavn1801.gif
:ciauz1

old_Inverno Nevoso 76
22-10-2007, 18:20
Ciao, ho sentito da altri lidi che la Nina potrebbe rovinare l'inverno da gennaio in poi causa ingerenze dell'Azzorriano, cosa ne pensate?
Grazie in anticipo

Daniele Campello
22-10-2007, 18:36
Ciao, ho sentito da altri lidi che la Nina potrebbe rovinare l'inverno da gennaio in poi causa ingerenze dell'Azzorriano, cosa ne pensate?
Grazie in anticipo

Non è che non ce ne siamo accorti, è che abbiamo affrontato l'argomento con largo anticipo rispetto ad altri lidi, quindi il nostro post con i valori attuali (moderati/forti) de La Nina era addirittura in seconda pagina... Succede :fischiet

viewtopic.php?f=1&t=11746 (http://forum.meteotriveneto.it/viewtopic.php?f=1&t=11746)

Se hai domande meglio farle in quel topic, qui si rischierebbe di andare OT :ciauz1

old_Inverno Nevoso 76
22-10-2007, 19:27
Scusate, non mi ero accorto di tale post...

Daniele Campello
22-10-2007, 19:39
Scusate, non mi ero accorto di tale post...

e scusate de chè? figurati Inverno Nevoso 76 nessun problema, ci mancherebbe. Se hai dubbi o domande utilizza pure quel post ;44) ;44) ;44) :ciauz1

Daniele Campello
31-10-2007, 18:28
Up ;9L


E' in atto un leggero raffreddamento dell'alta stratosfera che fa ben pensare. Personalmente lo ritengo un ottimo segnale, che potrebbe anticipare un sucessivo deperimento del VPS in inverno. Mi piace l'andamento della stratosfera e della troposfera degli ultimi mesi, soprattutto se confrontato con l'autunno 2006.
Interessante la differenza con l'anno scorso, dove l'anomalia positiva di ottobre/novembre aveva condizionato il VPS proponedo in seguito l'episodio di stratcooling.
E' un inizio e nulla di più, ma per il momento tutto sembra procedere per il verso giusto... come da aspettative ;)

old_Pennywise
31-10-2007, 19:16
Ciao Neo ;10)
Quest estate parlando con un altro forumista (Maxcrc) sentii dirmi che nell' altro emisfero la tarda primavera aveva visto un repentino raffreddamento della stratosfera polare con successivo riscaldamento che poi fu alla base delle colate avutesi tra Giugno e Agosto...
Mi sembra che anche quì, sempre che venga confermato il raffreddamento, la simmetria faccia ben sperare, come d' altronde a riprova delle storiche correlazioni Sudamerica-Europa :inchino
:snow

zampatafredda
31-10-2007, 20:30
...molto strano quel raffreddamento ora, quando normalmente dovremmo assistere ai primi riscaldamenti... anche la madden quatta quatta non influisce più di tanto :pensieroso ... che sia il sintomo di una seria e duratura bilobazione o trilobazione del VP??

old_And9
01-11-2007, 09:07
...molto strano quel raffreddamento ora, quando normalmente dovremmo assistere ai primi riscaldamenti... anche la madden quatta quatta non influisce più di tanto :pensieroso ... che sia il sintomo di una seria e duratura bilobazione o trilobazione del VP??

domanda, o più semplicemente rilfessione... non dovrebbe invece ora essere "abbastanza" normale un raffreddamento stratosferico visto che ci troviamo nel momento in cui il vp dovrebbe dare il meglio di se e "crescere"???

old_Remigio zago
01-11-2007, 09:13
Copio e incollo dall'altro 3D:


Eccola di nuovo la nostra ruota: VPS tra 120 ore in perfetta 1° armonica (wave 1 pattern) cioè nessuna ellitticità e nessuna eccentricità e quel che più conta, nessun segnale dalle Aleutine...... :fischiet :fischiet :fischiet

;10)

http://www.cpc.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z02_nh_f120.gif

old_even
02-11-2007, 12:00
Con questo intervento provo a tirare una linea di tendenza dell’AO invernale. Premetto che non ho pretese previsionali in quanto si tratta di considerazioni intuitive meramente statistico-probabilistiche che tuttavia spero possa offrire qualche spunto interessante.Negli interventi precedenti è esposto il discorso delle "4 zone"pertanto non mi dilungo nel riproporlo e passo subito alle considerazioni.
http://www.postimage.org/PqPOHJA.jpg (http://www.postimage.org/image.php?v=PqPOHJA)
http://www.postimage.org/aV1TjgnS.jpg (http://www.postimage.org/image.php?v=aV1TjgnS)
Lo schema generale delle anomalie geopotenziali della statosfera a 50 mb del mese di ottobre evidenzia uno schema tipico da AO- (<-1) seppur leggermente traslato verso sud-0vest (rispetto alla carta) ma del tutto comprensibile e compatibile con lo schema di riferimento da AO- trattondosi di medie delle anomalie geopotenziali.
Tuttavia questa leggera sfasatura potrebbe stare a significare di un AO maggiormente negativa soprattutto nella seconda parte dell'inverno. (prima immagine inverni caratterizzati da un AO decisamente negativa solo nella prima parte, seconda immagine anni caratterizzato da AO decisamente negativa solo nella seconda parte)
http://www.postimage.org/aV1TjHPr.jpg (http://www.postimage.org/image.php?v=aV1TjHPr)
http://www.postimage.org/PqPOPd0.jpg (http://www.postimage.org/image.php?v=PqPOPd0)
Quindi un dicembre con un'AO deb- (-0,5); gennaio (-0,5/-1); febbraio e marzo (-1/-1,5) con buone possibilità di avere un Major Midwinter Warming a fine gennaio/febbraio e Final Warming a marzo mentre a dicembre e gennaio la stratosfera dovrebbe rimanere "tranquilla" (prima immagine anni con Major Midwinter Warming a febbraio, la seconda Final Warming a marzo)
http://www.postimage.org/aV1TkfKr.jpg (http://www.postimage.org/image.php?v=aV1TkfKr)
http://www.postimage.org/PqPOWHr.jpg (http://www.postimage.org/image.php?v=PqPOWHr)
Un indicatore a conferma di quanto detto sarò il segno dell'AO di novembre che dovrebbe essere neutro/deb- (prima immagine ao -a nov, la seconda ao+, la nov la terza è ottobre 2007)...
http://www.postimage.org/aV1TkCbJ.jpg (http://www.postimage.org/image.php?v=aV1TkCbJ)
http://www.postimage.org/PqPP3aS.jpg (http://www.postimage.org/image.php?v=PqPP3aS)
http://www.postimage.org/aV1TjgnS.jpg (http://www.postimage.org/image.php?v=aV1TjgnS)
...e dallo schema generale delle anomalie a 50 mb con le zone 3 e 4 che dovranno essere positive mentre la 1 e la 2 dovranno essere negative.
http://www.postimage.org/aV1Tla6J.jpg (http://www.postimage.org/image.php?v=aV1Tla6J)
:ciauz1

old_bugimeteo
03-11-2007, 08:04
continuano i segnali eccellenti dalla strato: con raffreddamento deciso dai 10hpa in su......è FONDAMENTALE in questa parte della stagione....meglio di così non potrebbe andare e anche i forecast sono +che buoni



http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_t02_nh_f00.gif


http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_t02_nh_f216.gif

avanti così fino a dicembre .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::)

old_branda
03-11-2007, 08:07
buongiorno bugi ;) ho bisogno di un chiarimento....quindi,da quello che ho capito :fischiet ,fino a dicembre raffreddamento alle varie quote e poi cominceranno i warming che recheranno i primi disturbi al vps? :pensieroso

old_And9
03-11-2007, 08:26
dunque, per riportare un mio precedente post, è normale ed auspicabile un raffreddamento ora, visto che, è in questa parte della stagione che il vp deve girare :fischiet ;10) ciao bugissimo .pro:::) ;el))

old_bugimeteo
03-11-2007, 08:46
buongiorno bugi ;) ho bisogno di un chiarimento....quindi,da quello che ho capito :fischiet ,fino a dicembre raffreddamento alle varie quote e poi cominceranno i warming che recheranno i primi disturbi al vps? :pensieroso

è auspicabile un buon raffreddamento esclusivamente dei piani alti >10hpa (quindi un VPS molto in forma) fino a dicembre....poi si apriranno le danze........il primo passo è fatto .pro:::)

old_branda
03-11-2007, 08:48
grazie bugi ;44) speriamo vada avanti cosi :boogie

old_Pennywise
03-11-2007, 09:17
Bene, ecco anche perchè tanti modelli deterministici che si basano solo sull' ENSO prevedono un inverno caldo.....dimenticano il VPS e i suoi probabili crack... :fischiet

old_Remigio zago
03-11-2007, 10:44
Bene, ecco anche perchè tanti modelli deterministici che si basano solo sull' ENSO prevedono un inverno caldo.....dimenticano il VPS e i suoi probabili crack... :fischiet

Aggiungo che ignorano anche la disastrosa situazione dei ghiacci artici nel settore Siberiano orientale..... :smoke :fischiet

Daniele Campello
05-11-2007, 20:53
L’attuale rafforzamento del VPS con temperature negative in alta stratosfera viene confermato dai forecasts in tutto il range previsionale. La risoluzione di tale anomalia non potrà che portare ad un fisiologico decadimento del VPS. Possibile quindi a dicembre/gennaio una situazione di blocking dove l’elevata lunghezza delle onde di Rossby e la bassa velocità zonale (la velocità di propagazione zonale delle onde di Rossby decresce con la lunghezza della ondulazione) concorreranno insieme gettando le basi per un Stratospheric sudden warming e permettendo la propagazione di onde lunghe (wavenumber 1 e 2). Con il termine wavenumber verticale intendo il numero di ondulazioni planetarie che riescono a propagarsi nella stratosfera.

Tutto sembra andare per il verso giusto, la situazione stratosferica mi fa pensare ad un probabile stratwarming a dicembre/gennaio (Outlook Docet!!!). Risulta però prematuro definire l'entità di tale riscaldamento e sopratutto se ci sarà o no propagazione troposferica in quanto molto dipenderà dall'entità del raffreddamento in atto.
Se l'anomalia attuale si intesificherà si potrebbe anche azzardare la possibilità di MMW in dicembre/gennaio (più probabile a gennaio), al contrario probabile uno o più Stratospheric sudden warmings a dicembre e successivo MMW a febbraio circa.

http://img253.imageshack.us/img253/3483/timeprestempanomallnh20dx8.jpg

Da sottolineare la diversa partenza rispetto a novembre 2006, dove si registrò in alta stratosfera una anomalia positiva che poi condiziono la prima parte dell’inverno.

http://forum.meteotriveneto.it/download.php?id=986


Forecast alta stratosfera:

http://img140.imageshack.us/img140/3137/gfst10nhf00no0.gif

http://img140.imageshack.us/img140/1530/gfst10nhf240re1.gif

A livello stratosferico la tempistica stagionale invernale si riduce in due o tre episodi "guida", partire con il piede giusto (novembre) è di fondamentale importanza.

old_SLO-chaser
05-11-2007, 21:07
Ragazzi...I need some help from C.P.S. experts here, please. I am not familiar with these things, so I am looking for some explanations. :up

Could someone explain me why there is such a long-time existing Azoric high through October and now continues into November and it is extending towards western Europe? http://www.wetterzentrale.de/archive/2007/avn/Rtavn00120071101.png

What is ussually the main concern when making a long-term forecast? SSTs, stratospheric conditions, jets..? Which is better for producing high/low systems...SST or jets or anything else?

hopefully not too dumb questions :sconsolato Thanks for help ;10) :ciauz1

old_even
07-11-2007, 08:06
A proposito di quanto si diceva qui
viewtopic.php?f=1&t=11980 (http://forum.meteotriveneto.it/viewtopic.php?f=1&t=11980)
Anche dalla stratosfera, sebbene si tratti di proiezioni a lungo termine, sembrerebbe arrivare una mano..
http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z100_nh_f216.gif
http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z100_nh_f240.gif
speriamo :sorriso1
:ciauz1

old_faina
09-11-2007, 14:03
up

mi sembra di capire, dunque, che siamo in questa condizione

1) stratosfera in forma, con VPS che "tira" a tavoletta come è "giusto" che sia

2) troposfera che non ne risente o meglio ne risente in modo diverso da quello che normalmente siamo abituati ad avere con VPS sparato

risultato: anziche avere ( con buona probabilita ) freddo solo nella seconda parte della stagione, ce lo becchiamo tutti e 4 i mesi :lol:

old_bugimeteo
09-11-2007, 16:21
up

mi sembra di capire, dunque, che siamo in questa condizione

1) stratosfera in forma, con VPS che "tira" a tavoletta come è "giusto" che sia

2) troposfera che non ne risente o meglio ne risente in modo diverso da quello che normalmente siamo abituati ad avere con VPS sparato

risultato: anziche avere ( con buona probabilita ) freddo solo nella seconda parte della stagione, ce lo becchiamo tutti e 4 i mesi :lol:

Direi:

1) alta stratosfera a pieno regime come da copione

2) bassa strato e troposfera pesantemente condizionata sia dalle SST(pacifiche ed atlantiche) che dalla QBO


risultato......... :cool

old_Remigio zago
09-11-2007, 23:05
Direi:

1) alta stratosfera a pieno regime come da copione

2) bassa strato e troposfera pesantemente condizionata sia dalle SST(pacifiche ed atlantiche) che dalla QBO


risultato......... :cool

E già......

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_t05_nh_f240.gif

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_t100_nh_f120.gif

old_bugimeteo
10-11-2007, 07:52
da notare che il VPS si trova dislocato completamente in Siberia

http://strat27.met.fu-berlin.de/products/figs/ecmwf1/ecmwfpv600f192.gif


:sm100 :sm100 :sm100 :sm100 :sm100

old_Mat69
10-11-2007, 07:54
da notare che il VPS si trova dislocato completamente in Siberia

http://strat27.met.fu-berlin.de/products/figs/ecmwf1/ecmwfpv600f192.gif


:sm100 :sm100 :sm100 :sm100 :sm100

E il puntino rosso lassù? :pensieroso

Primo tentativo di upper warming? ;)

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_t01_nh_f240.gif

:smoke

old_bugimeteo
10-11-2007, 07:56
si......da ora in poi l alta stratosfera entrerà in crisi .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) ci aspettano lunghi mesi di riscaldamenti accesi(sia in strato che in casa ;)))) ;)))) ;)))) ;)))) ;)))) )

old_Mat69
10-11-2007, 08:01
si......da ora in poi l alta stratosfera entrerà in crisi .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) ci aspettano lunghi mesi di riscaldamenti accesi(sia in strato che in casa ;)))) ;)))) ;)))) ;)))) ;)))) )


rimedieremo con buon vino e buona grappa :snow :drink

;))))

old_Pennywise
10-11-2007, 10:10
si......[b] ci aspettano lunghi mesi di riscaldamenti accesi(sia in strato che in casa ;)))) ;)))) ;)))) ;)))) ;)))) ) ;el)) .pro:::)

Daniele Campello
12-11-2007, 16:26
La persistenza di una fase dinamica in bassa stratosfera per la presenza di ondulazioni planetarie lunghe in seno alla circolazione troposferica, determinerà un aumento del disturbo meridionale del vortice anche in medio-alta stratosfera. Probabile quindi una leggera ripresa del flusso meridionale dell’EP flux quando le condizioni troposferiche saranno nuovamente favorevoli, mentre nell'immediato possibile un leggero ridinsionamento dell’anomalia negativa. Il successivo rallentamento zonale renderà più permeabile l’alta stratosfera, dove con tutta probabilità inizieranno a breve i primi riscaldamenti a cominciare dalla quota di 1 hPa. Tuttavia il significativo raffreddamento novembrino in fase di riassorbimento potrebbe lasciar spazio ad ulteriori breve repliche, visto che i tempi per un cedimento della stratosfera sembrano prematuri.
Gli eventuali riscaldamenti avranno il compito per il momento di destabilizzare il VPS nei piani alti, preparando il terreno per un periodo in stratosfera decisamente più "dinamico".

Senza correre troppo, dai rilevamenti è possibile notare le temperature e la velocità zonali alla quota di 10hPa

http://img86.imageshack.us/img86/3916/grafstrato1bh6.gif
http://img143.imageshack.us/img143/9175/t10nhdz8.gif

Le velocità zonali piuttosto importanti in medio-alta stratosfera dovute ad anomali negative alle quote di 10 hPa, 30 hPa, 50 hPa, non hanno permesso propagazioni d’onda, pur in presenza di blocchi resistenti.

http://img143.imageshack.us/img143/2711/ep12ztrnhli4.gif

:ciauz1

old_bugimeteo
13-11-2007, 12:45
aggiornamenti strato che non mi garbano: primo warming strato della stagione dietro l'angolo

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_t50_nh_f240.gif

si rivede un alta aleutinica decisamente ingombrante

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f240.gif


con effetti non buoni per il comparto europeo

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f240.gif

potremmo(condizionale d'obbligo) andare in contro ad un periodo molto più tranquillo di quello attuale......

old_Mat69
14-11-2007, 08:32
aggiornamenti strato che non mi garbano: primo warming strato della stagione dietro l'angolo

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_t50_nh_f240.gif

si rivede un alta aleutinica decisamente ingombrante

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f240.gif


con effetti non buoni per il comparto europeo

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f240.gif

potremmo(condizionale d'obbligo) andare in contro ad un periodo molto più tranquillo di quello attuale......


Ciao Alex,

effettivamente a vederle così sembrerebbero evocare lo spettro ancora fin troppo vicino dello scorso inverno =imkazz :kecald

Si tratta di un riscaldamento puramente troposferico e condizionato da situazioni teleconnettive sempre troposferiche che, al di sopra del 40 parallelo dell'Oceano pacifico hanno alcuni punti in comune rispetto a quelle dello scorso anno (in particolare una fase molto negativa della PDO), così come per l'Atlantico una situazione costante di AMO+ potrebbe innescare meccanismi apparentemente analoghi con quelli dello scorso anno.

C sono sostanziali differenze tali per cui gli effetti avutisi nello scorso sciagurato :incazz12 inverno non abbiano a ripetersi nel prossimo :preghiamo

Dicevo, gli elementi di distinguo ci sono eccome ;9L e sono rappresentati naturalmente dalla Nina e dalle ben più intense anomalìe positive della zona di Namias nonchè, anche sulla base delle indagini glaciologiche compiute da Remigio dalle sopravvenute (assenti lo scorso inverno) anomalie positive tra il Mare di Beaufort, della Siberia orientale e lo Stretto di Bering che dovrebbero disincentivare in maniera sostanziale l'ondulazione aleutinica così come era l'inverno scorso.
(si tratta in soldoni di un'alta sicuramente incentivata dalle anomalìe della PDO ma minata, a livello polare dalle anomal'e positive di cui sopra e a livello tropicale dalla Nina e dalle anomalìe attorno al meridiano centrale del Pacifico che minerebbero la radice subtropicale dell'anticiclone rendendolo + soggetto a isolamenti e tunneling).



A livello stratosferico poi abbiamo la principale freccia del nostro arco :gurp (ovviamente la Qbo).

L'attesa rimane invece assai curiosa in merito agli effetti del notevole raffreddamento nei piani altri della stratosfera verso i piani più bassi che al momento sembrerebbero non troppo incisivi.

:ciauz1

http://ds.data.jma.go.jp/tcc/tcc/products/clisys/STRAT/gif/t10_nh.gif

http://ds.data.jma.go.jp/tcc/tcc/products/clisys/STRAT/gif/heit_u_nh.gif

old_Roberto MM
14-11-2007, 08:36
Eventualmente cosa potrebbe comportare in troposfera, questo raffreddamento della stratosfera dagli strati più alti verso quelli più bassi?
Altro domandone: l'attuale raffreddamento di cui parli in stratosfera non potrebbe incentivare successivi stratwarming???

old_Tony UD
14-11-2007, 08:38
Ragazzi sarà che ormai mi son forgiato le ossa e seguo da tempo anche la stratosfera, ma seguire giornalmente aggiornamenti puo' anche dare alla testa, ogni giorni le prospettive son diverse :sorriso1 ;9L

old_bugimeteo
14-11-2007, 15:26
Mat vecchione mio ;44) ;44) ;44) ;44) mi riferivo ad una breve parentesi..........non esistono paragoni con il 2006/07........ci mancherebbe :fischiet :fischiet :fischiet :fischiet







PS prepara il fegato :sm100 :sm100 :sm100

zampatafredda
14-11-2007, 15:41
pare sembrare un lento tornare alla normalità, con l'aleautinico che forza e onde parallele di risposta europea... :pensieroso ... attenzione all'inizio di termicizzazione delle alte pressioni siberiane e canadesi .pro:::)
:ciauz1

old_Mat69
14-11-2007, 17:36
Eventualmente cosa potrebbe comportare in troposfera, questo raffreddamento della stratosfera dagli strati più alti verso quelli più bassi?
Altro domandone: l'attuale raffreddamento di cui parli in stratosfera non potrebbe incentivare successivi stratwarming???


Ciao Roberto, ;)

Rispondo alla prima domanda ;9L
se i piani isobarici in cui viene suddivisa la stratosfera comunicano fra di loro in maniera efficace (si può calcolare che mediamente un evento ai piani superiori della stratosfera possa, in caso di buona permeabilità tra i vari piani, trasferirsi fino in troposfera entro circa 20-30 giorni) e in questo caso viene comunicato un "cooling" ovvero un raffreddamento, il tutto dovrebbe portare a una fase di assestamento del Vps ai piani inferiori e pertanto ad un recupero di "zonalità" del vortice oltre a naturalmente ad un ulteriore progressivo raffreddamento dello stesso dovuto agli effetti maggiormente contenitivi impressi dallo stesso nei confronti delle masse d'aria progressivamente + fredde verso il minimo.
UN andamento in 1a armonica o wave pattern 1 garantisce un incremento del serbatoio del freddo in seno al Vps.
Occorre tuttavia porre particolare attenzione a non cadere in una semplice equazione che non sempre si verifica ovvero non sempre un andamento zonale del Vps si traduce in un andamento necessariamente tale del vortice a livello emisferico in troposfera, specie quando il getto polare, per cause per l'appunto troposferiche quali ad esempio uno scarso supporto subtropicale nei confronti delle anticiclogenesi dinamiche unite ad esempio a un particolare forcing circolatorio esaltato da anomalìe in seno alle SST, va a divergere rispetto all'andamento del Vp creando delle correnti derivate che possono assumere al contrario un andamento retrogrado e antizonale.

Quanto alla seconda....beh.. :pensieroso sono due eventi opposti non necessariamente concatenati fra loro tuttavia un bel raffreddamento prima in previsione di probabili decadimenti del Vps renderebbero sicuramente più appetitosa ;-9..... l'attesa. ;)

:ciauz1

old_Mat69
14-11-2007, 17:38
Mat vecchione mio ;44) ;44) ;44) ;44) mi riferivo ad una breve parentesi..........non esistono paragoni con il 2006/07........ci mancherebbe :fischiet :fischiet :fischiet :fischiet







PS prepara il fegato :sm100 :sm100 :sm100

Ciao pivello ;9L ;9L

occhio che domenica ti portiamo fuori sulla seggiola :smoke :smoke

;44) ;44)

;)

old_Roberto MM
14-11-2007, 22:12
Eventualmente cosa potrebbe comportare in troposfera, questo raffreddamento della stratosfera dagli strati più alti verso quelli più bassi?
Altro domandone: l'attuale raffreddamento di cui parli in stratosfera non potrebbe incentivare successivi stratwarming???


Ciao Roberto, ;)

Rispondo alla prima domanda ;9L
se i piani isobarici in cui viene suddivisa la stratosfera comunicano fra di loro in maniera efficace (si può calcolare che mediamente un evento ai piani superiori della stratosfera possa, in caso di buona permeabilità tra i vari piani, trasferirsi fino in troposfera entro circa 20-30 giorni) e in questo caso viene comunicato un "cooling" ovvero un raffreddamento, il tutto dovrebbe portare a una fase di assestamento del Vps ai piani inferiori e pertanto ad un recupero di "zonalità" del vortice oltre a naturalmente ad un ulteriore progressivo raffreddamento dello stesso dovuto agli effetti maggiormente contenitivi impressi dallo stesso nei confronti delle masse d'aria progressivamente + fredde verso il minimo.
UN andamento in 1a armonica o wave pattern 1 garantisce un incremento del serbatoio del freddo in seno al Vps.
Occorre tuttavia porre particolare attenzione a non cadere in una semplice equazione che non sempre si verifica ovvero non sempre un andamento zonale del Vps si traduce in un andamento necessariamente tale del vortice a livello emisferico in troposfera, specie quando il getto polare, per cause per l'appunto troposferiche quali ad esempio uno scarso supporto subtropicale nei confronti delle anticiclogenesi dinamiche unite ad esempio a un particolare forcing circolatorio esaltato da anomalìe in seno alle SST, va a divergere rispetto all'andamento del Vp creando delle correnti derivate che possono assumere al contrario un andamento retrogrado e antizonale.

Quanto alla seconda....beh.. :pensieroso sono due eventi opposti non necessariamente concatenati fra loro tuttavia un bel raffreddamento prima in previsione di probabili decadimenti del Vps renderebbero sicuramente più appetitosa ;-9..... l'attesa. ;)

:ciauz1

Grazie per la spiegazione! ;10) ;10) ;10)
Mi interessa un punto in particolare. Parli di dinamiche troposferiche che possono comunque disturbare l'andamento zonale del Vps, tra i quali scarso supporto subtropicale agli anticicloni unito a "un particolare forcing circolatorio esaltato dalle ssta".
Qual'è questo particolare forcing circolatorio e come si dispongono in questo caso le ssta di cui parli?
Grazie nuovamente!

old_Mat69
15-11-2007, 11:13
Grazie per la spiegazione! ;10) ;10) ;10)
Mi interessa un punto in particolare. Parli di dinamiche troposferiche che possono comunque disturbare l'andamento zonale del Vps, tra i quali scarso supporto subtropicale agli anticicloni unito a "un particolare forcing circolatorio esaltato dalle ssta".
Qual'è questo particolare forcing circolatorio e come si dispongono in questo caso le ssta di cui parli?
Grazie nuovamente!

E' un argomento piuttosto articolato che desidererei corredare di idonea illustrazione (di cui qui in ufficio non dispongo) pertanto mi riservo di darti risposta + esauriente (mia figlia permettendo ;9L ) stasera a casa ;)
Ti anticipo solo che facevo riferimento a dinamiche troposferiche che possono incentivare disturbi al Vp (più che al Vps) o al più al Vps in bassa stratofera.
Si tratta di divergenze all'andamento zonale imposto dal Vps che, in caso di Vp poco disturbato (ad esempio in situazioni di AO neutra o cmq non troppo negativa nè troppo positiva), vengono confinate tra le medie latitudini e le regioni sub-polari.
Queste situazioni possono venir incentivate e generare dei pattern: tipico esempio è lo Scandinavian pattern +.
Le loro configurazioni, proprio perchè non richiedono particolari radicamenti artici assumono spesso un inclinazione SW-NE (quando addirittura non vanno a disporsi con asse W-E) in quanto l'anticiclogenesi subisce verso nord una maggiore deviazione imposta proprio dall'andamento del Vortice Polare.
Quanto al forcing è condizione essenziale per la "messa in opera" ;9L di queste situazioni in quanto ne costituiscono la spinta dinamica

:ciauz1

old_Roberto MM
15-11-2007, 11:29
Ti ringrazio per la tua infinita pazienza e le ottime spiegazioni invece... ;10)


Queste situazioni possono venir incentivate e generare dei pattern: tipico esempio è lo Scandinavian pattern +.
Le loro configurazioni, proprio perchè non richiedono particolari radicamenti artici assumono spesso un inclinazione SW-NE (quando addirittura non vanno a disporsi con asse W-E) in quanto l'anticiclogenesi subisce verso nord una maggiore deviazione imposta proprio dall'andamento del Vortice Polare.

Classica situazione da EA negativo vero?

old_Mat69
15-11-2007, 11:32
Ti ringrazio per la tua infinita pazienza e le ottime spiegazioni invece... ;10)


Queste situazioni possono venir incentivate e generare dei pattern: tipico esempio è lo Scandinavian pattern +.
Le loro configurazioni, proprio perchè non richiedono particolari radicamenti artici assumono spesso un inclinazione SW-NE (quando addirittura non vanno a disporsi con asse W-E) in quanto l'anticiclogenesi subisce verso nord una maggiore deviazione imposta proprio dall'andamento del Vortice Polare.

Classica situazione da EA negativo vero?

Lo scand + richiede un forcing decisamente + occidentale pertanto la sua sopravvivenza richiede tale situazione ;10)

Daniele Campello
16-11-2007, 10:04
http://img155.imageshack.us/img155/7850/timeprestempanomallnh20dn8.gif
http://img440.imageshack.us/img440/808/gfspolar10web1lr9.png

Daniele Campello
16-11-2007, 10:33
proviamo a fare una breve analisi della stratosfera e tlc, giusto per confrontare...

partiamo con anomalie tipiche di casi di anni vicini con QBO+ (1999) e QBO- (2000) e ENSO-, giusto per vedere la differenza

http://img140.imageshack.us/img140/6594/1999pj5.gif

http://img266.imageshack.us/img266/1523/2000bf3.gif

Altro QBO+ (2004) ma ENSO+

http://img408.imageshack.us/img408/2609/2004ek3.gif

nei due casi di QBO+ (e altri indici) l'alta stratosfera ha avuto un andamento regolare freddo

nei casi con QBO- ed ENSO- con anomalie simili all'attuale. La casistica vede SEMPRE una stratosfera disturbata con MMW

http://img408.imageshack.us/img408/8329/1998xe6.gif

http://img46.imageshack.us/img46/9793/1984lm2.gif

nel 2005 la prima anomalia positiva portò ad un episodio breve di stratcooling seguito da MMW (siamo messi meglio attualmente)
http://img90.imageshack.us/img90/7447/2005vf5.gif



due casi atipici di QBO-

in questo caso le anomalie sono diverse e l'ENSO è positivo
http://img408.imageshack.us/img408/8828/1979pu8.gif

http://img46.imageshack.us/img46/6555/1996ng3.gif

http://img45.imageshack.us/img45/6823/1986sq9.gif

nel 96 e nel 86 le anomalie non sono compatibili

old_cloover
16-11-2007, 13:09
Quello che non mi piace(per il momento)è che in proiezione viene visto un riscaldamento ancora una volta sulla zona Aleutinica con rinforzo dell'omonimo anticiclone che punterà il polo(AO-).

Probabilmente nell'ultima decade del mese una forte irruzione di aria artica colpirà il centro-est degli States,mentre è probabile un rafforzamento del VP canadese con ondulazioni meno marcate in direzione del comparto europeo(NAO+) in seno alle quali viaggeranno cmq alcuni sistemi perturbati in un contesto termico sopramedia.........

Filippo

old_Dellork
16-11-2007, 13:18
Quello che non mi piace(per il momento)è che in proiezione viene visto un riscaldamento ancora una volta sulla zona Aleutinica con rinforzo dell'omonimo anticiclone che punterà il polo(AO-).

Probabilmente nell'ultima decade del mese una forte irruzione di aria artica colpirà il centro-est degli States,mentre è probabile un rafforzamento del VP canadese con ondulazioni meno marcate in direzione del comparto europeo(NAO+) in seno alle quali viaggeranno cmq alcuni sistemi perturbati in un contesto termico sopramedia.........

Filippo
Come l'anno scorso, praticamente?! :pensieroso
Dai che ci può stare un periodo così, di ricarica, diciamo!
Ciao!

old_Mat69
16-11-2007, 16:12
Quello che non mi piace(per il momento)è che in proiezione viene visto un riscaldamento ancora una volta sulla zona Aleutinica con rinforzo dell'omonimo anticiclone che punterà il polo(AO-).

Probabilmente nell'ultima decade del mese una forte irruzione di aria artica colpirà il centro-est degli States,mentre è probabile un rafforzamento del VP canadese con ondulazioni meno marcate in direzione del comparto europeo(NAO+) in seno alle quali viaggeranno cmq alcuni sistemi perturbati in un contesto termico sopramedia.........

Filippo

Una fase di quiescenza ci può anche stare e, in effetti, come anche rilevato dal buon bugi ( ;:175) ;) ), probabilmente è inquadrabile in una fascia compresa tra la fine di novembre e la prima decade/quindicina di dicembre.
Quanto al promontorio aleutinico ritengo che meriti un ulteriore monitoraggio per i prox giorni anche in virtù del fatto che non mi sembra un aleutinico puro...specie in bassa strato.

:ciauz1

old_Remigio zago
16-11-2007, 16:26
Quello che non mi piace(per il momento)è che in proiezione viene visto un riscaldamento ancora una volta sulla zona Aleutinica con rinforzo dell'omonimo anticiclone che punterà il polo(AO-).

Probabilmente nell'ultima decade del mese una forte irruzione di aria artica colpirà il centro-est degli States,mentre è probabile un rafforzamento del VP canadese con ondulazioni meno marcate in direzione del comparto europeo(NAO+) in seno alle quali viaggeranno cmq alcuni sistemi perturbati in un contesto termico sopramedia.........

Filippo

Una fase di quiescenza ci può anche stare e, in effetti, come anche rilevato dal buon bugi ( ;:175) ;) ), probabilmente è inquadrabile in una fascia compresa tra la fine di novembre e la prima decade/quindicina di dicembre.
Quanto al promontorio aleutinico ritengo che meriti un ulteriore monitoraggio per i prox giorni anche in virtù del fatto che non mi sembra un aleutinico puro...specie in bassa strato.

:ciauz1

Certamente la violenta pulsazione troposferica che dalla British Columbia si porterà velocemente sull'Alaska e oltre verso il polo si tradurrà in un altrettanto violento trasporto meridionale di calore in bassa stratosfera. Secondo me la probabilità che il tutto sfoci alla fine in un Canadian Warming è abbastanza alta, se consideriamo anche che in questo periodo stagionale è in via di strutturazione l'anticiclone delle Aleutine.
Il tutto comunque non andrebbe secondo me ad inficiare le ottime potenzialità stratosferiche di questo inverno.

:ciauz1

old_bugimeteo
16-11-2007, 16:43
io ribadisco che una fase EA++ (e una ripresa del VP) sarebbe più che buona in ottica invernale.........più che buona .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) e mi sembra che si percorra proprio questa strada.......

old_cloover
16-11-2007, 19:28
io ribadisco che una fase EA++ (e una ripresa del VP) sarebbe più che buona in ottica invernale.........più che buona .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) e mi sembra che si percorra proprio questa strada.......

Facendo riferimento allo schema B&D non posso che essere daccordo ;10) Poi cmq si parla di una fase interlocutoria ;) .Ad ogni modo stavo notando anche che l'anomalia positiva SSTA in atlantico sembra spostarsi verso la penisola del Labrador e non sarebbe una brutta cosa :pensieroso (ma qui considerando il post, mi sa che vado OT :fischiet ciao a presto! :ciauz1

Filippo

Daniele Campello
16-11-2007, 20:01
VPS che si porterà in una condizione di wave1pattern

http://img48.imageshack.us/img48/112/wavesxc7.gif

http://img48.imageshack.us/img48/3817/ecmwfzmha1f192el0.gif
http://img265.imageshack.us/img265/7147/ecmwfzmha2f192kh3.gif

old_bugimeteo
17-11-2007, 10:45
un forcing aleutinico così esasperato non poteva che portare disturbi davvero inusuali per la stagione al VPS...carte incredibili per essere a novembre


http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f192.gif


http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f216.gif


http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f240.gif

old_bugimeteo
17-11-2007, 10:47
carte non buone per il freddo naturalmente vista la posizione dei due lobi...... :smoke

old_bugimeteo
17-11-2007, 10:48
http://ds.data.jma.go.jp/gmd/tcc/tcc/products/clisys/STRAT/gif/ep_12z_tr_nh.gif

parte in questi giorni il trasporto verticale di calore che provocherà(probabilmente) la bilobazione del VPS allle basse-medie quote....

L Unica variabile impazzita potrebbe essere la madden: in ripresa e in veloce corsa verso il settore 6

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/people/wd52qz/mjoindex/index/diagram_40days_forecast.gif


vedremo ;)

old_Pennywise
17-11-2007, 11:19
Che ne pensi Bugi, è una fase transitoria oppure possiamo rimanere fiduciosi per il dopo?
:ciauz1

old_Remigio zago
18-11-2007, 11:09
Eccolo qua il Canadian Warming:

Inversione temporanea della zonalità sul polo

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z30_nh_f192.gif

Inversione del gradiente meridionale di temperatura

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_t30_nh_f192.gif

P.S. Un aforisma: quando si comincia a guardare con insistenza la stratosfera, significa che sotto non c'è niente da guardare........ C:((

old_Mat69
18-11-2007, 11:43
[quote="Remigio zago"]
P.S. Un aforisma: quando si comincia a guardare con insistenza la stratosfera, significa che sotto non c'è niente da guardare........ C:(([quote="Remigio zago"]

:lol: grandi e sagge parole Remigio, fa parte della ricerca dell'ignoto quando il "noto" è poco esaltante. :sorriso1

Tuttavia, nonostante le perplessità + che legittime stanti i recenti aggiornamenti strato, rimango moderatamente ottimista sotto il profilo precipitativo in quanto, come avevo avuto modo di pensare una decina di gg. or sono ;9L , la fase di "stanca" che sarebbe potuta derivare da una temporanea ripresa zonale da parte del Vps (in marcato raffreddamento fino a qualche giorno fa) e che si traduce quasi in maniera analoga (anche se per cause parzialmente diverse, dati gli ultimi aggiornamenti strato) dovrebbe essere poco supportata alle medie latitudini a causa di una non ecccessiva invasività anticiclonica in area mediterranea...
Pertanto pur ammessa la probabilità di una fase termicamente non esaltante rimango piuttosto convinto che non la passeremo prevalentemente sotto brume, nebbia e inversioni. :pensieroso

Infine relativamente al riscaldamento pacifico, che ricorderebbe con orrore lo scorso inverno :incazz12 , vedrei un'analogia solo apparente in quanto il forcing pseudo aleutinico mi parrebbe orientato maggiormente a posizionarsi verso le coste W degli States, stanti forte anomalìe positive in seno alle SST della zona di Namias e, come avevi ben ricordato tu, nei pressi dello stretto di Bering a causa degli scarsi apporti nivo - glaciologici fino ad ora verificatisi.
Il forcing groenlandese,pur potendo indubbiamente attivare una fase alto zonale (scarsamente convergente , per fortuna con la circolazione, delle medie latitudini) non potrà resistere a lungo aderente alle zone polari e una sua + marcata ondulazione, sotto forma di onda di Rossby, potrebbe innescare , dopo la metà del mese di dicembre tutta una serie di blocchi atlantici dove le retrogressioni continentali potrebbero divenirne quasi la regola.

Il tutto ovviamente da verificare con molta cautela ;)

Un caro saluto e.. a presto. :drink

:ciauz1

old_bugimeteo
18-11-2007, 13:52
mappe stravolte.....molto bene ;10) ;10) ;10) ;10) ;10) ;10)

Daniele Campello
19-11-2007, 09:59
vps in wave2pattern, dove la seconda propagazione verticale "europea" sposta il cuore del VPS sopra la Nuova Zemlya

http://strat-www.met.fu-berlin.de/products/figs/ecmwf1/ecmwf100a12.gif

http://strat-www.met.fu-berlin.de/products/figs/ecmwf1/ecmwf100f192.gif

old_branda
19-11-2007, 10:05
quindi neo? :blink:

old_marcoan
19-11-2007, 11:06
Quindi é presumibile ritenere altamente probabile per fine mese/inizio di dicembre, un coriaceo blocco atlantico con scand -- e forte irruzione artico marittima/continentale......che poi é quello che ci propone reading 00 sul long range.

old_branda
19-11-2007, 11:13
grazie marc ;44) ;-9..... :ciauz1

old_Bosnows
19-11-2007, 11:17
Attenzione ragazzi, con questo tipo di circolazione stratosferica, se confermata, porterebbe come lo scorso anno portare l'Italia nel bel mezzo della rimonta anticiclonica di blocco, il tentativo di bilobazione in bassa strat. dovuto al canadian warming porterebbe il getto in pieno atlantico...

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z100_nh_f216.gif

old_branda
19-11-2007, 11:27
non ci capisco piu' niente.ieri bugimeteo che scrive carte stravolte...molto bene,ora neo che mette questa indicazione del wavepattern e poi tu bosnow che ribalti la situazione a sfavore.si puo' avere un po' piu' di chiarezza? grazie.

old_lorenz
19-11-2007, 11:30
non ci capisco piu' niente.ieri bugimeteo che scrive carte stravolte...molto bene,ora neo che mette questa indicazione del wavepattern e poi tu bosnow che ribalti la situazione a sfavore.si puo' avere un po' piu' di chiarezza? grazie.in effetti... :pensieroso

old_FilTur
19-11-2007, 11:34
Direi che quella di Bosnows è la proiezione pessimistica...quella ottimistica (ma nemmeno troppo) è sostanzialmente ECMWF e GEFS, lobo del vortice polare splittato che si allunga a sud-ovest verso la Russia Europea, ed anticiclone atlantico che va a collegarsi con l'alta polare con asse sud-ovest/nord-est, lasciando l'Europa esposta alle correnti fredde (anzi proprio gelide) da nord-est ed all'influsso di più mite e umida aria basso-atlantica e mediterranea oltre ai possibili minimi in formazione in seno alla discesa fredda (un mix esplosivo direi).
Tutto dipende da come si splitterà il VP sul Canada, cioè da quanta forza avrà il getto artico su Terranova (poco forte, ovvero troppo orientale = HP oceanico, gelo; troppo forte = HP subtropicale sull'Europa, correnti miti zonali sulle Isole Britanniche, freddo dalla Russia ad est).

old_Remigio zago
19-11-2007, 11:42
E 'facile intuire dai nostri inteerventi che in questi giorni i forecast stratosferici non sono di facile lettura; il fatto che ormai siamo prossimi alla realizzazione di un Canadian Warming, tra l'altro abbastanza frequente ad inizio inverno, sta complicando non poco l'evoluzione possibile in seguito a questa variabile intervenuta.
Si tratta di capire intanto la propagazione spazio-temporale del CW, la conseguente quantità e qualità del disturbo al VPS e la successiva evenutale localizzazione del "core" del VPS.
Non neghiamo che preferiremmo che il tutto venisse assorbito senza grossi scossoni in modo da avere di nuovo e al più presto un VPS in prima armonica (wave1pattern) almeno fino a tutta la secoda decade di Dicembre, in attesa delle "gradi manovre" di inizio gennaio.
Se così non sarà continueremo a proporre ipotesi anche qui sul forum, rendendo tutti partecipi del tipo di lavoro che facciamo "in separata sede" da più di un anno.
Abbiate quindi pazienza e cogliete questa occasione per approfondire insieme a noi una delle nuove frontiere del "very long range".

;)

old_FilTur
19-11-2007, 12:11
E 'facile intuire dai nostri inteerventi che in questi giorni i forecast stratosferici non sono di facile lettura; il fatto che ormai siamo prossimi alla realizzazione di un Canadian Warming, tra l'altro abbastanza frequente ad inizio inverno, sta complicando non poco l'evoluzione possibile in seguito a questa variabile intervenuta.
Si tratta di capire intanto la propagazione spazio-temporale del CW, la conseguente quantità e qualità del disturbo al VPS e la successiva evenutale localizzazione del "core" del VPS.
Non neghiamo che preferiremmo che il tutto venisse assorbito senza grossi scossoni in modo da avere di nuovo e al più presto un VPS in prima armonica (wave1pattern) almeno fino a tutta la secoda decade di Dicembre, in attesa delle "gradi manovre" di inizio gennaio.
Se così non sarà continueremo a proporre ipotesi anche qui sul forum, rendendo tutti partecipi del tipo di lavoro che facciamo "in separata sede" da più di un anno.
Abbiate quindi pazienza e cogliete questa occasione per approfondire insieme a noi una delle nuove frontiere del "very long range".

;)
Non lo so, ho una strana e non quantificabile matematicamente sensazione: che quest'inverno la stratosfera non sia una molla poco carica (se accade ora sprechiamo un'occasione futura ecc.) ma invece un meccanismo con molta energia per noi fino almeno a inizio febbraio, se mi permettete la metafora.

Daniele Campello
19-11-2007, 12:32
non ci capisco piu' niente.ieri bugimeteo che scrive carte stravolte...molto bene,ora neo che mette questa indicazione del wavepattern e poi tu bosnow che ribalti la situazione a sfavore.si puo' avere un po' piu' di chiarezza? grazie.

esistono sostanziali differenze tra i vari forecasts stratosferici, basti notare la mappa che ho postato io (ECMWF) e quella di Bos (NCEP).
In linea di principio Bos ha perfettamente ragione in quando il CW comporta in se una deviazione del JS a noi sfavorevole (inverno 06/07 docet). La situazione tuttavia potrebbe presentare dei risvolti imprevedibili, confermati anche da qualche uscita dei GM. Anche un' eventuale bilobazione così prematura non sarebbe auspicabile, poichè in grado di ostacolare il normale cammino del VPS modificandone la tempistica.
E' una situazione molto delicata di non facile lettura, come ha detto bene Remigio stiamo cercando di capire la propagazione spazio-temporale del CW, la qualità del disturbo al VPS e la successiva disposizione dei lobi.

old_Bosnows
19-11-2007, 12:39
non ci capisco piu' niente.ieri bugimeteo che scrive carte stravolte...molto bene,ora neo che mette questa indicazione del wavepattern e poi tu bosnow che ribalti la situazione a sfavore.si puo' avere un po' piu' di chiarezza? grazie.in effetti... :pensieroso


Come ha scritto giustamente Remigio, i nostri interventi si basano sostanzialmente su dei forecast stratosferici che anche se percentualmente più affidabili rispetto ai GM, hanno comunque possibilità grosse di errori e di stravolgimenti.
L’esperienza dello scorso anno ci dovrebbe far riflettere sul fatto che questo tipo di previsioni sono molto difficili, la mia constatazione “ pessimistica” si basa sulla lettura dei forecast NCEP/GFS aggiornati al 19 novembre rispetto a quelli via DWD di ECMWF del 18.
In base alla lettura di oggi, che deve essere confermata dai forecast reading, l’asse della bilobazione da CW porterebbe un nocciolo secondario del VPS ( molto disturbato) a alimentare fortemente il vortice canadese in troposfera.
La risposta diretta sarebbe quella che il modello americano prospetta nell’inizializzazione 06, quindi aspettiamo i forecast di reading di stasera…

http://i1.tinypic.com/6kabza0.jpg

old_Pierpaolo
19-11-2007, 12:51
Neo, una domanda.
Ma un ipotetico CW, non potrebbe essere in grado di spingersi ancora piu' a sud con diverse conseguenze?
:ciauz1 Mitico

Daniele Campello
19-11-2007, 12:56
Neo, una domanda.
Ma un ipotetico CW, non potrebbe essere in grado di spingersi ancora piu' a sud con diverse conseguenze?
:ciauz1 Mitico

Ciao Pier, credo di non aver capito la domanda... =kidea

old_faina
19-11-2007, 13:07
Neo, una domanda.
Ma un ipotetico CW, non potrebbe essere in grado di spingersi ancora piu' a sud con diverse conseguenze?
:ciauz1 Mitico

Ciao Pier, credo di non aver capito la domanda... =kidea

credo voglia dire: se il Canadese spingesse ancora piu a sud?


:ciauz1

old_faina
19-11-2007, 13:10
non ci capisco piu' niente.ieri bugimeteo che scrive carte stravolte...molto bene,ora neo che mette questa indicazione del wavepattern e poi tu bosnow che ribalti la situazione a sfavore.si puo' avere un po' piu' di chiarezza? grazie.in effetti... :pensieroso


Come ha scritto giustamente Remigio, i nostri interventi si basano sostanzialmente su dei forecast stratosferici che anche se percentualmente più affidabili rispetto ai GM, hanno comunque possibilità grosse di errori e di stravolgimenti.
L’esperienza dello scorso anno ci dovrebbe far riflettere sul fatto che questo tipo di previsioni sono molto difficili, la mia constatazione “ pessimistica” si basa sulla lettura dei forecast NCEP/GFS aggiornati al 19 novembre rispetto a quelli via DWD di ECMWF del 18.
In base alla lettura di oggi, che deve essere confermata dai forecast reading, l’asse della bilobazione da CW porterebbe un nocciolo secondario del VPS ( molto disturbato) a alimentare fortemente il vortice canadese in troposfera.
La risposta diretta sarebbe quella che il modello americano prospetta nell’inizializzazione 06, quindi aspettiamo i forecast di reading di stasera…

http://i1.tinypic.com/6kabza0.jpg

vero! questa GFS06 è abbastanza rappresentativa.

pero viste le diverse condizioni atlantiche rispetto allo scorso anno... :pensieroso

old_Pierpaolo
19-11-2007, 13:13
Neo, una domanda.
Ma un ipotetico CW, non potrebbe essere in grado di spingersi ancora piu' a sud con diverse conseguenze?
:ciauz1 Mitico

Ciao Pier, credo di non aver capito la domanda... =kidea


IN sostanza il CW è impossibile che si disponga piu' a sud del previsto ?
Grazie...scusa ma sono al lavoro :sconsolato

old_bugimeteo
19-11-2007, 15:52
http://ds.data.jma.go.jp/gmd/tcc/tcc/products/clisys/STRAT/gif/ep_12z_tr_nh.gif

comincia a prendere sempre più corpo il trasporto di calore dalla troposfera

old_faina
20-11-2007, 07:48
Reading 12z di ieri

http://strat-www.met.fu-berlin.de/products/figs/ecmwf1/ecmwf100f192.gif

old_Bosnows
20-11-2007, 07:56
Reading 12z di ieri

http://strat-www.met.fu-berlin.de/products/figs/ecmwf1/ecmwf100f192.gif

la disposizione del lobo canadese interferisce con l'azione bloccante dell'alta, se confermate anche dall'ENCEP, il futuro blocco atlantico ben strutturato, sul più bello avrà una bella spanciata.....

old_faina
20-11-2007, 08:10
http://www.meteogiornale.it/mappe/mandelli/tmp100_nps_168.png

old_Bosnows
20-11-2007, 13:01
http://www.meteogiornale.it/mappe/mandelli/tmp100_nps_168.png

Ottima carta ma a mio avviso per far si che ci sia un avvezione depressionaria di tipo artico nel mediterraneo e Italia bisogna che l'asse di bilobazione sia diverso.
Il lobo principale del vps deve collocarsi nella siberia occidentale-Urali, il lobo secondario in Canada.
Cosa manca nell'evoluzione a venire per avere un avvezione duratura nel mediterraneo? Nella Siberia orientale-Asia deve eserci l'alta pressione a spingere il lobo artico verso l'Europa.

In stratosfera non siamo ancora pronti, ma vedrete che a dicembre la circolazione sarà diversa e il mediterraneo sarà preda di continue avvezioni continentali depressionarie... :smoke :sorriso1

old_Pierpaolo
20-11-2007, 13:05
CIAo Boss, eccoci qui per un nuovo inverno.
Ti sento molto agitato, c'è un motivo? ;el)) :smoke :ciauz1

old_Bosnows
20-11-2007, 13:16
CIAo Boss, eccoci qui per un nuovo inverno.
Ti sento molto agitato, c'è un motivo? ;el)) :smoke :ciauz1

WE PIER COME STAI? :sorriso1 :ciauz1

Vedrai nei mesi a venire..... :snow ;10)

Daniele Campello
20-11-2007, 16:40
eccolo il primo upper warming

http://img408.imageshack.us/img408/2117/gfst01nhf216wd4.gif

Daniele Campello
21-11-2007, 09:35
http://img254.imageshack.us/img254/2497/ecmwf1f192kw9.gif
http://img255.imageshack.us/img255/6641/ecmwf10f192uf1.gif
http://img510.imageshack.us/img510/9661/ecmwf50f192ju0.gif
http://img255.imageshack.us/img255/3041/ecmwf100f192gu9.gif

old_Remigio zago
21-11-2007, 09:37
Canadian Warming propagato fino a 30 hpa:

http://strat-www.met.fu-berlin.de/products/figs/ecmwf1/ecmwf30f192.gif

old_branda
21-11-2007, 09:39
non e' un buon segnale,vero remigio? :sconsolato :pensieroso

old_Remigio zago
21-11-2007, 10:04
non e' un buon segnale,vero remigio? :sconsolato :pensieroso

Non è detto, nche perchè siamo a novembre e i CW in questo mese sono relativamente frequenti.
Sarebbe invece auspicabile, per sfruttare al meglio questa opportunità, che l'area soggetta a warming si portasse ulteriormente verso est, sopra la Groenlandia..... :fischiet :fischiet
:ciauz1

old_branda
21-11-2007, 10:08
perfetto,grazie ;44) ;)

old_Bosnows
21-11-2007, 10:25
non e' un buon segnale,vero remigio? :sconsolato :pensieroso

Non è detto, nche perchè siamo a novembre e i CW in questo mese sono relativamente frequenti.
Sarebbe invece auspicabile, per sfruttare al meglio questa opportunità, che l'area soggetta a warming si portasse ulteriormente verso est, sopra la Groenlandia..... :fischiet :fischiet
:ciauz1


:fischiet :fischiet :fischiet

http://www.lamma.rete.toscana.it/previ/ ... tz100.html (http://www.lamma.rete.toscana.it/previ/ita/previ_inverno/gfs/gfs_nh_tz100.html)

old_branda
21-11-2007, 10:40
bos,quella carta indica uno spostamento piu' sulla groenlandia? :fischiet

old_fatur
21-11-2007, 11:08
scusate la mia scarsa preparazione in materia...
ma che realzione c'è tra questo CW stratosferico e il vortice troposferico sull'artico canadese (che sostanzialmente provocherà la rimonta altopressoria su di noi la settimana prossima) ??
il riscaldamento a 100 hpa favorisce la formazione di lp sotto di esso? boh...
:ciauz1

Daniele Campello
23-11-2007, 09:18
Siamo arrivati ad una svolta nel medio lungo?, analizzando le tropowaves su base ECMWF direi che ci sono ottime possibilità.
Bassa stratosfera con una lieve tendenza al wave3patter. Tre sono i forcing in atto in alta troposfera a circa 300-hPa/60°N, con la seguente dinamica:
Wave2: centro/est Europa con tendeza verso le 216h a spostarsi di 40° verso EST, geopotenziali medio/bassi in costante aumento e temperatura della propagazione in calo. Probabile quindi una rimonta anticlonica nei settori indicadi.
Wave1: propagazione che dal mare di Bering viene vista in leggero spostamento verso EST. Dopo un probabile picco, l'onda potrebbe affievolirsi visti i geopotenziali e le temperature del forcing in ribasso. Di seguito il modello Inglese sembra vedere la ripresa della wave1 in zona Atlantica/Nord Europea. Analizzando l'onda si potrebbe ipotizzare una tendenza a formazione di una elevazione anticiclonica con Asse SW/NE, visto che l'altezza "H" viene vista ad una longitudine di 30° EST, mentre "T" con longitudine 0.


La tendenza mostrata dalle ECMWF strato è più che buona.

:snow :ciauz1

old_Bosnows
23-11-2007, 10:49
Aggiornamento NCEP a mio avviso molto buono, semplificato ai minimi livelli si può dire che nella prossima avvezione l'ingerenza del lobo canadese è evidente ( ho segnato l'asse principale del vp stratosferico), mentre a 240h la tendenza dell'asse del vps è più consona ad azioni bloccanti successive in atlantio...aspettando i primi warming nei punti giusti. ;-9.....

http://i1.tinypic.com/8bt59c3.gif
http://i8.tinypic.com/6prdt7t.gif

old_bugimeteo
23-11-2007, 16:47
aggiornamenti strato che non mi garbano: primo warming strato della stagione dietro l'angolo

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_t50_nh_f240.gif

si rivede un alta aleutinica decisamente ingombrante

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f240.gif


con effetti non buoni per il comparto europeo

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f240.gif

potremmo(condizionale d'obbligo) andare in contro ad un periodo molto più tranquillo di quello attuale......


e così sarà :fischiet :fischiet :fischiet .....almeno fino a fine mese/prima decade di dicembre: nonostante un paio di svarioni le strato si sono dimostrate decisamente affidabili...... :ciauz1

23-11-2007, 16:57
Cioe' Bugi? niente freddo/neve? C:((

old_bugimeteo
23-11-2007, 18:34
Cioe' Bugi? niente freddo/neve? C:((


no per ora restiamo in attesa........anche se la stagione è partita con il piede giusto ;)

23-11-2007, 19:07
Sperin ben!

:snow

old_batstef
23-11-2007, 19:10
aggiornamenti strato che non mi garbano: primo warming strato della stagione dietro l'angolo

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_t50_nh_f240.gif

si rivede un alta aleutinica decisamente ingombrante

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f240.gif


con effetti non buoni per il comparto europeo

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f240.gif

potremmo(condizionale d'obbligo) andare in contro ad un periodo molto più tranquillo di quello attuale......


e così sarà :fischiet :fischiet :fischiet .....almeno fino a fine mese/prima decade di dicembre: nonostante un paio di svarioni le strato si sono dimostrate decisamente affidabili...... :ciauz1
grande bugi :inchino :inchino :inchino ....ma son curioso di vedere gli EPflux nel comparto atlantico tra una decina di giorni
e già questa previsione comincia a mettermi in moto gli ormoni :boogie :tavernello :punk :tavernello :
http://www.cpc.noaa.gov/products/precip/CWlink/blocking/real_time_nh/forecast_3_nh.gif

old_bugimeteo
23-11-2007, 19:12
Infatti il target fissato per i più longers è tra tre quattro giorni .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) .pro:::) si muove qualcosa in bassa strato in zone più interessanti della attuali(e si riassorbirà il CW).............ne riparleremo ;)

old_Bufera87
24-11-2007, 00:01
http://www.wetterzentrale.de/pics/Rhavn1801.gif :fischiet

Daniele Campello
24-11-2007, 09:52
Ottime carte strato, direi che ci siamo...

http://strat-www.met.fu-berlin.de/products/figs/ecmwf1/ecmwf100f192.gif

http://strat-www.met.fu-berlin.de/products/figs/ecmwf1/ecmwf50f192.gif

old_Roberto MM
24-11-2007, 09:53
Bellina questa Daniele! ;10) :smoke

http://strat-www.met.fu-berlin.de/products/figs/ecmwf1/ecmwf50f192.gif

Daniele Campello
24-11-2007, 09:59
Siamo arrivati ad una svolta nel medio lungo?, analizzando le tropowaves su base ECMWF direi che ci sono ottime possibilità.
Bassa stratosfera con una lieve tendenza al wave3patter. Tre sono i forcing in atto in alta troposfera a circa 300-hPa/60°N, con la seguente dinamica:
Wave2: centro/est Europa con tendeza verso le 216h a spostarsi di 40° verso EST, geopotenziali medio/bassi in costante aumento e temperatura della propagazione in calo. Probabile quindi una rimonta anticlonica nei settori indicadi.
Wave1: propagazione che dal mare di Bering viene vista in leggero spostamento verso EST. Dopo un probabile picco, l'onda potrebbe affievolirsi visti i geopotenziali e le temperature del forcing in ribasso. Di seguito il modello Inglese sembra vedere la ripresa della wave1 in zona Atlantica/Nord Europea. Analizzando l'onda si potrebbe ipotizzare una tendenza a formazione di una elevazione anticiclonica con Asse SW/NE, visto che l'altezza "H" viene vista ad una longitudine di 30° EST, mentre "T" con longitudine 0.


La tendenza mostrata dalle ECMWF strato è più che buona.

:snow :ciauz1

evoluzione a grandi linee confermata. La differenza più sostanziale è che la wave1 viene vista in pieno Atlantico.

http://img410.imageshack.us/img410/8844/tropwavesxv3.gif

Daniele Campello
24-11-2007, 10:03
Buon lavoro dell'alta stratosfera ;) in ottica MMW

http://img248.imageshack.us/img248/9573/timeprestempanomallnh20bj6.jpg
http://img248.imageshack.us/img248/6507/gfspolar10web1wz1.png

old_branda
24-11-2007, 10:03
possibili conseguenze neo di questo spostamento del wave pattern 1 in atlantico?

Daniele Campello
24-11-2007, 10:05
possibili conseguenze neo di questo spostamento del wave pattern 1 in atlantico?

un bel blocco atlantico :ciauz1

old_Pennywise
24-11-2007, 10:26
Neo, una curiosità gentilmente:
in caso di un MMW sono le SSTA atlantiche a determinare o meno il nostro interessamento, oppure dipende essenzialmente dall' asse di split?
Grazie :ciauz1 ;10)

Daniele Campello
24-11-2007, 13:09
Neo, una curiosità gentilmente:
in caso di un MMW sono le SSTA atlantiche a determinare o meno il nostro interessamento, oppure dipende essenzialmente dall' asse di split?
Grazie :ciauz1 ;10)

Le SSTA atlantiche sono una componente fondamentale, ma occorre anche che il target di uno dei lobi del VPS sia l'Europa, e che poi l'anticiclone polare tenda a sbilanciarsi verso l'Artico europeo e la Groenlandia (in questo caso la diversa estensione dei ghiacci potrebbe essere la nostra arma migliore) :ciauz1

old_Casentino
25-11-2007, 10:46
Alex, Bos, Remigio, Daniele...cosa ne pensate?

Non si rischia davvero il botto prima di quanto pensassimo?? :tavernello

http://www.meteogiornale.it/mappe/mandelli/tmp100_nps_168.png

http://91.121.94.83/modeles/gfs/run/gfsnh-0-192.png?6



:matto2


:ciauz1

old_roberto71
26-11-2007, 12:35
Alex, Bos, Remigio, Daniele...cosa ne pensate?

Non si rischia davvero il botto prima di quanto pensassimo?? :tavernello

http://www.meteogiornale.it/mappe/mandelli/tmp100_nps_168.png

http://91.121.94.83/modeles/gfs/run/gfsnh-0-192.png?6



:matto2


:ciauz1

Davvero impressionante lo split!!!!!!!
Ma non è troppo presto? a quanto gli effetti di questa divisione?
Grazie.

old_Remigio zago
26-11-2007, 12:45
Ragazzi, non dimentichemo che lo split che avete postato, per quanto spettacolare, è troposferico (mappa a 500 hpa) ed è conseguente ad un repentino forcing tra l'alaska e lo stretto di Bering associato ad un rapido incremento in quell'area di EP Flux. In bassa stratosfera il tutto si sta evidenziando in un Canadian Warming e sarà presto in fase di riassorbimento, mentre in alta stratosfera è in atto una nuova fase di raffreddamento in 1° armonica (VPS non ellittico e non eccentrico).
Direi che tutto prosegue secondo le attese.

:ciauz1

old_Bosnows
26-11-2007, 12:57
Ciao Casentino :sorriso1

Come ho già scritto in qualche post sopra a mio avviso per avere una "buona avvezione" sull'Europa meridionale e mediterraneo, bisogna che ci siano diversi fattori che conbacino.
Il trasporto verticale dalla troposfera alle medie-quote della stratosfera, e quindi il riscaldamento, deve essere localizzato in zona auleutine e in Groenlandia atlantico.
Trasporto di calore che porterebbe, lo split del vps con asse Canada-Siberia centrale.
Nelle carte da te postate è evidente che la struttura dinamica in troposfera è formata da uno split del vp in Groenlandia e Siberia occidentale.
In queste condizioni l'Europa sarebbe dominata da correnti zonali.
Ma questo è un passaggio obbligato, visto che siamo a novembre, e anche per la prevista momentanea ripresa del vps, per avere un buon raffreddamento della Siberia r Russia Europea... :smoke

old_Mat69
26-11-2007, 13:00
Ragazzi, non dimentichemo che lo split che avete postato, per quanto spettacolare, è troposferico (mappa a 500 hpa) ed è conseguente ad un repentino forcing tra l'alaska e lo stretto di Bering associato ad un rapido incremento in quell'area di EP Flux. In bassa stratosfera il tutto si sta evidenziando in un Canadian Warming e sarà presto in fase di riassorbimento, mentre in alta stratosfera è in atto una nuova fase di raffreddamento in 1° armonica (VPS non ellittico e non eccentrico).
Direi che tutto prosegue secondo le attese.

:ciauz1

Infatti Remigio ;)

al momento di novità stratosferiche vere e proprie non se ne vedono ( e mi accodo nel dire per fortuna :sorriso1 ).
In alto siamo di nuovo completamente in 1a armonica:

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z01_nh_f240.gif

mentre in basso gli elementi forzanti sono di natura squisitamente troposferica.

:ciauz1

zampatafredda
26-11-2007, 13:03
bene dai .... lasciamo che il freddo si ricarichi nei posti giusti e speriamo in warming importanti più avanti ;10)

old_Casentino
26-11-2007, 13:35
Ciao Casentino :sorriso1

Come ho già scritto in qualche post sopra a mio avviso per avere una "buona avvezione" sull'Europa meridionale e mediterraneo, bisogna che ci siano diversi fattori che conbacino.
Il trasporto verticale dalla troposfera alle medie-quote della stratosfera, e quindi il riscaldamento, deve essere localizzato in zona auleutine e in Groenlandia atlantico.
Trasporto di calore che porterebbe, lo split del vps con asse Canada-Siberia centrale.
Nelle carte da te postate è evidente che la struttura dinamica in troposfera è formata da uno split del vp in Groenlandia e Siberia occidentale.
In queste condizioni l'Europa sarebbe dominata da correnti zonali.
Ma questo è un passaggio obbligato, visto che siamo a novembre, e anche per la prevista momentanea ripresa del vps, per avere un buon raffreddamento della Siberia r Russia Europea... :smoke


Eh, Lorenzo hai perfettamente ragione!
Il fatto è che il messaggio l'ho pastato ieri dopo il run 6z di GFS che vedeva ben altro asse dello split troposferico! :lol:

:ciauz1

old_Bosnows
26-11-2007, 13:55
Ciao Casentino :sorriso1

Come ho già scritto in qualche post sopra a mio avviso per avere una "buona avvezione" sull'Europa meridionale e mediterraneo, bisogna che ci siano diversi fattori che conbacino.
Il trasporto verticale dalla troposfera alle medie-quote della stratosfera, e quindi il riscaldamento, deve essere localizzato in zona auleutine e in Groenlandia atlantico.
Trasporto di calore che porterebbe, lo split del vps con asse Canada-Siberia centrale.
Nelle carte da te postate è evidente che la struttura dinamica in troposfera è formata da uno split del vp in Groenlandia e Siberia occidentale.
In queste condizioni l'Europa sarebbe dominata da correnti zonali.
Ma questo è un passaggio obbligato, visto che siamo a novembre, e anche per la prevista momentanea ripresa del vps, per avere un buon raffreddamento della Siberia r Russia Europea... :smoke


Eh, Lorenzo hai perfettamente ragione!
Il fatto è che il messaggio l'ho pastato ieri dopo il run 6z di GFS che vedeva ben altro asse dello split troposferico! :lol:

:ciauz1


PARDON!! ;9L non avevo letto la data.

old_bugimeteo
26-11-2007, 18:51
Ragazzi, non dimentichemo che lo split che avete postato, per quanto spettacolare, è troposferico (mappa a 500 hpa) ed è conseguente ad un repentino forcing tra l'alaska e lo stretto di Bering associato ad un rapido incremento in quell'area di EP Flux. In bassa stratosfera il tutto si sta evidenziando in un Canadian Warming e sarà presto in fase di riassorbimento, mentre in alta stratosfera è in atto una nuova fase di raffreddamento in 1° armonica (VPS non ellittico e non eccentrico).
Direi che tutto prosegue secondo le attese.

:ciauz1

Infatti Remigio ;)

al momento di novità stratosferiche vere e proprie non se ne vedono ( e mi accodo nel dire per fortuna :sorriso1 ).
In alto siamo di nuovo completamente in 1a armonica:

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z01_nh_f240.gif

mentre in basso gli elementi forzanti sono di natura squisitamente troposferica.

:ciauz1

Certamente......quoto tutti e due.....ma attenti che se il trasporto di calore dal basso non si interrompe potrebbe cominciare a penetrare anche gli strati medio alti della strato

http://ds.data.jma.go.jp/gmd/tcc/tcc/products/clisys/STRAT/gif/ep_12z_tr_nh.gif

portando disturbi tali da destabilizzare l'intera stratosfera: guardate a 50hpa si passa da una prima armonica

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f120.gif


ad un VPS completamente stravolto dal forcing aleutinico alaskiano

http://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z50_nh_f240.gif


attenzione dunque......anche perchè con una stratosfera così fredda come in questi giorni il botto sarebbe incredibile...naturalmente è solo un ipotesi(per altro nel lunghissimo termine sembra che aumenti vistosaemnte il trasporto di calore in zone groelandesi :fischiet :fischiet ).......seguiamo insieme dunque questo FINE AUTUNNO davvero straordinario

Daniele Campello
26-11-2007, 21:50
Anomalia a 10 hPa veramente interessante, con valori tra i -4° e i -8°.

http://img404.imageshack.us/img404/7813/anomalia10hpa231107ko2.gif

In alta stratosfera si sono raggiunte temperature "record".

old_batstef
27-11-2007, 10:02
questa è una carta che mi piace molto in prospettiva...all'esaurirsi del CW, nucleo
principale del VP spostato tra russia e siberia e subtropicale pronta a chiudere verso il polo,
ne vedremo delle belle ben prima di Natale:
http://strat-www.met.fu-berlin.de/products/figs/ecmwf1/ecmwfpv600f192.gif

zampatafredda
27-11-2007, 10:55
Pulsazione aleutinica impressionante... si spalma al polo verso est.... rischiamo EA+++ o scand+++ ??! Orsus in agguato :pensieroso :gurp


http://www.postimage.org/aVvcbe0.jpg (http://www.postimage.org/image.php?v=aVvcbe0)

old_Bosnows
27-11-2007, 11:05
Pulsazione aleutinica impressionante... si spalma al polo verso est.... rischiamo EA+++ o scand+++ ??! Orsus in agguato :pensieroso :gurp


http://www.postimage.org/aVvcbe0.jpg (http://www.postimage.org/image.php?v=aVvcbe0)


notevole...vediamo come risponde dal basso il vortice canadese...la posizione del parziale split è quella giusta, manca il trasporto verticale in atlantico....

old_faina
27-11-2007, 11:07
timido accenno :pensieroso


http://www.cpc.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z100_nh_f240.gif

zampatafredda
27-11-2007, 11:15
Pulsazione aleutinica impressionante... si spalma al polo verso est.... rischiamo EA+++ o scand+++ ??! Orsus in agguato :pensieroso :gurp


http://www.postimage.org/aVvcbe0.jpg (http://www.postimage.org/image.php?v=aVvcbe0)


notevole...vediamo come risponde dal basso il vortice canadese...la posizione del parziale split è quella giusta, manca il trasporto verticale in atlantico....

sarebbe un primo passo verso un'ottima situazione di blocco e freddo intenso a est... con tale pulsazione il vortice canadese troposferico sfrutta a pieno le rocky mountains con interessamento degli States centrosettentrionali e orientali... in Europa correnti atlantiche occidentali di risposta, debolmente ondulatein un primo momento.... ma quando si formerà un blocco anche a ENE allora potremmo anche ipotizzare retrogressioni continentali di una certa portata ;-9..... ;10) :ciauz1

Daniele Campello
27-11-2007, 11:21
Belle veramente le carte, molto interessanti ;-9.....

Daniele Campello
27-11-2007, 11:30
http://img522.imageshack.us/img522/3300/ecmwf100f72kj2.gif
http://img522.imageshack.us/img522/4822/ecmwf100f96vm1.gif
http://img522.imageshack.us/img522/8069/ecmwf100f120oa7.gif
http://img208.imageshack.us/img208/5553/ecmwf100f192mj0.gif

old_marcoan
27-11-2007, 11:50
E forse non é "casuale" la coda del run gfs 06: una tendenza che potrebbe essere assai meno "fanta" e molto vicina a quello che sarà, ocio....

PS
Forse Maracchi c'azzecca stavolta visto che ieri sera ha parlato di "ondata di gelo dall'8 dicembre" ? :punk :punk :punk :punk :punk :manganel :manganel :manganel

old_gigero
27-11-2007, 11:52
E forse non é "casuale" la coda del run gfs 06: una tendenza che potrebbe essere assai meno "fanta" e molto vicina a quello che sarà, ocio....

PS
Forse Maracchi c'azzecca stavolta visto che ieri sera ha parlato di "ondata di gelo dall'8 dicembre" ? :punk :punk :punk :punk :punk :manganel :manganel :manganel
esiste Marco il testo dell'intervento Maracchiano??

Daniele Campello
27-11-2007, 12:09
http://ds.data.jma.go.jp/gmd/tcc/tcc/products/clisys/STRAT/gif/ep_12z_st_nh.gif

molto interessantel'EP flux nella stratosfera. Il fatto che il getto tenda a dirigersi verso il polo potrebbe essere uno dei possibili segnali che identificano un ESEs. Recenti studi hanno evidenziato come il maggiore rialzo dell’ EP flux risulta evidente in tutti i casi, ma delle differenze possono essere notate nella tropopausa. Nella parte "calda" (propagazione strato/tropo) il forcing iniziale tenderebbe più verso il polo, mentre nella parte fredda le onde si propagano verso l’equatore. Queste anomalie indicano che decelerazione del EP flux si formano in alta troposfera negli eventi caldi, mentre forti accelerazioni sono prodotte negli eventi freddi.

L'EP flux troposferico sembra molto "indeciso", ma segnala comunque un trasporto interessante e da monitorare.

http://ds.data.jma.go.jp/gmd/tcc/tcc/products/clisys/STRAT/gif/ep_12z_tr_nh.gif


secondo letteratura:

http://img150.imageshack.us/img150/4050/appunti01zm8.jpg

old_Pennywise
27-11-2007, 12:25
Neo, l' anomalia del NAM attualmente non è così forte però in chiave ESEs......mi sembrava di aver letto che occorre una forte anomalia nei precedenti 10-60 giorni per un evento stratosferico estremo. :sm100

old_marcoan
27-11-2007, 12:32
E forse non é "casuale" la coda del run gfs 06: una tendenza che potrebbe essere assai meno "fanta" e molto vicina a quello che sarà, ocio....

PS
Forse Maracchi c'azzecca stavolta visto che ieri sera ha parlato di "ondata di gelo dall'8 dicembre" ? :punk :punk :punk :punk :punk :manganel :manganel :manganel
esiste Marco il testo dell'intervento Maracchiano??

No lo ha detto ieri al tg4.....
Saluti

Daniele Campello
27-11-2007, 12:39
Neo, l' anomalia del NAM attualmente non è così forte però in chiave ESEs......mi sembrava di aver letto che occorre una forte anomalia nei precedenti 10-60 giorni per un evento stratosferico estremo. :sm100

Le temperature a 10 hPa hanno avuto delle anomalie pesantemente negative, superiori per esempio al 84/85, per adesso mi accontento di quelle visto che rappresentano un ottimo segnale.

http://img266.imageshack.us/img266/3985/gfspolar10web1yq5.png

http://img46.imageshack.us/img46/9793/1984lm2.gif

old_Pennywise
27-11-2007, 12:43
Tradotto sarebbe NAM negativo?
:ciauz1

old_Mat69
27-11-2007, 12:49
Per pura osservazione è secondo me da rilevare quanto diverso sia il forcing Pacifico attuale rispetto a quello (sciagurato) dell'inverno scorso:

http://www.cpc.noaa.gov/products/stratosphere/strat_a_f/gif_files/gfs_z100_nh_f240.gif

Il flusso appare divergente rispetto all'anticiclogenesi già alle medie latitudini dove si dovrebbero risentire le anomalìe SSTA++.
Ci sono poi da tenere in considerazione gli scarsi apporti nivoglaciologici in prossimità dello Stretto di Bering.... e le forti anomalìe della PDO dovrebbero sortire risultati diversi.

A parere mio "le bocce non sono ancora ferme...." :pensieroso

:ciauz1

Daniele Campello
27-11-2007, 13:11
Tradotto sarebbe NAM negativo?
:ciauz1

Le denominazioni NAM- (VPS debole) e NAM+ (VPS forte) sono fuorvianti, conta l'anomalia. In caso di anomalia superiore ai +1,5 segnala un rafforzamento del VPS in grado di condizionare l'AO (di segno+). L'esempio dell'anno scorso è emblematico: il Nam a Novembre ha evidenziato una anomalia di 2 circa alla quota di 10 hPa, e in seguito dello stratcooling.
Un recente articolo del CNR tratta l'argomento in questi termini:

A questo proposito citiamo il lavoro di Baldwin (Baldwin M.P. e Dunkerton T.J.,2001) che individua due soglie del NAM (North Annular Mode) alla 10 hPa. Per NAM <= 1,5 Baldwin mostra come i successivi 60 giorni in troposfera siano caratterizzati da temperature miti e da storm track intorno al 60 parallelo (siccità in Italia). Mentre per NAM <= 3,0 sono altamente probabili irruzioni di aria fredda a latitudini meridionali con anomalie negative di temperatura nei 60 giorni successivi anche in paesi come l’Italia.

...Nell’inverno 2006-2007 abbiamo registrato una sola anomalia principale di NAM secondo la classificazione di Baldwin (NAM > 1,5 alla 10 hPa sul finire del mese di Novembre 2006). In accordo con quanto troviamo in letteratura i 60 giorni successivi sono stati caratterizzati anche in Italia e anche sulla stazione di Firenze-Ximeniano da temperature estremamente miti e da una siccità molto marcata, che in molte stazioni italiane ha rappresentato il valore record della serie storica.

Parliamo comunque di anomalie nel campo del geopotenziali e non di temperature, e fino a questo momento si sono registrate piccole anomalie negative nella seconda decade di ottobre e di novembre. La strada è quella giusta, ed è importante seguire l'andamento della temperatura a 10 hPa anche perchè dopo grandi raffreddamenti seguono spiccati cedimenti (e viceversa).

old_gigero
27-11-2007, 13:19
a che link si può trovare il dato relativo al NAM?

Daniele Campello
27-11-2007, 13:41
Neo, l' anomalia del NAM attualmente non è così forte però in chiave ESEs......mi sembrava di aver letto che occorre una forte anomalia nei precedenti 10-60 giorni per un evento stratosferico estremo. :sm100

Nel 1984/85 l'anomalia del NAM superiore ai -3 si registrò nei primi giorni di gennaio. Il NAM a 1000 hPa è equivalente all'indice AO (tanto per capire di che anomalie parlo).
Per adesso è importante seguire l'alta stratosfera attraverso le anomalie di temperature :ciauz1

old_Pennywise
27-11-2007, 14:33
Adesso è tutto molto più chiaro.
Grazie Daniele ;10)

Daniele Campello
27-11-2007, 14:44
http://ds.data.jma.go.jp/gmd/tcc/tcc/products/clisys/STRAT/gif/ep_12z_st_nh.gif

molto interessantel'EP flux nella stratosfera. Il fatto che il getto tenda a dirigersi verso il polo potrebbe essere uno dei possibili segnali che identificano un ESEs. Recenti studi hanno evidenziato come il maggiore rialzo dell’ EP flux risulta evidente in tutti i casi, ma delle differenze possono essere notate nella tropopausa. Nella parte "calda" (propagazione strato/tropo) il forcing iniziale tenderebbe più verso il polo, mentre nella parte fredda le onde si propagano verso l’equatore. Queste anomalie indicano che decelerazione del EP flux si formano in alta troposfera negli eventi caldi, mentre forti accelerazioni sono prodotte negli eventi freddi.

L'EP flux troposferico sembra molto "indeciso", ma segnala comunque un trasporto interessante e da monitorare.

http://ds.data.jma.go.jp/gmd/tcc/tcc/products/clisys/STRAT/gif/ep_12z_tr_nh.gif


secondo letteratura:

http://img150.imageshack.us/img150/4050/appunti01zm8.jpg

Ken Nakagawa e Koji Yamazaki del Sapporo District Meteorological Observatory, Japan Meteorological Agency oltre aver pubblicato un brillante studio sulle anomalie sopra riportate, hanno aggiunto ulteriori spunti per quanto concerne i predictor degli ESEs:

In associazione con un forte SSW il getto polare logicamente rallenta. La figura sotto mostra l’insieme delle anomalie zonali (50-80 ° N) giorno per giorno -40 +40 negli eventi con riuscita propagazione strato/troposferica (caldi) e quelli che interessano solo la stratosfera (freddi).
In entrambi i tipi di eventi, la propagazione verso il basso dell’anomalia negativa si verifica nella stratosfera dopo la SSW. Nella stratosfera le caratteristiche del SSW sono comuni in entrambi i casi, mentre le differenze tra le due tipologie si manifestano sotto i 100 hPa.
L’evoluzione delle anomalie del vento zonale a 300 hPa per entrambi gli eventi sono mostrati nella figura sotto. Nel caso di propagazioni strato/troposferici le anomalie negative compaiono 7 giorni prima e persistono per più di 40. Nel caso di eventi troposferici freddi, cioè nei casi dove il SSW interessa solo la stratosfera, l’anomalia positiva si estende dal giorno -8 al +28.
In alta troposfera entrambi gli eventi sono simili fino al giorno -10, dopo prendono strade diverse. Questo dimostra che il successo della propagazione strato-troposferica può essere predetto circa una settimana prima dell’evento, analizzando le anomalie troposferiche medie.
Ne riparleremo :fischiet

http://img150.imageshack.us/img150/9152/appunti01an300ey1.jpg

:ciauz1

old_marcoan
27-11-2007, 15:05
Tradotto sarebbe NAM negativo?
:ciauz1

Le denominazioni NAM- (VPS debole) e NAM+ (VPS forte) sono fuorvianti, conta l'anomalia. In caso di anomalia superiore ai +1,5 segnala un rafforzamento del VPS in grado di condizionare l'AO (di segno+). L'esempio dell'anno scorso è emblematico: il Nam a Novembre ha evidenziato una anomalia di 2 circa alla quota di 10 hPa, e in seguito dello stratcooling.
Un recente articolo del CNR tratta l'argomento in questi termini:

A questo proposito citiamo il lavoro di Baldwin (Baldwin M.P. e Dunkerton T.J.,2001) che individua due soglie del NAM (North Annular Mode) alla 10 hPa. Per NAM <= 1,5 Baldwin mostra come i successivi 60 giorni in troposfera siano caratterizzati da temperature miti e da storm track intorno al 60 parallelo (siccità in Italia). Mentre per NAM <= 3,0 sono altamente probabili irruzioni di aria fredda a latitudini meridionali con anomalie negative di temperatura nei 60 giorni successivi anche in paesi come l’Italia.

...Nell’inverno 2006-2007 abbiamo registrato una sola anomalia principale di NAM secondo la classificazione di Baldwin (NAM > 1,5 alla 10 hPa sul finire del mese di Novembre 2006). In accordo con quanto troviamo in letteratura i 60 giorni successivi sono stati caratterizzati anche in Italia e anche sulla stazione di Firenze-Ximeniano da temperature estremamente miti e da una siccità molto marcata, che in molte stazioni italiane ha rappresentato il valore record della serie storica.

Parliamo comunque di anomalie nel campo del geopotenziali e non di temperature, e fino a questo momento si sono registrate anomalie negative nella seconda decade di ottobre e di novembre. La strada è quella giusta, ed è importante seguire l'andamento della temperatura a 10 hPa anche perchè dopo grandi raffreddamenti seguono spiccati cedimenti (e viceversa).

Potrebbe essere questo il motivo per cui Maracchi del CNR ha parlato di ondata di gelo dall'8 dicembre ??

Daniele Campello
27-11-2007, 15:12
Lo escluderei Marco, anche se l'articolo è firmato anche da un certo Maracchi. Mi hai incuriosito con sto 8 dicembre :pensieroso

comunque già che ci sono, posto l'articolo (PDF)
http://www.dta.cnr.it/dmdocuments/pubbl ... esseri.pdf (http://www.dta.cnr.it/dmdocuments/pubblicazioni/volume_clima_07/AT_01/1-08_messeri.pdf)

:ciauz1

old_gigero
27-11-2007, 15:18
Lo escluderei Marco, anche se l'articolo è firmato anche da un certo Maracchi. Mi hai incuriosito con sto 8 dicembre :pensieroso

comunque già che ci sono, posto l'articolo (PDF)
http://www.dta.cnr.it/dmdocuments/pubbl ... esseri.pdf

:ciauz1
anche l'8 dicembre scorso fu giorno topico... Epson a fine novembre dava neve su tutto il nord per l'immacolata... pseodo-fini commercial-turistici??

Daniele Campello
27-11-2007, 15:21
Lo escluderei Marco, anche se l'articolo è firmato anche da un certo Maracchi. Mi hai incuriosito con sto 8 dicembre :pensieroso

comunque già che ci sono, posto l'articolo (PDF)
http://www.dta.cnr.it/dmdocuments/pubbl ... esseri.pdf

:ciauz1
anche l'8 dicembre scorso fu giorno topico... Epson a fine novembre dava neve su tutto il nord per l'immacolata... pseodo-fini commercial-turistici??

sarebbe veramente scandaloso, non penso (più che altro mi auguro di no). Comunque manca molto all'otto Dicembre e la partita è tutt'altro che chiusa .pro:::)

27-11-2007, 15:23
scusate ho sbagliato.

old_batstef
27-11-2007, 22:40
http://ds.data.jma.go.jp/gmd/tcc/tcc/products/clisys/STRAT/gif/ep_12z_st_nh.gif

molto interessantel'EP flux nella stratosfera. Il fatto che il getto tenda a dirigersi verso il polo potrebbe essere uno dei possibili segnali che identificano un ESEs. Recenti studi hanno evidenziato come il maggiore rialzo dell’ EP flux risulta evidente in tutti i casi, ma delle differenze possono essere notate nella tropopausa. Nella parte "calda" (propagazione strato/tropo) il forcing iniziale tenderebbe più verso il polo, mentre nella parte fredda le onde si propagano verso l’equatore. Queste anomalie indicano che decelerazione del EP flux si formano in alta troposfera negli eventi caldi, mentre forti accelerazioni sono prodotte negli eventi freddi.

L'EP flux troposferico sembra molto "indeciso", ma segnala comunque un trasporto interessante e da monitorare.

http://ds.data.jma.go.jp/gmd/tcc/tcc/products/clisys/STRAT/gif/ep_12z_tr_nh.gif


secondo letteratura:

http://img150.imageshack.us/img150/4050/appunti01zm8.jpg

Ken Nakagawa e Koji Yamazaki del Sapporo District Meteorological Observatory, Japan Meteorological Agency oltre aver pubblicato un brillante studio sulle anomalie sopra riportate, hanno aggiunto ulteriori spunti per quanto concerne i predictor degli ESEs:

In associazione con un forte SSW il getto polare logicamente rallenta. La figura sotto mostra l’insieme delle anomalie zonali (50-80 ° N) giorno per giorno -40 +40 negli eventi con riuscita propagazione strato/troposferica (caldi) e quelli che interessano solo la stratosfera (freddi).
In entrambi i tipi di eventi, la propagazione verso il basso dell’anomalia negativa si verifica nella stratosfera dopo la SSW. Nella stratosfera le caratteristiche del SSW sono comuni in entrambi i casi, mentre le differenze tra le due tipologie si manifestano sotto i 100 hPa.
L’evoluzione delle anomalie del vento zonale a 300 hPa per entrambi gli eventi sono mostrati nella figura sotto. Nel caso di propagazioni strato/troposferici le anomalie negative compaiono 7 giorni prima e persistono per più di 40. Nel caso di eventi troposferici freddi, cioè nei casi dove il SSW interessa solo la stratosfera, l’anomalia positiva si estende dal giorno -8 al +28.
In alta troposfera entrambi gli eventi sono simili fino al giorno -10, dopo prendono strade diverse. Questo dimostra che il successo della propagazione strato-troposferica può essere predetto circa una settimana prima dell’evento, analizzando le anomalie troposferiche medie.
Ne riparleremo :fischiet

http://img150.imageshack.us/img150/9152/appunti01an300ey1.jpg

:ciauz1
a me sembra già MOLTO deciso, soprattutto per il periodo stagionale, e credo sicuramente in rinforzo nei prossimi giorni...
un flusso che vorrei a fine dicembre, primi di gennaio...figuriamoci adesso :gioiasu :gioiasu

old_bugimeteo
29-11-2007, 11:40
alta stratosfera che vedrà uno strat-cooling almeno fino alle 240hr, in medio bassa stratosfera pare svilupparsi un nuovo riscaldamento in zona aleutnica....otttimi segnali di impossibilità di propagazione del raffredamento verso i bassi strati ....molto bene: entro metà dicembre l'alta stratosfera dovrebbe cominciare a dare segnali di cedimento :fischiet :fischiet :fischiet ;)

old_Pennywise
29-11-2007, 11:50
alta stratosfera che vedrà uno strat-cooling almeno fino alle 240hr, in medio bassa stratosfera pare svilupparsi un nuovo riscaldamento in zona aleutnica....otttimi segnali di impossibilità di propagazione del raffredamento verso i bassi strati ....molto bene: entro metà dicembre l'alta stratosfera dovrebbe cominciare a dare segnali di cedimento :fischiet :fischiet :fischiet ;)
Strat-cooling che non ha niente a che vedere con quello di una anno fa....spero :pensieroso

old_bugimeteo
29-11-2007, 11:53
alta stratosfera che vedrà uno strat-cooling almeno fino alle 240hr, in medio bassa stratosfera pare svilupparsi un nuovo riscaldamento in zona aleutnica....otttimi segnali di impossibilità di propagazione del raffredamento verso i bassi strati ....molto bene: entro metà dicembre l'alta stratosfera dovrebbe cominciare a dare segnali di cedimento :fischiet :fischiet :fischiet ;)
Strat-cooling che non ha niente a che vedere con quello di una anno fa....spero :pensieroso

secondo i forecast no......non riesce a propagarsi alle quote inferiori(tra l'altro a 240hr a 1hpa si nota il primo timido segnalke di Upper Warming) e questa è una gran bella notizia ;10) ;10) ;10) in chiave MMW ;el)) ;el)) ;el)) ;el))

old_Pennywise
29-11-2007, 11:56
alta stratosfera che vedrà uno strat-cooling almeno fino alle 240hr, in medio bassa stratosfera pare svilupparsi un nuovo riscaldamento in zona aleutnica....otttimi segnali di impossibilità di propagazione del raffredamento verso i bassi strati ....molto bene: entro metà dicembre l'alta stratosfera dovrebbe cominciare a dare segnali di cedimento :fischiet :fischiet :fischiet ;)
Strat-cooling che non ha niente a che vedere con quello di una anno fa....spero :pensieroso

secondo i forecast no......non riesce a propagarsi alle quote inferiori(tra l'altro a 240hr a 1hpa si nota il primo timido segnalke di Upper Warming) e questa è una gran bella notizia ;10) ;10) ;10) in chiave MMW ;el)) ;el)) ;el)) ;el))Appuntamento solo rimandato.... :fischiet ;el))

Daniele Campello
29-11-2007, 12:21
Direi che si tratta di uno SSC (Stratospheric sudden cooling). Il raffreddamento, come dice bene Bugi, dovrebbe interessare i piani alti stratosferici. La mia paura è che si formi una anomalia positiva del NAM tale da condizionare l'AO, ma per adesso meglio non pensarci.
Aggiungerei che un rafforzamento stratosferico è assolutamente normale e fisiologico a dicembre, visto che la stratosfera polare risente del solstizio invernale. Ritengo poi che un leggero rafforzamento sia indispensabile nell'ottica di un possibile MMW che a questo punto definirei quasi certo. Da valutare la tempistica analizzando bene le anomalie di geopotenziale in alta stratosfera, ma solitamente entrati nella fase invernale, ad un raffreddamento seguirà quasi sicuramente un riscaldamento di pari o superiore valore.
Questo molto probabilmente sarà l'ultimo sussulto dell'alta stratosfera.

Ho salvato delle mappe interessanti, per sottolineare il periodo straordinario alla quota 100 hPa:


http://img521.imageshack.us/img521/4885/gfsnhwind100web5ye5.png
http://img259.imageshack.us/img259/9918/gfsnhwind100web8ur7.png

Buona anche l'anomalia NAM negativa di questa seconda/terza decade di novembre
http://img440.imageshack.us/img440/1862/hgtaocdaspw4.gif

old_Casentino
30-11-2007, 09:05
Io comincerei a buttare un occhio a quello che succede lassù in Islanda... :fischiet
potrebbe esserci qualche ribaltone ;)

http://www.meteogiornale.it/mappe/mandelli/tmp100_nps_168.png

http://www.meteociel.fr/modeles/ecmwf/run/ECH1-168.GIF?30-12

:ciauz1

old_Bosnows
30-11-2007, 09:44
Io comincerei a buttare un occhio a quello che succede lassù in Islanda... :fischiet
potrebbe esserci qualche ribaltone ;)

http://www.meteogiornale.it/mappe/mandelli/tmp100_nps_168.png

http://www.meteociel.fr/modeles/ecmwf/run/ECH1-168.GIF?30-12

:ciauz1

;)

Mi piace molto la riproposizione di reading della bolla anticiclonica dinamica, che si piazza sul polo.Posizione del VPS a noi più consone...
Mi aspetto negl'aggiornamenti strat di stamane a 240 h, in bassa stratosfera, le prime condizioni favorevoli, finalmente, per un blocco atlantico corposo che porterà alla prima avvezione marittima consistente di questo inverno....probabilmente a metà mese....vediamo :fischiet

old_FilTur
30-11-2007, 09:48
Vista la situazione barica, spero sinceramente che il vortice canadese non molli e che l'aria non sia artico marittima: ma sempre con condizioni favorevoli all'elevazione azzorriana...deviata dal flusso atlantico verso nord-est, mancando l'aggancio al groenlandese...andando così incontro all'HP da 1035-1040hPa sulla Russia... :fischiet :fischiet :fischiet
Ovviamente è solo una speranza.

old_Bufera87
30-11-2007, 11:07
conferma delle stratosferiche di oggi... forcing aleutinico a tutto regime... sad.gif

old_branda
30-11-2007, 11:11
stai scherzando vero bufera? :sconsolato

old_gigero
30-11-2007, 11:28
conferma delle stratosferiche di oggi... forcing aleutinico a tutto regime... sad.gif
ricordi il mio sms di ieri sera al riguardo dell'Aleutinico??

old_Bosnows
30-11-2007, 11:32
conferma delle stratosferiche di oggi... forcing aleutinico a tutto regime... sad.gif

va benissimo :sorriso1
Queste è la naturale dinamica stratosferica di questo periodo, ci sarà un fortissimo raffreddamento e termicizzazione delle zone russo-siberiane, ad oggi dai forecast a 240h non si intravede nessuna possibilità di forcing atlantico.
Bisogna aspettare che il normale raffozamento del vps alle alte quote rallenti e ci siano i primi warming, di solito intorno ai primi giorni di dicembre...